Claudio Tamburrino

Trump e le trollate presidenziali su Twitter

Utilizzo senza freni del proprio account Twitter personale da parte del nuovo Presidente degli Stati Uniti. Neo bersaglio degli insulti Ŕ una giornalista, ma questa volta anche il suo partito si schiera tra gli indignati

Roma - Può il Presidente degli Stati Uniti prendere in giro un rappresentante del quarto potere e impedire a diversi cittadini di accedere ai suoi messaggi pubblici? Queste sono le domande apparentemente surreali, ma diventate concrete con la scelta di Donald Trump di non utilizzare soltanto l'account Twitter ufficiale @POTUS, ma continuare anche ad utilizzare senza filtri il suo account privato @realDonaldTrump.

Che Donald Trump sia assolutamente incapace di rientrare nella convenienza politica, nella normale etichetta o spesso nel buon senso è un fatto noto: proprio per il mancato rispetto dei protocolli di sicurezza relativi alla condivisione di informazioni riservate con un Paese straniero come la Russia, infatti, sta rischiando l'impeachment e di portare la sua amministrazione ad una prematura fine.

Oltre a questo aspetto assolutamente non canonico del nuovo Presidente degli Stati Uniti, tuttavia, anche la sua comunicazione del tutto personale e affatto istituzionale attraverso Twitter sta costringendo gli osservatori a porsi domande assolutamente inaspettate. Come può un Presidente che dovrebbe rappresentare l'intera popolazione "bloccare" determinati cittadini dall'accedere ai suoi post (come ha fatto per esempio nel caso più eclatante con Stephen King)? O come può utilizzare dalla sua posizione privilegiata tale mezzo per screditare il lavoro e l'abilità di un giornalista o giudicare il lavoro di una donna a partire dalla sua età o dal suo aspetto?
Quest'ultima questione è diventata d'attualità con il tweet postato ieri da Trump con il quale accusa la trasmissione televisiva Morning Joe (precedentemente inquadrata tra i suoi sostenitori, tanto che si era più volte offerto per lunghe interviste) di "parlare male" di lui, andando sul personale nei confronti dei suoi presentatori e in particolare della presentatrice Mika Brzezinski. Trump sembra d'altra parte spesso pronto a sminuire le donne nella loro attività professionale: in questo caso ha parlato delle conseguenze indesiderate di una presunta operazione di chirurgia plastica e di un basso quoziente intellettivo.

Contro il Presidente Trump, tuttavia, stavolta la reazione dei media è apparsa compatta e si sono mobilitati i leader del partito che lo ha portato alla Presidenza, quello Repubblicano, probabilmente stufo di dover porre rimedio alle sue intemperanze e inadeguatezze: come twitta la Senatrice Susan Collins: "deve smetterla, tutti abbiamo un lavoro, 3 rami del Governo e i media. Non dobbiamo andare per forza d'accordo, ma mostrare civiltà e rispetto". Sulla stessa linea la Senatrice Lisa Murkowski che chiede al presidente di smetterla e che "la piattaforma presidenziale dovrebbe essere utilizzata per qualcosa di più che buttare giù le persone" e l'ex Governatore della Florida Jeb Bush che parla di comportamento "inappropriato, indegno, non presidenziale".

Che la crisi di governo statunitense avverrà per un tweet?

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàRussiagate, Comey testimonia davanti al SenatoL'ex capo dell'FBI parla del suo rapporto con Trump e dei numerosi tentativi del presidente di intralciare il suo lavoro. Nelle anticipazioni alla testimonianza formula accuse gravi, ma c'Ŕ incertezza sulla reale portata delle rivelazioni
  • AttualitàTwitter, il Primo Emendamento contro TrumpUna universitÓ statunitense chiede al presidente americano di sbloccare gli utenti messi al bando su Twitter, ne va del rispetto della Costituzione. In caso contrario si prepara l'ennesima causa legale contro Mr. President
36 Commenti alla Notizia Trump e le trollate presidenziali su Twitter
Ordina
  • ... DT si sta tirando la zappa sui piedi da solo e sta facendo terra bruciata intorno a sè: tutti ne prendono le distanza, persino il suo partito. Il giorno in cui andrà a casa non è poi lontanissimo di questo passo.
    non+autenticato
  • Mi sa che ti sbagli, all' americano medio piacciono le spacconate.
    non+autenticato
  • Come al solito sui mezzi di comunicazione del regime i commenti sono una presa per il culo, lo posto qui, tanto parla sempre di Trump. L'articolo è quello sul video in cui fa wrestling.
    E' tutta una sceneggiata, stanno disperatamente cercando di restituire credibilitß a dei media senza pi˙ nessuna credibilitß.
    E poi sono anni che vanno avanti cosÝ, fingono di odiarsi, ma si fanno pubblicità a vicenda.
    non+autenticato
  • P.S. Neanche Fabio Fazio puoi toccare, uno in un commento lo ha citato facendo il confronto dei giornalisti italiani e ho provato a rispondere:

    Che ti aspettavi? La televisione è sotto il feroce controllo del regime, se non sono d'accordo con loro non li fanno passare. Se qualcuno va intelevisione e dice qualche cosa di giusto vuol dire che sta fingendo e sta cercando di conquistarsi la tua fiducia, al momento buono ti frega.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 62af9808c03
    > Come al solito sui mezzi di comunicazione del
    > regime i commenti sono una presa per il culo, lo
    > posto qui, tanto parla sempre di Trump.

    Come dire: mi scappava una gran cagata e non riuscivo a trovare un bagno libero.

    Ti senti liberato ora?
    non+autenticato
  • >
    > Come dire: mi scappava una gran cagata e non
    > riuscivo a trovare un bagno
    > libero.
    >

    No. Quello che i mezzi di comunicazione censurano ti dice molto di pi˙ di quello che pubblicano. Rileggiti la frase, perché censurarla? Oltretutto il quoziente intelletivo medio die commenti che fanno passare è raso terra. Se quelle opinioni gli danno fastidio un motivo ci deve essere.

    P.S. Non sei obbligato a credermi, fai la prova, scrivi qualche commento che dice cose simi;i e prova a pubblicarlo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 3d7d610e4e2
    > >
    > > Come dire: mi scappava una gran cagata e non
    > > riuscivo a trovare un bagno
    > > libero.
    > >
    >
    > No. Quello che i mezzi di comunicazione censurano
    > ti dice molto di piú di quello che pubblicano.

    Quello che tu chiami censura, noi qui lo chiamiamo "hai rotto il caxxo!"

    E se in altri siti ti censurano, fanno solo bene.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Quello che tu chiami censura, noi qui lo
    > chiamiamo "hai rotto il
    > caxxo!"
    >
    > E se in altri siti ti censurano, fanno solo bene.

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4393131&m=439...

    Fai pace con te stesso cazzo !! Stai facendo figure di merda una dietro l'altra. Taci che ci guadagni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 62af9808c03
    > Come al solito sui mezzi di comunicazione del
    > regime i commenti sono una presa per il culo, lo
    > posto qui, tanto parla sempre di Trump.
    > L'articolo è quello sul video in cui fa
    > wrestling.
    >

    viene da chiedersi quale mente diabolica abbia postato il videoPerplesso
    non+autenticato
  • Due palle senza freni questi continui pettegolezzi da portinaia su Trump.
    Tentativo manifesto di manipolare la mente del popolino bue.
    Tentativo che senz'altro sta già riuscendo.
    Non che Trump mi sia simpatico, ma questo continuo sparlare di lui (e di sua moglie) sta diventando ridicolo.
    non+autenticato
  • > Tentativo manifesto di manipolare la mente del
    > popolino bue.
    > Tentativo che senz'altro sta già riuscendo.

    E' giá riuscito visto che Trump è stato eletto. Ora continuerá perché bisogna tenere il popolino distratto, in fondo se hai letto Douglas Adams lo sai qual'è il ruolo del presidente della galassia.


    > Non che Trump mi sia simpatico, ma questo
    > continuo sparlare di lui (e di sua moglie) sta
    > diventando ridicolo.

    Le storie di (e su) Berlusconi hanno raggiunto il ridicolo e sono rimaste sul grottesco/nauseante per anni, ma non si sono mai fermate. E' stato fatto di proposito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 7d9dbb9b139
    > Le storie di (e su) Berlusconi hanno raggiunto il
    > ridicolo e sono rimaste sul grottesco/nauseante
    > per anni, ma non si sono mai fermate. E' stato
    > fatto di
    > proposito.

    il presidente del consiglio italiano era ricattato dalle puttane, questo è un fatto e purtroppo per noi non è smentibile Rotola dal ridere

    o forse vuoi riscrivere la storia
    non+autenticato
  • - Scritto da: foltopelo
    > - Scritto da: 7d9dbb9b139
    > > Le storie di (e su) Berlusconi hanno raggiunto
    > il
    > > ridicolo e sono rimaste sul grottesco/nauseante
    > > per anni, ma non si sono mai fermate. E' stato
    > > fatto di
    > > proposito.
    >
    > il presidente del consiglio italiano era
    > ricattato dalle puttane, questo è un fatto e
    > purtroppo per noi non è smentibile
    > Rotola dal ridere
    >
    > o forse vuoi riscrivere la storia

    E cosa cambia per quello che ho scritto?
    non+autenticato
  • "proprio per il mancato rispetto dei protocolli di sicurezza relativi alla condivisione di informazioni riservate"

    Tamburrino! La Clinton trafficava argomenti classificati (alcuni dei quali della massima segretezza) con i suoi server personali, tra l' altro bucati (dominio clintonemail.com), nell' ordine delle decine di migliaia di missive... e la sta facendo franca!

    Trump trolla su twitter e per questo rischia l' impeachment.

    Come la mettiamo? Molte delle e-mail della Clinton sono state sbattute nude e crude su wikileaks. Le prove contro Trump dove sono?

    Un' altra domanda: voi giornalisti cosa volete? L' immunità totale e assoluta dalle critiche? Il vostro operato non può essere messo in discussione?

    Poi non vi lamentate quando la gente non compra più i giornali e quando i lettori delle testate online vi flagellano con gli AD-Blocker.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il Fruttaro
    > Trump trolla su twitter e per questo rischia l'
    > impeachment.

    trump rischia l'impeachment perché stanno per scoprire che è un burattino nelle mani di putinA bocca storta

    avanti il prossimo pirla va
    non+autenticato
  • - Scritto da: foltopelo
    > - Scritto da: il Fruttaro
    > > Trump trolla su twitter e per questo rischia l'
    > > impeachment.
    >
    > trump rischia l'impeachment perché stanno per
    > scoprire che è un burattino nelle mani di putin
    >A bocca storta
    >
    > avanti il prossimo pirla va

    Sei un povero coglione che si è bevuto le cazzate sui russi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > Sei un povero coglione che si è bevuto le cazzate
    > sui
    > russi.

    nah, è solo un poveraccio pagato in Hrivnie Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: foltopelo

    > trump rischia l'impeachment perché stanno per
    > scoprire che è un burattino nelle mani di putin
    >A bocca storta

    FAKE NEWS

    http://www.abovetopsecret.com/forum/thread1176663/...

    http://www.zerohedge.com/news/2017-06-30/cnn-produ...

    http://www.zerohedge.com/news/2017-06-30/new-york-...

    BULLSHIT!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: noSorosThan ks
    > - Scritto da: foltopelo
    >
    > > trump rischia l'impeachment perché stanno per
    > > scoprire che è un burattino nelle mani di
    > putin
    > >A bocca storta
    >
    > FAKE NEWS
    >
    > http://www.abovetopsecret.com/forum/thread1176663/
    >
    > http://www.zerohedge.com/news/2017-06-30/cnn-produ
    >
    > http://www.zerohedge.com/news/2017-06-30/new-york-
    >
    > BULLSHIT!!!!

    Fake news sfruttate per rendere credibili altre fake news.
    Ovvero rispondere alla bulllshit generando altra bulllshit per confondere ancora di piú elettori rigirati come trottole.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il Fruttaro
    > "proprio per il mancato rispetto dei protocolli
    > di sicurezza relativi alla condivisione di
    > informazioni
    > riservate"
    >
    > Tamburrino! La Clinton trafficava argomenti
    > classificati (alcuni dei quali della massima
    > segretezza) con i suoi server personali, tra l'
    > altro bucati (dominio clintonemail.com), nell'
    > ordine delle decine di migliaia di missive... e
    > la sta facendo
    > franca!
    >
    > Trump trolla su twitter e per questo rischia l'
    > impeachment.
    >
    > Come la mettiamo? Molte delle e-mail della
    > Clinton sono state sbattute nude e crude su
    > wikileaks. Le prove contro Trump dove
    > sono?
    >
    > Un' altra domanda: voi giornalisti cosa volete?
    > L' immunità totale e assoluta dalle critiche? Il
    > vostro operato non può essere messo in
    > discussione?
    >
    > Poi non vi lamentate quando la gente non compra
    > più i giornali e quando i lettori delle testate
    > online vi flagellano con gli
    > AD-Blocker.

    Da fruttaro sei proprio alla frutta, non c'è che dire.
    non+autenticato
  • Guarda che il server privato della Clintono non è stato bucato, le mail vengono da altri server di posta incluso quello del partito democratico.

    Se veramente avessero messo le mani sulle email della Clinton sai quanti affari sottobanco sarebbero saltati fuori. Se non ha usato la posta ufficiale un motivo c'è.
    non+autenticato
  • E' tutto su wikileaks imbecille!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > E' tutto su wikileaks imbecille!

    Nel periodo in cui lei è stata segretario di stato gli USA hanno partecipato ai bombardamenti sulla Libia. Trovami le email in cui si organizzano questi bombardamenti.
    Verso la fine del suo mandato Susan Rice ha iniziato ad accusare Assad di voler usare armi chimiche ed insieme alla Clinton hanno messo sotto pressione Obama fino alla famosa dichiarazione sulla red line. Trovami le email in cui organizzano la cosa.
    Trovami le email scambiate con Turchia e Giordania (le basi da cui i "ribelli" siriani hanno lanciato gli attacchi che hanno fatto partire la guerra cvile).
    non+autenticato
  • Può il Presidente degli Stati Uniti prendere in giro un rappresentante del quarto potere e impedire a diversi cittadini di accedere ai suoi messaggi pubblici?

    Quando il presidente è d'accordo con i mezzi di comunicazione si. Solo in questo modo questa strategia di comunicazione puˇ funzionare. Si è visto durante la campagna elettorale. I mezzi di comunicazione facevano finta di criticarlo, ma seguivano e ripetevano attentamente ogni suo tweet, in questo modo hanno concentrato l'attenzione su di lui. E' la stessa tecnica collaudata in Italia con Grillo, Bossi e Berlusconi


    aspetto assolutamente non canonico del nuovo Presidente degli Stati Uniti

    Scritta da un italiano la cazzata appare ancora pi˙ forte. Per anni abbiamo subito sui giornali le urla sulle controverse dichiarazioni fatte e smentite da Berlusconi. La tattica è sempre la stessa, concentrare l'attenzione sul personaaggio e fare finta che il giornale o la televisione che riporta la notizia sia contro il personaggio. Quando poi la gente si è stufata di seguire le dichiarazioni di Berlusconi e Bossi sono passati al blog di Grillo, ma facendo credere al pubblico che Grillo parla direttamente ai suoi elettori anche se il blog lo leggono quattro gatti.

    O come può utilizzare dalla sua posizione privilegiata tale mezzo per screditare il lavoro e l'abilità di un giornalista

    Tutto l'opposto, vuole restituire un po' di credibilità a giornalisti sputtanati facendoli passare per vittime.
    In alcuni casi si tratta della tattica di lavaggio del cervello basata sul confronto e la polemica: quando due persone si scontrano in un dibattito acceso la gente tende a schierarsi da una delle due parti e così facendo accetta le sue tesi senza ragionarci troppo sopra. In questo modo quando è impossibile cambiare drasticamente l'opinione delle persone la si sposta poco a poco.

    P.S. Gli indiani hanno trovato una bella definiziona per questi giornalisti: presstitues
    non+autenticato
  • - Scritto da: 0cc5b1992b5
    > E' la stessa tecnica
    > collaudata in Italia con Grillo, Bossi e
    > Berlusconi
        Renzie, detto il "bomba".

    Fixed.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 0cc5b1992b5
    > > E' la stessa tecnica
    > > collaudata in Italia con Grillo,
    > Bossi
    > e
    > > Berlusconi
        Renzie,
    > detto il "bomba".

    >
    >
    > Fixed.

    No. Nella tattica del poliziotto buono e del poliziotto cattivo adesso sono Grillo a Salvini a giocare quella parte. Ovviamente i giornali riportano tutte le dichiarazioni di Renzi, ma non fanno finta di criticarlo tanto quanto gli altri due. Il finto confronto va costruito bene.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: 0cc5b1992b5
    > > E' la stessa tecnica
    > > collaudata in Italia con Grillo,
    > Bossi e > Berlusconi
    Beh il cumulo di c...te sparate dal proto_ortottero e i suoi sicofanti superano quelle di chiunque, poi ci sono i supini che hanno il "blocco del popUp" al cervello
    non+autenticato
  • - Scritto da: 0cc5b1992b5
    > Può il Presidente degli Stati Uniti prendere
    > in giro un rappresentante del quarto potere e
    > impedire a diversi cittadini di accedere ai suoi
    > messaggi
    > pubblici?

    >
    > Quando il presidente è d'accordo con i mezzi di
    > comunicazione si. Solo in questo modo questa
    > strategia di comunicazione puˇ funzionare. Si è
    > visto durante la campagna elettorale. I mezzi di
    > comunicazione facevano finta di criticarlo, ma
    > seguivano e ripetevano attentamente ogni suo
    > tweet, in questo modo hanno concentrato
    > l'attenzione su di lui. E' la stessa tecnica
    > collaudata in Italia con Grillo, Bossi e
    > Berlusconi
    >
    >
    > aspetto assolutamente non canonico del nuovo
    > Presidente degli Stati
    > Uniti

    >
    > Scritta da un italiano la cazzata appare ancora
    > pi˙ forte. Per anni abbiamo subito sui giornali
    > le urla sulle controverse dichiarazioni fatte e
    > smentite da Berlusconi.

    Col cazzo! Le puttanate di Berlusconi venivano puntualmente coperte sia dalla rai sia (ovviamente) dalle sue reti e dalla carta stampata in generale, gli unici ad avergli messo il bastone fra le ruote sono stati quelli del fatto quotidiano altrimenti sarebbe ancora al potere.

    > La tattica è sempre la
    > stessa, concentrare l'attenzione sul personaaggio
    > e fare finta che il giornale o la televisione che
    > riporta la notizia sia contro il personaggio.
    > Quando poi la gente si è stufata di seguire le
    > dichiarazioni di Berlusconi e Bossi sono passati
    > al blog di Grillo, ma facendo credere al pubblico
    > che Grillo parla direttamente ai suoi elettori

    Falsissimo, la stampa ha sempre trattato grillo al pari di un mistificatore buono a nulla e non gli do tutti i torti.

    > anche se il blog lo leggono quattro
    > gatti.

    Ti stai coprendo di ridicolo:

    http://www.independent.co.uk/news/world/europe/who...

    https://www.theguardian.com/technology/2008/mar/09...

    >
    > O come può utilizzare dalla sua posizione
    > privilegiata tale mezzo per screditare il lavoro
    > e l'abilità di un giornalista
    >

    >
    > Tutto l'opposto, vuole restituire un po' di
    > credibilità a giornalisti sputtanati facendoli
    > passare per vittime.

    Fonte? Documenti a sostegno delle tue cazzate? Prove? I fatti?

    >
    > In alcuni casi si tratta della tattica di
    > lavaggio del cervello basata sul confronto e la
    > polemica: quando due persone si scontrano in un
    > dibattito acceso la gente tende a schierarsi da
    > una delle due parti e così facendo accetta le sue
    > tesi senza ragionarci troppo sopra. In questo
    > modo quando è impossibile cambiare drasticamente
    > l'opinione delle persone la si sposta poco a
    > poco.
    >
    > P.S. Gli indiani hanno trovato una bella
    > definiziona per questi giornalisti:
    > presstitues

    bla bla bla bla... hai rotto le palle, mi sembra di leggere un fanboi di grillo con le sue millemila teorie del gombloddo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: 0cc5b1992b5
    > > Può il Presidente degli Stati Uniti prendere
    > > in giro un rappresentante del quarto potere e
    > > impedire a diversi cittadini di accedere ai suoi
    > > messaggi
    > > pubblici?

    > >
    > > Quando il presidente è d'accordo con i mezzi di
    > > comunicazione si. Solo in questo modo questa
    > > strategia di comunicazione puˇ funzionare. Si è
    > > visto durante la campagna elettorale. I mezzi di
    > > comunicazione facevano finta di criticarlo, ma
    > > seguivano e ripetevano attentamente ogni suo
    > > tweet, in questo modo hanno concentrato
    > > l'attenzione su di lui. E' la stessa tecnica
    > > collaudata in Italia con Grillo, Bossi e
    > > Berlusconi
    > >
    > >
    > > aspetto assolutamente non canonico del nuovo
    > > Presidente degli Stati
    > > Uniti

    > >
    > > Scritta da un italiano la cazzata appare ancora
    > > pi˙ forte. Per anni abbiamo subito sui giornali
    > > le urla sulle controverse dichiarazioni fatte e
    > > smentite da Berlusconi.
    >
    > Col cazzo! Le puttanate di Berlusconi venivano
    > puntualmente coperte sia dalla rai sia
    > (ovviamente) dalle sue reti e dalla carta
    > stampata in generale, gli unici ad avergli messo
    > il bastone fra le ruote sono stati quelli del
    > fatto quotidiano altrimenti sarebbe ancora al
    > potere.
    >
    > > La tattica è sempre la
    > > stessa, concentrare l'attenzione sul
    > personaaggio
    > > e fare finta che il giornale o la televisione
    > che
    > > riporta la notizia sia contro il personaggio.
    > > Quando poi la gente si è stufata di seguire le
    > > dichiarazioni di Berlusconi e Bossi sono passati
    > > al blog di Grillo, ma facendo credere al
    > pubblico
    > > che Grillo parla direttamente ai suoi elettori
    >
    > Falsissimo, la stampa ha sempre trattato grillo
    > al pari di un mistificatore buono a nulla e non
    > gli do tutti i
    > torti.
    >
    > > anche se il blog lo leggono quattro
    > > gatti.
    >
    > Ti stai coprendo di ridicolo:
    >
    > http://www.independent.co.uk/news/world/europe/who
    >
    > https://www.theguardian.com/technology/2008/mar/09
    >
    > >
    > > O come può utilizzare dalla sua posizione
    > > privilegiata tale mezzo per screditare il lavoro
    > > e l'abilità di un giornalista
    > >

    > >
    > > Tutto l'opposto, vuole restituire un po' di
    > > credibilità a giornalisti sputtanati facendoli
    > > passare per vittime.
    >
    > Fonte? Documenti a sostegno delle tue cazzate?
    > Prove? I
    > fatti?
    >
    > >
    > > In alcuni casi si tratta della tattica di
    > > lavaggio del cervello basata sul confronto e la
    > > polemica: quando due persone si scontrano in un
    > > dibattito acceso la gente tende a schierarsi da
    > > una delle due parti e così facendo accetta le
    > sue
    > > tesi senza ragionarci troppo sopra. In questo
    > > modo quando è impossibile cambiare drasticamente
    > > l'opinione delle persone la si sposta poco a
    > > poco.
    > >
    > > P.S. Gli indiani hanno trovato una bella
    > > definiziona per questi giornalisti:
    > > presstitues
    >
    > bla bla bla bla... hai rotto le palle, mi sembra
    > di leggere un fanboi di grillo con le sue
    > millemila teorie del
    > gombloddo.

    Ma sparati va!
    non+autenticato
  • >
    > Col cazzo! Le puttanate di Berlusconi venivano
    > puntualmente coperte sia dalla rai sia
    > (ovviamente) dalle sue reti e dalla carta
    > stampata in generale, gli unici ad avergli messo
    > il bastone fra le ruote sono stati quelli del
    > fatto quotidiano altrimenti sarebbe ancora al
    > potere.
    >

    >
    > Falsissimo, la stampa ha sempre trattato grillo
    > al pari di un mistificatore buono a nulla e non
    > gli do tutti i
    > torti.
    >

    Coglione, se ne parli bene o male poco cambia comunque concentri l'attenzione sul personaggio.

    Nel caso di Grillo o Trump parlarne male serviva a consolidare la finta immagine del personaggio anti-sistema.

    Anche con Bossi facevano cosí. Lo criticavano, ma poi convincevano gli elettori che un voto per Bossi era un voto di protesta, in questo modo facevano convergere la protesta sul buffone che in realtá non aveva nessuna intenzione di mettere in pratica le sue minacce.

    Dopo anni di potere del sistema non hai ancora imparato come funziona e nenanche fai uno sforzo per capirlo, al massimo urli che ti brucia il culo sei lo schiavo perfetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 4920da45bf6
    > >
    > > Col cazzo! Le puttanate di Berlusconi
    > venivano
    > > puntualmente coperte sia dalla rai sia
    > > (ovviamente) dalle sue reti e dalla carta
    > > stampata in generale, gli unici ad avergli
    > messo
    > > il bastone fra le ruote sono stati quelli del
    > > fatto quotidiano altrimenti sarebbe ancora al
    > > potere.
    > >
    >
    > >
    > > Falsissimo, la stampa ha sempre trattato
    > grillo
    > > al pari di un mistificatore buono a nulla e
    > non
    > > gli do tutti i
    > > torti.
    > >
    >
    > Coglione, se ne parli bene o male poco cambia
    > comunque concentri l'attenzione sul
    > personaggio.

    Col cazzo, ne avessero patrlato bene di Grillo alle elezione prendeva il 90% dei voti. TESTA DI CAZZO!

    >
    > Nel caso di Grillo o Trump parlarne male serviva
    > a consolidare la finta immagine del personaggio
    > anti-sistema.

    Se all' epoca avessero parlato bene di Trump la Clinton perdeva al primo turno CAZZONE.

    >
    > Anche con Bossi facevano cosí. Lo
    > criticavano, ma poi convincevano gli elettori che
    > un voto per Bossi era un voto di protesta, in
    > questo modo facevano convergere la protesta sul
    > buffone che in realtá non aveva nessuna
    > intenzione di mettere in pratica le sue
    > minacce.

    Bossi non ha mai vinto un cazzo! Senza le alleanze con B. si fotteva alla grande. Confondi i vizi di un sistema elettorale con le stronzate che hai nella tua mente.

    >
    > Dopo anni di potere del sistema non hai ancora
    > imparato come funziona e nenanche fai uno sforzo
    > per capirlo, al massimo urli che ti brucia il
    > culo sei lo schiavo
    > perfetto.

    Vai al bar a parlare di calcio con i tuoi amichetti falliti e non ci rompere il più cazzo.
    non+autenticato
  • Tutti gli insulti servono a darti un'aria di superiorità che non esiste. Speri di rendere piú credibili affermazioni senza prove. Come dire che se mio nonno c'aveva tre palle era un biliardino.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)