Alfonso Maruccia

Ryzen Threadripper, AMD sfida Intel

Sunnyvale annuncia disponibilitÓ e prezzi delle nuove CPU per i desktop di fascia alta, un'offerta a dir poco concorrenziale dal punto di vista economico e interessante sul fronte delle caratteristiche. Intel prenda nota, e si preoccupi

Ryzen Threadripper, AMD sfida IntelRoma - Dopo aver svelato i chip Threadripper durante lo scorso Computex di Taipei, AMD è ora tornata a parlare della sua nuova piattaforma desktop di fascia alta annunciando il periodo in cui le CPU arriveranno sul mercato. I nuovi processori Ryzen costeranno molto meno di quelli della concorrenza, ci tiene a sottolineare la corporation, e avranno potenza da vendere soprattutto sul fronte delle applicazioni multi-core spinte.

L'offerta Ryzen Threadripper include prima di tutto 1950X, CPU di punta della nuova linea con 16 core fisici e 32 thread logici, clock base da 3,4GHz e 4,0GHz in modalità turbo, poi il chip 1920X da 12 core/24 thread e clock da 3,5GHz/4,00GHz. In entrambe i casi è garantito il supporto nativo a 64 piste PCI Express 3.0 e a quattro canali di memoria DDR4; anche i consumi sono simili con un TDP comune da 180W.

Threadripper 1950X e 1920X arriveranno nei negozi ai primi di agosto, ha rivelato AMD, con un costo unitario rispettivamente di 999 e 799 dollari USA. Nel presentare ufficialmente i nuovi chip il management di Sunnyvale ha sottolineato la loro capacità di surclassare la concorrenza sul fronte delle performance nelle applicazioni e i benchmark multi-core spinti.

In realtà, osservando più da vicino, la situazione risulta un po' più sfaccettata: il confronto dei prezzi fra Threadripper e i nuovi Core Extreme di Intel favorisce impietosamente le CPU di AMD, che risultano più economiche di centinaia di dollari e offrono prestazioni non dissimili; per contro, i chip x86 di Intel continuano ad avere un vantaggio prestazionale sensibile con le applicazioni (giochi in primis) che fanno ancora ampio utilizzo del codice a singolo thread. Le qualità concorrenziali di Threadripper non si discutono, in ogni caso, anche se la vetta assoluta delle prestazioni x86 continua ad essere appannaggio del nuovo Core i9-7980XE di Intel (18 core, 36 thread, 2000 dollari USA).

Un'ultima novità, infine, AMD l'ha riservata per i suoi chip Zen di fascia bassa: Ryzen 3 1300X e Ryzen 3 1200 arriveranno il 27 di luglio, offrendo entrambe quattro core e quattro thread e clock rispettivamente di 3,5GHz/3,7GHz, 3,1/3,4GHz. I costi, in questo caso, non sono stati ancora finalizzati.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • HardwareComputex 2017/ AMD mette in mostra i pezzi da novantaLa fiera taiwanese di Sunnyvale Ŕ costellata di annunci ma anche di dimostrazioni delle capacitÓ del suo nuovo hardware informatico, con una serie di prodotti destinati ad attirare l'attenzione dei produttori OEM prima ancora degli utenti
  • AttualitàComputex 2017/ Intel e le nuove CPU multi-coreSanta Clara risponde lesta alle sollecitazioni di AMD con una nuova serie di CPU Core, veri e propri "mostri" di potenza che sposano la stessa moltiplicazione senza precedenti di unitÓ computazionali su cui punta la concorrente
16 Commenti alla Notizia Ryzen Threadripper, AMD sfida Intel
Ordina
  • Era tempo che nel campo cpu ci fosse un pò di pepe al c... nel campo delle cpu. E' almeno dal 2010 che in un pc le prestazioni si devono guardare oltre. Da allora ha avuto più senso cambiare hd in ssd, bus, ram etc.etc.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sisko212
    > Era tempo che nel campo cpu ci fosse un pò di
    > pepe al c... nel campo delle cpu.

    Si, nel settore bassi consumi e basso costo degli ARM. Nel target di mercato di Intel stiamo ancora aspettando.
    non+autenticato
  • non direi, nelle prestazioni single thread forse intel ha un certo margine ma ryzen è un'ottima alternativa a tutto il resto
    non+autenticato
  • - Scritto da: quell altro
    > non direi, nelle prestazioni single thread forse
    > intel ha un certo margine ma ryzen è un'ottima
    > alternativa a tutto il resto

    Se non si sono già rovinati i rapporti con la clientela grazie ad una strategia di mercato a base di anticipazioni eccessive e informazioni carenti.

    A questo punto aspetto di vedere i risultati delle varie trimetrali.
    non+autenticato
  • Intel è da un pezzo che è preoccupata, ed ha ragione di esserlo.
    Ma il mondo è fatto di cicli, nessuno dei quali dura all'infinito.
    Per fortuna.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ciclista
    > Intel è da un pezzo che è preoccupata, ed ha
    > ragione di
    > esserlo.
    > Ma il mondo è fatto di cicli, nessuno dei quali
    > dura
    > all'infinito.
    > Per fortuna.

    sì, ma il problema è quando il ciclo si ripete a intervalli regolari. tipo quello di mia moglie...
    non+autenticato
  • io sarei più preoccupato se quello di mia moglie ritardasse...
    non+autenticato
  • > Intel è da un pezzo che è preoccupata, ed ha
    > ragione di esserlo.

    Da quello che vedo nel passaggio a 10nm se la stanno prendendo con molta calma, non mi sembano così preoccupati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 1f71bc7e1c7
    > > Intel è da un pezzo che è preoccupata, ed ha
    > > ragione di esserlo.
    >
    > Da quello che vedo nel passaggio a 10nm se la
    > stanno prendendo con molta calma, non mi sembano
    > così
    > preoccupati.

    Se la stanno prendendo come possono, dopo le difficoltà riscontrate per raggiungere i 14 nm. Quando Intel arrivarà a 10 nm altri saranno già a 7 per non dire 5 nm; poi più di così non si potrà scendere almeno con le tecnologie conosciute.
    Siete in pochi a sostenere che in Intel non siano minimamente preoccupati, e non soltento per la rincorsa ai nm minimi; non è pensable che arrivino a tal livello di presunzione ed incoscienza "al quadrato".
  • > Se la stanno prendendo come possono, dopo le
    > difficoltà riscontrate per raggiungere i 14 nm.
    > Quando Intel arrivarà a 10 nm altri saranno già a
    > 7 per non dire 5 nm; poi più di così non si potrà
    > scendere almeno con le tecnologie
    > conosciute.

    E via con le boiate... lo sai che il processo produttivo dei semi-conduttori ha una roadmap che viene definita collegialmente da tutti i maggiori produttori? Intel ha le stesse difficoltà che hanno tutti gli altri, i 10 nanometri arrivano nel 2017, i 7 l'anno prossimo e i 7 nel 2020... per tutti.
    Sempre che non si accettino le proposte di intel che sta ridefinendo il modo in cui si misura la scala dei microprocessori.

    > Siete in pochi a sostenere che in Intel non siano
    > minimamente preoccupati, e non soltento per la
    > rincorsa ai nm minimi; non è pensable che
    > arrivino a tal livello di presunzione ed
    > incoscienza "al
    > quadrato".

    Intel sarà preoccupata il giusto per la comparsa sul mercato di un competitor decente (finalmente), di certo non è preoccupata da una rincorsa tecnologica che non esiste visto che l'ITRS di certo non si muove senza Intel e che fino ad ora TUTTE le innovazioni tecnologiche rilevanti sono arrivate proprio da loro.
    non+autenticato
  • intel pagherà il fato di essersi seduta sull' alloro ... Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > intel pagherà il fato di essersi seduta sull'
    > alloro ...
    > Rotola dal ridere
    ah... davvero ?
    a me sembrava un cactus....
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: ficodindia
    > - Scritto da: prova123
    > > intel pagherà il fato di essersi seduta sull'
    > > alloro ...
    > > Rotola dal ridere
    > ah... davvero ?
    > a me sembrava un cactus....
    > A bocca aperta

    E si tratta di cactus amari.
    Il vero problema di Intel, che dovrebbe preoccuparla non poco, non è tanto tecnologico quanto economico: se la concorrenza fa l'equivalento (o meglio in settori "seri") a prezzo decisamente (impietosamente, ndr) inferiore, non potranno certo essere mantenuti gli esorbitanti margini cui Intel era abituata e che le erano/sono necessari per tenere in piedi (così come per Microsoft), l'elefantiaco carrozzone, il mostro, che si è andato creando.
  • finalizzato

    fi|na|liẓ|ẓà|to
    p.pass., agg.

    1. p.pass. => finalizzare
    2. agg. CO indirizzato a uno scopo, mirato: iniziativa finalizzata alla raccolta di fondi

    Polirematiche

    progetto finalizzato
    loc.s.m.
    CO
    nella ricerca scientifica e tecnologica, quello che ha un carattere puramente teorico e si propone il raggiungimento di risultati concreti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Grammar Nazi
    > finalizzato
    >
    > fi|na|liẓ|ẓà|to
    > p.pass., agg.
    >
    > 1. p.pass. => finalizzare
    > 2. agg. CO indirizzato a uno scopo,
    > mirato
    : iniziativa finalizzata alla raccolta
    > di
    > fondi
    >
    > Polirematiche
    >
    > progetto finalizzato
    > loc.s.m.
    > CO
    > nella ricerca scientifica e tecnologica, quello
    > che ha un carattere puramente teorico e si
    > propone il raggiungimento di risultati
    > concreti
    .
    piu che grammarnazi direi che e' un "falso amico".
    in inglese era 'finalized' ma non ha troppo senso tradurlo in "finalizzato", ma piu' in "deciso","stabilito".....
    non+autenticato
  • Chiunque tu sia, non ci lasciare.
    #GrammarNaziUnoDiNoi
    non+autenticato