Alfonso Maruccia

Intel Movidius, IA su chiavetta USB al netto del cloud

Santa Clara ha annunciato la commercializzazione del suo nuovo gadget, un dispositivo che si offre di "democratizzare" le applicazioni a base di intelligenza artificiale semplificando al massimo costi e requisiti di accesso

Roma - Dopo oltre un anno di attesa è finalmente arrivato il momento del lancio ufficiale per Movidius, un dongle USB che Intel definisce Neural Compute Stick (NCS) e che dovrebbe offrire uno strumento di sviluppo prezioso per le applicazioni basate sull'intelligenza artificiale. Un tool potente, economico e che non necessita di alcuna appendice "cloud" per poter funzionare al massimo delle capacità.

Di NCS si parla dal 2016, quando Movidius era ancora una società indipendente al lavoro sulla propria versione di "chiavetta intelligente" allora nota come Fathom; nel settembre dello stesso anno Movidius fu acquisita da Intel, e ora è proprio Chipzilla a presentare la nuova soluzione dedicata allo sviluppo low-cost a base di IA.


Movidius NCS è un "acceleratore" di algoritmi di reti neurali ed elaborazione di dati visuali, basato su un chip Myriad 2 (una "Visual Processing Unit" appunto) e capace di garantire performance da 100 gigaflop al secondo con appena 1W di potenza. Le reti neurali girano in tempo reale direttamente sulla chiavetta, non richiedono di alcuna connessione Internet e permettono l'interscambio veloce di dati grazie allo standard di connessione USB 3.0.

Il "cloud" con relativi esborsi economici "senza fondo" non è insomma un requisito indispensabile per Movidius NCS, e parlando di costi il prezzo consigliato di una singola chiavetta è di appena 79 dollari USA; tramite un apposito adattatore è poi possibile collegare più NCS assieme per incrementare ulteriormente le capacità hardware della propria tecnologia di IA.

La VPU Myriad 2 è già attivamente sfruttata per potenziare le capacità di riconoscimento visivo di camere termiche, droni (DJI Phantom 4) e caschetti VR, e per come la descrive Intel la chiavetta Movidius rappresenta la soluzione ideale per spingere le possibili applicazioni degli algoritmi di machine learning oltre i tradizionali confini del computing.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
  • TecnologiaMovidius, la IA nella chiavetta USBUn nuovo dongle realizzato dalla società promette di integrare funzionalità da intelligenza artificiale su dispositivi e applicazioni locali, senza alcun bisogno del cloud o della connettività a Internet
  • BusinessIntel, chip Movidius per nuove realtàIl colosso di Santa Clara acquisisce la start-up dei chip per la visione artificiale. Promette un'esplosione di nuove tecnologie per aumentare la percezione di uomo e macchina
  • AttualitàIntel abbandona i gadget indossabiliIndiscrezioni parlano di una Santa Clara impegnata a disfarsi della zavorra, e ad avere la peggio sono le divisioni che non hanno dato i frutti inizialmente sperati. Anche per Intel, il wearable non è più il futuro del computing
19 Commenti alla Notizia Intel Movidius, IA su chiavetta USB al netto del cloud
Ordina
  • Carino, tipo il bipede col casco integrale strafigo su un vecchio califfone tenuto insieme con lo scotch...

    Mi trovate qualcosa per cui serva un'IA nel mondo "paradomestico"?

    Classificazione di documenti scansionati? => risultati scarsi per troppa diversità e troppo pochi documenti da non esser più efficienti a mano senza training.

    Classificazione/ricerca foto => risultati scarsi, i metadati son sufficienti altrimenti gli usi "paradomestici" sono assai scarsi.

    Sistemi di allarme e domotica => chiavetta difficilmente utile per l'integrazione

    Agende/PIM evoluti => IA scarsamente efficacie senza lungo training e comunque con poco ritorno in ambito SOHO...
    non+autenticato
  • Mi ricordi quelli che all'uscita di Android chiedevano: "mi spiegate a cosa serve un'altra distro Linux?"



    http://www.techradar.com/news/wearables/movidius-v...

    ecc ecc ecc

    e prossimamente tanti piccoli T-1000 Cylon
    non+autenticato
  • Io dicevo che era una porcata, la migliore sulla piazza, ma una porcata che sarebbe collassata sotto il suo stesso peso e mi pare di non aver avuto molto torto...

    Ti ringrazio per il video, però non è roba di utilità o interesse domestico: il monitoraggio automatico con mini-droni non è sostenibile anche tecnicamente per la scarsa autonomia degli stessi e droni più grandi per un vero monitoraggio territoriale sono di interesse più che altro governativo ove il costo della parte "computazionale" è abbastanza irrilevante (se FOSS) rispetto al costo del sistema fisico in se quindi anche per questo scenario è un esercizio di qualche ingegnere privo di utilità per me...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Io dicevo che era una porcata, la migliore sulla
    > piazza, ma una porcata che sarebbe collassata
    > sotto il suo stesso peso e mi pare di non aver
    > avuto molto
    > torto...

    Si vede, si vede... più un miliardo di device in circolazione e il mercato che ancora continua a spingere.
    Nostradamus al confronto è una schiappa.


    > Ti ringrazio per il video, però non è roba di
    > utilità o interesse domestico: il monitoraggio
    > automatico con mini-droni non è sostenibile anche
    > tecnicamente per la scarsa autonomia degli stessi
    > e droni più grandi per un vero monitoraggio
    > territoriale sono di interesse più che altro
    > governativo ove il costo della parte
    > "computazionale" è abbastanza irrilevante (se
    > FOSS) rispetto al costo del sistema fisico in se
    > quindi anche per questo scenario è un esercizio
    > di qualche ingegnere privo di utilità per
    > me...

    A me sinceramente non dispiacerebbe una AI domestica in grado di aiutarmi ad ottimizzare spese, costi e consumi.
    non+autenticato
  • > Si vede, si vede... più un miliardo di device in circolazione
    Di Windows in circolazione quanti ce ne sono?

    > A me sinceramente non dispiacerebbe una AI domestica
    > in grado di aiutarmi ad ottimizzare spese, costi e consumi.
    Yep, e cotale IA al netto delle tecnologie odierne che sarebbe? Perché il mio punto è proprio questo: non mi dispiacerebbe, per dire, avere un jetpack personale con qualche migliaio di Km di autonomia, un'astronave opportunamente dimensionata per star comodi in grado di farmi viaggiare a curvatura nell'universo ecc... Solo al netto delle tecnologie odierne e quel che possiamo ragionevolmente prevedere per il prossimo futuro è un pelino improbabile possa avere questi gadgettini interessanti...

    Ad oggi l'IA domestica che farebbe? Accensione/spegnimento luci, regolazione della VMC con mini PcD e PdC aerotermiche annesse? Già lo ho, senza alcuna IA, solo una miniboard proprietaria senza manco un OS reale sopra, pensavo di espandere un po' la cosa via gpio ma anche qui nulla che richieda un'IA... E comunque tutto questo serve se sei in una casa nuova (isolata e disegnata come si deve), inutile altrimenti. Sennò che fai? Il frigo che tiene conto dei prodotti consumati via videoanalisi, magari suggerendo con alert varie una dieta o un acquisto prodotti? Lavatrici e lavastoviglie che partono in base alle fasce di consumo? Tutto questo c'è già (videoanalisi del frigo a parte, per quanto la abbiamo nei supermercati) e videoanalisi a parte non serve alcuna IA...

    'Somma, mi mancano le applicazioni *possibili* e *potenzialmente utili* in ambito domestico...
    non+autenticato
  • Trollata scarsa. Il problema non è l'AI, ma questa implementazione dell'AI.
    non+autenticato
  • Da quando elencare alcuni esempi *realistici* di impiego di IA è una trollata?
    non+autenticato
  • Questo articolo riguarda una proposta inutile della Intel nel campo della AI.

    Un commento che sposta l'argomento sull'utilità dell'AI in generale fatto volutamente male e sbagliato tecnicamente è un trucco per attirare risposte e creare una discussione fuori tema.
    non+autenticato
  • Dopo aver (ri?)letto il mio commento posso chiederti dove lo ritieni *tecnicamente* sbagliato e mal fatto?

    Mi pare che il target di questo dispositivo sia SOHO, è giusto?
    In questo ambito il dispositivo in sé e le IA attuali a che servono?

    Io ho citato i casi più probabili d'uso, largamente impiegati oggi a livello di medie/grandi aziende, riportati in ambito domestico ove lavori con volumi e campioni decisamente più limitati. Non ci trovo nulla di tecnicamente sbagliato e non avendo mai fatto il troll son curioso.
    non+autenticato
  • L'articolo dice che Intel offre una chiavetta:
    che dovrebbe offrire uno strumento di sviluppo

    Studenti, ricercatori e sviluppatori che fanno esperimenti in locale hanno le stesse funzionalità e su un PC e la chiavetta non offre più potenza di calcolo di quella che ottieni da una GPU integrata.
    non+autenticato
  • Puoi accoppiarlo a raspberry pi, arduino e sensori vari per fare cose a seconda dei contesti.

    Tipo, con una telecamera: se il gatto passa dalla cucina allora fai..

    Oppure, con un microfono e NLP: se qualcuno tira una bestemmia, accendi radio Maria

    o cose cosi'. A me pare una figata. Oppure fare un robot che impara a riconoscere gli ostacoli ed evitarli, anche se personalmente non mi interessa.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 luglio 2017 14.32
    -----------------------------------------------------------
  • sarebbe un ottimo acquisto per molti commentatori di questo sito, un po' di intelligenza artificiale compenserebbe la ridotta intelligenza naturale di cui sono dotati Fantasma
    non+autenticato
  • PS: io non ne ho bisogno preferisco gli hd usb3 che sono più grandi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: messere
    > sarebbe un ottimo acquisto per molti commentatori
    > di questo sito, un po' di intelligenza
    > artificiale compenserebbe la ridotta intelligenza
    > naturale di cui sono dotati
    Ti stai riferendo a Jacula? e_type? Panda Rossa? o "..."? o a te stesso?
    non+autenticato
  • - Scritto da: IL Fuddaro
    > - Scritto da: messere
    > > sarebbe un ottimo acquisto per molti
    > commentatori
    > > di questo sito, un po' di intelligenza
    > > artificiale compenserebbe la ridotta
    > intelligenza
    > > naturale di cui sono dotati
    > Ti stai riferendo a Jacula? e_type? Panda Rossa?
    > o "..."? o a te
    > stesso?

    ovviamente mi riferivo anche a te
    non+autenticato
  • Perché insistere tanto sul fatto che non si connette ad internet?
    Non so che succede se usi frameworks come Tensor Flow, ma le librerie standard tipo torch non si connettono ad internet e possono usare la GPU del PC. Questa chiavetta non è una grande novità. Può essere utile se un PC ha una GPU poco potente, tipo quelle integrate.

    P.S. A ripensarci bene gli unici framework che si connettono ad internet sono quelli che fanno il training in un cluster e sono a pagamento, nessun framework gratuito per fare test sul PC si connette ad internet, almeno nella fase di training, altrimenti la latenza sarebbe assurda.
    non+autenticato
  • - Scritto da: straparland o
    > Questa chiavetta non è una grande novità.
    > Può essere utile se un PC ha una GPU poco
    > potente, tipo quelle
    > integrate.

    Dammi una GPU da PC da 1 W e ti sterminerò il mondo Cylon
    Il target delle VPU è la robotica, droni, IoT, VR, AR, ...
    non+autenticato
  • Penso che ci stia bene accoppiata ad un raspberry pi, o almeno lo speroOcchiolino
    cosi' posso creare balocchi intelligenti con AI semplice senza stare ad usare il cloud