Claudio Tamburrino

Amazon, Q2 deludente per l'uomo più ricco del mondo

Giù i guadagni nonostante un fatturato solido. Un giro di boa che perdurerà nel prossimo trimestre e che potrebbe far vacillare la nuova leadership di Bezos a uomo più ricco del mondo

Roma - La diminuzione di guadagni, causata anche dai sostanziosi investimenti dell'azienda di Jeff Bezos, non è piaciuta alla borsa che ha punito Amazon nonostante una trimestrale che dal punto di vista del fatturato sembra restare decisamente stabile.

Il secondo quarto del 2017 si chiude per Amazon con un fatturato che tocca quota 37,96 miliardi di dollari, superiore anche alle aspettative degli investitori ferme a 37,18 miliardi, e le vendite cresciute del 25 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

A guidare la compagnia ancora il settore degli Amazon Web Service, cresciuti del 42 per cento rispetto all'anno scorso e in grado da soli di generare 916 milioni di reddito operativo: ciò tuttavia non è bastato agli investitori che non hanno premiato la diminuzione sostanziale dei guadagni registrati dall'azienda, scesi da 857 milioni del secondo quarto del 2016 agli attuali 197 milioni.
Nonostante tali risultati sembrino confermare una solidità di base per l'azienda di Jeff Bezos, che proprio in questi giorni è stato incoronato (seppur per poche ore) come l'uomo più ricco del mondo, le azioni di Amazon hanno perso 3 punti percentuali nel mercato seguente all'annuncio della trimestrale.

Per quanto il freddo numero relativo ai guadagni registrati possa sembrare un vero e proprio crollo, in realtà, come spiega il CFO di Amazon Brian Olsavsky si tratta del ciclo naturale degli investimenti: tanti quelli sostenuti infatti dalla compagnia in diverse nuove aree, tra cui l'espansione internazionale e il settore video o quello dei dispositivi di assistenza vocale per la casa. Tutti in ogni caso necessari ad estendere i servizi offerti e le possibilità future. Anche nel prossimo trimestre, afferma Olsavsky, i profitti saranno sotto tono, in questo caso per la preparazione al picco della stagione dei saldi e delle festività natalizie. Il CFO sembra in pratica mettere in guarda gli investitori su un prossimo futuro ancora in chiaroscuro, ma con ottime prospettive e impegni per il futuro.

A questi numeri di ciclo, occorre d'altra parte aggiungere che il settore internazionale di Amazon deve ancora consolidarsi e al momento ha fatto registrare perdite operative pari a 724 milioni di dollari: anche in questo caso a pesare sono soprattutto i forti investimenti effettuati, in particolari quelli per imporsi sul mercato indiano. Tra le principali spese sostenute per l'India, lo stesso Jeff Bezos ha citato gli investimenti per contenuti originali per Prime Video: in questi giorni sta per esempio esordendo la serie Inside Edge, la prima di 18 serie dedicate al pubblico indiano.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
27 Commenti alla Notizia Amazon, Q2 deludente per l'uomo più ricco del mondo
Ordina
  • Non bisogna essere tristi quando si legge che non vanno bene certe corporation.

    Gli unici tristi sono coloro che hanno azioni di quelle aziende.

    Ma a pensarci bene, sapete che cifre queste aziende drenano dall'economia reale?

    E tenendo conto che in tasse ne rilasciano pochissime, e che ai dipendenti danno le briciole. Si fa presto a calcolare quanto "deruba" qualsiasi multinazionale all'economia dei paesi in cui agisce.

    Il capitalismo morirà. Ma bisogna avere paura di cosa ci sarà dopo...
    iRoby
    9639
  • - Scritto da: iRoby
    > Non bisogna essere tristi quando si legge che non
    > vanno bene certe
    > corporation.
    >
    > Gli unici tristi sono coloro che hanno azioni di
    > quelle
    > aziende.
    >
    > Ma a pensarci bene, sapete che cifre queste
    > aziende drenano dall'economia
    > reale?
    >
    > E tenendo conto che in tasse ne rilasciano
    > pochissime, e che ai dipendenti danno le
    > briciole. Si fa presto a calcolare quanto
    > "deruba" qualsiasi multinazionale all'economia
    > dei paesi in cui
    > agisce.
    >
    > Il capitalismo morirà. Ma bisogna avere paura di
    > cosa ci sarà
    > dopo...

    hai alternative valide ad Amazon per gli acquisti? Consigli?
    non+autenticato
  • - Scritto da: PandaR1
    > hai alternative valide ad Amazon per gli
    > acquisti? Consigli?

    Io non compro solo su Amazon, anzi spesso lì i prezzi sono superiori e non di poco. O non hanno ciò che cerco.

    A volte prendo su ePrice, altre sul sito del peperoncino, ancora su Aliexpress, Gearbest ed un paio di altri cinesi se ho pazienza di aspettare i 20-40gg che ci vogliono per la consegna.

    Molta roba PC anche da bpm-power.

    E poi su eBay i consumabili per auto e moto come pastiglie freni, kit olio e filtri per il tagliando, frecce, ricambi, ammortizzatori ecc.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 31 luglio 2017 10.25
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    9639
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: PandaR1
    > > hai alternative valide ad Amazon per gli
    > > acquisti? Consigli?
    >
    > Io non compro solo su Amazon, anzi spesso lì i
    > prezzi sono superiori e non di poco. O non hanno
    > ciò che
    > cerco.
    >
    > A volte prendo su ePrice, altre sul sito del
    > peperoncino, ancora su Aliexpress, Gearbest ed un
    > paio di altri cinesi se ho pazienza di aspettare
    > i 20-40gg che ci vogliono per la
    > consegna.
    >
    > Molta roba PC anche da bpm-power.
    >
    > E poi su eBay i consumabili per auto e moto come
    > pastiglie freni, kit olio e filtri per il
    > tagliando, frecce, ricambi, ammortizzatori
    > ecc.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 31 luglio 2017 10.25
    > --------------------------------------------------

    tra quelli che elenchi, oltre ad Amazon, ho provato solo ePrice.

    Come garanzia come vanno?

    Perchè in questo Amazon è eccezionale. Io ho avuto un rimborso su di uno sportwatch con 8 mesi di utilizzo sulle spalle, senza dover passare dai giri della garanzia. E' il motivo principale per cui ho smesso di acquistare nei negozi fisici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: PandaR1
    > Come garanzia come vanno?
    >
    > Perchè in questo Amazon è eccezionale. Io ho
    > avuto un rimborso su di uno sportwatch con 8 mesi
    > di utilizzo sulle spalle, senza dover passare dai
    > giri della garanzia. E' il motivo principale per
    > cui ho smesso di acquistare nei negozi fisici.

    Ah ePrice e Redcoon sono ottimi come Amazon.

    Aliexpress, Gearbest ecc. Ti attacchi.
    Come ti attacchi con tutto quello che è su Amazon ma spedito da cinesi.
    Ad un mio amico non hanno voluto rimborsare o cambiare un chinafonino durato 6 mesi e poi non si è più acceso.

    Per questo i siti cinesi li uso per le cineserie, ossia la freccina moto a led da 4 euro, che qui la compri 20 euro. Oppure bulloneria, i keycaps della tastiera meccanica. Switch, riduttori di tensione, led stripe e alimentatori 12v, ecc. Tutta oggettistica da max 20 euro.

    Il monitor Dell da 28 IPS non l'ho preso su Amazon ma da un negozio italiano dove è costato ben 70 euro in meno.
    iRoby
    9639
  • - Scritto da: iRoby

    > Ah ePrice e Redcoon sono ottimi come Amazon.

    leggo che Dal giorno 28/06/2017 il sito web www.redcoon.it non è più attivo.
    non+autenticato
  • Uuh vedo anch'io. Dopo l'acquisizione da parte dei tedeschi di Media Markt, hanno deciso di chiuderlo.
    iRoby
    9639
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: PandaR1
    > > Come garanzia come vanno?
    > >
    > > Perchè in questo Amazon è eccezionale. Io ho
    > > avuto un rimborso su di uno sportwatch con 8
    > mesi
    > > di utilizzo sulle spalle, senza dover
    > passare
    > dai
    > > giri della garanzia. E' il motivo principale
    > per
    > > cui ho smesso di acquistare nei negozi
    > fisici.
    >
    > Ah ePrice e Redcoon sono ottimi come Amazon.
    >

    Ma non scherziamo!

    > Aliexpress, Gearbest ecc. Ti attacchi.
    > Come ti attacchi con tutto quello che è su Amazon
    > ma spedito da cinesi.
    > Ad un mio amico non hanno voluto rimborsare o
    > cambiare un chinafonino durato 6 mesi e poi non
    > si è più acceso.
    >

    Se però segnali ad Amazon un venditore scorretto, dopo le verifiche del caso, quello sparisce dal sito. Anche i venditori terzi su Amazon sono quindi invogliati a fornire un servizio quanto meno accettabile. su eBay e simili ti ridono in faccia e rifiutano di rispettare la legge.

    > Per questo i siti cinesi li uso per le cineserie,
    > ossia la freccina moto a led da 4 euro, che qui
    > la compri 20 euro. Oppure bulloneria, i keycaps
    > della tastiera meccanica. Switch, riduttori di
    > tensione, led stripe e alimentatori 12v, ecc.
    > Tutta oggettistica da max 20 euro.
    >
    > Il monitor Dell da 28 IPS non l'ho preso su
    > Amazon ma da un negozio italiano dove è costato
    > ben 70 euro in meno.

    Io invece preferisco spendere quei 70 euro, dal momento che in caso di problemi in garanzia il negozio italiano non risponde, attaccandosi a mille scuse. Tipicamente ti dicono di rivolgerti al centro assistenza della Dell, quando per legge rispondono loro di ciò che hanno venduto. Poi sì, gli posso anche mandare le raccomandate di messa in mora con in copia Altroconsumo e sperare che qualcosa si muova, ma a parte che non c'è nessuna certezza che vada così, il tempo perso non me lo rimborsa nessuno.
    Non ho mai trovato *niente* che anche solo si avvicini a quello che offre Amazon, come supporto post vendita. E per anni ho comprato da negozi italiani, non è che non lo abbia mai fatto. Se tutto funziona, sei a posto; se però qualcosa va storto, ti attacchi.
    Izio01
    4608
  • - Scritto da: Izio01
    > tutto funziona, sei a posto; se però qualcosa va
    > storto, ti attacchi.

    Assistenza Acer e Dell sono perfette.
    Te lo prendono loro, e te lo rimandano tutto a carico loro. Riparazione in tempi brevi.

    Questi due marchi li compro senza problemi ovunque, come per Lenovo e molti altri.
    iRoby
    9639
  • - Scritto da: iRoby
    > - Scritto da: Izio01
    > > tutto funziona, sei a posto; se però
    > qualcosa
    > va
    > > storto, ti attacchi.
    >
    > Assistenza Acer e Dell sono perfette.
    > Te lo prendono loro, e te lo rimandano tutto a
    > carico loro. Riparazione in tempi brevi.
    >
    > Questi due marchi li compro senza problemi
    > ovunque, come per Lenovo e molti altri.

    Ok, buono a sapersi.
    Tieni conto però che la garanzia del fabbricante, volontaria, può benissimo essere più restrittiva rispetto a quella di conformità, che è di legge. Altroconsumo riportava il caso di una socia che portò a riparare la lavastoviglie (mi pare) dal fabbricante su indicazione del venditore furbetto, e finì per dover pagare una riparazione che sarebbe dovuta essere gratuita in base al principio di conformità.
    Anche solo per questo, io diffido di chi demanda a me la "messa in opera" della garanzia, preferendo i venditori che se ne fanno carico, a norma di legge.
    Izio01
    4608
  • Proprio così, avete letto bene. Bill Gates è tornato ad essere l'uomo più ricco del mondo nella classifica in real time di Forbes dopo un leggero crollo azionario di Amazon che ha chiuso le contrattazioni a -0,7% (1,046 dollari ad azione). Bill Gats è dunque, nuovamente, l'uomo più ricco del mondo con un patrimonio di 89.8 miliardi di dollari.

    Jeff, per il momento, deve accontentarsi del secondo posto con i suoi 'miseri' 88.7 miliardi di dollari. Iniziano i festeggiamenti per il mitico Bill! (28 Luglio 2017)

    https://mobile.hdblog.it/2017/07/27/Jeff-Bezos-uom.../
    non+autenticato
  • Quello che chiami ricchezza in realtà è quanto i mercati valutano il valore delle azioni che hanno in mano. Valori virtuali slegati dal valore reale delle loro aziende. Una classifica più simile ai valori reali probabilmente la vedrai dopo il prossimo scoppio della classica bolla finanziaria.
    non+autenticato
  • Non state ancora comprando?!?!Arrabbiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: comprate
    > Non state ancora comprando?!?!Arrabbiato

    No grazie, compro dove costa meno.
    non+autenticato
  • E cioè dove? Puoi trovare dei prezzi inferiori da altri con siti trova prezzi, ma per condizioni garanzie e spese di spedizione sono assai più convenienti su amazon. Alcune eccezioni ci sono ma su amazon spendo poco di più ma ho molta più sicurezza. Vedi stockisti per i telefoni. Paghi meno ma poi, oggi ci sono, domani...
  • - Scritto da: AdessoBasta

    > E cioè dove? Puoi trovare dei prezzi inferiori da
    > altri con siti trova prezzi, ma per condizioni
    > garanzie e spese di spedizione sono assai più
    > convenienti su amazon.

    Condizioni e spese di spedizione sono spesso simili o equivalenti a quelle di amazon. Se così non fosse, nessuno se li filirebbe, e andrebbero tutti solo su amazon.

    > Alcune eccezioni ci sono
    > ma su amazon spendo poco di più
    > ma ho molta più sicurezza.

    Sì, la sicurezza di spendere quasi 100€ in più per una evga 1080ti rispetto all'alternativa attualmente più economica su trova prezzi.
    Giusto per fare l'esempio di un prodotto preso a caso.

    > Vedi stockisti per i telefoni.
    > Paghi meno ma poi, oggi ci sono,
    > domani...

    e domani ci saranno ancora, per chi sa come accedervi.
    non+autenticato
  • Per dire una cosa del genere, o sei uno di loro o sei fumato forte.
    non+autenticato
  • Ogni società, secondo il management alleato, deve crescere (nei ricavi), non quindi guadagnare e reinvestire nel loro settore merceologico o trovarne di nuovi. Puntualmente "$società ha migliorato i suoi conti" il fatto che magari l'abbia fatto evitando di investire o licenziando personale utile all'azienda o producendo a qualità inferiori poco importa oppure "$società ha avuto un brutto trimestre", poco importa che il mero dato economico sia dovuto a qualche massiccio investimento e nel frattempo leggere i bilanci più che scienza diventa azzardo & stregoneria.

    Cari signori giornalisti almeno voi cercate di usare i neuroni perché legar l'asino dove vuole il padrone può anche pagare oggi ma la vostra vista si suppone vada oltre l'oggi e il domani non si prospetta granché interessante se si continua così, ad esser gentili ed ottimisti ovviamente.
    non+autenticato
  • > Cari signori giornalisti almeno voi cercate di
    > usare i neuroni perché legar l'asino dove vuole
    > il padrone può anche pagare oggi ma la vostra
    > vista si suppone vada oltre l'oggi e il domani
    > non si prospetta granché interessante se si
    > continua così, ad esser gentili ed ottimisti
    > ovviamente.

    Pensa un po' ad una cosa, metti i soldi in banca e la tua banca ti dice... quest'anno non ti diamo alcun interesse sebbene i tuoi soldi abbiano avuto un rendimento pazzesco perché abbiamo deciso di investire nella nostra crescita. Forse ti daremo qualcosa di più l'anno prossimo, sempre se non decideremo di investire ancora nella nostra crescita... ne saresti contento?
    non+autenticato
  • Definisci che vuol dire "mettere i soldi in banca": se parliamo di depositi avremo le regole dei depositi che non rientrano negli investimenti, se parliamo di pronti controtermine&c noi prestiamo denaro alla banca e quindi questa ci deve riconoscere un interesse, se parliamo di azioni non avremo dividendi ma il valore della nostra quota sarà aumentato.

    È vero che nel mondo inglese è comune avere dividendi altini e che per molti l'azionario "da cassettista" è quasi una forma di pensione ma il mercato attuale ha delle regole a cui giocare.

    Quanto alle banche col signoraggio non han niente da investire, sono loro a controllare il denaro e moltiplicare pani&pesci.
    non+autenticato
  • Amazon ora capitalizza circa un trilione di dollari. Un anno fa la capitalizzazione era poco più di 750 miliardi di dollari.
    In realtà la storia della trimastrale è una scusa per coprire il fatto che come tutte le aziende della silicon valley è sopravvalutata. Siamo ai livelli della bolla dot com (ti ricordi? Era circa 18 anni fa)
    non+autenticato
  • Vorrei che avessi ragione ma ne dubito: il grande toro delle dot com era semplicemente ignoranza, mari di investitori che non capivano dove mettevano il loro denaro. Oggi è esistito ancora per roba di SnapChat&c ma per Amazon la storia è IMVHO assai differente. Amazon stà di fatto diventando la piattaforma per ogni cosa, dal commercio di ogni sorta di bene ai servizi cloud. Tra qualche anno se non venderai via Amazon non venderai che a 4 gatti.

    E questo è un GROSSO problema per la società che la maggior parte dei cittadini non ha ancora considerato. La trimestrale è irrilevante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Vorrei che avessi ragione ma ne dubito: il grande
    > toro delle dot com era semplicemente ignoranza,
    > mari di investitori che non capivano dove
    > mettevano il loro denaro.

    Quella che tu chiami ignoranza io la chiamo truffa ed è una truffa che ha la brutta abitudine di ripetersi.

    Amazon:
    fatturato 2016 135 miliardi di dollari.
    capitalizzazione un trilione di dollari.

    Facebook:
    fatturato 2016 27 miliardi di dollari (dicono che saranno 36 nel 2017)
    capitalizzazione 500 miliardi di dollari.


    Google (Alphabet):
    fatturato 2016 89 miliardi di dollari.
    capitalizzazione 664 miliardi di dollari.


    Apple:
    fatturato 2016 215 miliardi di dollari (in calo dai 233 del 2015).
    capitalizzazione 800 miliardi di dollari.
    non+autenticato
  • La finanza non è il tuo forte, eh?
    La market-cap è il fattore più importante in ogni investimento.
    https://www.thebalance.com/why-per-share-price-is-...
    non+autenticato
  • - Scritto da: finanziere
    > La finanza non è il tuo forte, eh?
    > La market-cap è il fattore più importante in ogni
    > investimento.
    > https://www.thebalance.com/why-per-share-price-is-

    Rotola dal ridereRotola dal ridere

    L'inglese non è il tuo forte eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: 98430aa0911
    > L'inglese non è il tuo forte eh?

    Nemmeno il tuo, a quanto pare.
    Il link parla chiaro: la capitalizzazione di mercato è il valore più significativo nel rappresentare la solidità finanziaria e la reale grandezza di una company.
    non+autenticato
  • I cialatani alla iRoby che si spacciano per grandi geni della finanza e sparano cazzate abbondano da queste parti vedo.

    Il link dice che se vuoi comprare delle azioni e vuoi sapere se l'azienda è valutata correttamente dai mercati devi tenere conto della la capitalizzazione di mercato perchè la market cap è solo questo: prezzo di una azione * numero di azioni sul mercato.
    Ovvero il valore che i mercati danno alle aziende. La solidità di una azienda sta solo nel suo giro d'affari, non nel prezzo delle azioni.
    non+autenticato