Alfonso Maruccia

Google, pericoloso discutere di diversitÓ

Il CEO di Mountain View annulla un incontro municipale che si sarebbe dovuto tenere sulle recenti polemiche che hanno investito l'azienda, a causa delle presunte "molestie" subite on-line da alcuni dei suoi dipendenti.

Roma - A meno di una settimana dalla diffusione del contestato memo anti-diversità all'interno del network aziendale, Google si trova costretta a gestire una situazione che si fa sempre più complicata: le discussioni on-line hanno finito per coinvolgere i dipendenti della corporation, e un incontro che si sarebbe dovuto tenere nelle scorse ore è saltato per la paura di finire alla gogna da parte dei suddetti dipendenti.

Descrizione immagine

Qualche giorno prima dell'ultimo sviluppo della faccenda, l'autore dell'anonimo memorandum interno era stato identificato nell'ingegnere James Damore e prevedibilmente licenziato. La causa del licenziamento, come ha reso noto lui stesso, è stata la "promozione di stereotipi di genere".

Damore aveva in effetti scatenato un putiferio con le sue parole sulle diversità "biologiche" tra uomini e donne a presunta giustificazione della ridotta presenza di esponenti femminili nel mondo dell'hi-tech, e certo non hanno favorito alle prospettive lavorative dell'ingegnere le dichiarazioni sulla necessità, per Google, di abbandonare i programmi per la promozione delle minoranze concentrandosi piuttosto sulla creazione di un ambiente di lavoro genericamente aperto al contributo di tutti. Una parte dei dipendenti Google appartenenti alle succitate minoranze ha naturalmente continuato a discutere sul memo con i colleghi di lavoro, e parte di quelle discussioni è finita altrettanto prevedibilmente su social network e parte di Internet accessibile al pubblico: nomi e cognomi degli "avversari" della visione conservatrice di Damore sono stati messi alla berlina, e il vice-presidente delle politiche sulla diversità di Google (Danielle Brown) è stata costretta a bloccare il suo account Twitter dopo essere stata definita "nazista", "islamista" e altro ancora.

L'incontro municipale era molto atteso e rappresentava un'occasione per discutere con franchezza del memo e delle polemiche scaturite dalla sua circolazione, ma, stando a quanto sostiene il CEO Sundar Pichai, le condizioni non sono più adatte allo svolgimento di quella discussione. I dipendenti della corporation si sono dichiarati preoccupati, ha spiegato Pichai, perché il pubblico potrebbe prenderli di mira per le loro idee progressiste e per le critiche espresse nei confronti dell'iniziativa di Damore.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

Notizie collegate
  • AttualitàGoogle e la diversità contestataIl network interno di Mountain View Ŕ stato "sconvolto" da un documento anti-diversitÓ scritto da un anonimo, un'iniziativa che sottolinea le differenze tra uomini e donne e mira a difende i conservatori dell'azienda.
24 Commenti alla Notizia Google, pericoloso discutere di diversitÓ
Ordina
  • Negli States il politically correct è un vero e proprio incubo, oltre al 'sessimo' di cui le donne accusano continuamente gli uomini.
    Se non ci sei nato dentro e non sei un ossessivo, dopo un po' incominci ad avere attacchi di claustrofobia.
    Il problema è che questa spazzatura è già stata importata in europa, inquinando i rapporti fra le persone, che diventano sempre più superficiali e guardinghi.
    non+autenticato
  • bah picachu e la brown hanno pisciato fuori.

    bastava semplicemente dire che quelli (di damore) non erano i pensieri che rappresentavano la compagnia e BASTA. punt'e'accapo.
    Sollevare altro rumore O PEGGIO licenziarlo -era ovvio- avrebbe trasformato il ciottolo in valanga...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > bah picachu e la brown hanno pisciato fuori.
    >
    > bastava semplicemente dire che quelli (di damore)
    > non erano i pensieri che rappresentavano la
    > compagnia e BASTA.
    > punt'e'accapo.

    Magari invece la rappresentavano eccome.

    > Sollevare altro rumore O PEGGIO licenziarlo -era
    > ovvio- avrebbe trasformato il ciottolo in
    > valanga...

    Il rumore mica lo hanno causato loro.
    Lo hanno causato quelli che hanno amplificato questa inutile notizia di gossip da ombrellone.
  • il problema e' proprio questo

    i cosiddetti liberal ( fenomeno purtroppo non piu' limitato ai soli USA ) non tollerano il dissenso

    dicono di essere tolleranti e democratici, ma in realta' sono fascisti

    e la cosa grave e' che stanno aprendo i confini delle nostre nazioni a gente fortemente razzista, soprattutto gli africani, che non hanno un minimo di tolleranza nemmeno per le differenze tra le loro varie tribu', figuriamoci quanto tolleranti saranno ( quando saranno maggioranza ) nei nostri confronti
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > il problema e' proprio questo
    >

    > i cosiddetti liberal ( fenomeno purtroppo non
    > piu' limitato ai soli USA ) non tollerano il
    > dissenso
    >
    > dicono di essere tolleranti e democratici, ma in
    > realta' sono
    > fascisti
    >
    > e la cosa grave e' che stanno aprendo i confini
    > delle nostre nazioni a gente fortemente razzista,
    > soprattutto gli africani, che non hanno un minimo
    > di tolleranza nemmeno per le differenze tra le
    > loro varie tribu', figuriamoci quanto tolleranti
    > saranno ( quando saranno maggioranza ) nei nostri
    > confronti
    beh il "questo" che ho detto io, non e' pero' quello che hai detto tuSorride

    essenzialmente ho detto 'not feed the troll' ...

    poi ci sta anche un po' la pippa del 'se esprimi posizioni conservatrici, vieni additato perche sei un retrogrado e non ci fai bella figura che qui siamo liberalprogressiveantani [de facciata]'... tra l'altro il paper di demore era un analisi, non un mero sbraito. IMHO bastava non pomparlo (si ci avevano gia' pensato i giornalisti, ma i boss potevano sgonfiarlo)
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > il problema e' proprio questo
    >
    > i cosiddetti liberal ( fenomeno purtroppo non
    > piu' limitato ai soli USA ) non tollerano il
    > dissenso
    >

    Cazzate. La stampa crea sempre polemiche per attirare l'attenzione, niente di quello che leggi sui giornali è vero, ai liberal del mondo reale non gliene puo fregare di meno.

    > dicono di essere tolleranti e democratici, ma in
    > realta' sono
    > fascisti
    >

    Dopo 30 anni di lavaggio del cervello da parte dei mezzi di comunicazione controllati dall'oligarchia o impari a ragionare con la tua testa o diventi rincoglionito. Per te vale la seconda.

    > e la cosa grave e' che stanno aprendo i confini
    > delle nostre nazioni a gente fortemente razzista,
    > soprattutto gli africani, che non hanno un minimo
    > di tolleranza nemmeno per le differenze tra le
    > loro varie tribu', figuriamoci quanto tolleranti
    > saranno ( quando saranno maggioranza ) nei nostri
    > confronti

    Il mondo reale è leggermente diverso.
    non+autenticato
  • Gli USA sono fascisti, che compresa (a caro prezzo, per i propri cittadini) la lezione del nazifascismo hard han preferito quello soft senza simboli (solo una neutra giacca&cravatta) e senza manganello visibile (meglio il guinzaglio del denaro). In questo ambiente è chiaro che "i discriminati" educati e sviluppati in un simile contesto non siano attratti in massa o non si trovino in certi ambienti.

    Personalmente io non mi troverei a lavorare negli USA colla loro burocrazia, con la mancanza di libertà asfissiante, con l'assurdo sviluppo del paese, persino in un'azienda come Alphabet che almeno per il poco che ne so è sempre stata molto più "europea" del resto del suo paese.
    non+autenticato
  • due lesbiche, una asiatica (tra l'altro molto trombabile ma sono gusti miei), un culo modello "orsacchiottone" e 4 nazi-femministe.

    vi rispetto, ma non cercate di impormi i vostri modelli di pensiero come io non cerco di imporvi il mio.
    non+autenticato
  • Thumbs UP!! Che sia google adesso, la chiesa 100 anni fa o la nazione di turno, il mondo alla fine è sempre la stessa merdosa accozzaglia di moralisti che piu o meno occultamente vuole dominare tutto e tutti
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > vi rispetto, ma non cercate di impormi i vostri
    > modelli di pensiero come io non cerco di imporvi
    > il
    > mio.

    purtroppo questo genere di prece non funziono' con i nazisti e non funzionera' nemmeno con i nazi-lgbtq-vegan-megan-liberal
    non+autenticato
  • perche lo hanno licenziato? lui stesso, andando contro la pelosita' del "politicamnte corretto a tutti i costi" di facciata, si e' dimostato un "diverso" e come tale andava rispettato ed integrato.
    cioe', va bene dire "viva i roci" ma non va bene dire "abbasso i forci"? si tratta di fascismo al contrario, ma sempre fascismo resta.
    dove e' finito il "sono contro le tue idee ma lottero' fino alla morte perche tu abbia il diritto di esprimerle"? finito nel cesso del politicamente corretto, suppongo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > tutti i costi" di facciata, si e' dimostato un
    > "diverso" e come tale andava rispettato ed
    > integrato.

    cosi' come l'elezione di Trump e' stata un processo democratico, ma non e' stato accettato perche' non ha vinto la campionessa dei liberal

    per "diverso", "democrazia", ecc... i liberal intendono i loro diversi, la loro democrazia, cioe' tutto e solo cio' che da loro e' etichettato come buono e giusto

    il resto e' malvagio e va annientato

    dove l'hai gia' letta/sentita questa cosa? ovviamente e' proposito del libero sacro della "religione di pace", quella che incita allo squartamento degli "infedeli"
    non+autenticato
  • La religioje non centra nulla. Quella è una affermazione attribuita a Voltaire (ch3 non l'ha neanche mai detta)
    non+autenticato
  • Mh, da quando le elezioni in USA sono democratiche? Da quando un sistema bipartitico è democratico? Da quando l'avere i grandi elettori come meccanismo di salvaguardia al posto dell'elezione indiretta nostrana è democratico?

    Gli USA sono una corporatocrazia composta da un certo numero di famiglie dominanti, qualche emergente e una gran massa di polli sfruttati regolarmente alla bisogna.

    Trump giusto per completezza non è stato eletto dagli Statunitensi ma dai grandi elettori che han tradito il mandato ricevuto dai loro elettori, cosa peraltro già vista tempo fa.
    non+autenticato
  • proprio triste, che oggi non si può essere in-disaccordo con certe linee guida dettate da chi poi?

    Se dico che gli immigrati sono troppi, mi danno del razzista.

    Se per caso sono infoiato e cerco ragazze che siano disinibite, sono un maschilista, pervertito.

    Se dico che il bianco non mi aggrada come colore, si insinua che mi piaccia il nero e di conseguenza sarei un fascista.

    Non sia mai che dico che i soldi non fanno la felicità, Dio apriti cielo sono uno sporco comunista!

    Oggi ne dico una tutta nuova, ma non rompetemi i coglioni e lasciatemi vivere questo poco di 'libertà' che ancora mi concede questa falsa e presa in giro chiamata democrazia.

    L'uomo o donna che sia può pensarla come vuole senza che poi qualche puritano del cappero abbia da ridire.

    Ecco oggi ho detto la mia! Controbbattetemi pure, tanto non vi rispondo.
    non+autenticato
  • E questo post che merda vorrebbe dire?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Codice antispam non corretto
    > E questo post che merda vorrebbe dire?
    Che "..." ha detto la sua
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Clicca per vedere le dimensioni originali
    Cosa che dovresti dirti ogni mattina quando ti alzi e ogni 5 minuti per non dimenticarla
    non+autenticato
  • Ecco, hai perfettamente riassunto, senza offesa, la posizione della pecora:

    > Se dico che gli immigrati sono troppi, mi danno del razzista.
    Ecco, se dici "superficialità" altri rispondono "superficialità": si vedono i migranti ma non ci si domandano le motivazioni della loro presenza, le cause che han scatenato questo fenomeno. No, non sei razzista, solo non vedi che il nemico marcia alla tua testa perché è la politica italica che vuole questo tipo di immigrazione per far felici i mafiosi che recuperano manodopera e si fan pure pagare per stiparla in moderni lager.

    > Se per caso sono infoiato e cerco ragazze che siano
    > disinibite, sono un maschilista, pervertito.
    Di nuovo superficiale: se sei in un mondo cattolico il sesso dev'essere mortificato perché se godi senti meno bisogno di andare in chiesa e se per caso non ti riproduci, godi solo, non fabbrichi abbastanza bipedi da creare malessere generale e quindi mini le fondamenta della chiesa.

    > Se dico che il bianco non mi aggrada come colore,
    > si insinua che mi piaccia il nero e di conseguenza
    > sarei un fascista.
    Ancora superficialità: i bianchi e i neri son fascisti uguale, solo che i primi a differenza dei secondi han capito che il manganello è meglio nasconderlo e usarlo "nelle retrovie" anziché andar in giro urlando.

    > Non sia mai che dico che i soldi non fanno la
    > felicità, Dio apriti cielo sono uno sporco comunista!
    Di nuovo superficiale: non dici che il denaro oggi è di fatto controllato da banche e assicurazioni ovvero istituzioni private.

    > Oggi ne dico una tutta nuova, ma non rompetemi i coglioni
    Ed ecco la classica conclusione, siccome gli argomenti sono complessi sbotti che non ne vuoi saper nulla, però nella società ci vivi, vuoi continuare ad avere uno stipendio, a trovare pieni gli scaffali del supermercato, l'auto deve andare in moto quando giri la chiave e il distributore aver sempre benzina/gasolio...

    Mi spiace dirlo ma i ladri/i fascisti son sempre esistiti, ma son sempre esistiti grazie a quelli che si limitan ad infantili superficialità e se ne fregano di tutto il resto. Costoro sono nati per esser schiavi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Ecco, hai perfettamente riassunto, senza offesa,
    > la posizione della pecora:


    Scusami ma credo che hai preso mazzi per razzi!


    >
    >
    > > Se dico che gli immigrati sono troppi, mi danno
    > del
    > razzista.
    > Ecco, se dici "superficialità" altri rispondono
    > "superficialità": si vedono i migranti ma non ci
    > si domandano le motivazioni della loro presenza,
    > le cause che han scatenato questo fenomeno. No,
    > non sei razzista, solo non vedi che il nemico
    > marcia alla tua testa perché è la politica
    > italica che vuole questo tipo di immigrazione per
    > far felici i mafiosi che recuperano manodopera e
    > si fan pure pagare per stiparla in moderni
    > lager.

    Invece debbo dirti che la migrazione biblica che deve ancora avvenire non ha niente a che vedere con la nostra amata Italia e politici annessi con mafiosi. C'è moooolto altroooo.



    >
    > > Se per caso sono infoiato e cerco ragazze che
    > siano
    > > disinibite, sono un maschilista, pervertito.
    > Di nuovo superficiale: se sei in un mondo
    > cattolico il sesso dev'essere mortificato perché
    > se godi senti meno bisogno di andare in chiesa e
    > se per caso non ti riproduci, godi solo, non
    > fabbrichi abbastanza bipedi da creare malessere
    > generale e quindi mini le fondamenta della
    > chiesa.

    Non sono io minimamente il pericolo per la chiesa, già di suo oggi il sesso viene 'indottrinato' dalla tv anche dalle prime ore del mattino. Se noti ogni tipo di pubblicità e fine ad un atto sessuale o quantomeno a fartelo desiderare.

    >
    > > Se dico che il bianco non mi aggrada come
    > colore,
    > > si insinua che mi piaccia il nero e di
    > conseguenza
    > > sarei un fascista.
    > Ancora superficialità: i bianchi e i neri son
    > fascisti uguale, solo che i primi a differenza
    > dei secondi han capito che il manganello è meglio
    > nasconderlo e usarlo "nelle retrovie" anziché
    > andar in giro
    > urlando.

    Non era rivolto all' essere umano il bianco e il nero, ma al fatto che non puoi avere una 'percezione' diversa delle cose se non sono quelle mainstream delle due 'fazioni' in contrasto tra loro ma comunque dominanti.



    >
    > > Non sia mai che dico che i soldi non fanno la
    > > felicità, Dio apriti cielo sono uno sporco
    > comunista!
    > Di nuovo superficiale: non dici che il denaro
    > oggi è di fatto controllato da banche e
    > assicurazioni ovvero istituzioni
    > private.


    E chi ha maggioranza in quelle istituzioni private, e privatizzate se non i 'vecchi' fautori del comunismo o socialismo che fu allora.

    Vedi i 'nostri' comunisti fautori delle privatizzazioni ad amici, e collaboratori di quella parte di casta che oggi sono parte dominante?
    Qualche nome Napolitano, Ciampi, Prodi, ecc, ecc E si dichiaravano comunisti rossi rossi.


    >
    > > Oggi ne dico una tutta nuova, ma non rompetemi
    > i coglioni
    >
    > Ed ecco la classica conclusione, siccome gli
    > argomenti sono complessi sbotti che non ne vuoi
    > saper nulla, però nella società ci vivi, vuoi
    > continuare ad avere uno stipendio, a trovare
    > pieni gli scaffali del supermercato, l'auto deve
    > andare in moto quando giri la chiave e il
    > distributore aver sempre
    > benzina/gasolio...


    No mi spiace.. sbotto perché oramai ne ho le palle piene che rischio la cosidetta cuglia! Sbagli ma di tanto, anche per il fatto che di anni ne ho macinati davvero tanti, e la merda è sempre la stessa.



    >
    > Mi spiace dirlo ma i ladri/i fascisti son sempre
    > esistiti, ma son sempre esistiti grazie a quelli
    > che si limitan ad infantili superficialità e se
    > ne fregano di tutto il resto. Costoro sono nati
    > per esser
    > schiavi.

    Non devo certo risponderne a te, se ho o non ho lottato per la mia libertà se libertà oggi dsi può ancora chiamare. Un esempio banale, quando il popolo bue diciamo sarà già stato marchiato e catalogato, che libertà rimmarrà per me te e qualche decina d'altri?

    Se vuoi illuditi pure, il Mondo ha sempre funzionato così, e vero, ma non c'è mai stata la catalogazione sistematica delle popolazioni, pensaci qualche volta.
    non+autenticato