Claudio Tamburrino

Uber, trimestrale positiva a sorpresa

La startup del car sharing continua a crescere nei numeri e nell'utilizzo degli utenti, nonostante la bufera di scandali e la mancanza di un CEO al comando

Roma - Gli ultimi mesi di Uber si chiudono positivamente dal punto di vista finanziario, contro tutti e nonostante tutto.

Secondo quanto riferisce la startup, infatti, a livello globale i viaggi offerti sono aumentati del 150 per cento rispetto allo scorso anno, senza considerare il mercato cinese, e questo ha permesso di far passare il fatturato netto da 1,5 miliardi del primo quarto a 1,75 miliardi di dollari del secondo quarto fiscale e - soprattutto - di far calare le perdite nette di 9 punti percentuali, fino a raggiungere quota 645 milioni di dollari.

La trimestrale non è pertanto negativa, soprattutto alla luce dei problemi legali e di immagine che hanno travolto negli ultimi mesi la compagnia e che hanno portato tra l'altro alle dimissioni del CEO Kalanick e, soprattutto, senza che la scelta del suo successore si sia conclusa.
Proprio il dato relativo alla diminuzione delle perdite è quello che permette di aprire scenari ottimistici: significa che i margini stanno migliorando e che il business sta diventando effettivamente sostenibile.

Per il resto, invece, diversi osservatori sostengono che i numeri complessivi evidenziano al momento un valore inferiore della startup rispetto alla sua precedente valutazione.

Su questa linea anche alcuni fondi di investimento, tra cui Vanguard, che hanno diminuito fino al 15 per cento i loro investimenti in Uber. A non aiutare c'è anche il fatto che Benchmark Capital, uno dei primi investitori della startup e membro del Consiglio d'Amministratore, ha denunciato l'ex CEO Kalanick perché non ha fornito tempestivamente riscontro sulle problematiche che la startup stava attraversando.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàUber, conta per il CEODopo tante indiscrezioni il consiglio voterÓ entro 2 settimane il nuovo vertice della compagnia: in pole position c'Ŕ Jeff Immelt, ex CEO di General Electric
  • AttualitàDidi, guerra commerciale contro UberIl colosso del car sharing cinese investe somme sostanziose nei business "alternativi" a Uber presenti in giro per il mondo. Un modo per mettere sotto pressione la corporation statunitense che pure non se la passa benissimo.
9 Commenti alla Notizia Uber, trimestrale positiva a sorpresa
Ordina
  • uBBer... NON CE NE FOTTE UN LAZZO!
    non+autenticato
  • Non ci vedo nulla di strano.
    Le big data inquinano il pianeta, specie in africa e medio oriente, bayer monsanto e gli altri stanno uccidendo l'agricoltura e i terreni con riflessi negativi ancora da quantificare ma già impressionanti, nestlé e compagnia ci avvelenano direttamente e fanno cose terribili sempre in africa e medio oriente, gli amministratori che nei decenni abbiamo messo a governarci hanno fallito su tutta la linea lasciandoci un pianeta in condizioni disastrose e attribuendo furbescamente la colpa ai cittadini, e tanto altro ancora...

    Eppure la gente guarda con occhio bovino questi disastri senza fare niente, questo si, per estromettere gli amministratori incapaci.

    E in parte hanno ragione le persone: trovare amministratori in gamba è diventato un vero problema mondiale, perché si doveva agire prima.

    Alla luce di tutto ciò, che uber (e samsung, e...) abbia bilanci floridi non mi stupisce per niente.
    La gente non impara, questa è la tristissima realtà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: zoddo
    > Non ci vedo nulla di strano.
    > Le big data inquinano il pianeta, specie in
    > africa e medio oriente, bayer monsanto e gli
    > altri stanno uccidendo l'agricoltura e i terreni
    > con riflessi negativi ancora da quantificare ma
    > già impressionanti, nestlé e compagnia ci
    > avvelenano direttamente e fanno cose terribili
    > sempre in africa e medio oriente, gli
    > amministratori che nei decenni abbiamo messo a
    > governarci hanno fallito su tutta la linea
    > lasciandoci un pianeta in condizioni disastrose e
    > attribuendo furbescamente la colpa ai cittadini,
    > e tanto altro
    > ancora...
    >
    > Eppure la gente guarda con occhio bovino questi
    > disastri senza fare niente, questo si, per
    > estromettere gli amministratori
    > incapaci.
    >
    > E in parte hanno ragione le persone: trovare
    > amministratori in gamba è diventato un vero
    > problema mondiale, perché si doveva agire
    > prima.
    >
    > Alla luce di tutto ciò, che uber (e samsung,
    > e...) abbia bilanci floridi non mi stupisce per
    > niente.
    > La gente non impara, questa è la tristissima
    > realtà.

    Imparare? Vedrai che correranno a frotte per aumentare i capitali di queste multinazionali e quindi il potere che hanno su di noi, di castrarci come meglio credono.
    non+autenticato
  • a livello globale i viaggi offerti sono aumentati del 150 per cento rispetto allo scorso anno,

    Che minkia vuol dire "offerti"? Che hanno assunto pi˙ autisti, hanno attivato il servizio in nuove città e la disponibilità di viaggi è aumentata?


    questo ha permesso di far passare il fatturato netto da 1,5 miliardi del primo quarto a 1,75 miliardi di dollari del secondo quarto fiscale e

    Se continuano ad investire tutti i miliardi che gli hanno elargito gli azionisti per forza che il fatturato aumenta.

    soprattutto - di far calare le perdite nette di 9 punti percentuali,

    Al netto di cosa? Tasse? Investimenti? Altri costi? La parola "netto" nella finanza è molto utile quando si tratta di mascherare le cifre.


    Proprio il dato relativo alla diminuzione delle perdite è quello che permette di aprire scenari ottimistici: significa che i margini stanno migliorando e che il business sta diventando effettivamente sostenibile

    Ottimistici per quelli che credono alle markette.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 35bb99f64b1
    >
    > Proprio il dato relativo alla diminuzione
    > delle perdite è quello che permette di aprire
    > scenari ottimistici: significa che i margini
    > stanno migliorando e che il business sta
    > diventando effettivamente sostenibile
    >

    >
    > Ottimistici per quelli che credono alle markette.

    Mah, io mi chiedo come possano essere in perdita.
    Il servizio offerto da Uber si riduce alla gestione di alcuni servizi web, sia pure complessi, a fronte di succose percentuali sull'incassato (non sul guadagno!).
    Creazione del parco macchine? A carico degli autisti. Assicurazione delle stesse? Sempre a carico degli autisti. Beghe legali? A carico degli autisti: Uber si propone come semplice "servizio di intermediazione" tra cliente ed autista.
    In pratica: guadagni ad Uber, rischio d'impresa all'improvvisato autista. Se nonostante questo sono in passivo, vuol dire che buttano palate di soldi dalla finestra, presumibilmente in giganteschi bonus ai dirigenti. Non me lo saprei spiegare altrimenti.
    Izio01
    4674
  • > Mah, io mi chiedo come possano essere in perdita.
    > Il servizio offerto da Uber si riduce alla
    > gestione di alcuni servizi web ...

    > Beghe legali? A carico degli autisti

    Mica tanto. Tutti i provvedimenti di blocco del servizio per violazione dei regolamenti locali sono finiti in tribunale a carico di Uber.

    > : Uber si propone come semplice
    > "servizio di intermediazione" tra cliente ed
    > autista. ....

    > Non me lo saprei
    > spiegare altrimenti.

    Il personale che tiene su l'infrastruttura lo devono pagare. Non è tanto, ma a quello devi aggiungere il personale che seleziona gli autisti, mantiene i contatti e fa l'addestramento.
    La selezione e l'addestramento degli autisti poi li fanno passare per costi temporanei e come investimenti, ma mi sa che con il turn over che hanno sono praticamente un costi fissi.
    A questo poi devi aggiungere altri costi tipo le mazzette per avere copertura politica.
    non+autenticato
  • I costi fissi che hai citato sono una bassa percentuale del fatturato.
    Ha ragione 35bb99f64b1 a dire che i dati di bilancio, a seconda di come li prendi, possono dire tutto e il contrario di tutto.
    Hai ragione per le mazzette, che sono la voce di perdita più grossa, oltre agli stipendi dei dirigenti.
    non+autenticato
  • > Hai ragione per le mazzette, che sono la voce di
    > perdita più grossa, oltre agli stipendi dei
    > dirigenti.

    Se hai qualcosa di tuo da dire sei liberissimo di esprimere la tua opinione.

    Se invece preferisci passare il tempo a rigirare le opinioni degli altri non vali un ca//0 e le tue opinioni non valgono un ca//0
    non+autenticato
  • ...e questa è una tua opinione che spacci per una verità.
    Tizio, ritorna all'asilo e cerca di crescere.
    non+autenticato