Claudio Tamburrino

Agcom, la mappa degli operatori mobile più veloci d'Italia

Buona la tendenza al miglioramento registrata negli ultimi anni. E ora si iniziano a misurare le connessioni LTE

Agcom, la mappa degli operatori mobile più veloci d'ItaliaRoma - L'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM) ha fotografato la situazione attuale delle connessioni mobile offerte dai diversi operatori sul territorio italiano e predisposto uno strumento che permette agli utenti di scoprirne direttamente la velocità nella zona di interesse.

Lo strumento ha il nome molto descrittivo "MisuraInternetMobile" ed è disponibile all'omonimo sito Web che offre una panoramica divisa per regioni e con la possibilità di verificare la velocità degli operatori in una determinata zona navigando la mappa o inserendone il nome nella stringa di ricerca a disposizione.

I dati pubblicati su Misura Internet Mobile sono quelli della velocità dei principali operatori telefonici (Tim, Vodafone, Wind 3) in 40 città italiane (due o tre città più popolose per ogni regione d'Italia), raccolti da AGCOM nell'ultima campagna di misurazioni condotta da ottobre 2016 a marzo 2017 utilizzando smartphone Android con capacità di rete LTE, la quinta analisi del settore da parte dell'Agenzia, la seconda condotta utilizzando i nuovi criteri.
Il resoconto delle elaborazioni complessive sulle quattro reti evidenzia un generalizzato miglioramento nelle prestazioni delle stesse: il valore medio della velocità in download risulta di circa 12 megabit al secondo sulle reti 3G (con un miglioramento del 3 per cento rispetto agli anni precedenti), mentre cresce sulle reti 4G fino a 28 megabit al secondo (con un miglioramento del 23 per cento, indicativo degli investimenti sulle reti di ultima generazione).

La pista più veloce per i 4 operatori è Milano, dove si superano i 31 megabit al secondo e si registra un miglioramento del 25 per cento.

Misura

La nuova campagna di misurazione di "MisuraInternetMobile" è già partita a luglio e si estenderà anche alle reti di quarta generazione.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate