Pierluigi Sandonnini

Dyson svela i piani per l'auto elettrica

Il produttore inglese dell'aspirapolvere con tecnologia ciclonica rivela che un team di 400 persone sta lavorando da due anni al progetto, nel quale sono stati investiti finora 2,5 miliardi di sterline. Arrivo previsto sul mercato nel 2020

Roma - Cos'hanno in comune un'aspirapolvere e un'auto elettrica? Mettendo da parte le differenze evidenti, utilizzano entrambe la stessa forma di energia. Non appare poi così strano, quindi, che uno dei maggiori produttori di aspirapolvere, James Dyson, abbia annunciato un piano per realizzare un'automobile elettrica "radicalmente diversa" dai modelli attuali, che potrebbe approdare sul mercato già nel 2020. Al progetto, nel quale sono state investite 2,5 miliardi di sterline, stanno lavorando dal 2015 quattrocento ingegneri nel sito di Wiltshire. Tuttavia, non è stato ancora presentato un prototipo, anche se Dyson afferma che il motore dell'auto elettrica è pronto, mentre sono ancora in fase di sviluppo due diversi tipi di batterie, molto più efficienti di quelle attualmente in uso per le auto elettriche.



Lo scorso anno era stato annunciato un investimento da 1 miliardo di sterline nelle tecnologie per le batterie ed erano stati reclutati esperti in produzione di motori. Ora l'annuncio di un ulteriore investimento da 1 miliardo di sterline per progettare il prototipo e altri 500 milioni di sterline in costi associati, che porta il totale a 2,5 miliardi. Il lavoro di ricerca e sviluppo sull'auto continuerà in una nuova fabbrica che si sta costruendo sull'area di un vecchio campo di aviazione della seconda guerra mondiale a Hullavington, vicino al quartier generale di Malmesbury.

"Aspettate e vedrete", dice Dyson, il quale aggiunge che non esiste ancora neanche uno chassis ma che quello che stanno realizzando è "semplicemente radicale". Il miliardario inglese, che è stato anche nominato "sir" dalla regina, confessa che le sue ambizioni circa l'auto elettrica risalgono al 1998, quando, però, né le industrie né il governo avevano alcun interesse per questo tipo di vetture.
L'auto elettrica di Dyson sarà probabilmente fabbricata in Estremo Oriente. "Sceglieremo il posto migliore per farla... in ogni modo, produrremo le batterie dove faremo l'auto. Vedo un grande mercato per questa auto in Estremo Oriente e noi vogliamo essere vicini ai nostri mercati. Credo che l'Estremo Oriente reagirà molto più velocemente (alle auto elettriche) del Regno Unito e dell'Europa".

Secondo Dyson, la propria auto elettrica "non sarà un'auto sportiva" ma nemmeno economica. L'auto di Dyson si appresta dunque a diventare una rivale di quella prodotta dall'americana Tesla che nel frattempo, secondo recenti indiscrezioni, pare stia per rimpiazzare nei suoi sistemi di infotainment i componenti prodotti da NVIDIA con altri di Intel.
In tutto ciò, i competitor del Regno Unito non resteranno di certo a guardare. Anche Jaguar Land Rover ha annunciato modelli di auto elettriche o ibride a partire dal 2020, mentre BMW costruirà una Mini elettrica in quel di Oxford.

Pierluigi Sandonnini
Notizie collegate
  • TecnologiaTesla, la ricarica a misura di cittàL'azienda vuole sostenere la vendita delle sue auto elettriche agevolando gli utenti che devono ricaricare la batteria durante il tragitto. Le nuove colonnine ricaricano in poco più di mezzora e offrono elettricità a prezzi contenuti
  • AttualitàVolvo, il futuro dell'auto è elettricoLa casa di Goteborg ingrana la marcia e parte spedita verso una produzione tutta ibrida o elettrica, un obiettivo che verrà raggiunto in tempi molto brevi per un mercato automobilistico in continuo divenire
  • AttualitàTesla Model 3, produzione al viaElon Musk ha annunciato l'inizio delle attività in fabbrica con le prime decine di modelli della nuova auto elettrica pronti per la fine del mese. Presto la produzione ingranerà sensibilmente, visti anche i preordini da soddisfare
10 Commenti alla Notizia Dyson svela i piani per l'auto elettrica
Ordina