Alfonso Maruccia

Kaspersky, la fiera degli hacker

Emergono nuovi dettagli sulla presunta collaborazione dell'azienda moscovita con l'intelligence russa, una partnership che hacker israeliani "infilatisi" nei server di Kaspersky avrebbero confermato alle agenzie statunitensi - UPDATE

Kaspersky, la fiera degli hackerRoma - La presunta cospirazione di Kaspersky e dei russi ai danni dell'intelligence statunitense si arricchisce di nuovi particolari a dir poco inquietanti, trasformandosi in una vera e propria spy-story altamente tecnologica che ora coinvolge anche ignoti hacker israeliani. E che evidenzia, qualora ce ne fosse ancora il bisogno, lo stato imbarazzante della sicurezza delle agenzie a tre lettere che fanno capo a Washington.

Stando alle solite fonti anonime ma ben informate sui fatti, sarebbe stata l'intelligence israeliana ad accorgersi del fatto che gli agenti russi erano penetrati nel sistema di backend di Kaspersky; dalla loro posizione privilegiata, gli spioni moscoviti utilizzavano le installazioni dell'omonimo antivirus in giro per il mondo come un "motore di ricerca", a caccia degli identificativi per gli exploit "armati" a disposizione della NSA americana e della consociata britannica GCHQ.

Israele spiava gli spioni russi che spiavano gli spioni americani attraverso un codice anti-malware (russo) completamente compromesso, insomma, e alla fine l'intelligence mediorientale ha avvertito i "colleghi" di Washington che, per ringraziare, hanno ora deciso di spifferare tutto alla stampa (americana) per ragioni ancora ignote.
La trama che si dipana attraverso le ultime rivelazioni (anonime) non ha quindi niente da invidiare a una spy-story high-tech, una storia che fornisce qualche ragione in più alla messa al bando di Kaspersky dal mercato federale statunitense ma nulla fa per chiarire il tipo di coinvolgimento della security enterprise moscovita in tutta la faccenda.

Dal punto di vista degli utenti che hanno adottato Kaspersky come loro antivirus di fiducia, infatti, l'eventualità che l'aziende fondata da Eugene Kaspersky sia stata vittima inconsapevole di un attacco di hacking estremamente sofisticato (che tra l'altro coinciderebbe con il periodo in cui è stato individuato Duqu 2.0, malware di produzione israeliana) oppure abbia collaborato volontariamente con Mosca è l'unica cosa che conta davvero.

UPDATE: Riportiamo di seguito lo statement ufficiale di Kaspersky Lab giunto in redazione.

"Kaspersky Lab non è coinvolta e non possiede alcuna informazione rispetto a questa situazione.

Tenuto conto che l'integrità dei nostri prodotti è fondamentale per la nostra attività, Kaspersky Lab risolve qualsiasi vulnerabilità rilevata o segnalata all'azienda. Kaspersky Lab ribadisce la propria disponibilità a lavorare al fianco delle autorità statunitensi per affrontare tutte le preoccupazioni relative ai propri prodotti e sistemi e chiede di poter ottenere tutte le informazioni rilevanti e verificabili che potrebbero aiutare l'azienda nella propria indagine volta a respingere le false accuse.

Per quanto riguarda le dichiarazioni non verificate in merito a Duqu2, un sofisticato cyberattacco che non aveva come unico obiettivo Kaspersky Lab, siamo sicuri di aver identificato e rimosso tutte le infezioni rilevate durante l'incidente. Inoltre, come riportato dall'articolo stesso, Kaspersky Lab ha pubblicamente segnalato l'attacco e offerto la propria assistenza alle organizzazioni colpite o interessate per contribuire a mitigare questa minaccia.

Kaspersky Lab non ha mai aiutato, e mai aiuterà, alcun governo in attività di cyber spionaggio e contrariamente alle false accuse, il software di Kaspersky Lab non contiene alcuna funzionalità non dichiarata, come una backdoor, in quanto sarebbe illegale e non etico.

È inoltre importante sottolineare che, Kaspersky Lab rileva ogni tipologia di minaccia, inclusi i malware sponsorizzati da stati-nazione, indipendentemente dalle loro origini o dallo scopo. L'azienda analizza più di 100 gruppi criminali di minacce di tipo APT e operazioni criminali, e da oltre 20 anni è impegnata a proteggere le persone e le aziende da questo tipo di attacchi, il luogo in cui si trova la sede centrale di Kaspersky Lab non cambia gli obiettivi dell'azienda".


Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàUSA, Kaspersky bandita ufficialmenteLa tanto chiacchierata decisione delle autorità federali è arrivata: i software di sicurezza prodotti dalla società russa Kaspersky non potranno più essere usati sui sistemi governativi. Il dibattito e le polemiche esplodono
  • AttualitàKaspersky, piovono accuse di cospirazione contro gli USAStando a quanto riportando dal WSJ, la security enterprise russa avrebbe favorito l'accesso non autorizzato degli hacker del Cremlino nei sistemi della NSA, ma la fonte del Journal non chiarisce la volontarietà del rapporto
48 Commenti alla Notizia Kaspersky, la fiera degli hacker
Ordina
  • http://www.zerohedge.com/news/2017-10-11/germany-s...

    ripeto anche qui...e' la guerra in corso

    giocano su tutti i tavoli, da un lato l'impero da 700 trilioni di dollari di debito ( praticamente fallito ) che non vuole morire, dall'altro il dragone supportato dal suo partner orso che vogliono emergere

    e i fessi giusto in mezzo a prendere sberle da ogni direzione
    non+autenticato
  • hola fessoFicoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > dall'altro il
    > dragone supportato dal suo partner orso che
    > vogliono
    > emergere

    O che non vogliono piegarsi ai soliti dictat americani,come fa la magnifica Europa... Poi certo la NATO è russa , così come è la Russia quella che ha messo senza alcun motivo truppe e missili balistici lungo il confine.
    Come sono numerosi gli episodi di false flag, sempre la cattivona Russia eh..
    E chi vorrebbe destituire il presidente Assad e piazzare un loro uomo per una posizione strategica in quelle zone ? La Russia....
    E quella che ha messo in piedi l'ISIS ? Sempre lei, la cattivona Russia...
    non+autenticato
  • e chi si e' ritirato oggi dall'UNESCO

    https://sputniknews.com/world/201710121058171577-u.../

    https://sputniknews.com/middleeast/201710121058179.../

    Israele comanda...USA obbediscono...tutto come al solito!
    non+autenticato
  • OOhhh quindi già finita la tua cotta per Trump? Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • Non ti caca nessuno con i tuoi link di merda, imbecille.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Non ti caca nessuno con i tuoi link di merda,
    > imbecille.

    se hai le palle vieni a dirmelo in faccia che sono un imbecille

    altrimenti sei solo un coglione che fa il guerriero da tastiera
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > altrimenti sei solo un coglione che fa il
    > guerriero da
    > tastiera

    davvero? ma allora siete la stessa personaA bocca aperta
    non+autenticato
  • Allora, già finita la tua cotta per Trump? Ti stai finalmente accorgendo che l'immagine completamente distorta che credevi di avere di lui era solo l'ennesima prova di quanto tu sia rincoglionito?
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: ...
    > > Non ti caca nessuno con i tuoi link di merda,
    > > imbecille.
    >
    > se hai le palle vieni a dirmelo in faccia che
    > sono un
    > imbecille
    >
    > altrimenti sei solo un coglione che fa il
    > guerriero da
    > tastiera

    Poverino il coglioncello. Facci un favore, vai a vivere in Russia.
    non+autenticato
  • Ma finiamola con queste bazzecole, ogni volta che si parla di questo "caso" sono numerosi i condizionali e termini come "presunto".

    Poi si dovrebbe credere ad Israele che insieme all'UK è il migliore amichetto degli USA da cui riceve armi e mezzi ?

    Gli USA non hanno uno straccio di prova, siccome non si sanno fare gli affari loro e sono ammaliati dal potere mondiale ad ogni costo cercano di mettere tutti contro la Russia, la sola in grado di tenergli testa.

    Inoltre ad ogni episodio di questa patetica fiction stanno dimostrando che a sicurezza informatica persino a livelli più alti fanno veramente pena, anche come immagine non ne escono affatto bene.
    non+autenticato
  • Non finirò mai di stupirmi dalla quantità di persone che hanno CERTEZZE sugli argomenti dei quali hanno informazioni di quarta mano.
    non+autenticato
  • Sei su PI. Il commentatore medio sbraita ululando convintissimo di conoscere cose di cui non sa un cazzo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Sei su PI. Il commentatore medio sbraita ululando
    > convintissimo di conoscere cose di cui non sa un
    > cazzo.

    E certe volte continua per 300 commenti Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Sei su PI. Il commentatore medio sbraita ululando
    > convintissimo di conoscere cose di cui non sa un
    > cazzo.

    disse lui. Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • veramente la stessa kaspersky aveva annunciato di essere stata hackerata nel 2015 da hacker riconducibili a stuxnet
    non+autenticato
  • - Scritto da: jack
    > Non finirò mai di stupirmi dalla quantità di
    > persone che hanno CERTEZZE sugli argomenti dei
    > quali hanno informazioni di quarta
    > mano.

    Le CERTEZZE di prima mano sarebbero i presunti hacker israeliani che hanno spiato i russi che a loro volta avrebbero spiato gli americani ?

    Eh si perchè gli americani non hanno mai trovato un pretesto per far fuori chi gli era scomodo,addirittura inventandosi di sana pianta prove fabbricate da loro stessi, come quando dicevano che l'Iraq aveva armi di distruzione di massa. Eh si i liberatori dell'Iraq dal temibile Saddam, hanno esporto la democrazia e ora il Paese si trova peggio di prima.
    E in Ucraina ? Eh si colpa dei malefici russi che volevano invaderla...

    Invece io rimango sopreso da tanta ingenuità...
    non+autenticato
  • Eh hai ragione tu, non devono neanche indagare: se quella delle armi dell'Iraq era una balla automaticamente anche questa e qualsiasi cosa in futuro gli Stati Uniti mai facciano lo è. Genio
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Eh hai ragione tu, non devono neanche indagare:
    > se quella delle armi dell'Iraq era una balla
    > automaticamente anche questa e qualsiasi cosa in
    > futuro gli Stati Uniti mai facciano lo è.
    > Genio

    Indaghi con l'assunto "La Russia è colpevole!" sin dall'inizio, perchè questo stanno facendo gli USA, partono da una sentenza e ci costruiscono attorno un caso, ovviamente chi fa le indagini non è mica di parte eh, genio.
    non+autenticato
  • la notizia che kaspersky sia stata hackerata dai servizi israeliani la possiamo anche dare per buona.

    Per il resto chissà
    non+autenticato
  • - Scritto da: veramente
    > la notizia che kaspersky sia stata hackerata dai
    > servizi israeliani la possiamo anche dare per
    > buona.
    >
    > Per il resto chissà

    ah si, com'e tanto sicurezza in merito ?
    non+autenticato