Claudio Tamburrino

Tesla, nuovo stabilimento a Shangai

Il produttore di auto elettriche aprirà una nuova fabbrica in Cina per aggredire un mercato che le ha già consentito di fatturare un miliardo di dollari, nonostante i prezzi di vendita delle vetture fossero più alti del 50 per cento rispetto al mercato statunitense

Roma - Tesla ha raggiunto un accordo con le autorità di Shangai per aprire uno stabilimento produttivo in loco.

I dettagli dell'accordo rimangono ancora riservati, tuttavia persone a conoscenza dei fatti riferiscono che si tratterà di un impianto di produzione di totale proprietà di Tesla.

Per la società di Elon Musk, che continua la ricerca anche sul fronte dell'automazione (da ultimo l'aggiornamento che permette un sistema di emergenza di frenata automatica per il suo Autopilot 2.5), si tratta di una scelta che segue il filone delle altre grandi multinazionali della Silicon Valley che per la produzione dei loro dispositivi elettronici si appoggiano al Paese che ha un livello di tassazione più bassa e - soprattutto - più basso costo del lavoro: fattori che contribuiranno a diminuire i costi di produzione e di conseguenza il prezzo dei veicoli offerti.
Oltre a tali vantaggi, Tesla dovrebbe ottenere condizioni favorevoli dal governo locale per la distribuzione dei suoi veicoli: sembra trattarsi del primo accordo di questo tipo per un'azienda straniera che dalla zona di commercio libero di Shangai dovrebbe comunque subire la tassa del 25 per cento sulle importazioni prevista da Pechino (come fossero prodotte e importate dall'estero), ma che godrebbe comunque di un canale privilegiato per approdare sul mercato cinese.

Già a Giugno Tesla aveva confermato di star lavorando con Shangai per stabilire una fabbrica nella regione, proprio per l'interesse nei confronti del mercato cinese, dove già nel 2016 ha visto triplicare le sue vendite, fino a raggiungere il miliardo di dollari di fatturato, nonostante un prezzo di base che è circa il 50 per cento maggiore di quello applicato negli Stati Uniti a causa dei citati costi alle importazioni dagli States e di trasporto.

Pechino, d'altra parte, sta cercando di adottare diverse misure per agevolare lo sviluppo del mercato delle auto elettriche che secondo i programmi governativi locali dovranno rappresentare una porzione consistente delle auto in circolazione nel Paese nel prossimo futuro.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàBaidu rilancia sulla guida autonomaCreato il Fondo Apollo da 1,3 miliardi di euro. Può contare già sull'adesione di settanta partner operanti nell'industria automobilistica e hi-tech, fra i quali NVIDIA e TomTom. La sfida a Google è aperta
  • AttualitàElon Musk contro la fotocamera smart di GoogleIl nuovo obiettivo della crociata anti-IA del founder di Tesla è Clips, la nuova fotocamera "automatica" annunciata da Mountain View, un prodotto che - a dire di Musk - non fa nemmeno finta di nascondere le proprie intenzioni anti-utente
57 Commenti alla Notizia Tesla, nuovo stabilimento a Shangai
Ordina
  • Eccoli lì, la solita fila italica di vecchi abbronciati vigliacchi che giudicano senza pietà i difetti del nuovo preferendo asfissiare nella puzza chimica del vecchio. Prugne rinsecchite di 120 anni con le braccina abbarbicate a una roba che gli butta in faccia calore, rumore e scorie e con quel poco che rimane ti fa energia meccanica, ingrassando nel frattempo i maiali arabi. Una """tecnologia""" che fa così cagare che faremmo meglio tutti a fare finta non sia mai successa.
    Nello stesso tempo intanto la vera tecnologia progredisce e le cpu sono passate da un milione a svariati miliardi di cicli macchina al secondo, registri quanti ne vuoi e istruzioni che ti perdi.

    Lasciate andare vecchi. Non gliene frega niente a nessuno dei sedicenti difetti che vi autoconvincete siano deal-breaker. Gli amerigonzi le usano lo stesso con successo, alla faccia del vostro fegato marcio di autoconvinzioni e disinformazione stile scie chimiche.

    I disonesti produttori di macchine hanno affermato per decenni fosse impossibile, minchiate su minchiate sulla "automobile del futuro" mentre passo da un 386 ad un i7. Poi arriva Elon Musk con un martello stile Thor e al rallenty lo guardo dare mazzate alle vostre braccina decrepite e ad una industria celebralmente piatta. Risultato: la ricerca va finalmente avanti e moltissimi produttori hanno in gioco almeno una ibrida, che vi piaccia o meno. Certo avrebbero voluto fare finta e insabbiare tutto, gli sarebbe piaciuto. Ma ormai non possono più ignorarlo. Spero Tesla assorba tutto ciò che si oppone, per quanto non mi piacciano gli ammerrigani

    Starnazzate pure, me ne pasco delle vostre grida LEL
    non+autenticato
  • - Scritto da: ego
    > Eccoli lì, la solita fila italica di vecchi
    > abbronciati vigliacchi che giudicano senza pietà
    > i difetti del nuovo preferendo asfissiare nella
    > puzza chimica del vecchio. Prugne rinsecchite di
    > 120 anni con le braccina abbarbicate a una roba
    > che gli butta in faccia calore, rumore e scorie e
    > con quel poco che rimane ti fa energia meccanica,
    > ingrassando nel frattempo i maiali arabi. Una
    > """tecnologia""" che fa così cagare che faremmo
    > meglio tutti a fare finta non sia mai
    > successa.
    > Nello stesso tempo intanto la vera tecnologia
    > progredisce e le cpu sono passate da un milione a
    > svariati miliardi di cicli macchina al secondo,
    > registri quanti ne vuoi e istruzioni che ti
    > perdi.
    >
    > Lasciate andare vecchi. Non gliene frega niente a
    > nessuno dei sedicenti difetti che vi
    > autoconvincete siano deal-breaker. Gli amerigonzi
    > le usano lo stesso con successo, alla faccia del
    > vostro fegato marcio di autoconvinzioni e
    > disinformazione stile scie
    > chimiche.
    >
    > I disonesti produttori di macchine hanno
    > affermato per decenni fosse impossibile,
    > minchiate su minchiate sulla "automobile del
    > futuro" mentre passo da un 386 ad un i7. Poi
    > arriva Elon Musk con un martello stile Thor e al
    > rallenty lo guardo dare mazzate alle vostre
    > braccina decrepite e ad una industria
    > celebralmente piatta. Risultato: la ricerca va
    > finalmente avanti e moltissimi produttori hanno
    > in gioco almeno una ibrida, che vi piaccia o
    > meno. Certo avrebbero voluto fare finta e
    > insabbiare tutto, gli sarebbe piaciuto. Ma ormai
    > non possono più ignorarlo. Spero Tesla assorba
    > tutto ciò che si oppone, per quanto non mi
    > piacciano gli
    > ammerrigani
    >
    > Starnazzate pure, me ne pasco delle vostre grida
    > LEL

    ahahahahhahaha tu non sei mica tutto giusto di testa sai...fai una sorta di ode a Musk quasi come fosse un dio (Thor) che arriva ad aggiornare il mondo? Ma sul serio? Ma dici quel coglione che ha detto che porterà 1 milione di persone su Marte entro il 2025, poi si è spostato attorno al 2060....quello che vende quelle merdine di autopilot che si schiantano contro i camion in autostrada? Quello che poi a fronte di morti a causa della sua cagata se ne lava velocemente le mani affermando che l'autopilot andava sorvegliato dal guidatore e che doveva tenere e mani sul volante?? ahahhahhahah
    Senti senti...tu che sei tanto up to date, lo sai a quanto tempo fa risale l'auto elettrica?
    È vero...bisogna farsene una ragione, il mondo sarà sempre più rovinato, dall'inquinamento, ma ancora di più dai coglioni come te
    non+autenticato
  • Che cazzo dici? La tecnologia va avanti con o senza Musk. Musk non è il nuovo, è un markettaro molto rapido a fiondarsi e a raccogliere fondi sui temi alla moda, ma non è lui che apre la strada, lui segue e raccoglie finanziamenti grazie al pompaggio dei mezzi di comunicazione.
    non+autenticato
  • Clicca per vedere le dimensioni originali

    ha ancora tutti gli stessi difetti dell'auto di due secoli fa

    RIP auto elettrica
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    >
    > Boh, qui non si sa a cosa pensare...

    No, TU non sai a che cosa pensare.
    Tutti gli altri sanno perfettamente che cosa pensare.


    Secondo il gestore, quindi, è la narrazione a sostenere le quotazioni piuttosto che il successo (dubbio) dell’azienda: “Tesla si adatta perfettamente alla categoria di titolo azionario “di moda” perché con uno storytelling focalizzato sul progetto di rivoluzionare il settore automobilistico e il mercato domestico dell’energia, da anni confonde gli investitori che guardano ai fondamentali”.


    Ti ricorda niente?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: maxsix
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > >
    > > Boh, qui non si sa a cosa pensare...
    >
    > No, TU non sai a che cosa pensare.
    > Tutti gli altri sanno perfettamente che cosa
    > pensare.
    >
    >
    > Secondo il gestore, quindi, è la narrazione a
    > sostenere le quotazioni piuttosto che il successo
    > (dubbio) dell’azienda: “Tesla si adatta
    > perfettamente alla categoria di titolo azionario
    > “di moda” perché con uno storytelling focalizzato
    > sul progetto di rivoluzionare il settore
    > automobilistico e il mercato domestico
    > dell’energia, da anni confonde gli investitori
    > che guardano ai fondamentali”.

    >
    >
    > Ti ricorda niente?

    Certo, ti riferisci ad Apple.

    Ma se tu leggessi magari in fondo l'articolo... ma sappiamo che sei uno zuccone analfabeta eh.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 ottobre 2017 16.47
    -----------------------------------------------------------
    maxsix
    10669
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: maxsix
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > >
    > > > Boh, qui non si sa a cosa pensare...
    > >
    > > No, TU non sai a che cosa pensare.
    > > Tutti gli altri sanno perfettamente che cosa
    > > pensare.
    > >
    > >
    > > Secondo il gestore, quindi, è la narrazione a
    > > sostenere le quotazioni piuttosto che il
    > successo
    > > (dubbio) dell’azienda: “Tesla si adatta
    > > perfettamente alla categoria di titolo
    > azionario
    > > “di moda” perché con uno storytelling
    > focalizzato
    > > sul progetto di rivoluzionare il settore
    > > automobilistico e il mercato domestico
    > > dell’energia, da anni confonde gli
    > investitori
    > > che guardano ai fondamentali”.

    > >
    > >
    > > Ti ricorda niente?
    >
    > Certo, ti riferisci ad Apple.

    In realta' no.
    Mi riferivo a Rolex.
    Se tu ci vedi Apple, in quello scenario, sai piu' cose di noi.

    > Ma se tu leggessi magari in fondo l'articolo...
    > ma sappiamo che sei uno zuccone analfabeta
    > eh.

    Io leggo quello che mi interessa leggere.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: maxsix
    > > > >
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > > >
    > > > > Boh, qui non si sa a cosa
    > pensare...
    > > >
    > > > No, TU non sai a che cosa pensare.
    > > > Tutti gli altri sanno perfettamente che
    > cosa
    > > > pensare.
    > > >
    > > >
    > > > Secondo il gestore, quindi, è la
    > narrazione
    > a
    > > > sostenere le quotazioni piuttosto che il
    > > successo
    > > > (dubbio) dell’azienda: “Tesla si adatta
    > > > perfettamente alla categoria di titolo
    > > azionario
    > > > “di moda” perché con uno storytelling
    > > focalizzato
    > > > sul progetto di rivoluzionare il settore
    > > > automobilistico e il mercato domestico
    > > > dell’energia, da anni confonde gli
    > > investitori
    > > > che guardano ai fondamentali”.
    >

    > > >
    > > >
    > > > Ti ricorda niente?
    > >
    > > Certo, ti riferisci ad Apple.
    >
    > In realta' no.
    > Mi riferivo a Rolex.
    > Se tu ci vedi Apple, in quello scenario, sai piu'
    > cose di
    > noi.
    >
    Ti ho visto mascherina.

    > > Ma se tu leggessi magari in fondo
    > l'articolo...
    > > ma sappiamo che sei uno zuccone analfabeta
    > > eh.
    >
    > Io leggo quello che mi interessa leggere.

    Come sempre zuccone (perché non leggi tutto) e analfabeta (perché non capisci nemmeno quel poco che leggi).
    maxsix
    10669
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: maxsix
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > >
    > > > >
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > > > >
    > > > > > Boh, qui non si sa a cosa
    > > pensare...
    > > > >
    > > > > No, TU non sai a che cosa pensare.
    > > > > Tutti gli altri sanno perfettamente
    > che
    > > cosa
    > > > > pensare.
    > > > >
    > > > >
    > > > > Secondo il gestore, quindi, è la
    > > narrazione
    > > a
    > > > > sostenere le quotazioni piuttosto che
    > il
    > > > successo
    > > > > (dubbio) dell’azienda: “Tesla si
    > adatta
    > > > > perfettamente alla categoria di titolo
    > > > azionario
    > > > > “di moda” perché con uno storytelling
    > > > focalizzato
    > > > > sul progetto di rivoluzionare il
    > settore
    > > > > automobilistico e il mercato domestico
    > > > > dell’energia, da anni confonde gli
    > > > investitori
    > > > > che guardano ai fondamentali”.
    > >

    > > > >
    > > > >
    > > > > Ti ricorda niente?
    > > >
    > > > Certo, ti riferisci ad Apple.
    > >
    > > In realta' no.
    > > Mi riferivo a Rolex.
    > > Se tu ci vedi Apple, in quello scenario, sai
    > piu'
    > > cose di
    > > noi.
    > >
    > Ti ho visto mascherina.
    >
    > > > Ma se tu leggessi magari in fondo
    > > l'articolo...
    > > > ma sappiamo che sei uno zuccone analfabeta
    > > > eh.
    > >
    > > Io leggo quello che mi interessa leggere.
    >
    > Come sempre zuccone (perché non leggi tutto) e
    > analfabeta (perché non capisci nemmeno quel poco
    > che
    > leggi).

    Non sono io quello col complesso di inferiorita', di persecuzione, e con la fobia di avercelo piccolo.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > > >
    > > > > >
    > > > >
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > > > > >
    > > > > > > Boh, qui non si sa a cosa
    > > > pensare...
    > > > > >
    > > > > > No, TU non sai a che cosa
    > pensare.
    > > > > > Tutti gli altri sanno
    > perfettamente
    > > che
    > > > cosa
    > > > > > pensare.
    > > > > >
    > > > > >
    > > > > > Secondo il gestore, quindi, è
    > la
    > > > narrazione
    > > > a
    > > > > > sostenere le quotazioni
    > piuttosto
    > che
    > > il
    > > > > successo
    > > > > > (dubbio) dell’azienda: “Tesla
    > si
    > > adatta
    > > > > > perfettamente alla categoria
    > di
    > titolo
    > > > > azionario
    > > > > > “di moda” perché con uno
    > storytelling
    > > > > focalizzato
    > > > > > sul progetto di rivoluzionare
    > il
    > > settore
    > > > > > automobilistico e il mercato
    > domestico
    > > > > > dell’energia, da anni
    > confonde
    > gli
    > > > > investitori
    > > > > > che guardano ai fondamentali”.
    > > >

    > > > > >
    > > > > >
    > > > > > Ti ricorda niente?
    > > > >
    > > > > Certo, ti riferisci ad Apple.
    > > >
    > > > In realta' no.
    > > > Mi riferivo a Rolex.
    > > > Se tu ci vedi Apple, in quello
    > scenario,
    > sai
    > > piu'
    > > > cose di
    > > > noi.
    > > >
    > > Ti ho visto mascherina.
    > >
    > > > > Ma se tu leggessi magari in fondo
    > > > l'articolo...
    > > > > ma sappiamo che sei uno zuccone
    > analfabeta
    > > > > eh.
    > > >
    > > > Io leggo quello che mi interessa
    > leggere.
    > >
    > > Come sempre zuccone (perché non leggi tutto)
    > e
    > > analfabeta (perché non capisci nemmeno quel
    > poco
    > > che
    > > leggi).
    >
    > Non sono io quello col complesso di inferiorita',
    > di persecuzione, e con la fobia di avercelo
    > piccolo.

    Ah no? Spetta
    Inferiorità di panda rossa = gli script promessi mai visti

    Persecuzione di panda rossa = che un genius Apple gli tiri i piedi di notte

    Fobia di panda rossa = che linux si riveli al mondo per quello che è, un cesso di kernel attorniato da incapaci che ci lavorano sopra

    Avercelo piccolo di panda rossa = get the fact 'cause you are talking about.

    Sei una macchietta.
    maxsix
    10669
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: maxsix
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > > > >
    > > > > > >
    > > > > >
    > > > >
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > > > > > >
    > > > > > > > Boh, qui non si sa
    > a
    > cosa
    > > > > pensare...
    > > > > > >
    > > > > > > No, TU non sai a che cosa
    > > pensare.
    > > > > > > Tutti gli altri sanno
    > > perfettamente
    > > > che
    > > > > cosa
    > > > > > > pensare.
    > > > > > >
    > > > > > >
    > > > > > > Secondo il gestore,
    > quindi,
    > è
    > > la
    > > > > narrazione
    > > > > a
    > > > > > > sostenere le quotazioni
    > > piuttosto
    > > che
    > > > il
    > > > > > successo
    > > > > > > (dubbio) dell’azienda:
    > “Tesla
    > > si
    > > > adatta
    > > > > > > perfettamente alla
    > categoria
    > > di
    > > titolo
    > > > > > azionario
    > > > > > > “di moda” perché con uno
    > > storytelling
    > > > > > focalizzato
    > > > > > > sul progetto di
    > rivoluzionare
    > > il
    > > > settore
    > > > > > > automobilistico e il
    > mercato
    > > domestico
    > > > > > > dell’energia, da anni
    > > confonde
    > > gli
    > > > > > investitori
    > > > > > > che guardano ai
    > fondamentali”.
    > > > >

    > > > > > >
    > > > > > >
    > > > > > > Ti ricorda niente?
    > > > > >
    > > > > > Certo, ti riferisci ad Apple.
    > > > >
    > > > > In realta' no.
    > > > > Mi riferivo a Rolex.
    > > > > Se tu ci vedi Apple, in quello
    > > scenario,
    > > sai
    > > > piu'
    > > > > cose di
    > > > > noi.
    > > > >
    > > > Ti ho visto mascherina.
    > > >
    > > > > > Ma se tu leggessi magari in
    > fondo
    > > > > l'articolo...
    > > > > > ma sappiamo che sei uno
    > zuccone
    > > analfabeta
    > > > > > eh.
    > > > >
    > > > > Io leggo quello che mi interessa
    > > leggere.
    > > >
    > > > Come sempre zuccone (perché non leggi
    > tutto)
    > > e
    > > > analfabeta (perché non capisci nemmeno
    > quel
    > > poco
    > > > che
    > > > leggi).
    > >
    > > Non sono io quello col complesso di
    > inferiorita',
    > > di persecuzione, e con la fobia di avercelo
    > > piccolo.
    >
    > Ah no? Spetta
    > Inferiorità di panda rossa = gli script promessi
    > mai
    > visti
    >
    > Persecuzione di panda rossa = che un genius Apple
    > gli tiri i piedi di
    > notte
    >
    > Fobia di panda rossa = che linux si riveli al
    > mondo per quello che è, un cesso di kernel
    > attorniato da incapaci che ci lavorano
    > sopra
    >
    > Avercelo piccolo di panda rossa = get the fact
    > 'cause you are talking
    > about.
    >
    > Sei una macchietta.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > > > > - Scritto da: maxsix
    > > > > > > > >
    > > > > > > >
    > > > > > >
    > > > > >
    > > > >
    > > >
    > >
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    > > > > > > > >
    > > > > > > > > Boh, qui non
    > si
    > sa
    > > a
    > > cosa
    > > > > > pensare...
    > > > > > > >
    > > > > > > > No, TU non sai a
    > che
    > cosa
    > > > pensare.
    > > > > > > > Tutti gli altri
    > sanno
    > > > perfettamente
    > > > > che
    > > > > > cosa
    > > > > > > > pensare.
    > > > > > > >
    > > > > > > >
    > > > > > > > Secondo il gestore,
    > > quindi,
    > > è
    > > > la
    > > > > > narrazione
    > > > > > a
    > > > > > > > sostenere le
    > quotazioni
    > > > piuttosto
    > > > che
    > > > > il
    > > > > > > successo
    > > > > > > > (dubbio)
    > dell’azienda:
    > > “Tesla
    > > > si
    > > > > adatta
    > > > > > > > perfettamente alla
    > > categoria
    > > > di
    > > > titolo
    > > > > > > azionario
    > > > > > > > “di moda” perché
    > con
    > uno
    > > > storytelling
    > > > > > > focalizzato
    > > > > > > > sul progetto di
    > > rivoluzionare
    > > > il
    > > > > settore
    > > > > > > > automobilistico e il
    > > mercato
    > > > domestico
    > > > > > > > dell’energia, da
    > anni
    > > > confonde
    > > > gli
    > > > > > > investitori
    > > > > > > > che guardano ai
    > > fondamentali”.
    > > > > >

    > > > > > > >
    > > > > > > >
    > > > > > > > Ti ricorda niente?
    > > > > > >
    > > > > > > Certo, ti riferisci ad
    > Apple.
    > > > > >
    > > > > > In realta' no.
    > > > > > Mi riferivo a Rolex.
    > > > > > Se tu ci vedi Apple, in quello
    > > > scenario,
    > > > sai
    > > > > piu'
    > > > > > cose di
    > > > > > noi.
    > > > > >
    > > > > Ti ho visto mascherina.
    > > > >
    > > > > > > Ma se tu leggessi magari
    > in
    > > fondo
    > > > > > l'articolo...
    > > > > > > ma sappiamo che sei uno
    > > zuccone
    > > > analfabeta
    > > > > > > eh.
    > > > > >
    > > > > > Io leggo quello che mi
    > interessa
    > > > leggere.
    > > > >
    > > > > Come sempre zuccone (perché non
    > leggi
    > > tutto)
    > > > e
    > > > > analfabeta (perché non capisci
    > nemmeno
    > > quel
    > > > poco
    > > > > che
    > > > > leggi).
    > > >
    > > > Non sono io quello col complesso di
    > > inferiorita',
    > > > di persecuzione, e con la fobia di
    > avercelo
    > > > piccolo.
    > >
    > > Ah no? Spetta
    > > Inferiorità di panda rossa = gli script
    > promessi
    > > mai
    > > visti
    > >
    > > Persecuzione di panda rossa = che un genius
    > Apple
    > > gli tiri i piedi di
    > > notte
    > >
    > > Fobia di panda rossa = che linux si riveli al
    > > mondo per quello che è, un cesso di kernel
    > > attorniato da incapaci che ci lavorano
    > > sopra
    > >
    > > Avercelo piccolo di panda rossa = get the
    > fact
    > > 'cause you are talking
    > > about.
    > >
    > > Sei una macchietta.
    >
    > [img]
    > http://cdn-img-h.facciabuco.com/137/llewmqjm86-son

    Ecco, potresti proprio.
    Chissà che ti eviti la tua figura di merda quotidiana [tm.]

    Sarebbe da provare, prego.
    maxsix
    10669
  • - Scritto da: panda rossa
    > avercelo piccolo.
    L'accettazione del proprio stato fisico è il primo passo per guarire.
    L'aver riconosciuto e accettato la tua fobia è un bene
    non+autenticato
  • - Scritto da: maxsix
    > https://it.businessinsider.com/il-gestore-da-17-mi
    >
    > Boh, qui non si sa a cosa pensare...

    io penso che:
    uno: la tecnologia guida, gli investitori se sono furbi seguiranno. Non che abbiano mai brillato per lungimiranza, comunque.

    due: Quando c'è una rivoluzione, di cento aziende che sorgono ne resteranno novanta dopo qualche decennio. Vedi l'industria automobilistica, dopo più di un secolo non mi sembra sia morta nonostante un'infinità di marchi siano scomparsi o siano finiti inglobati da altri gruppi.
    Della attuale rivoluzione elettrica, non è detto che Tesla sopravviverà, intanto sta tracciando la strada per tutti gli altri.

    tre: il lusso e l'esibizione di status symbol sono parte integrante del sistema economico attuale, vedi Apple, e non vedo come quelli di businessinsider possano essere contrari.

    quattro: finora Tesla ha mantenuto le promesse, magari con uno o due anni di ritardo, e non credo che il mezzo milione di veicoli all'anno sia irraggiungibile nè una sparata pubblicitaria. Tanto più che stanno organizzando la supply chain con quell'obiettivo.

    cinque: i finanziùri hanno solo paura che la bolla scoppi, e magari ci perderanno davvero i soldini (anzi quasi ci spero!), ma la tecnologia va avanti comunque.
    Funz
    13032
  • L'automobilismo elettrico è una gran fregatura perché sposta l'inquinamento dal motore dell'auto alle centrali subito fuori città...

    La soluzione è una cosa che non conviene al mercatismo, ossia non favorire l'automobilismo di massa, come la Corea del Nord, che ha reti capillari di tram e metropolitane, e trasporti pubblici e non ha mai favorito l'automobilismo di massa. Che non serve all'80% della gente.
    iRoby
    9664
  • - Scritto da: iRoby
    > L'automobilismo elettrico è una gran fregatura
    > perché sposta l'inquinamento dal motore dell'auto
    > alle centrali subito fuori
    > città...
    >
    > La soluzione è una cosa che non conviene al
    > mercatismo, ossia non favorire l'automobilismo di
    > massa, come la Corea del Nord, che ha reti
    > capillari di tram e metropolitane, e trasporti
    > pubblici e non ha mai favorito l'automobilismo di
    > massa. Che non serve all'80% della
    > gente.

    Intanto però:

    1) la maggior parte della gente vive in citta.... sposteresti quindi l'inquinamento LONTANO dai tuoi polmoni (o da quelli dei tuoi figli, se ne hai), e non è poco

    2) milioni di motori poco efficienti e presumibilmente vecchi o con scarsa manutenzione inquinano sicuramente di più delle centrali di cui parli

    3) sei libero di fornire energia con mezzi alternativi rispetto al bruciare gasolio o benzina, partendo da eolico / solare / altra energia pulita, passando per altre forme di combustibili più efficienti e pulite rispetto al gasolio

    I mezzi pubblici ben vengano, ma non sono la soluzione e non vanno bene per tutti. E' impossibile creare una rete capillare tanto da soddisfare l'80% delle persone in Italia che è fatta di tanti piccoli paesi, e pochissime grandi città.


    Se il tuo modello è la Corea del Nord, beh allora ciao.
    non+autenticato
  • Bravissimo. Tra l'altro producono anche meno polveri sottili, visto che usano meno i dischi dei freni, usando la frenata rigenerativa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > - Scritto da: iRoby
    > > L'automobilismo elettrico è una gran fregatura
    > > perché sposta l'inquinamento dal motore
    > dell'auto
    > > alle centrali subito fuori
    > > città...
    > >
    > > La soluzione è una cosa che non conviene al
    > > mercatismo, ossia non favorire l'automobilismo
    > di
    > > massa, come la Corea del Nord, che ha reti
    > > capillari di tram e metropolitane, e trasporti
    > > pubblici e non ha mai favorito l'automobilismo
    > di
    > > massa. Che non serve all'80% della
    > > gente.
    >
    > Intanto però:
    >
    > 1) la maggior parte della gente vive in citta....
    > sposteresti quindi l'inquinamento LONTANO dai
    > tuoi polmoni (o da quelli dei tuoi figli, se ne
    > hai), e non è
    > poco
    >
    > 2) milioni di motori poco efficienti e
    > presumibilmente vecchi o con scarsa manutenzione
    > inquinano sicuramente di più delle centrali di
    > cui
    > parli
    >
    > 3) sei libero di fornire energia con mezzi
    > alternativi rispetto al bruciare gasolio o
    > benzina, partendo da eolico / solare / altra
    > energia pulita, passando per altre forme di
    > combustibili più efficienti e pulite rispetto al
    > gasolio
    >
    >
    > I mezzi pubblici ben vengano, ma non sono la
    > soluzione e non vanno bene per tutti. E'
    > impossibile creare una rete capillare tanto da
    > soddisfare l'80% delle persone in Italia che è
    > fatta di tanti piccoli paesi, e pochissime grandi
    > città.
    >
    >
    > Se il tuo modello è la Corea del Nord, beh allora
    > ciao.



    Tutta questa spatafiatta per dirmi che io che abito fuori citta' mi devo beccare la tua puzza e morire di cancro al tuo posto?

    Volete la citta'? vi beccate la vostra puzza, non vuoi la puzza ha ragione iroby mezzi pubblici,bicicletta, organizzare al meglio gli orari, ecc ecc ma non venire a rompere le scatole a me che vivo fuori


    il tuo futuro lo vedi cosi'? in coda a far file?

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • > Tutta questa spatafiatta per dirmi che io che
    > abito fuori citta' mi devo beccare la tua puzza e
    > morire di cancro al tuo
    > posto?
    >
    > Volete la citta'? vi beccate la vostra puzza, non
    > vuoi la puzza ha ragione iroby mezzi
    > pubblici,bicicletta, organizzare al meglio gli
    > orari, ecc ecc ma non venire a rompere le
    > scatole a me che vivo
    > fuori
    >
    >
    > il tuo futuro lo vedi cosi'? in coda a far file?
    >
    > [img]http://reckontalk-6814.kxcdn.com/wp-content/u

    Ufff... sempre le solite cose.

    A parte che anche io non abito in città, ma in un paese, in ogni caso preferirei non respirare nemmeno i veleni della mia auto o di quella dei miei vicini.

    Le centrali inquinano molto ma molto meno rispetto ai motori che bruciano benzina e gasolio.

    Che orari ti vuoi organizzare al giorno d'oggi? Porta i bimbi a scuola/asilo vai a lavoro fuori provincia (80km) vai a fare la spesa, vai qui va dilà se vuoi farlo in bici o coi mezzi pubblici (per quanto sia possibile potenziarli) provaci.

    Ci sarebbero molti altri motivi, ma non ne leggo nessuno di quelli che sostengono "la puzza".


    Nel mio futuro immagino di partire la mattina col pieno. Punto. Non ho bisogno di rifornirmi se non faccio viaggi lunghi (+ di 300km) che a me personalmente accade 2 o 3 volte l'anno. In quei casi ci sono i supercharger (per Tesla) che ti permettono di fare il quasi pieno in 30 minuti. Per tutti c'è una estesa rete di caricatori in espansione (anche veloci).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > > Tutta questa spatafiatta per dirmi che io che
    > > abito fuori citta' mi devo beccare la tua puzza
    > e
    > > morire di cancro al tuo
    > > posto?
    > >
    > > Volete la citta'? vi beccate la vostra puzza,
    > non
    > > vuoi la puzza ha ragione iroby mezzi
    > > pubblici,bicicletta, organizzare al meglio gli
    > > orari, ecc ecc ma non venire a rompere le
    > > scatole a me che vivo
    > > fuori
    > >
    > >
    > > il tuo futuro lo vedi cosi'? in coda a far file?
    > >
    > >
    > [img]http://reckontalk-6814.kxcdn.com/wp-content/u
    >
    > Ufff... sempre le solite cose.
    >
    > A parte che anche io non abito in città, ma in un
    > paese, in ogni caso preferirei non respirare
    > nemmeno i veleni della mia auto o di quella dei
    > miei
    > vicini.
    >
    > Le centrali inquinano molto ma molto meno
    > rispetto ai motori che bruciano benzina e
    > gasolio.
    >
    > Che orari ti vuoi organizzare al giorno d'oggi?
    > Porta i bimbi a scuola/asilo vai a lavoro fuori
    > provincia (80km) vai a fare la spesa, vai qui va
    > dilà se vuoi farlo in bici o coi mezzi pubblici
    > (per quanto sia possibile potenziarli)
    > provaci.
    >
    > Ci sarebbero molti altri motivi, ma non ne leggo
    > nessuno di quelli che sostengono "la
    > puzza".
    >
    >
    > Nel mio futuro immagino di partire la mattina col
    > pieno. Punto. Non ho bisogno di rifornirmi se non
    > faccio viaggi lunghi (+ di 300km) che a me
    > personalmente accade 2 o 3 volte l'anno. In quei
    > casi ci sono i supercharger (per Tesla) che ti
    > permettono di fare il quasi pieno in 30 minuti.
    > Per tutti c'è una estesa rete di caricatori in
    > espansione (anche
    > veloci).

    un'altra spatafiatta per dirmi che organizzare gli orari e' impossibile?

    Volere e' potere in molte citta' e' stato fatto

    Siamo sicuri che un'auto elettrica inquina di meno?

    http://www.automoto.it/news/singapore-contro-tesla...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mago
    > - Scritto da: Francesco
    > > > Tutta questa spatafiatta per dirmi che io che
    > > > abito fuori citta' mi devo beccare la tua
    > puzza
    > > e
    > > > morire di cancro al tuo
    > > > posto?
    > > >
    > > > Volete la citta'? vi beccate la vostra puzza,
    > > non
    > > > vuoi la puzza ha ragione iroby mezzi
    > > > pubblici,bicicletta, organizzare al meglio gli
    > > > orari, ecc ecc ma non venire a rompere le
    > > > scatole a me che vivo
    > > > fuori
    > > >
    > > >
    > > > il tuo futuro lo vedi cosi'? in coda a far
    > file?
    > > >
    > > >
    > >
    > [img]http://reckontalk-6814.kxcdn.com/wp-content/u
    > >
    > > Ufff... sempre le solite cose.
    > >
    > > A parte che anche io non abito in città, ma in
    > un
    > > paese, in ogni caso preferirei non respirare
    > > nemmeno i veleni della mia auto o di quella dei
    > > miei
    > > vicini.
    > >
    > > Le centrali inquinano molto ma molto meno
    > > rispetto ai motori che bruciano benzina e
    > > gasolio.
    > >
    > > Che orari ti vuoi organizzare al giorno d'oggi?
    > > Porta i bimbi a scuola/asilo vai a lavoro fuori
    > > provincia (80km) vai a fare la spesa, vai qui va
    > > dilà se vuoi farlo in bici o coi mezzi pubblici
    > > (per quanto sia possibile potenziarli)
    > > provaci.
    > >
    > > Ci sarebbero molti altri motivi, ma non ne leggo
    > > nessuno di quelli che sostengono "la
    > > puzza".
    > >
    > >
    > > Nel mio futuro immagino di partire la mattina
    > col
    > > pieno. Punto. Non ho bisogno di rifornirmi se
    > non
    > > faccio viaggi lunghi (+ di 300km) che a me
    > > personalmente accade 2 o 3 volte l'anno. In quei
    > > casi ci sono i supercharger (per Tesla) che ti
    > > permettono di fare il quasi pieno in 30 minuti.
    > > Per tutti c'è una estesa rete di caricatori in
    > > espansione (anche
    > > veloci).
    >
    > un'altra spatafiatta per dirmi che organizzare
    > gli orari e' impossibile?
    >

    Si.

    >
    > Volere e' potere in molte citta' e' stato fatto
    >
    > Siamo sicuri che un'auto elettrica inquina di
    > meno?
    >
    >


    Si.
    non+autenticato
  • > >
    > > un'altra spatafiatta per dirmi che organizzare
    > > gli orari e' impossibile?
    > >
    >
    > Si.
    >

    A Milano e in altre citta hanno iniziato a farlo gia' da qualche anno, non esiste solo il pandemonio di Roma, dove i servizi pubblici funzionano le persone abbandonano naturalmente il mezzo privato per utilizzare quello pubblico


    > > Siamo sicuri che un'auto elettrica inquina di
    > > meno?
    > >
    > >
    >
    >
    > Si.

    Potrei chiamarle auto a carbonella visto che il 13% della corrente in Italia e' prodotta cosi'
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Le centrali inquinano molto ma molto meno
    > rispetto ai motori che bruciano benzina e
    > gasolio.

    Te lo do' per vero. Però i motori a benzina e gasolio si muovono insieme ai veicoli, dunque l'inquinamento è distribuito, mentre la centrale elettrica sotto casa tua produce l'energia per una massa di veicoli superiore ai tuoi ed a quelli dei tuoi vicini, ed inquina sempre e comunque, A CASA TUA.

    Pare il discorso che è stato passivamente accettato quando hanno voluto bloccare a tutti i costi i motorini in alcune città.
    Dice: "i motorini inquinano il doppio degli autoveicoli, vanno fermati!"
    Peccato che possono anche inquinare il doppio, ma se lo stesso tragitto lo fai in un quarto del tempo impiegato in macchina, la quantità di inquinanti rilasciata da ciascun motorino resta comunque la metà di quella rilasciata dalla vettura che ti hanno costretto ad usare.
  • Io aggiungerei

    Le centrali termiche non si accendono e spengono come le lampadine, hanno bisogno di almeno mezza giornata solo per avviarsi, traducendo il tutto significa che vengono solo spente per manutenzione programmate, mentre le auto una volte spente non inquinano piu'.
    E' vero che le centrali termiche hanno un rendimento maggiore ma e' anche vero che non tutte le auto vengono caricate nello stesso momento, e' sempre la rete elettrica che si deve adattare alle varie utenze, non sono le auto ad adattarsi per avvicinarsi al rendimento massimo della centrale.

    Serve almeno triplicare il numero delle attuali centrali elettriche per un uso di massa dell'auto elettrica in Italia e quale energia utilizzare non e' ancora chiaro, in Italia il 50% delle rinnovabili dipendono dalle dighe alpine, parlarne senza tenerne conto e' follia vista la crisi estiva, quest'anno non c'e' neanche l'acqua per spararla sulle piste da sci, dove costruirle e' ovvio richiede un capitolo a se, nessuno le vuole, come nessuno vuole un cancro.
    Devi triplicare/rinforzare gli elettrodi, portare la 380V in ogni edificio/box per abbassare i costi del rame, chi parcheggia in strada e non dispone di box si deve arrangiare.
    Di fatto significa rifare da zero "l'impianto elettrico" dell'Italia dalla centrale fino a casa, il tutto richiede investimenti enormi e tasse aggiuntive per almeno i prossimi 50 anni.

    Il litio per costruire le batterie non e' un minerale raro ma per un uso massivo non puo' durare piu' di trenta anni, quando inizia a scarseggiare e il prezzo sale cosa si fa? Sono care gia' adesso le batterie e piu' di qualche anno non durano e vanno sostituite, si va avanti nella speranza di inventarne un altro tipo? ritorniamo alla benzina mandando a ramengo tutti gli investimenti fatti sulla rete elettrica?

    Come mai visto che le macchine elettriche che esistono da 100 anni, solo adesso se ne parla?
    Crisi economica e le fabbriche che si sono spostate dove la mano d'opera costa meno hanno fatto calare la domanda di energia a tal punto che per la prima volta nella storia nei paesi occidentali il consumo di energia elettrica e' diminuito e non e' aumentato.
    Ragionando nel lungo periodo il prezzo della corrente diminuira' ? Chiuderanno centrali? Tutti gli ammortamenti per gli investimenti gia' fatti li paghera' qualcuno? Sevono anni per costruirle e decenni per ammortizzarle
    Quanti fallimenti rimarranno sul groppone alle banche o agli stati?

    Oggi si parla di auto elettrica come al bar si parla del Corona e della Belen, non e' un male parlarne anzi e propio positiva, l'errore e' di paritire per partito preso, lasciarsi influenzare e prendere posizione anche quando si e' mal informati.

    Fino a che rimangono una piccola nicchia va bene non spostano gli equilibri, l'investimento lo fa l'automobilista, se dopo 7 anni si trovera' a spendere 7/8000 euro per cambiare batteria affari suoi, con quella cifra spese in benzina si fanno 85000 KM, un uso massivo invece cambia tutto e comporta scelte importanti che coinvolgono tutti e devono decidere tutti, lasciare scegliere il mercato significa solo mettersi nelle mani di speculatori.
    Dal mio punto di vista manca ancora la tecnologia, l'anello debole per il mezzo e' la batteria, per la rete lo stoccaggio di energia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Francesco
    > Ufff... sempre le solite cose.
    Ma sono la relatà e non fantasie come le tue
    > A parte che anche io non abito in città, ma in un
    > paese, in ogni caso preferirei non respirare
    > nemmeno i veleni della mia auto o di quella dei
    > miei vicini.
    Bene, elimina il mezzo e chiedi ai tuoi vicini di fare altrettanto o elimina il disturbo; tu
    > Le centrali inquinano molto ma molto meno
    > rispetto ai motori che bruciano benzina e
    > gasolio.
    Dati? Ovviamente solo opinioni, perché tu parli di centrali non inquinanti, ma in Italia abbiamo un bel po' di centrali a carbone che inquinano (gas e scori)
    > Che orari ti vuoi organizzare al giorno d'oggi?
    > Porta i bimbi a scuola/asilo vai a lavoro fuori
    > provincia (80km) vai a fare la spesa, vai qui va
    > dilà se vuoi farlo in bici o coi mezzi pubblici
    > (per quanto sia possibile potenziarli)
    > provaci.
    Neanche con una macchina eletrica faresti gran che visto che la percorrenza disponibile non sarebbe sufficiente

    > Nel mio futuro immagino di partire la mattina col
    > pieno. Punto.
    Immagina pure, ma poi dovresti fare i conti con la realtà
    > Non ho bisogno di rifornirmi se non
    > faccio viaggi lunghi (+ di 300km) che a me
    > personalmente accade 2 o 3 volte l'anno.
    1) tu non fai viaggi lunghi, ma hai detto 160 Km per andare e ritornare dal lavoro, poi i figli, poi la spesa ecc. quandi come faresti a farli?
    > casi ci sono i supercharger (per Tesla) che ti
    > permettono di fare il quasi pieno in 30 minuti.
    No, non ci sono e poi cmq li useresti solo tu o ne hanno diritto tutti gli utenti? In 24 ore fai la carica a 48 macchine per punto di ricarica tutti gli altri: beh cah vadano a piedi, basta che abbio IO il pieno
    > Per tutti c'è una estesa rete di caricatori in
    > espansione (anche veloci).
    Ma dive? Non spariamo cazzate per cortesia.
    non+autenticato
  • In cina non c'è rischio di abbagliamento, il sole è già filtrato dalle polveri sottili
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)