Pierluigi Sandonnini

Bitcoin, ora si punta a 7000 dollari di quotazione

La criptovaluta ha raggiunto domenica scorsa il valore di 6.306 dollari; da inizio anno ha guadagnato il 500 per cento. E il prezzo è probabilmente destinato a salire ancora con la nascita di Bitcoin Gold

Roma - Bitcoin continua la sua irresistibile ascesa. Domenica scorsa il valore della "criptomoneta" ha fatto segnare un nuovo record raggiungendo 6.306 dollari, e assestandosi poi attorno ai 6.100 dollari da lunedì 30 ottobre. Il precedente record era di 6.060 dollari. Un balzo del 17 per cento rispetto alla settimana scorsa, dovuto, secondo alcuni osservatori, agli eventi in Catalogna.

Il governo catalano, avrebbe infatti intenzione di emettere una propria moneta digitale. Illazioni, fantasie? Forse, visto che, con buona probabilità, uno stato indipendente della Catalogna non nascerà mai. Eppure ciò sarebbe bastato a stimolare le quotazioni del bitcoin. La nuova impennata porta a +500 per cento i guadagni da inizio anno.

Attualmente la capitalizzazione di bitcoin ha superato la soglia dei 100 miliardi di dollari, mentre quella complessiva di tutte le criptomonete disponibili sul mercato si avvicina ai 180 miliardi di dollari. A crescere non è soltanto il bitcoin, quindi. Il prezzo dell'ether, la moneta virtuale del network Ethereum, seconda criptovaluta per valore di mercato, ha avuto un rialzo, nell'ultima settimana, di oltre l'8 per cento, fino a toccare circa 310 dollari. Ethereum ha ora un mercato di 29,5 miliardi di dollari.
Bitcoin ha davanti a sé alcune settimane molto impegnative, poiché il fork di Bitcoin Segwit2x (BTC1) si verificherà intorno al 16 novembre e questo dovrebbe spingere all'insù i prezzi. "Questo sta accadendo già e sta portando il prezzo di bitcoin a picchi mai raggiunti", afferma Perry Woodin, CEO di Node40. Ai primi di novembre è previsto l'aggiornamento dei software che potrebbero portare a una nuova scissione nel mondo Bitcoin, con la nascita di bitcoin gold. Un elemento destinato a gonfiare ancora di più le quotazioni, perché i possessori di bitcoin classici si troveranno automaticamente in portafoglio un bitcoin gold.

La conferma dell'ascesa di bitcoin arriva anche da Google Trends, che ha fatto registrare un'impennata delle ricerche in Rete da tutto il mondo. Dal canto loro, gli analisti segnalano una resistenza attorno a 6.200 dollari che aprirebbe la strada a quota 7.000.

Bitcoin è una moneta elettronica creata nel 2009 da Satoshi Nakamoto, pseudonimo dietro il quale si nasconde il vero nome dell'inventore. Il termine Bitcoin con l'iniziale maiuscola si riferisce alla tecnologia e alla rete, mentre bitcoin con l'iniziale minuscola si riferisce alla valuta. Bitcoin non prevede un ente centrale di emissione o un istituto di credito, ma utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni e sfrutta la crittografia per gestire attività come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione della proprietà dei bitcoin (da qui il termine "criptovaluta").

Pierluigi Sandonnini
Notizie collegate
  • AttualitàBitcoin vs JP Morgan, tra flessioni e accuse di truffaMentre la Cina sta cercando di chiudere le sue frontiere alle criptovalute, Bitcoin si trova sotto attacco da parte delle banche d'affari e dei mercati. E nei suoi giorni più neri dell'anno
  • AttualitàBitcoin, la Russia dice noL'autorità monetaria di Mosca si prepara alla messa al bando totale di Bitcoin e delle altre criptomonete, considerate tecnologie che prestano il fianco all'abuso e all'infrazione della legge. E destinate al collasso secondo gli esperti
  • AttualitàBitcoin, divide et impera?Scontri tra i gestori del software portano alla creazione di una nuova criptomoneta, Bitcoin Cash (BCC), in contrapposizione al classico Bitcoin. Ha esordito alla grande e creato non pochi scompigli nel mercato delle criptovalute
9 Commenti alla Notizia Bitcoin, ora si punta a 7000 dollari di quotazione
Ordina