Alfonso Maruccia

NVIDIA, le nostre GeForce prima ai gamer

La corporation californiana invita alcuni rivenditori europei a dare priorità ai giocatori piuttosto che ai soggetti interessati al mining di criptomonete. Il focus di NVIDIA continua a essere videoludico

Roma - Le capacità di calcolo parallelo delle GPU moderne fanno particolarmente gola ai miner di criptomonete, ed è un interesse talmente forte da aver spinto NVIDIA a una vera e propria alzata di scudi commerciale: il mining "brucia" troppe schede discrete presenti sul mercato, mentre i rivenditori dovrebbero piuttosto dare priorità a chi una GPU la usa prima di tutto per giocare.

Secondo le indiscrezioni, NVIDIA avrebbe in particolare fatto pervenire le proprie "raccomandazioni" ai retailer europei, chiedendo in pratica di mettere dei paletti a chi acquista GPU GeForce in massa per impiegarle in un cluster per la generazione di Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum e altre monete virtuali basate su blockchain.

Anche se, a conti fatti, NVIDIA ci guadagna in ogni caso indipendentemente dalla tipologia di acquirente delle sue GPU, per la corporation statunitense "i giocatori vengono prima" dei miner. Lo stesso marchio GeForce, conferma la corporation, è indirizzato specificatamente agli appassionati di videogiochi su PC.
Il mercato videoludico a base di hardware x86 è in pieno boom da anni, e NVIDIA vorrebbe continuare a profittare della sua posizione privilegiata - con una quota di mercato molto superiore a quella della concorrente AMD - senza dover scendere a patti con un settore appunto così mutevole come quello dei miner.

Naturalmente NVIDIA si guarda bene dal voler interferire direttamente con le dinamiche del mercato libero, anche se non è certo la prima volta che interviene per rafforzare la natura ludica del marchio GeForce: qualche settimana fa la corporation ha deciso di proibire espressamente l'uso delle GPU per PC consumer in ambito server e data center.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàNVIDIA, futuro e passato da GPUIndiscrezioni anticipano quella che dovrebbe essere la prossima architettura di GPU annunciata da NVIDIA, mentre quelle presenti continuano a macinare numeri in quanto a popolarità (soprattutto in ambito HPC) e ricavi
  • AttualitàBitcoin e criptomonete sull'ottovolanteIl valore della moneta virtuale più famosa subisce oscillazioni inaspettate e l'intero mercato delle criptomonete ne risente. L'incertezza è tale che nemmeno i cyber-criminali possono più fare i loro prezzi in BTC
  • AttualitàNVIDIA gioca alla grande al CESLa casa delle GeForce presenta una novità allettante per gli appassionati di gaming sul grande, anzi grandissimo schermo, con una nuova linea di display capaci di offrire prestazioni da "scrivania" su form factor tipici di un televisore
14 Commenti alla Notizia NVIDIA, le nostre GeForce prima ai gamer
Ordina
  • Per chi è interessato a guadagnare bitcoin gratis consiglio l'utilizzo di questo sito:

    https://tinyurl.com/ottienibitcoinora

    Si può guadagnare fino a 0.02749128 BTC (200€!) ogni ora. Inoltre ai primi tre che si registrano con il link qui sopra manderò un bonus di 0.001 bitcoin. Il sito è molto affidabile, uno dei più famosi nel suo settore.

    Inoltre consiglio anche questo sito, simile al precedente ma con il quale è possibile ottenere dogecoins, una criptovaluta simile ai bitcoin che sta avendo molto successo:

    https://tinyurl.com/ottienidogecoinora

    Per entrambi i siti è sufficiente registrarsi e cliccare sul pulsante "ROLL!" ogni ora per ottenere i bitcoin!
    non+autenticato
  • - Scritto da: cantinaro
    > ...fuck you!

    Anche i cantinari quando si comprano il laptop spesso ci trovano sopra una nvidia.
    non+autenticato
  • Ma neanche per il ca**o.
    non+autenticato
  • Propaganda pura e semplice. La lentezza delle transazioni bitcoin è causata dal basso numero di hash generabili in poco tempo.
    Guardate com'era la situazione tre anni fa:
    https://www.quora.com/How-many-new-bitcoins-are-cr...

    Questo significa che il ritorno sul mining e l'incentivo a mettere su computers per il mining è molto meno di quanto vogliono farci credere i mezzi di comunicazione.
    Questa storia del mining che assorbe quantità enormi di risorse è una colossale fake news creata dai mezzi di comunicazione del sistema per preparare la strada alla prossima crisi pilotata.
    non+autenticato
  • super complotto!
    non+autenticato
  • - Scritto da: sutankamion
    > super complotto!

    Super complottaro!
    non+autenticato
  • troll dei complottari!
    non+autenticato
  • - Scritto da: 01f5f770e17

    > Questo significa che il ritorno sul mining e
    > l'incentivo a mettere su computers per il mining
    > è molto meno di quanto vogliono farci credere i
    > mezzi di comunicazione.

    Essì, perché quelli che c'hanno mining-farm son tutti stupidi che non sanno farsi 2 conti a fine mese per vedere se al netto dei costi elettrici c'hanno guadagnato o meno. Rotola dal ridere

    Capisco che hai perso il treno, però dai... se proprio vuoi ti posso svendere una 1080ti a 3 volte l'msrp. Fidati, è un affarone!
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: 01f5f770e17
    >
    > > Questo significa che il ritorno sul mining e
    > > l'incentivo a mettere su computers per il mining
    > > è molto meno di quanto vogliono farci credere i
    > > mezzi di comunicazione.
    >
    > Essì, perché quelli che c'hanno mining-farm son
    > tutti stupidi che non sanno farsi 2 conti a fine
    > mese per vedere se al netto dei costi elettrici
    > c'hanno guadagnato o meno.
    > Rotola dal ridere


    Sei mesi fa quando tutte le notizie sul numero di miners circolavano da qualche tempo il prezzo dei bitcoing era sotto i 3000 dollari americani. Ipotizziamo per eccesso un prezzo medio di 3000 dollari l'anno e 2000 bitcoins minate. Abbiamo 6 milioni di dollari di budget annuale per comprare le schede montare e fare manutenzione ai computer e pagare l'energia, sono abbastanza per sostenere solo poche migliaia di miners, non si giustificano le cifre che parlano di megawatts o gigawatts di energia consumata. Anche se ci metti dentro le altre criptovalute il risultato non cambia molto, il fatturato delle altre criptovalute è molto più basso e oltretutto le cifre colossali di cui parla la stampa sono solo fatti recenti.

    Quindi i conti sui miners sono tutti sbagliati, ma tutti i mezzi di comunicazione ripetono la stessa storia. Puzza troppo di fake news ben coordinate.
    non+autenticato
  • Mi correggo, volevo scrivere budget giornaliero. Può sembrare tanto quando moltiplichi quei soldi per 365, ma non quando conti i costi del tempo per preparare il software.
    non+autenticato
  • TUTTE PALLE ⚽ ⚾ 🏐

    - Scritto da: f865b18de70
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: 01f5f770e17
    > >
    > > > Questo significa che il ritorno sul
    > mining
    > e
    > > > l'incentivo a mettere su computers per
    > il
    > mining
    > > > è molto meno di quanto vogliono farci
    > credere
    > i
    > > > mezzi di comunicazione.
    > >
    > > Essì, perché quelli che c'hanno mining-farm
    > son
    > > tutti stupidi che non sanno farsi 2 conti a
    > fine
    > > mese per vedere se al netto dei costi
    > elettrici
    > > c'hanno guadagnato o meno.
    > > Rotola dal ridere
    >
    >
    > Sei mesi fa quando tutte le notizie sul numero di
    > miners circolavano da qualche tempo il prezzo dei
    > bitcoing era sotto i 3000 dollari americani.
    > Ipotizziamo per eccesso un prezzo medio di 3000
    > dollari l'anno e 2000 bitcoins minate. Abbiamo 6
    > milioni di dollari di budget annuale per comprare
    > le schede montare e fare manutenzione ai computer
    > e pagare l'energia, sono abbastanza per sostenere
    > solo poche migliaia di miners, non si
    > giustificano le cifre che parlano di megawatts o
    > gigawatts di energia consumata. Anche se ci metti
    > dentro le altre criptovalute il risultato non
    > cambia molto, il fatturato delle altre
    > criptovalute è molto più basso e oltretutto le
    > cifre colossali di cui parla la stampa sono solo
    > fatti
    > recenti.
    >
    > Quindi i conti sui miners sono tutti sbagliati,
    > ma tutti i mezzi di comunicazione ripetono la
    > stessa storia. Puzza troppo di fake news ben
    > coordinate.
    non+autenticato
  • forse invece che questa storia, molto discutibile e anche poco chiara, quasi truffaldina, delle transazioni che richiedono il mining (cioe' lavoro inutile e anche nocivo) sta mostrando la corda?
    non+autenticato
  • Il mining (aka POW) è ancora sostanzialmente l'unico sistema democratico e anonimo che permette, a chiunque disponga dell'hardware, di acquisire crypto senza passare dagli exchange.

    L'alternativa c'è già da tempo, ed è lo staking (aka POS). Che però ti costringe a passare dagli exchange per il cambio. E visto quello che è successo in passato a MtGox e adesso a CoinCheck, non è mai una buona idea bazzicare troppo a lungo sugli exchange.
    non+autenticato