!Errore in fase di invio email.Ci scusiamo per il disagio.
SmtpException ServiceNotAvailable - Servizio non disponibile. Chiusura del canale di trasmissione in corso... Risposta del server: 4.0.0 Intrusion prevention active for [95.110.149.199]
!
!Errore in fase di invio email.Ci scusiamo per il disagio.
SmtpException ServiceNotAvailable - Servizio non disponibile. Chiusura del canale di trasmissione in corso... Risposta del server: 4.0.0 Intrusion prevention active for [95.110.149.199]
!
PI: Microsoft e l'identità protetta con il blockchain
Mirko Zago

Microsoft e l'identità protetta con il blockchain

La tecnologia su cui si basano le criptomonete ben si presta ad essere impiegata in altri frangenti. Tra questi la gestione della identità digitale. Ed oggi anche Microsoft coglie la sfida

Roma - Microsoft ha annunciato di voler abbracciare la tecnologia blockchain da impiegare in sistemi di identità decentralizzata. Il gigante di Redmond sfrutterà la tecnologia, almeno inizialmente, attraverso l'app Microsoft Authenticator che farà da gestore d'identità. Una gestione decentralizzata dovrebbe permettere di evitare casi di censura e offrire pieno controllo sulla propria identità e reputazione, allontanando il rischio che qualcuno (comprese istituzioni e governi) possano intromettersi. Il DID (Decentralized IDs) segue uno specifico standard delineato da un gruppo di lavoro del W3C.

Identity

"Dopo aver esaminato i sistemi di archiviazione decentralizzati, i protocolli di consenso, le blockchain e una varietà di standard emergenti riteniamo che la tecnologia e i protocolli blockchain siano adatti per abilitare gli ID decentralizzati" - si legge nell'articolo sul blog di Microsoft. Seppur la tecnologia blockchain sia alla base delle cripto monete Bitcoin, Ethereum, e Litecoin, l'azienda in questo caso non è interessata al mondo delle valute. Il suo interessamento guarda esclusivamente la gestione dell'identità (e in passato con interessanti implementazioni sul fronte cloud).

Alex Simons, della Microsoft Identity Division chiarisce l'aspirazione di Microsoft: "I sistemi di identità cloud di Microsoft consentono già a migliaia di sviluppatori, organizzazioni e miliardi di persone di lavorare, giocare e ottenere di più. Eppure c'è ancora molto che possiamo fare per dare potere a tutti. Aspiriamo a un mondo in cui miliardi di persone che vivono oggi senza ID affidabili possano finalmente realizzare i sogni condivisi come educare i nostri figli, migliorare la qualità della vita o avviare un'impresa". Simons ha anche ben chiaro come dovrà essere la nuova identità digitale: "Ognuno di noi ha bisogno di un'identità digitale che possediamo, una che custodisca in modo sicuro e riservato tutti gli elementi della nostra identità digitale. Questa identità personale deve essere facile da usare e ci consente di avere un controllo completo su come i nostri dati di identità sono accessibili e utilizzati".
Microsoft non è la prima ad abbracciare questa tecnologia per la finalità indicata. Prima di lei Blockstack ID e uPort per citare le principali, anche se effettivamente Redmond partecipa ormai da diversi anni con la Decentralized Identity Foundation (DIF)impegnata nello sviluppo di componenti chiave dell'identità digitale come Decentralized Identifiers, Identity Hubs, Universal DID Resolver e Verifiable Credentials. Ognuna di queste voci ha un ruolo fondamentale nella soluzione su cui Microsoft sta lavorando condividendo parte dei successi con l'alleanza ID2020 di cui fa parte.

I prossimi passi? Permettere alle app e servizi con cui l'utente interagisce di utilizzare i dati della persona usando un messaggio univoco inviato contemplando una utile granularità dell'informazione. Le implementazioni della tecnologia blockchain avverranno passo per passo, in un processo che comunque dovrebbe non incontrare ostacoli insormontabili.

Mirko Zago
fonte immagine

Notizie collegate
41 Commenti alla Notizia Microsoft e l'identità protetta con il blockchain
Ordina
  • Quando la "tecnologia" (tecnologia?!) del blockchain sarà usata dalle banche e poi dagli stati, avremo il totalitarismo... totale.
    non+autenticato
  • Per chi è interessato a guadagnare bitcoin gratis consiglio l'utilizzo di questo sito:

    https://tinyurl.com/ottienibitcoinora

    Si può guadagnare fino a 0.02749128 BTC (200€!) ogni ora. Inoltre ai primi tre che si registrano con il link qui sopra manderò un bonus di 0.001 bitcoin. Il sito è molto affidabile, uno dei più famosi nel suo settore.

    Inoltre consiglio anche questo sito, simile al precedente ma con il quale è possibile ottenere dogecoins, una criptovaluta simile ai bitcoin che sta avendo molto successo:

    https://tinyurl.com/ottienidogecoinora

    Per entrambi i siti è sufficiente registrarsi e cliccare sul pulsante "ROLL!" ogni ora per ottenere i bitcoin!
    non+autenticato
  • Grazie!
    non+autenticato
  • Anche a me funziona ma il deposit serve a qualcosa?
    non+autenticato
  • Ottimo!
    non+autenticato
  • Hai linkato solo due siti.....
    Ecco una lista veramente completa di siti per guadagnare bitcoin:
    https://tinyurl.com/TheCryptocurrencyList1
    non+autenticato
  • Il deposit serve se lo vuoi usare come wallet, non l'ho mai provato però
    non+autenticato
  • okkkkkkkk
    non+autenticato
  • Perfetto ! Perfetto ! Sono ricco ! Sono ricccoooooooo !!!!

    ... ma vaff4cu1Ø va ... !
  • gu4rd4+3 scr1v0 c0m3 un h4ck3r s0n0 sup3r f1g00
    non+autenticato
  • Non so ma ai miei tempi una blockhain (strabiliante e nuovissima .... si fa per dire......) si sarebbe chiamata "lista linkata di puntatori crittografata".
    Il fatto che qualcuno abbia applicato questo concetto alla idea di "registro di transazioni" non ne fa ne una tecnologia nuova ne tantomeno una tecnologia limitata alle cosiddette "criptovalute" che detto tra noi sono tutto tranne che "valute".
    non+autenticato
  • - Scritto da: Un pochino scocciato
    > Non so ma ai miei tempi una blockhain
    > (strabiliante e nuovissima .... si fa per
    > dire......) si sarebbe chiamata "lista linkata di
    > puntatori
    > crittografata".
    > Il fatto che qualcuno abbia applicato questo
    > concetto alla idea di "registro di transazioni"
    > non ne fa ne una tecnologia nuova ne tantomeno
    > una tecnologia limitata alle cosiddette
    > "criptovalute" che detto tra noi sono tutto
    > tranne che
    > "valute".

    Qualche parolone dovevano metterlo in campo per far credere alla novità o far gridare al miracolo gli sprovveduti.

    Personalmente non capisco la necessità di impiegare una lista linkata di
    puntatori crittografata per archiviare pochi dati personali di utenza della clientela e fornorli poi agli enti interessati...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gattazzo69
    > - Scritto da: Un pochino scocciato
    > > Non so ma ai miei tempi una blockhain
    > > (strabiliante e nuovissima .... si fa per
    > > dire......) si sarebbe chiamata "lista linkata
    > di
    > > puntatori
    > > crittografata".
    > > Il fatto che qualcuno abbia applicato questo
    > > concetto alla idea di "registro di transazioni"
    > > non ne fa ne una tecnologia nuova ne tantomeno
    > > una tecnologia limitata alle cosiddette
    > > "criptovalute" che detto tra noi sono tutto
    > > tranne che
    > > "valute".
    >
    > Qualche parolone dovevano metterlo in campo per
    > far credere alla novità o far gridare al miracolo
    > gli
    > sprovveduti.
    >
    > Personalmente non capisco la necessità di
    > impiegare una lista linkata

    Neanche io capisco ma tant'è.
    non+autenticato
  • Un ID visibile a cani e porci che permetta a tutte le entita private e governative con sufficienti risorse di spiare ogni movimento online dei privati cittadini. Anche questa volta come con UEFI Microsoft si presta a fare il lavoro sporco per conto delle grandi multinazionali.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 7b9d0a432e6
    > Un ID visibile a cani e porci che permetta a
    > tutte le entita private e governative con
    > sufficienti risorse di spiare ogni movimento
    > online dei privati cittadini. Anche questa volta
    > come con UEFI Microsoft si presta a fare il
    > lavoro sporco per conto delle grandi
    > multinazionali.

    Perché movimento c'è.
    A qualcuno interessano i ratti fermi?
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • una miscela tra brave new world e 1984... bellissimo... ogni info digitale schedata e watermarkata con critto forte... per il ns bene.. e gestita amorevolmente dal Ministero Della Verita'M$
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > una miscela tra brave new world e 1984...
    > bellissimo... ogni info digitale schedata e
    > watermarkata con critto forte... per il ns bene..
    > e gestita amorevolmente dal Ministero Della
    > Verita'
    M$

    Ma soprattutto, da non trascurare per niente, il fatto che il nuovo sistema operativo winx, cosi' ben iperconnesso e ultradipendente dalla connettivita', verra' utilizzato per minare i blockchain altrui.

    L'ignaro utente mettera' a disposizione la propria cpu per l'elaborazione, la propria elettricita' e la propria banda, per M$.

    Mi chiedo se avra' almeno in cambio il cetriolo o se dovra' pagarsi pure quello (ovviamente il cetriolo sara' obbligatorio).
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: bubba
    > > una miscela tra brave new world e 1984...
    > > bellissimo... ogni info digitale schedata e
    > > watermarkata con critto forte... per il ns
    > bene..
    > > e gestita amorevolmente dal Ministero Della
    > > Verita'
    M$
    >
    > Ma soprattutto, da non trascurare per niente, il
    > fatto che il nuovo sistema operativo winx, cosi'
    > ben iperconnesso e ultradipendente dalla
    > connettivita', verra' utilizzato per minare i
    > blockchain
    > altrui.
    in questo caso i redmondcoin... cmq si.

    > L'ignaro utente mettera' a disposizione la
    > propria cpu per l'elaborazione, la propria
    > elettricita' e la propria banda, per
    > M$.
    >
    > Mi chiedo se avra' almeno in cambio il cetriolo o
    > se dovra' pagarsi pure quello (ovviamente il
    > cetriolo sara'
    > obbligatorio).
    no pagare no. E' un *servizio*. dopo ogni byte sara' taggato e quindi sparira'(?) il malware il phishing ecc. Ovviamente si perdera' anche il libero arbitrio e compagnia, ma che importa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa

    > Mi chiedo se avra' almeno in cambio il cetriolo o
    > se dovra' pagarsi pure quello (ovviamente il
    > cetriolo sara'
    > obbligatorio).
    Ho trovato un cetriolo molto buono nella cantina della volpe, gli hai lasciato un autografo interessante.
    non+autenticato
  • ho trovato un cetriolo molto buono di un elefante, gli hai lasciato un autografo interessante.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ho trovato un cetriolo molto buono di un
    > elefante, gli hai lasciato un autografo
    > interessante.
    sì, ho messo una X come autografo, in modo che il panda lo trovi presto.

    Non cambiare sempre nick, la volpe ti scova ugualmente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Panda Assassino
    > sono stupido

    Il panda è così <3
    non+autenticato