Alfonso Maruccia

Bitcoin, rimbalzo tra le polemiche

Il valore della criptomoneta torna a crescere, mentre i banchieri lanciano l'allarme sui rischi di questo genere di strumenti finanziari. Strumenti che basta evocare per far crescere le quotazioni in borsa...

Roma - Nel pieno rispetto della volatilità che è propria di tutte le criptomonete, in questi giorni Bitcoin ha sperimentato un rimbalzo nelle quotazioni di mercato dopo i pessimi risultati delle scorse settimane. Non che la cosa aiuti la reputazione di questo genere di tecnologia presso le autorità bancarie, beninteso, tutte più o meno d'accordo sul fatto che le monete virtuali siano inutili o peggio pericolose.

Dopo essere sceso al di sotto dei $7.000, il valore del BTC è in questi giorni risalito verso cifre a dir poco interessanti fino a superare ancora una volta gli $11.000. Bitcoin continua a esercitare una certa attrattiva sul business, con le quotazioni in borsa di Atari - una corporation che poco o nulla a che fare con lo storico marchio videoludico - che crescono di oltre il 50% dopo l'annuncio del lancio di una nuova criptomoneta chiamata Atari Token.

Sulla promessa di vincere 1 Bitcoin è stata persino creata un'avventura grafica per PC chiamata MonteCrypto, anche se gli sviluppatori promettono enigmi particolarmente difficili e una modalità multiplayer in grado sia di aiutare che di ostacolare i giocatori.

Le criptomonete hanno appeal sul business ma persino Vitalik Buterin, creatore di Ethereum, avverte sulla "iper-volatilità" della tecnologia e sul fatto che il valore di moneta virtuale può benissimo ridursi a zero nello spazio di un secondo. Parole d'altronde sottoscritte dai banchieri centrali europei, che con una sola voce hanno di recente squalificato Bitcoin e le altre criptomonete come pericolose, inutili o persino truffaldine.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
14 Commenti alla Notizia Bitcoin, rimbalzo tra le polemiche
Ordina
  • Per chi è interessato a guadagnare bitcoin gratis consiglio l'utilizzo di questo sito:

    https://tinyurl.com/ottienibitcoinora

    Si può guadagnare fino a 0.02747308 BTC (200€!) ogni ora. Inoltre ai primi tre che si registrano con il link qui sopra manderò un bonus di 0.001 bitcoin. Il sito è molto affidabile, uno dei più famosi nel suo settore.

    Inoltre consiglio anche questo sito, simile al precedente ma con il quale è possibile ottenere dogecoins, una criptovaluta simile ai bitcoin che sta avendo molto successo:

    https://tinyurl.com/ottienidogecoinora

    Per entrambi i siti è sufficiente registrarsi e cliccare sul pulsante "ROLL!" ogni ora per ottenere i bitcoin!
    non+autenticato
  • Io quello che non riesco a capire e' questa cosa dei banchieri che mettono becco.

    Avete mai visto voi un banchiere commentare il prezzo delle patate al mercato?

    Eppure e' la stessa cosa.
    Ci sono delle patate, qualcuno che le possiede le vuole vendere, qualcuno che non le possiede le vuole comprare.
    Il luogo preposto per questo scambio commerciale e' il mercato.
    Chi le vende fa un prezzo, in linea col prezzo medio della patata quel giorno, chi compra magari tratta un po', oppure si rivolge ad un'altra bancarella, oppure non compra patate quel giorno.

    Il banchiere che c'entra?

    Per i bitcoin e' la stessa cosa.
    Qualcuno ha bitcoin e li vuole vendere, qualcun altro non li ha e li vuole comprare.
    Chi li vende fa un prezzo, chi li compra se e' disposto a spendere quel prezzo li compra.
    Se non e' disposto, chi vende abbassera', oppure non vende.
  • vero: ma i banchieri vogliono che il banco su cui appoggi la tua rumenta per fare gli scambi sia SEMPRE il loro.

    - Scritto da: panda rossa
    > Io quello che non riesco a capire e' questa cosa
    > dei banchieri che mettono
    > becco.
    >
    > Avete mai visto voi un banchiere commentare il
    > prezzo delle patate al
    > mercato?
    >
    > Eppure e' la stessa cosa.
    > Ci sono delle patate, qualcuno che le possiede le
    > vuole vendere, qualcuno che non le possiede le
    > vuole
    > comprare.
    > Il luogo preposto per questo scambio commerciale
    > e' il
    > mercato.
    > Chi le vende fa un prezzo, in linea col prezzo
    > medio della patata quel giorno, chi compra magari
    > tratta un po', oppure si rivolge ad un'altra
    > bancarella, oppure non compra patate quel
    > giorno.
    >
    > Il banchiere che c'entra?
    >
    > Per i bitcoin e' la stessa cosa.
    > Qualcuno ha bitcoin e li vuole vendere, qualcun
    > altro non li ha e li vuole
    > comprare.
    > Chi li vende fa un prezzo, chi li compra se e'
    > disposto a spendere quel prezzo li
    > compra.
    > Se non e' disposto, chi vende abbassera', oppure
    > non
    > vende.
    non+autenticato
  • i banchieri sono pero esperti di speculazione e schemi ponzi.

    qualsiasi idea si abbia sulle monete "elettroniche", e' chiaro che sono in preda ad una speculazione forsennata (come peraltro ogni asset che lo consenta: opere d'arte, collezionismo, tecnofuffa, ecc).

    tra i dubbi e' se chi le ha messo su abbia creato apposta una struttura adatta alla speculazione, o sia solo ingenuo.. di qui il dubbio di truffa, anche nei nostri confronti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudi
    > i banchieri sono pero esperti di speculazione e
    > schemi
    > ponzi.
    >
    > qualsiasi idea si abbia sulle monete
    > "elettroniche", e' chiaro che sono in preda ad
    > una speculazione forsennata (come peraltro ogni
    > asset che lo consenta: opere d'arte,
    > collezionismo, tecnofuffa, ecc).
    >
    >
    > tra i dubbi e' se chi le ha messo su abbia creato
    > apposta una struttura adatta alla speculazione, o
    > sia solo ingenuo.. di qui il dubbio di truffa,
    > anche nei nostri
    > confronti.

    Nei nostri confronti?
    Quale medico ti ha prescritto di comprare bitcoin?
  • anche "nostro"
    1-perche' danneggia la reputazione dell'IT (non e' l'unico ovviamente)
    2-perche' la creazione di ricchezza senza lavoro danneggia chi lavora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rudi

    > 2-perche' la creazione di ricchezza senza lavoro
    > danneggia chi lavora.

    Il lavoro è svolto dalle macchine tramite proof-of-work per gli algoritmi di hashing. Con annessi consumi elettrici, che danno lavoro ai fornitori/operatori di settore. A cui si vanno ad aggiungere anche i consumi dettati dalla necessità di aggiornare l'hardware per star dietro agli aumenti di difficoltà che svalutano l'hashrate, dando così lavoro ai produttori/ingegneri elettronici.

    Quindi non c'è nessuna creazione di ricchezza dal nulla, il lavoro c'è eccome.
    non+autenticato
  • Dopo la truffa dei mutui subprime vari stati hanno iniziato a scrivere leggi che proibissero alle banche di vendere a clienti inesperti di finanza titoli il cui rischio e' difficile da valutare, le banche ora includono il profilo di rischio per legge. Le banche centrali devono controllare l'operato delle banche e quindi si tratta di informare il pubblico sugli investimenti rischiosi fanno il loro lavoro, non danno ordini a nessuno, fanno solo commenti.
    Io non mi lamneto se parlano di bitcoin, mi lamento quando tengono la bocca chiusa su altre truffe tipo la quotazione di Facebook.
    non+autenticato
  • quello che NON gli piace è che tutte le transazioni sono irrintracciabili. per noi comuni mortali che potenzialmente possiamo guadagnare qualche spicciolo poco conta.
    ma chi ci specula viaggia alla grande.... e le banche sono esperte in speculazione
  • ke bell comentto
    non+autenticato
  • Immaginiamo un cliente quadratico medio, quello che in banca ha un normale conto corrente, su cui poggia un bancomat e una carta di credito, che fa bonifici e riceve pagamenti, e non va mai in rosso.

    Immaginiamo che questo cliente abbia in tasca un portafoglio elettronico con le sue brave monete elettroniche, con cui ricevere ed effettuare pagamenti.

    Che ci farebbe più con una banca?

    Di contro, senza una consistente quantità di clienti che fondamentalmente ci tengono un conto corrente sempre in attivo, come camperebbe una banca?

    Temo che il punto sia questo, e che le banche stiano lottando contro le criptomonete per la loro stessa sopravvivenza.

    Tracciabilità e titolarità dei pagamenti sono cose che semmai interessano le forze dell'ordine, e che dipendono dalla specifica criptomoneta - posto comunque che non c'è nulla di così tracciabile come una transazione di questo tipo, per chi può accedere al "ledger".
  • - Scritto da: panda rossa
    > Io quello che non riesco a capire e' questa cosa
    > dei banchieri che mettono
    > becco.
    >
    > Avete mai visto voi un banchiere commentare il
    > prezzo delle patate al
    > mercato?
    >

    Si lo fanno, al di la che continui a pensare che il mercato sia un tuo pensiero sociocomunista, almeno stando ai tuoi commenti. Notiziona: il mercato e' altro.

    i banchieri scambiano i futures su molte commodity che vanno dal gas al mais, dall'oro alla soia. Comprano e vendono merci in borse specializzate come quella di chicago.
    inoltre i bancheri, da non confondere con l'impiegato allo sportello, analizzano il delta fra costi all'origine e il prezzo al cosumatore (essi' quello che secondo te non conoscono) per analizzare la sostenibilita' di prestiti che erogano a grandi realta' tipo wall mart.

    Poi che in italia si sia fondato le banche sui mutui con risultati devastanti e' altro.

    Ricapitolando: i banchieri ci mettono il becco sulle patate e anche sui bitcoin perche potrebbero portare a depressione, licenziamenti a catena e altro che non fa bene al business.
    non+autenticato