Pedoporno online, indagini e stanziamenti

Quindici indagati a Roma in una operazione condotta dai Carabinieri contro lo smercio di materiale illegale, diffuso anche via internet. E dalla UE arrivano nuovi fondi per un progettone anti-abuso per il web

Roma - Sono quindici le persone individuate e indagate a Roma che i Carabinieri del Reparto operativo della capitale ritengono coinvolte in un network di pedofili che utilizzava anche internet per scambiare materiale realizzato mediante abusi su minori.

Stando a quanto emerso finora relativamente all'operazione denominata Andromeda, i 15 hanno un'età compresa tra i 25 e i 60 anni, sono tutti residenti a Roma e sono indagati per detenzione di immagini illegali. In alcuni casi l'accusa è resa più pesante dal fatto che si ritiene che tale materiale sia stato diffuso attraverso internet. Nell'operazione sono stati posti sotto sequestro molti materiali, compresi circa 30 PC, 600 Cd-ROM e altri supporti informatici oltre ad un elevato numero di videocassette.

Proprio in queste ore la Commissione europea ha varato un programma quadriennale contro il fenomeno del pedoporno sulla rete, un programma che tra il 2005 e il 2008 sarà finanziato con 50 milioni di euro. I primi interventi compiuti tra il 2002 e il 2003 erano stati finanziati con 20 milioni di euro. Sono denari che serviranno anche a combattere lo spam.
I soldi serviranno ad istituire linee dirette che permettano agli utenti di segnalare con maggiore facilità eventuali contenuti illegali individuati online e agli operatori di smistare le segnalazioni alle autorità competenti. Inoltre verranno finanziati nuovi filtri tecnologici per rendere più agevole ai genitori dotare i computer domestici di una navigazione web e un uso dei software il più possibile protetto.

"I bambini - ha sottolineato il commissario alla Società dell'informazione Erkki Liikanen - devono poter liberamente usare internet, per parlare, imparare e giocare. Ma per farlo in tranquillità occorre proteggerli dal rischio di sfruttamento o abusi da parte di adulti".

Una parte dei finanziamenti serviranno anche ad informare i genitori e le scuole sugli strumenti e l'accortezza necessari nel gestire la presenza dei minori su internet.
TAG: italia
13 Commenti alla Notizia Pedoporno online, indagini e stanziamenti
Ordina
  • Cercassimo di stare con i nostri figli quando sono online?
    Non funzionerebbe un tantino meglio?
    non+autenticato
  • nè carino nè possibile
    invece di combattere il pedoporno online lo dovrebbero combattere alla radice ovvero dovrebbero fermare gli effettivi abusi sui bambini (in questo modo non ci sarebbero nemmeno vittime e diminuirebbe il materiale)
    sembra che interessi di + non avere il materiale sparso in giro che gli abusi sui minori.. come dire.. occhio non vede cuore non duole
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cercassimo di stare con i nostri figli
    > quando sono online?
    > Non funzionerebbe un tantino meglio?

    Perchè è più comodo parcheggiare i bambini davanti alla tivù e poi lamentarsi che Mazinga Zeta è troppo violento (scelta di termini accuratamente voluta per farti notare che la questione è parecchio datata).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Cercassimo di stare con i nostri figli
    > quando sono online?
    > Non funzionerebbe un tantino meglio?
    si ...e poi? magari vuoi educarli? farli leggere? evitare che si friggano il cervello colla TV? il solito comunista irresponsabile non pensi alcrollo dei consumi...i nostri figli devono diventare consumatori mica comunisti rompicoglioni
    non+autenticato
  • le università, lo sviluppo, la ricerca... no eh?!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > le università, lo sviluppo, la
    > ricerca... no eh?!
    Ma sai,tante volte uno sapesse troppo......Sorride
    non+autenticato
  • già:s
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > le università, lo sviluppo, la
    > ricerca... no eh?!

    Ho un'idea... diciamo a tutti che finanziando la ricerca scientifica si combattono gli abusi sui minori e il terrorismo (non è necessario spiegare come, o se proprio volete inventate un qualunque volo pindarico), così forse finalmente i soldi verranno utilizzati dove realmente servono...


  • - Scritto da: Anonimo
    > le università, lo sviluppo, la
    > ricerca... no eh?!

    No, non fa guadagnare le copertine dei giornali.

    Lo shuttle in orbita però sì.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > le università, lo sviluppo, la
    > ricerca... no eh?!

    giusta solo una, cioè finanziare lo sviluppo, che equivale a finanziare gli imprenditori: finanziare la ricerca "pubblica", in questo paese, porta soprattutto alla produzione di letteratura o brevetti inutili che hanno il solo scopo di autoreferenziare chi li produce ai fini della carriera....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > le università, lo sviluppo, la
    > ricerca... no eh?!


    Ma cosa c'entra l'università, la ricerca e lo sviluppo! Qui stiamo parlando di BAMBINI. Della loro protezione e sicurezza! E' inutile ficcare sta benedetta università dappertutto!

  • - Scritto da: Bombardiere
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > le università, lo sviluppo, la
    > > ricerca... no eh?!
    >
    >
    > Ma cosa c'entra l'università, la
    > ricerca e lo sviluppo! Qui stiamo parlando
    > di BAMBINI. Della loro protezione e
    > sicurezza! E' inutile ficcare sta benedetta
    > università dappertutto!
    Capire che i bambini non li tuteli militarizzando tutto
    ma con l'educazione e soprattutto evitando di mollarli davanti a un pc/tv/giornale no..comodo... parcheggiare i bimbi davanti a un PC e poi lamentarsi che finiscono sui siti porno...vengono contattati da criminali....eppure nessuno lascerebbe suo figlio in compagnia di un estraneo ma di tv e pc si...mah... se si capisse che e' possibile evitare certe cose
    non con censura e repressione ma con l'educazione faremmo un passo in avanti...anche contro la pedofilia famigliare che e' ben piu diffusa di quella su internet...
    ma dai..si comunque diamo la colpa a internette ai comunisti agli assistenti sociali ai giacobini ai trroristi.. e' piu comodo che capire i nostri errori...

  • - Scritto da: Sandino
    >
    > - Scritto da: Bombardiere
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > le università, lo sviluppo,
    > la
    > > > ricerca... no eh?!
    > >
    > >
    > > Ma cosa c'entra l'università, la
    > > ricerca e lo sviluppo! Qui stiamo
    > parlando
    > > di BAMBINI. Della loro protezione e
    > > sicurezza! E' inutile ficcare sta
    > benedetta
    > > università dappertutto!
    > Capire che i bambini non li tuteli
    > militarizzando tutto
    > ma con l'educazione e soprattutto evitando
    > di mollarli davanti a un pc/tv/giornale
    > no..comodo... parcheggiare i bimbi davanti a
    > un PC e poi lamentarsi che finiscono sui
    > siti porno...vengono contattati da
    > criminali....eppure nessuno lascerebbe suo
    > figlio in compagnia di un estraneo ma di tv
    > e pc si...mah... se si capisse che e'
    > possibile evitare certe cose
    > non con censura e repressione ma con
    > l'educazione faremmo un passo in
    > avanti...anche contro la pedofilia
    > famigliare che e' ben piu diffusa di quella
    > su internet...
    > ma dai..si comunque diamo la colpa a
    > internette ai comunisti agli assistenti
    > sociali ai giacobini ai trroristi.. e' piu
    > comodo che capire i nostri errori...

    CI TENGO A SOTTOLINEARE CHE NON SONO SPOSATO E NON HO NEMMENO FIGLI.

    RIPETO E RIBADISCO CHE FINANZIARE LE UNIVERSITA, ALMENO IN QUESTO CONTESTO NON CENTRA NULLA

    Personalmente, io non definirei il fatto che le persone lasciano i propri figli d'avanti alla televisione, o al pc un errore, ma una mancanza di informazione, molta strafottenza, la scarsa voglia e/o l'incapacità di occuparsi del proprio figlio, oltre una fuga dalle proprie RESPONSABILITA'. Cmq spero che in un prossimo futuro, che la gente capisca che il computer NON e' un compagno di giochi, ma come lo utilizzano loro, è un PASSATEMPO.

    In secondo luogo, la gente dovrebbe anche capire che un figlio è si avere una responsabilità, MA L'AMORE E L'AFFETTO CHE PUO DARTI, NON TE LO DARA' MAI NESSUN ALTRO NELLA VITA.