Quando l'e-book sposa l'e-paper

Sony rivela un lettore di e-book, il LIBRIé, che definisce il primo dispositivo consumer basato sulla tecnologia e-paper, la stessa che permette al display di questo e-book reader di vantare molte affinità con la carta

Tokyo (Giappone) - Il lettore di e-book LIBRIé viene definito dai suoi creatori il primo dispositivo consumer ad implementare uno schermo basato su di una tecnologia electronic paper, la stessa che in futuro promette l'avvento di display flessibili e arrotolabili.

Commercializzato da Sony, il LIBRIé utilizza un display da 6 pollici con risoluzione SVGA (800 x 600 pixel) sviluppato congiuntamente da Philips ed E Ink: questo schermo, monocromatico, può raggiungere una definizione e un livello di contrasto definiti "quasi identici a quelle di un foglio di carta stampata". Oltre a questo, i tre produttori hanno spiegato che, proprio come la pagina di un libro, il display può essere letto praticamente in qualsiasi condizione di luce e da ogni angolazione.

L'"'inchiostro elettronico" (e-ink) utilizzato da E Ink e Philips per il display dell'e-book reader di Sony è formato da milioni di minuscole sfere chiamate microcapsule. Ognuna di esse ha un involucro trasparente ed è riempita da un liquido blu e di microscopiche particelle di pigmento bianco caricate positivamente. Il movimento di queste particelle viene controllato attraverso due strati conduttivi (elettrodi), con l'elettrodo superiore trasparente.
Il LIBRIé di SonyLa tecnica si basa sul fatto che due cariche di segno opposto si attraggono, dunque basta far scorrere una carica negativa su uno dei due elettrodi per attirare le particelle cariche positivamente verso quello strato: quando queste ultime vengono attratte sullo strato superiore, la superficie del display si colora di bianco e, nel caso contrario, si depositano sul fondo sprofondando nell'inchiostro blu in cui sono immerse.

Ognuna di queste microcapsule rappresenta un pixel (bianco o blu) dell'immagine o del testo visualizzato sul display: ogni pixel può essere attivato o disattivato individualmente. A quanto pare il tempo di latenza è sufficientemente basso per permettere scritte scorrevoli o anche filmati.

Un display e-ink è costituito da due sottilissime pellicole di materiale plastico rivestite da uno strato di circuiti elettrici: questi ultimi costituiscono una trama di pixel che posso essere controllati da un driver video standard.

Il grande vantaggio dei display e-paper è che assorbono corrente solo quando cambia l'immagine a schermo: questo consente al LIBRIé di vantare un'autonomia di 10.000 pagine con quattro pile alcaline AAA.

Il lettore ha un peso di 190 grammi ed è spesso 13 mm. La sua memoria interna gli consente di archiviare fino a 125.000 pagine di testo.

Sony lancerà il LIBRIé ad aprile sul mercato giapponese ad un costo di 40.000 yen, qualcosa più di 300 euro.
TAG: hw
42 Commenti alla Notizia Quando l'e-book sposa l'e-paper
Ordina
  • Come al solito, di fronte, ad una novità si attacca subito. Probabilmente una volta disponibile i pareri si rovescieranno: i contrari ne saranno entusiasti, gli entusiasti lo odieranno.

    Purtroppo l'ombelico del mondo è il telefonino e tutto ciò che ne è al di fuori è penalizzato. Vorremmo tutti lo "strumento totale" che contenga tutte le funzioni e i servizi disponibili, è quello che si avvicina di più è proprio il cellulare. Se l'e-book venisse integrato i pareri cambierebbero. (Ovviamente vorrei anche un semplice e-reader per chi volesse solo questa funzione).

    Bisonerebbe stabilire uno standard minimo, ad esempio:

    -Possibilità di collegare l'e-reader al pc e scaricarne i nostri testi, anche solo appunti o promemoria.
    -Funzioni base minime: orologio, sveglia. Sembra banale ma posseggo un lettore cd di un certo costo che non ha la versatilità di un lettore cd portatile (Eh, l'alta fedeltà..)

    ecc.

    Dipende dall'onestà dei produttori, e quì casca l'asino. E' vero che i primi modelli di un certo prodotto costano molto e poi i prezzi diminuiscono (siamo sicuri che sia necessario?) ma perchè i produttori per una volta non creano subito un prodotto funzionale senza uscire ogni mese con il modello più potente, l'espansione di memoria, funzioni aggiuntive.

    Quello che chiedo è un minimo di lungimiranza. Sono stanco di vedere la nuova serie di telefonini che si distingue per una semplice stupidata. E vero che a volte per creare qualcosa di nuovo si usano le informazioni correnti e si evolvono, ma un minimo di intuito no? Dopo ci troviamo con tre serie di cellulari in un anno che si distinguono per inutilità che potevano essere messe in un solo telefonino direttamente. E' troppo difficile unire subito, ad esempio, le suonerie diversificate, gli sms con le faccine, il salvaschermo? Tre cose semplice che un produttore degni di tale nome le crea ancora prima di pensarle, eppure richiedono 3 generazioni. Purtroppo il commercio.

    Cmq, posseggo varie enciclopedie e lo scaffale ormai è stra colmo di libri, se potessi archiviarli tutti nello spazio di un libro..

    Ciao a tutti
    non+autenticato
  • io faccio parte di quella tipologia di italiani che fanno una lettura da "toilette", ossia alla mattina in bagno leggo tante riviste tecniche e libri sia tecnici che non. Ritengo che poter mettere tutta quella carta dentro un reader sarebbe fantastico, oltetutto posso crearmi dei reminder ad articoli letti prima, invece di cercare di ricordamelo perdendo tempo prezioso.
    C'è una grossa fetta della popolazione mondiale (e probabilmente in italia è la fetta più grossa) che non ha questo rapporto di amore verso i libri... semplicemente considera i libri una semplice fonte di informazione e sapere, ai quali farebbe veramente comodo poter usare un'unica device di lettura.

    Eppoi perchè questa avversione per il drm? perchè avete paura di pagare un libro? io non mi lamento di passare dall'edicola ogni settimana per comprare le mie riviste preferite. perchè volete poter copiare liberamente un ebook? è un reato copiare un libro perchè non dovrebbe esserlo per un e-book? e cosa cambierebbe se al vostro edicolante un giorno gli chiederete la sim di "dr.dobbs" invece del cartaceo?

    io vedo solo lati positivi, quelli negativi li create voi perchè cercate di collocare un prodotto nel settore sbagliato, il nuovo sistema non si contrappone al libro ma lo integra e lo migliora.

    non+autenticato

  • > Eppoi perchè questa avversione per il
    > drm? perchè avete paura di pagare un
    > libro?

    Bravo, bravo, complimenti. Clap clap clap. Poi quando il sistema sarà sufficentemente diffuso allora avremo i libri "a scadenza" come già avviene con certi e-book, ovvero un' ulteriore limitazione dei diritti dell' acquirente, per non parlare degli articoli e dei testi "a licenza"... "Caro studente, la sua licenza di questo libro di testo per il semestre corrente è scaduta, la può rinnovare per un successivo semestre al prezzo di 30 dollari"

    > io non mi lamento di passare
    > dall'edicola ogni settimana per comprare le
    > mie riviste preferite.

    Io non mi lamento di collezionare le mie riviste preferite e poterle rileggerle quando mi pare, anche a vent' anni di distanza.

    > perchè volete
    > poter copiare liberamente un ebook? è
    > un reato copiare un libro perchè non
    > dovrebbe esserlo per un e-book?

    Perché io lo pago e quindi ne faccio TUTTE LE COPIE CHE VOGLIO PER USO PERSONALE.

    > e cosa
    > cambierebbe se al vostro edicolante un
    > giorno gli chiederete la sim di "dr.dobbs"
    > invece del cartaceo?

    Cambierebbe che si comincerebbero a vendere non più i libri o i giornali ma le licenze, cioé quella cosa che ti estorce denaro e non ti lascia in mano niente. La copia di Windows che usi non è tua, ti è concessa in licenza ma la Microsoft ne è proprietaria. A fare gli e-book a scadenza ci hanno già provato. Immaginati giornali, fumetti, libri a scadenza. Sbrigati ad immagazzinare il sapere nella tua memoria. Altrimenti prepara la carta di credito.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > > Eppoi perchè questa avversione
    > per il
    > > drm? perchè avete paura di
    > pagare un
    > > libro?
    >
    > Bravo, bravo, complimenti. Clap clap clap.

    grazie, grazie

    > Poi quando il sistema sarà
    > sufficentemente diffuso allora avremo i
    > libri "a scadenza" come già avviene
    > con certi e-book, ovvero un' ulteriore

    quali?

    > limitazione dei diritti dell' acquirente,
    > per non parlare degli articoli e dei testi
    > "a licenza"... "Caro studente, la sua
    > licenza di questo libro di testo per il
    > semestre corrente è scaduta, la
    > può rinnovare per un successivo
    > semestre al prezzo di 30 dollari"

    vedi, questo potrebbe essere un problema è vero, ma quello che non consideri è il fatto che alla base di tutto chi produce un ebook deve convivere con competitors che sono agguerritissimi e armati di concorrenzialità fino al millesimo di euro.
    La tua paura è comprensibile ma la cosa si autoregolerà, mi spiego: io che sono l'editore di una testata ho un solo ed unico obiettivo: conquistare il lettore. E' chiaro che se obbligo il mio lettore a pagarmi una tassa/mese per aggiornare la licenza di un vecchio articolo il suddetto lettore mi fa il braccio e mi saluta con il dito medio, e io vedro' sparire per sempre i suoi euro. In istante dopo il mio ex-lettore gira l'angolo e vede in un'edicola una testata dello stesso settore che pero' ha diritti di lettura senza scadenza...
    indovina un po' cosa succederà?Sorride

    > Perché io lo pago e quindi ne faccio
    > TUTTE LE COPIE CHE VOGLIO PER USO PERSONALE.

    no, tu un libro lo compri ma NON lo copi, fine. se poi lo fai affari tuoi.


    > Cambierebbe che si comincerebbero a vendere
    > non più i libri o i giornali ma le
    > licenze, cioé quella cosa che ti

    leggi sopra.

    > estorce denaro e non ti lascia in mano
    > niente. La copia di Windows che usi non
    > è tua, ti è concessa in
    > licenza ma la Microsoft ne è
    > proprietaria.

    windows non è un'opera editoriale è un prodotto software, stai paragonando due due cosa distinte.

    > A fare gli e-book a scadenza
    > ci hanno già provato. Immaginati
    > giornali, fumetti, libri a scadenza.

    leggi sopra.

    > Sbrigati ad immagazzinare il sapere nella
    > tua memoria. Altrimenti prepara la carta di
    > credito.

    bella frase, ma miope.
    non+autenticato
  • > E' chiaro che se obbligo il mio lettore a
    > pagarmi una tassa/mese per aggiornare la
    > licenza di un vecchio articolo il suddetto
    > lettore mi fa il braccio e mi saluta con il
    > dito medio, e io vedro' sparire per sempre i
    > suoi euro. In istante dopo il mio ex-lettore
    > gira l'angolo e vede in un'edicola una
    > testata dello stesso settore che pero' ha
    > diritti di lettura senza scadenza...
    > indovina un po' cosa succederà?Sorride

    Succederà che i nuovi libri verranno prodotti SOLO in formato e-book.
    Magari nel periodo di transizione ne verranno prodotte edizioni "ridotte" cartacee. Guarda cosa succede con i film: ormai ci sono film che escono solo in DVD (che garantiscono ai produttori maggiori guadagni) e le VHS hanno una qualità audio e video a dir poco schifosa, e non perché i DVD si vedono meglio, ma perché le immagini vengono ROVINATE ancora prima di essere registrate. Prova a guardare una videocassetta di quattro o cinque anni fa, quando ancora i DVD non erano diffusi: si vedono benissimo. Vuoi un esempio concreto? La VHS di Star Wars I - La Minaccia Fantasma si vede bene come il DVD, altrettanto non si può dire di Star Wars II - L'attacco dei Cloni.

    > > Perché io lo pago e quindi ne
    > faccio
    > > TUTTE LE COPIE CHE VOGLIO PER USO
    > PERSONALE.
    >
    > no, tu un libro lo compri ma NON lo copi,
    > fine. se poi lo fai affari tuoi.

    Ma un libro posso prestarlo, rivenderlo, regalarlo. Un e-book no. Non esisteranno biblioteche di e-book (e come ho detto sopra, i nuovi libri verranno prodotti solo sotto questa forma).

    > > Sbrigati ad immagazzinare il sapere
    > nella
    > > tua memoria. Altrimenti prepara la
    > carta di
    > > credito.
    >
    > bella frase, ma miope.

    Le tue invece sono un po' utopiche.

    Ciao

    Zyxwo

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Succederà che i nuovi libri verranno
    > prodotti SOLO in formato e-book.

    perchè? spiegamelo.

    > Magari nel periodo di transizione ne
    > verranno prodotte edizioni "ridotte"
    > cartacee. Guarda cosa succede con i film:
    > ormai ci sono film che escono solo in DVD
    > (che garantiscono ai produttori maggiori guadagni)

    ma cosa stai dicendo... vengono prodotti solo in dvd perchè la vhs non ha più mercato o per lo meno è cosi' limitato da non giustificare più un interessamento da parte dei produttori... ma tu la compreresti ancora una vhs? col solito prezzo di un dvd? senza l'interattività? senza i contenuti speciali? senza la multilingua? senza il dolby digital? senza il 5+1? dai su....


    > e le VHS hanno una qualità
    > audio e video a dir poco schifosa, e non
    > perché i DVD si vedono meglio,

    ah no?

    > ma perché le immagini vengono ROVINATE
    > ancora prima di essere registrate. Prova a

    follia

    > guardare una videocassetta di quattro o
    > cinque anni fa, quando ancora i DVD non
    > erano diffusi: si vedono benissimo. Vuoi un
    > esempio concreto? La VHS di Star Wars I - La
    > Minaccia Fantasma si vede bene come il DVD,
    > altrettanto non si può dire di Star
    > Wars II - L'attacco dei Cloni.

    ma ti rendi conto di cosa stai dicendo? stai dicendo che un segnale di appena 200 righe riuscirebbe a rendere la stessa qualità di un segnale fullpal 720x576????
    per non parlare poi del fatto che un dvd è *veramente* 16:9 (nel senso che occupa tutta le 576 righe) non come la cassetta che mette le bande...
    e l'audio poi? bah...

    >
    > Ma un libro posso prestarlo, rivenderlo,
    > regalarlo. Un e-book no. Non esisteranno
    > sopra, i nuovi libri verranno prodotti solo
    > sotto questa forma).

    ah ok.

    >
    > Le tue invece sono un po' utopiche.

    le tua è follia
    cia
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > > Eppoi perchè questa
    > avversione
    > > per il
    > > > drm? perchè avete paura di
    > > pagare un
    > > > libro?
    > >
    > > Bravo, bravo, complimenti. Clap clap
    > clap.
    >
    > grazie, grazie
    >
    > > Poi quando il sistema sarà
    > > sufficentemente diffuso allora avremo i
    > > libri "a scadenza" come già
    > avviene
    > > con certi e-book, ovvero un' ulteriore
    >
    > quali?
    >
    > > limitazione dei diritti dell'
    > acquirente,
    > > per non parlare degli articoli e dei
    > testi
    > > "a licenza"... "Caro studente, la sua
    > > licenza di questo libro di testo per il
    > > semestre corrente è scaduta, la
    > > può rinnovare per un successivo
    > > semestre al prezzo di 30 dollari"
    >
    > vedi, questo potrebbe essere un problema
    > è vero, ma quello che non consideri
    > è il fatto che alla base di tutto chi
    > produce un ebook deve convivere con
    > competitors che sono agguerritissimi e
    > armati di concorrenzialità fino al
    > millesimo di euro.
    > La tua paura è comprensibile ma la
    > cosa si autoregolerà, mi spiego: io
    > che sono l'editore di una testata ho un solo
    > ed unico obiettivo: conquistare il lettore.
    > E' chiaro che se obbligo il mio lettore a
    > pagarmi una tassa/mese per aggiornare la
    > licenza di un vecchio articolo il suddetto
    > lettore mi fa il braccio e mi saluta con il
    > dito medio, e io vedro' sparire per sempre i
    > suoi euro. In istante dopo il mio ex-lettore
    > gira l'angolo e vede in un'edicola una
    > testata dello stesso settore che pero' ha
    > diritti di lettura senza scadenza...
    > indovina un po' cosa succederà?Sorride
    >

    indovino io:
    le case editrici faranno cartello e imporranno a loro piacimento restrizioni severissime, e non esisterà concorrenza che tenga (perché come tu sai il diritto di pubblicazione è esclusivo, quindi se un editore contratta per il diritto di pubblicazione di un opera come "le caccole della morte" di sfighez king e tu te la vuoi leggere, devi pagare solo e soltanto a quell'editore lì)

    non si può ragionare in termini di economia di libero mercato, su di una cosa come i diritti d'autore, che ledono le basilari leggi di questo mercato (ovvero la concorrenza).
  • > Eppoi perchè questa avversione per il
    > drm? perchè avete paura di pagare un
    > libro? io non mi lamento di passare
    > dall'edicola ogni settimana per comprare le
    > mie riviste preferite. perchè volete
    > poter copiare liberamente un ebook? è
    > un reato copiare un libro perchè non
    > dovrebbe esserlo per un e-book? e cosa
    > cambierebbe se al vostro edicolante un
    > giorno gli chiederete la sim di "dr.dobbs"
    > invece del cartaceo?

    L'e-book sarà un nuovo mezzo di comunicazione.
    Lascia che poche supersocietà ne tengano il controllo con licenze, Drm e roba varia, e sborseremo soldi che andranno nel 90% a tipi in giacca e cravatta che non hanno mai sognato di scrivere un libro (e anche se volessero, scriverebbero da schifo).
    Prova a renderlo libero come Internet, WWW ed e-mail: nel giro di qualche anno il nuovo mezzo cambierà il mondo. Qualche magnate vedrà dei guadagni mancati, qualche altra migliaia di gente vedrà modi nuovi per sfruttare l'e-book in modi nuovi e, perché no, guadagnarci qualcosa sopra in modo assolutamente non limitante per il mezzo in sé.
    non+autenticato

  • Non fatevi prendere dal panico.
    Chi ha orecchi per intendere intenda, gli altri stiano pure fuori a dormire all'addiaccio.
    non+autenticato
  • Con questo coso posso leggerci i testi in formato txt semplice? Se sì è l'oggetto che aspettavo da tanti anni, e appena esce in Europa lo prendo, se no è solo fuffa per fregare soldi alla gente.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Con questo coso posso leggerci i testi in
    > formato txt semplice? Se sì è
    > l'oggetto che aspettavo da tanti anni, e
    > appena esce in Europa lo prendo, se no
    > è solo fuffa per fregare soldi alla
    > gente.

    mah, credo che almeno supporterà anche .rtf e .pdf, altrimenti è una .ptt nata.
  • PRO
    Un libro non necessita di assistenza tecnica
    Un libro non ha bisogno di essere in garanzia
    Un libro non consuma le pile
    Un libro paga una sola volta i diritti d'autore e per la sua intera vita può essere consumato nel vero e proprio senso della parola
    Un libro è bello da sfogliare
    Un libro se si schiaccia non te ne preoccupi
    Un libro è amichevole in mano
    Un libro lo scambi senza problemi
    Un libro è l'ideale per essere usato su bancharelle e in biblioteche
    Un libro è un libro !!!

    CONTRO
    Quell'aggeggio si guasterà dopo il periodo di garanzia
    Alcuni avranno problemi al display
    Quell'affare non ti permetterà la comodità di un libro
    Alla fine scoprirete che gli dovete dedicare tempo
    Avete una cosa in più da gestire e curare
    Se prende un colpo si guasta
    Se si piega si guasta
    Se te lo rubano ???
    Se sei fuori garanzia hai una cosa in più da pagare
    E' una cosa che dovrai cambiare con un nuovo modello più bello e costoso
    E' una cosa che ti renderà un pò più povero, perchè tutto sommato ti convinceranno che ci vuole...
    Oppure è bello ma si è rovinata tutta la vernice del box utilizzandolo...

    Tengo il libro grazie
    Francesco

    non+autenticato
  • aggiungo questi pro al libro
    PRO
    lo puoi usare come strumento contundente;
    la sensazione della carta sulle dita è in genere molto bella;
    è comodo per pareggiare le gambe di un tavolo;
    ha una copertina da far vedere in giro mentre lo si porta in mano per darsi arie da intellettuale;
    la biblioteca ne ha tanti gratis;
    ci si può spasticciare sopra, sottolineare o prendere appunti;

    e questi contro
    CONTRO
    ti può cadere addosso, o te lo possono lanciare contro;
    i tagli ai polpastrelli con la carta sono fastidiosissimi;
    non si riesce a trovare una posizione di lettura ottimale: su un banco dopo un po' ci si ingobbisce, sdraiati ti rompono le braccia.. l'unica posizione veramente comoda è sulla tazza del water;
    tutti possono farsi i fatti tuoi mentre leggi un libro, e poi sfotterti quando notano il titolo della copertina "Rimorchiare una ragazza: Sempre e Dovunque" di Gabe Fischbarg;
    non si può (o non si potrebbe) spasticciare sopra i libri presi in prestito in biblioteca;
  • d'accordo il libro più bello e sotto un albero è preferibile leggersi un buon libro.

    ma la manualistica, enciclopedie, quotidiani e riviste.... quanta carta e alberi fanno buttare??

    la comodità di questo libro elettronico è che non affatica gli occhi ma la visione risulta naturale, leggendo un oggetto opaco illuminato.

    loro ne parlano come "libro elettronico" ma in realtà è un "supporto per l'informazione ottimo per la lettura".

    quante cose leggi in vita tua?
    il visore dell'orologio, documentazione tecnica, tonnellate di tomi relativi alla giurisprudenza, copie di documentazione scannerizzate, ecc.

    questo oggetto avrà un enorme futuro:
    l'oggetto pesa un paio d'etti e con le memorie solide ormai si sta arrivando ai gigabyte di memoria. in pratica, nel giro di un paio d'anni, con due etti di roba ti potresti portare in giro l'equivalente di quintali di carta.

    e mi dite che non serve???

    secondo me avrà un'enorme diffusione... e sicuramente NON SOSTITUIRA' il libro...

    ... sono due cose molto differenti....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > [...]
    > quante cose leggi in vita tua?
    > il visore dell'orologio, documentazione
    > tecnica, tonnellate di tomi relativi alla
    > giurisprudenza, copie di documentazione
    > scannerizzate, ecc.
    >
    > [...]
    > e mi dite che non serve???


    sei un genioSorride e hai pure ragione
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > CONTRO
    > Quell'aggeggio si guasterà dopo il
    > periodo di garanzia
    Cioè dopo che avrai letto e consumato un centinaio di libri

    > Alcuni avranno problemi al display
    Anche i libri hanno difetti di stampa

    > Quell'affare non ti permetterà la
    > comodità di un libro
    Aspetta a dirlo... le funzioni di indicizzazione e di ricerca dove le metti? Pensa cosa significa portarsi dietro un vocabolario in tasca e quando serve non devi perder tempo a sfogliare le pagine

    > Alla fine scoprirete che gli dovete dedicare
    > tempo
    Sì certo, un e-book deve mangiare, dormire, fare la pipì... mentre un libro di carta lo leggi in due secondi netti, non importa il numero di pagine. Ma dai...

    > Avete una cosa in più da gestire e
    > curare
    Un e-book ha la capacità di una biblioteca. Anch'essa ha bisogno di essere mantenuta.

    > Se prende un colpo si guasta
    > Se si piega si guasta
    > Se te lo rubano ???
    Renditi conto di quello che stai tenendo in mano. Se non sopporti una simile cosa, non comprare un e-book e campa felice...

    > Se sei fuori garanzia hai una cosa in
    > più da pagare
    Solo se ti si rompe.

    > E' una cosa che dovrai cambiare con un nuovo
    > modello più bello e costoso
    > E' una cosa che ti renderà un
    > pò più povero, perchè
    > tutto sommato ti convinceranno che ci
    > vuole...
    Questo sarà determinato da cosa impongono i produttori... e qui non sono tanto ottimista...

    > Oppure è bello ma si è
    > rovinata tutta la vernice del box
    > utilizzandolo...
    Eh già, senza la vernice del box diventa un aggeggio inutilizzabile...

    >
    > Tengo il libro grazie
    Anch'io lo tengo, ma questo non significa che proverò un ebook non appena ne avrò la possibilità!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)