Spiati dagli RFID? Si faccia luce

Centinaia di delegati internazionali al WSIS erano sorvegliati: la UE conferma l'uso degli RFID ma chiarimenti e spiegazioni non arrivano. La denuncia del parlamentare europeo radicale Cappato dopo i rilievi di tre esperti

Spiati dagli RFID? Si faccia luceRoma - Aveva sollevato grande scalpore negli ambienti informatici ma, apparentemente, solo in quelli, il fatto che i delegati del WSIS, il Summit mondiale sulla Società dell'Informazione, fossero stati spiati a Ginevra lo scorso dicembre mediante tecnologie RFID. La questione, riportata in Italia da Punto Informatico, è ora oggetto di una denuncia del deputato europeo della Lista Bonino Marco Cappato.

Cappato ha rilasciato un comunicato stampa nelle scorse ore insieme al Partito Radicale Transnazionale ricostruendo la vicenda, che partiva dall'osservazione dei tre studiosi che avevano denunciato la presenza all'interno dei badge forniti all'ingresso del Summit di dispositivi RFID, i chip a radiofrequenza che avrebbero consentito di seguire gli spostamenti dei delegati nelle diverse aree dell'Expo, "in violazione - spiega Cappato - della Direttiva europea sulla privacy, delle linee guida ONU sull'uso dei file personali nonché della legislazione elvetica sulla protezione dei dati personali".

Come si ricorderà, Alberto Escudero-Pascual dell'Istituto reale di Tecnologia di Stoccolma, Stephane Koch, presidente della Internet Society di Ginevra e George Danezis, ricercatore di Cambridge sono i tre personaggi che non hanno affatto gradito la sorpresina preparata dal WSIS ai delegati. A loro parere i badge venivano letti da appositi rilevatori, capaci di fornire dati utili a tracciare gli spostamenti. Secondo i tre, i chip RFID potevano essere letti da qualsiasi apparecchiatura, come "i distributori automatici all'ingresso di una specifica sala riunioni, in modo da consentire l'identificazione dei partecipanti o di gruppi di partecipanti". Quel che a loro dire è ulteriormente grave, è che a nessuno è stato detto nulla della presenza degli RFID né sono state spiegate le ragioni di questa scelta.
Cappato ricorda che per questo aveva presentato una interrogazione alla Commissione europea per sapere quali azioni fossero state intraprese a tale riguardo dalla Commissione. Il commissario europeo Erkki Liikanen rispondendo, il 28 gennaio, alla prima delle due interrogazioni aveva confermato l'uso di tali chip a radio-frequenza e, a nome della Commissione, si era impegnato ad "ottenere maggiori informazioni per accertare se e come siano state utilizzate applicazioni basate sulla tecnologia RFID in relazione ai dati personali trasferiti dall'Unione europea, al fine di valutare la legittimità del trattamento di tali dati alla luce del diritto comunitario".

In una nuova interrogazione del 25 febbraio, Cappato ha chiesto lo stato delle indagini e Liikanen ha risposto il 15 aprile spiegando che dopo contatti con le autorità svizzera la Commissione era "stata informata del fatto che le misure di sicurezza del summit erano di competenza dell'Unione internazionale delle telecomunicazioni (UIT), l'agenzia delle Nazioni Unite a cui è stata affidata l'organizzazione del WSIS" e che, in seguito a tali informazioni la Commissione aveva provveduto, in data 17 marzo a scrivere "una lettera al segretario generale dell'UIT per accertare se e come siano state utilizzate applicazioni basate sulla tecnologia RFID in relazione ai dati personali trasferiti dall'Unione europea, al fine di valutare la legittimità del trattamento di tali dati alla luce del diritto comunitario. "Nella lettera si chiedeva inoltre una valutazione delle misure alla luce del diritto svizzero".

Sebbene sia passato un mese da quando questa lettera è stata spedita "la Commissione non ha a tutt'oggi ricevuto risposta".

Non resta da sperare, a questo punto, che sia proprio la UIT, o ITU, a chiarire una volta per tutte chi ha deciso l'impiego degli RFID, perché sono stati utilizzati, perché non ne è stato comunicato l'uso, quali sono i dati raccolti e chi li gestisce.
TAG: mondo
17 Commenti alla Notizia Spiati dagli RFID? Si faccia luce
Ordina
  • Per conto mio hanno fatto bene a sollevare la questione, sarebbe l?ora che qualche parlamentare cominciasse a vedere con i propri occhi dove vogliono arrivare queste nazioni arroganti che detengono tutta questa tecnologia spiona spiata a destra e a manca, prima di trovarci tutti quanti un cip piazzato nel di dietro e un Matrix che tenta di togliercelo!
    non+autenticato
  • a questo punto conviene che ogni persona a cui sta a cuore la sicurezza PERSONALE decida di procurarsi apparecchiature di scanning per sé e faccia una scansione di ciò che ha addosso e di ciò che lo circonda.
    Dopodiché si dovrebbe poter dotare di jammer che disturbino la trasmissione di questi piccoli stronzettini
    non+autenticato
  • Beh, non male come idea. Io proporrei che a tutti i politici burocrati italiani venga inserito questo chippetto, così vediamo chi è che lavora veramente e si merita di essere rieletto.
    A tal proposito sono aperte le votazioni per scegliere il posto dove questo chippetto debba essere inserito, a voi la parola.
    non+autenticato
  • A parte l'incongruenza lessicale tra "politici" e "burocrati"... (i primi sono eletti e di mestiere propongono e votano le leggi, i secondi sono assunti e lavorano in uffici ... al massimo creati dalle leggi prima citate).

    Il sistema per sapere se vale la pena di rieleggere o meno un parlamentare c'è già, ed è costituito dal sito internet del Parlamento lì trovi tutte le info che ti servono per giudicare da solo... (presenze, interventi, leggi votate , etc. ) basta cercare.
    non+autenticato
  • Ma bastaaa paranoie, i radicali dicono tante cose condivisibili, specialmente quando battagliano per il liberismo ma sinceramente non e' il caso di perdere credibilita' con questa stupidaggine degli RFID!

    Gli RFID sono un grosso passo avanti per la distribuzione, ed anche perche' no, anche per il monitoraggio! Ma come, tutti premono per l'identificazione biometrica, per le videosorveglianza, riconoscimento volti, e poi ci si scandalizza per gli RFID che servono soprattutto per la merce?

    Si perderanno posti di lavoro? E allora? E' sempre stato cosi' con il progresso, spariscono delle tipologie i lavoro e ne nascono delle altre.

    E quanto alla sicurezza, in una societa' complessa e delicata e' sempre piu' importante prevenire le teste matte, ma c'e' qualcuno che ancora crede che in un futuro da decine di miliardi di umani in enormi conglomerati e una infinita' di obiettivi sensibili a rischio, si possa evitare di mettere in campo un sistema automatico di telemonitoraggio individuale? Violazione della privacy? No, se e' del software ad analizzare i dati e a decidere se sia il caso di ulteriori indagini. Questo e' l'unico modo per garantire la sopravvivenza ad una societa' cosi' evoluta da essere molto fragile.

    Illusi invece quelli che credono che una societa' evoluta porti automaticamente ad umani evoluti, la nostra fisiologia rimane quella di 50'000 anni fa, guardate ora, siamo arrivati a 10e-43 dal big bang, al DNA, ad assemblare chip a livello atomico eppure regolarmente si vedono buzzurri spaccare vetrine, abbattere antenne, pagare maghi e oroscopi ... e parlo di una delle 5 societa' piu' evolute al mondo ... figurarsi le altre!


    non+autenticato
  • Beh, ma ti rendi conto di quello che stai dicendo ?

    A parte il fatto che in una società democratica chiunque ha il diritto di fare domande e di ottenere risposte (possibilmente non del tipo: "segui il dito")...

    A parte il fatto che i delegati ad una conferenza non sono merci e che quindi si sbugiarda quello che tu affermi nel tuo post quando dici che la tecnologia RFID è "solo per le merci"...

    Il comportamento tenuto dalla ITU è in violazione di una serie incredibile di norme del diritto comunitario e nazionale Svizzero e quindi è pienamente censurabile.

    Chiunque (radicale o meno) ha il diritto che queste norme vengano rispettate !

    Se tu non sei sensibile al tema della protezione delle libertà individuali, allora fatti impiantare un chip RFID tra le scapole e poi metti in piedi un bel sito internet dove chiunque possa sapere in tempo reale dove sei, con chi sei e cosa stai facendo... Chissà, qualcuno potrebbe trovare divertente telefonarti o suonarti alla porta tutte le volte che ti accingi a ... "fare del bene"... !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma bastaaa paranoie, i radicali dicono tante
    > cose condivisibili, specialmente quando
    > battagliano per il liberismo ma sinceramente
    > non e' il caso di perdere credibilita' con
    > questa stupidaggine degli RFID!
    >
    > Gli RFID sono un grosso passo avanti per la
    > distribuzione, ed anche perche' no, anche
    > per il monitoraggio! Ma come, tutti premono
    > per l'identificazione biometrica, per le
    > videosorveglianza, riconoscimento volti, e
    > poi ci si scandalizza per gli RFID che
    > servono soprattutto per la merce?
    >
    > Si perderanno posti di lavoro? E allora? E'
    > sempre stato cosi' con il progresso,
    > spariscono delle tipologie i lavoro e ne
    > nascono delle altre.
    >
    > E quanto alla sicurezza, in una societa'
    > complessa e delicata e' sempre piu'
    > importante prevenire le teste matte, ma c'e'
    > qualcuno che ancora crede che in un futuro
    > da decine di miliardi di umani in enormi
    > conglomerati e una infinita' di obiettivi
    > sensibili a rischio, si possa evitare di
    > mettere in campo un sistema automatico di
    > telemonitoraggio individuale? Violazione
    > della privacy? No, se e' del software ad
    > analizzare i dati e a decidere se sia il
    > caso di ulteriori indagini. Questo e'
    > l'unico modo per garantire la sopravvivenza
    > ad una societa' cosi' evoluta da essere
    > molto fragile.
    >
    > Illusi invece quelli che credono che una
    > societa' evoluta porti automaticamente ad
    > umani evoluti, la nostra fisiologia rimane
    > quella di 50'000 anni fa, guardate ora,
    > siamo arrivati a 10e-43 dal big bang, al
    > DNA, ad assemblare chip a livello atomico
    > eppure regolarmente si vedono buzzurri
    > spaccare vetrine, abbattere antenne, pagare
    > maghi e oroscopi ... e parlo di una delle 5
    > societa' piu' evolute al mondo ... figurarsi
    > le altre!
    >
    >
    Pur dandoti sommariamente ragione ritengo non siano da sottovalutare in alcun modo gli usi indebiti dell'RFID
    e' una tecnologia che e' molto riduttivo considerare aperta a monitoraggi di merci o persone,icuramente diverra' utilissima nel risolvere molti degli attuali problemi nella intercomunabilita' per motivi di sicurezza e soccorso.
    ma e' sicuramente una tecnologia molto ma molto pericolsa se usata indebitamente per scopi di spionaggio militare industriale o affini,e apre le porte al divenire realta' di un grande incubo,il tanto temuto grande fratello,piu' volte agitatore delle fantasie di molti scrittori e produttori cinematografici,fidati di chi ci sta' studiando sopra per motivi di lavoro e ricerca
    rem
    43
  • siamo sempre lì: grande e potenzialmente utile innovazione tecnologica ma usata solo per scopi barbini - a me sta bene che PER SICUREZZA si sappi dove girino i partecipanti di un summit, che si sappia, PER OTTIMIZZARE LE VENDITE quante lattine di birra e di che marca e di che peso si comprino in un supermarket ecc... ma non mi va che si sappia che quello sia IO, è chiaro il concetto?
    non+autenticato
  • Ma bastaaa paranoie, i radicali dicono tante cose condivisibili, specialmente quando battagliano per il liberismo ma sinceramente non e' il caso di perdere credibilita' con questa stupidaggine degli RFID!
    Gli RFID sono un grosso passo avanti per la distribuzione, ed anche perche' no, anche per il monitoraggio! Ma come, tutti premono per l'identificazione biometrica, per le videosorveglianza, riconoscimento volti, e poi ci si scandalizza per gli RFID che servono soprattutto per la merce?
    Io e milioni di altre persone non premiamo per il controllo elettronico della vita, anzi ce ne guardiamo bene. Non mi piace che qualcuno possa sapere in qualunque momento quante volte ho fatto pipì in un giorno. Trovo che il sillogismo merce-persone non sta in piedi, anzi sia semplicemente ridicolo.

    Si perderanno posti di lavoro? E allora? E' sempre stato cosi' con il progresso, spariscono delle tipologie i lavoro e ne nascono delle altre.
    Sarei più cauto sulla perdita di posti di lavoro. Se tu fossi politicamente più accorto e informato sapresti che le alle dinamiche dell'occupazione sottendono equilibri molto delicati. E' possibile che una parte della devianza a cui accenni più in basso venga generata da chi taglia i posti di lavoro con la stessa spensieratezza con cui viene affettato un filone di pane. Una persona che perde il posto di lavoro significa una famiglia senza un'entrata fissa mensile. Inoltre un con to è perdere il posto di lavoro a 25 anni, un altro è perderlo a 50. Prova a reinserire un lavoratore di 50 anni nel ciclo produttivo...

    E quanto alla sicurezza, in una societa' complessa e delicata e' sempre piu' importante prevenire le teste matte, ma c'e' qualcuno che ancora crede che in un futuro da decine di miliardi di umani in enormi conglomerati e una infinita' di obiettivi sensibili a rischio, si possa evitare di mettere in campo un sistema automatico di telemonitoraggio individuale?
    In questo caso ammetto che la tua capacità di previsione socio-politica è al di fuori delle mie capacità cognitive. Sono sconcertato dalle decine di miliardi di esseri umani telemonitorati(?!) concentrati in enormi conglomerati che attentano a infiniti obiettivi sensibili. Già mi vedo Ezio Greggio e compagni che aprono "striscia la notizia" salutando miliardi di telemonitorati...

    Violazione della privacy? No, se e' del software ad analizzare i dati e a decidere se sia il caso di ulteriori indagini. Questo e' l'unico modo per garantire la sopravvivenza ad una societa' cosi' evoluta da essere molto fragile.
    Peccato che i risultati di questi fantomatici software vengano poi consultati da persone in carne e ossa; non solo: peccato che i fantomatici software vengano scritti da altre persone in carne e ossa. E tutte queste persone da chi le facciamo telemonitorare?(?!) E come faremo ad essere sicuri che non ci saranno telemonitorati (?!) di serie A e telemonitorati (?!) di serie B?
    Certo la societò che descrivi è piuttosto fragile: è composta da minus abens necessitanti la telemonitorazione (?!).
    La società che ho in mete io e qualche altro milione di persone è invece una società matura e responsabile che conosce il valore delle parole che usa e che quindi si comporta da Cittadino e non da telemonitorato(?!).

    Illusi invece quelli che credono che una societa' evoluta porti automaticamente ad umani evoluti, la nostra fisiologia rimane quella di 50'000 anni fa, guardate ora, siamo arrivati a 10e-43 dal big bang, al DNA, ad assemblare chip a livello atomico eppure regolarmente si vedono buzzurri spaccare vetrine, abbattere antenne, pagare maghi e oroscopi ... e parlo di una delle 5 societa' piu' evolute al mondo ... figurarsi le altre!ù
    Peccato che il grado di civismo di una società si misuri adottando ben altre categorie: tipo tolleranza, chiara percezione dei propri diritti/doveri, espressione delle istituzioni politiche, rispetto dell'ambiente, coscienza storica, espressione artistica, ecc. Se posseggo la bomba atomica non vuol dire che sono più civile di un beduino che vive in armonia con la propria gente e la natura che lo circonda.

    A proposito: non voto radicale perchè al liberismo preferisco di gran lunga il liberalismo.
    non+autenticato
  • Reinoltro il commento perchè il precedente era graficamente confuso. Scusate.

    >Ma bastaaa paranoie, i radicali dicono tante cose >condivisibili, specialmente quando battagliano per il >liberismo ma sinceramente non e' il caso di perdere >credibilita' con questa stupidaggine degli RFID!
    >Gli RFID sono un grosso passo avanti per la >distribuzione, ed anche perche' no, anche per il >monitoraggio! Ma come, tutti premono per l'identificazione >biometrica, per le videosorveglianza, riconoscimento volti, e >poi ci si scandalizza per gli RFID che servono soprattutto >per la merce?
    Io e milioni di altre persone non premiamo per il controllo elettronico della vita, anzi ce ne guardiamo bene. Non mi piace che qualcuno possa sapere in qualunque momento quante volte ho fatto pipì in un giorno. Trovo che il sillogismo merce-persone non sta in piedi, anzi sia semplicemente ridicolo.

    >Si perderanno posti di lavoro? E allora? E' sempre stato >cosi' con il progresso, spariscono delle tipologie i lavoro e >ne nascono delle altre.
    Sarei più cauto sulla perdita di posti di lavoro. Se tu fossi politicamente più accorto e informato sapresti che le alle dinamiche dell'occupazione sottendono equilibri molto delicati. E' possibile che una parte della devianza a cui accenni più in basso venga generata da chi taglia i posti di lavoro con la stessa spensieratezza con cui viene affettato un filone di pane. Una persona che perde il posto di lavoro significa una famiglia senza un'entrata fissa mensile. Inoltre un con to è perdere il posto di lavoro a 25 anni, un altro è perderlo a 50. Prova a reinserire un lavoratore di 50 anni nel ciclo produttivo...

    >E quanto alla sicurezza, in una societa' complessa e >delicata e' sempre piu' importante prevenire le teste matte, >ma c'e' qualcuno che ancora crede che in un futuro da >decine di miliardi di umani in enormi conglomerati e una >infinita' di obiettivi sensibili a rischio, si possa evitare di >mettere in campo un sistema automatico di >telemonitoraggio individuale?
    In questo caso ammetto che la tua capacità di previsione socio-politica è al di fuori delle mie capacità cognitive. Sono sconcertato dalle decine di miliardi di esseri umani telemonitorati(?!) concentrati in enormi conglomerati che attentano a infiniti obiettivi sensibili. Già mi vedo Ezio Greggio e compagni che aprono "striscia la notizia" salutando miliardi di telemonitorati...

    >Violazione della privacy? No, se e' del software ad >analizzare i dati e a decidere se sia il caso di ulteriori >indagini. Questo e' l'unico modo per garantire la >sopravvivenza ad una societa' cosi' evoluta da essere molto >fragile.
    Peccato che i risultati di questi fantomatici software vengano poi consultati da persone in carne e ossa; non solo: peccato che i fantomatici software vengano scritti da altre persone in carne e ossa. E tutte queste persone da chi le facciamo telemonitorare?(?!) E come faremo ad essere sicuri che non ci saranno telemonitorati (?!) di serie A e telemonitorati (?!) di serie B?
    Certo la societò che descrivi è piuttosto fragile: è composta da minus abens necessitanti la telemonitorazione (?!).
    La società che ho in mete io e qualche altro milione di persone è invece una società matura e responsabile che conosce il valore delle parole che usa e che quindi si comporta da Cittadino e non da telemonitorato(?!).

    >Illusi invece quelli che credono che una societa' evoluta porti >automaticamente ad umani evoluti, la nostra fisiologia >rimane quella di 50'000 anni fa, guardate ora, siamo arrivati >a 10e-43 dal big bang, al DNA, ad assemblare chip a livello >atomico eppure regolarmente si vedono buzzurri spaccare >vetrine, abbattere antenne, pagare maghi e oroscopi ... e >parlo di una delle 5 societa' piu' evolute al mondo ... figurarsi >le altre!ù
    Peccato che il grado di civismo di una società si misuri adottando ben altre categorie: tipo tolleranza, chiara percezione dei propri diritti/doveri, espressione delle istituzioni politiche, rispetto dell'ambiente, coscienza storica, espressione artistica, ecc. Se posseggo la bomba atomica non vuol dire che sono più civile di un beduino che vive in armonia con la propria gente e la natura che lo circonda.

    A proposito: non voto radicale perchè al liberismo preferisco di gran lunga il liberalismo.
    non+autenticato
  • Mi stai sempre più simpatico, alle prossime elezioni ti voto
    non+autenticato
  • mi sa che alle europee i radicali li voto anche io, i pagliacci che ci hanno governato negli ultimi 20 anni mi hanno stufato...
    (anche se i pagliacci che stanno al governo adesso oltre ad autogratificarsi come hanno fatto gli altri anche in passato qualcosina -ina -ina l'hanno fatto)
    non+autenticato
  • Ma su questa campagna elettorale subdola è proprio meschina... si capisce benissimo che siete due radicali che fate finta di essere due nuovi convertiti.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma su questa campagna elettorale subdola
    > è proprio meschina... si capisce
    > benissimo che siete due radicali che fate
    > finta di essere due nuovi convertiti.

    spiacente ma hai toppatoSorride
    ti diro' che certi punti del programma dei radicali mi vedono di opinione assolutamente contraria...
    ma almeno loro per quello in cui credono si danno da fare...
    non+autenticato
  • Il problema più che altro è che si stanno alleando con Berlusconi...
    non+autenticato
  • E con chi vuoi che si alleino, con Prodi?
    O con Fassino (si scrive Fassino ma si legge De Benedetti)....
    O col duo CossuttaBertinotti? (si scrive comunisti si legge imbecilli)....
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)