iTunes 4.5 scaccia crack e P2P

Con la nuova versione del proprio jukebox, Apple ha fatto in modo che alcuni programmi scritti per condividere i brani di musica scaricati da iTunes e craccarne la protezione non funzionino più. Ma c'è già il crack

Roma - Con la nuova versione di iTunes, annunciata pochi giorni fa, Apple ha dato un giro di vite contro quei programmi che permettevano di aggirare le restrizioni imposte dalla tecnologia di autenticazione del suo player e da FairUse, il sistema di digital rights management utilizzato per proteggere la musica venduta attraverso l'iTunes Music Store.

Il primo e più celebre programma a cui iTunes 4.5 ha messo il bavaglio è MyTunes, un software che sfruttava la capacità di iTunes di riprodurre le canzoni attraverso una rete locale per registrare la musica sul disco locale e condividerla con altri utenti. Sebbene al momento non se ne abbia la conferma, è lecito attendersi che tale modifica abbia messo fuori gioco anche un programma analogo di nome iCommune.

Un portavoce di Apple ha confermato che la casa della mela ha limitato le funzionalità di condivisione della musica di iTunes e ne ha rafforzato le difese, questo per prevenire, come succedeva con MyTunes, l'accesso ai brani condivisi da parte di più di due client.
Per aggirare le debolezze alla base del vecchio software, Apple ha anche fatto in modo che gli utenti di iTunes 4.5 possano condividere la propria musica solo con altri computer su cui giri un'identica, o superiore, versione del player.

L'autore di MyTunes, Bill Zeller, ha definito la decisione di Apple come "una grande manovra per rendere tutte le precedenti versioni incompatibili".

Lo scorso mese Zeller, a causa di quello che ha descritto come "un grave crash del computer", ha annunciato di aver perso la sua sola copia del codice sorgente di MyTunes e, per tale ragione, di aver rinunciato all'ulteriore sviluppo del suo programma. Il giovane hacker ha detto tuttavia che altri potranno aggiornare il suo MyTunes, o sviluppare nuovi software, capaci di aggirare le nuove restrizioni di Apple.

Qualcuno lo ha preso in parola. Uno sviluppatore che si fa chiamare Crazney ha infatti annunciato, proprio ieri, di aver craccato in meno di 24 ore il nuovo schema di autenticazione di iTunes e aver rilasciato una nuova versione della propria libreria libopendaap, la stessa che può consentire ad un'applicazione di connettersi alle condivisioni di iTunes e fare lo streaming on-line dei file.

Le modifiche introdotte dalla società di Cupertino ad iTunes sono state anche pensate per impedire che gli utenti riproducano i file AAC sprotetti con PlayFair, un noto tool capace di eliminare alcuni dei lucchetti digitali della tecnologia FairPlay di Apple. Gli sforzi di Apple, tuttavia, a nulla valgono contro la possibilità di riprodurre i file AAC sprotetti su di un altro player o di convertirli in un altro formato, come l'MP3.

Proprio pochi giorni fa il celebre hacker Jon Johansen ha rilasciato un nuovo codice, chiamato DeDRMS, che rappresenta un'evoluzione di quello (sviluppato da lui) alla base di PlayFair.

Apple ha anche introdotto alcune modifiche alla licenza d'uso del suo negozio on-line, l'iTunes Music Store, che introducono l'espresso divieto, per chi scarica la musica, di aggirare, craccare o fare il reverse engineering del sistema di protezione FairUse.
TAG: apple
123 Commenti alla Notizia iTunes 4.5 scaccia crack e P2P
Ordina
  • 1. Non c'è per linux. Io non lo posso usare.

    2. Se scarico una canzone, _allo stesso prezzo_ che in un negozio di dischi, non posso poi sentirla sullo stereo di casa, mentre un cd audio si. Questa non è innovazione.

    Qualcuno che risponde con serietà a queste due obiezioni?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 1. Non c'è per linux. Io non lo posso
    > usare.
    Su questo ti do ragione, ma come gran parte del sw purtroppo! Triste
    > 2. Se scarico una canzone, _allo stesso
    > prezzo_ che in un negozio di dischi, non
    > posso poi sentirla sullo stereo di casa,
    > mentre un cd audio si. Questa non è
    > innovazione.
    Beh ma con iTunes te la puoi tranquillamente masterizzare in cd audio quante volte ti pare
    > Qualcuno che risponde con serietà a
    > queste due obiezioni?
    mi sembra di esser stato abbastanza serio Sorride
    Ciao

  • - Scritto da: Anonimo
    > 1. Non c'è per linux. Io non lo posso
    > usare.
    >

    Di questo posso dispiacermi, ma tanto in Italia non lo può usare neanche chi ha Mac o Windows, noi ci abbiamo la SIAE.......;)



    > 2. Se scarico una canzone, _allo stesso
    > prezzo_ che in un negozio di dischi, non
    > posso poi sentirla sullo stereo di casa,
    > mentre un cd audio si. Questa non è
    > innovazione.

    La stessa canzone in un negozio di dischi:
    A- non la trovi da sola ma "in bundle" con altre nove, magari orrende.
    B- non la paghi certo 0.99 dollari, 9.99 per un album intero, anche se è di venti brani.
    C- basta attaccare il computer allo stereo o masterizzarla su cd (quante volte si vuole, mica si sta parlando di MS...).

    Quello che NON è innovazione è non poter leggere un cd con protezione contro le copie, regolarmente pagato, sul computer o sull'autoradio di due anni fa!!!!





    >
    > Qualcuno che risponde con serietà a
    > queste due obiezioni?


    Ffffatto.
    non+autenticato

  • >
    > > 2. Se scarico una canzone, _allo stesso
    > > prezzo_ che in un negozio di dischi, non
    > > posso poi sentirla sullo stereo di casa,
    > > mentre un cd audio si. Questa non
    > è
    > > innovazione.
    >
    > La stessa canzone in un negozio di dischi:
    > A- non la trovi da sola ma "in bundle" con
    > altre nove, magari orrende.
    > B- non la paghi certo 0.99 dollari, 9.99 per
    > un album intero, anche se è di venti
    > brani.
    > C- basta attaccare il computer allo stereo o
    > masterizzarla su cd (quante volte si vuole,
    > mica si sta parlando di MS...).

    Ma allora la crack a che serve? Non ho capito io?

    V.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Ma allora la crack a che serve? Non ho
    > capito io?
    >
    > V.

    per autenticarsi con iTunes Music Store illegalmente e togliere la protezione DRM alla musica per ascoltarla anche con OS Linux & simili.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > >
    > > > 2. Se scarico una canzone, _allo
    > stesso
    > > > prezzo_ che in un negozio di
    > dischi, non
    > > > posso poi sentirla sullo stereo di
    > casa,
    > > > mentre un cd audio si. Questa non
    > > è
    > > > innovazione.
    > >
    > > La stessa canzone in un negozio di
    > dischi:
    > > A- non la trovi da sola ma "in bundle"
    > con
    > > altre nove, magari orrende.
    > > B- non la paghi certo 0.99 dollari,
    > 9.99 per
    > > un album intero, anche se è di
    > venti
    > > brani.
    > > C- basta attaccare il computer allo
    > stereo o
    > > masterizzarla su cd (quante volte si
    > vuole,
    > > mica si sta parlando di MS...).
    >
    > Ma allora la crack a che serve? Non ho
    > capito io?

    1) serve a DVD Jon per farsi pubblicità
    2) serve a togliere la "protezione" che limita l'ascolto a soli 5 computer contemporaneamente
    3) servirebbe a chi usa linux e non ha iTunes

    ciao
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > 1. Non c'è per linux. Io non lo posso
    > usare.

    Vero

    > 2. Se scarico una canzone, _allo stesso
    > prezzo_ che in un negozio di dischi, non
    > posso poi sentirla sullo stereo di casa,
    > mentre un cd audio si. Questa non è
    > innovazione.

    Falso, visto che lo puoi masterizzare su tuttii CD audio che vuoi

    > Qualcuno che risponde con serietà a
    > queste due obiezioni?

    Le rispsote erano già scritte in decine di messaggi nei thread precedenti

    Ciao
    non+autenticato
  • Se passo a linux non posso usare itunes. Se uso windows si. Questo è vero "think different" ROTFLSorride Faccio notare che cose come itunes saranno sempre più diffuse, ed è proprio con queste armi che il free software può essere sconfitto. Se per usare qualunque forma di distribuzione alternativa dei contenuti sono costretto ad avere un sistema _commerciale_ vengo demotivato ad usare il software libero.

    E' stata da sempre la strategia di microsoft, e apple non è assolutamente da meno. Non negate l'evidenza per favore e non date del troll. Itunes per linux non c'è perchè apple vive nella stessa logica di mercato di microsoft e ibm. Non fatevi lobotomizzare. Volete usare il mac perchè vi piace, non c'è nulla di male. Ma smettete please di osannare apple come fosse una liberatrice dei diritti perchè segue il mercato e le sue strategie esattamente come gli altri. E ammazza i pinguini allo stesso modo.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se passo a linux non posso usare itunes. Se
    > uso windows si. Questo è vero "think
    > different" ROTFLSorride Faccio notare che cose
    > come itunes saranno sempre più
    > diffuse, ed è proprio con queste armi
    > che il free software può essere
    > sconfitto.

    ma cosa c'entra? ma non fare confusione per favore....qui si parla di vendita online di musica...indipendentemente dal OS di riferimento. Se la massa di utenti linux potenzialmente interessati all'IMTS fosse rilevante credi che non rilascerebbero una versione x linux di itunes


    Se per usare qualunque forma di
    > distribuzione alternativa dei contenuti sono
    > costretto ad avere un sistema _commerciale_
    > vengo demotivato ad usare il software
    > libero.
    >

    no comment...fino a quando gireranno teste ben pensanti che ritengono "free sw = gratis" allora siamo a posto

    > E' stata da sempre la strategia di
    > microsoft, e apple non è
    > assolutamente da meno. Non negate l'evidenza
    > per favore e non date del troll. Itunes per
    > linux non c'è perchè apple
    > vive nella stessa logica di mercato di
    > microsoft e ibm.

    gia risposto sopra a queste affermazioni poco consistenti.
    Si tratta di vendita di musica online (legata anche alla vendita di ipod).....credi che non ne vorrebbero vendere a migliaia anche per linux di brani e ipod se fosse redditizia la cosa?

    Non fatevi lobotomizzare.
    > Volete usare il mac perchè vi piace,
    > non c'è nulla di male. Ma smettete
    > please di osannare apple come fosse una
    > liberatrice dei diritti perchè segue
    > il mercato e le sue strategie esattamente
    > come gli altri. E ammazza i pinguini allo
    > stesso modo.

    ma guarda che qua a fare ste frasi da lobotomizzato o da paladino di non so che cosa sei solo tu....

    ma va la come fa ad ammazzare il mercato con il 5% max di diffusione?
    me lo spieghi? o sei un genio che ha sviluppato una nuova teoria economica che rende nula quella sul monopolio? no xke se è cosi allora spiegacela xke siamo interessati
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Se passo a linux non posso usare
    > itunes. Se
    > > uso windows si. Questo è vero
    > "think
    > > different" ROTFLSorride Faccio notare che
    > cose
    > > come itunes saranno sempre più
    > > diffuse, ed è proprio con queste
    > armi
    > > che il free software può essere
    > > sconfitto.
    >
    > ma cosa c'entra? ma non fare confusione per
    > favore....qui si parla di vendita online di
    > musica...indipendentemente dal OS di
    > riferimento. Se la massa di utenti linux
    > potenzialmente interessati all'IMTS fosse
    > rilevante credi che non rilascerebbero una
    > versione x linux di itunes
    >

    Non credo proprio - hai capito bene.

    >
    > Se per usare qualunque forma di
    > > distribuzione alternativa dei contenuti
    > sono
    > > costretto ad avere un sistema
    > _commerciale_
    > > vengo demotivato ad usare il software
    > > libero.
    > >
    >
    > no comment...fino a quando gireranno teste
    > ben pensanti che ritengono "free sw =
    > gratis" allora siamo a posto
    >


    E quando ho detto una cosa del genere? Ho detto che sono costretto ad avere un sistema operativo commerciale e non libero se voglio usare le cose "alla moda" come itunes. A me personalmente non interessa ma alla massa si - e "la massa" non può dunque usare un sistema a propria scelta.

    > gia risposto sopra a queste affermazioni
    > poco consistenti.
    > Si tratta di vendita di musica online
    > (legata anche alla vendita di
    > ipod).....credi che non ne vorrebbero
    > vendere a migliaia anche per linux di brani
    > e ipod se fosse redditizia la cosa?

    Allora sarà che gli utenti linux sono tutti pirati [sogghigno di amarezza]. Non è una strategia di mercato, tranqui.

    >
    > Non fatevi lobotomizzare.
    > > Volete usare il mac perchè vi
    > piace,
    > > non c'è nulla di male. Ma
    > smettete
    > > please di osannare apple come fosse una
    > > liberatrice dei diritti perchè
    > segue
    > > il mercato e le sue strategie
    > esattamente
    > > come gli altri. E ammazza i pinguini
    > allo
    > > stesso modo.
    >
    > ma guarda che qua a fare ste frasi da
    > lobotomizzato o da paladino di non so che
    > cosa sei solo tu....
    >
    > ma va la come fa ad ammazzare il mercato con
    > il 5% max di diffusione?

    Per ora detiene il più diffuso sistema di vendita di musica online, e immediatamente ha boicottato linux (tanto per stare sicura no?).
    non+autenticato
  • impara ad esprimerti in lingua di Dante...xke stare ad attaccare Apple ed accusarla di uccidere il free sw mi pare grottesco e ridicolo....soprattutto xke si parla di vendita online di musica che oltrettutto garantisce una certa qual liberta all acquirente.

    Ora se insisti con queste accuse diffamatorie, apporta delle prove oppure evita di calunniare terzi....xke le tue uscite hanno solo il sapore per piratone che sfrutta la bandiera del free e dell open per avere tutto gratis.

    mah
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > impara ad esprimerti in lingua di
    > Dante...xke stare ad attaccare Apple ed

    Dante scriveva 'xke' ?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > impara ad esprimerti in lingua di
    > > Dante...xke stare ad attaccare Apple ed
    >
    > Dante scriveva 'xke' ?

    se non ci fossero i troll polemici come questo tizio bisognerebbe inventarli...anche solo per farsi 2 risate
    Troll
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > impara ad esprimerti in lingua di
    > > > Dante...xke stare ad attaccare
    > Apple ed
    > >
    > > Dante scriveva 'xke' ?
    >
    > se non ci fossero i troll polemici come
    > questo tizio bisognerebbe inventarli...anche
    > solo per farsi 2 risate
    > (trol

    aggiungiamo voi due al tutto e mettiamoci le mani nei capelli....disastrosi e scrocconi!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > impara ad esprimerti in lingua di
    > Dante...xke stare ad attaccare Apple ed
    > accusarla di uccidere il free sw mi pare
    > grottesco e ridicolo....soprattutto xke si
    > parla di vendita online di musica che
    > oltrettutto garantisce una certa qual
    > liberta all acquirente.
    >
    > Ora se insisti con queste accuse
    > diffamatorie, apporta delle prove oppure
    > evita di calunniare terzi....xke le tue
    > uscite hanno solo il sapore per piratone che
    > sfrutta la bandiera del free e dell open per
    > avere tutto gratis.
    >
    > mah



    Tutto bello, tutto condivisibile ma.....da come scrivi dovresti evitare di citare Dante come esempio, visto che sei il primo a ignorare la lingua che Lui promulgava.
    "Impara a esprimerti IN lingua di Dante"....che è, la riesumazione dello Zio Tom degli anni '30?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > E quando ho detto una cosa del genere? Ho
    > detto che sono costretto ad avere un sistema
    > operativo commerciale e non libero se voglio
    > usare le cose "alla moda" come itunes. A me
    > personalmente non interessa ma alla massa si
    > - e "la massa" non può dunque usare
    > un sistema a propria scelta.

    Che razza di discorso è?
    Questo è vero ma vale per qualsiasi sw... o costringiamo tutti gli sviluppatori e tutte le sw-house a rilasciare ogni sw per tutte le piattaforme possibili, altrimenti sai di per certo che quando scegli un sistema avrai certe cose si e certe altre no, esattamente come avviene adesso.

    > Per ora detiene il più diffuso
    > sistema di vendita di musica online,

    Certo, perché ha investito tempo e denaro sia a livello tecnico (a parte il discorso delle protezioni, non so se hai ben presente il gioellino che è l'itms...), che a livello commerciale (accordi con la major in relazione al DRM), che a livello strategico (dall'ipod alla scelta relative all'itms).

    > immediatamente ha boicottato linux (tanto
    > per stare sicura no?).

    Non ha boicottato un bel niente: ha solo protetto i suoi investimenti.

    bye
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Se passo a linux non posso usare itunes. Se
    > uso windows si. Questo è vero "think
    > different" ROTFLSorride Faccio notare che cose
    > come itunes saranno sempre più
    > diffuse, ed è proprio con queste armi
    > che il free software può essere
    > sconfitto. Se per usare qualunque forma di
    > distribuzione alternativa dei contenuti sono
    > costretto ad avere un sistema _commerciale_
    > vengo demotivato ad usare il software
    > libero.
    >
    > E' stata da sempre la strategia di
    > microsoft, e apple non è
    > assolutamente da meno. Non negate l'evidenza
    > per favore e non date del troll. Itunes per
    > linux non c'è perchè apple
    > vive nella stessa logica di mercato di
    > microsoft e ibm. Non fatevi lobotomizzare.
    > Volete usare il mac perchè vi piace,
    > non c'è nulla di male. Ma smettete
    > please di osannare apple come fosse una
    > liberatrice dei diritti perchè segue
    > il mercato e le sue strategie esattamente
    > come gli altri. E ammazza i pinguini allo
    > stesso modo.

    Ti ricordo che Darwin è Open Source
    Ti ricordo che ITMS è il sistema protetto che offre le maggiori libertà agli utenti
    Ti ricordo che Apple rappresenta a tutti gli effetti l'unica vera alternativa a MS
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Ti ricordo che Apple rappresenta a tutti gli
    > effetti l'unica vera alternativa a MS

    Unica ? HP-UX, Irix, Tru64... e workstation alpha o MIPS.
    non+autenticato
  • si è iscritto a questo sito
    http://www.weblisten.com/
    un 15 giorni fà con un contratto flat di 33 euro fino ad ora ha scaricato oltre 800 mp3

    ma secondo voi è regolare?

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > si è iscritto a questo sito
    > www.weblisten.com /
    > un 15 giorni fà con un contratto flat
    > di 33 euro fino ad ora ha scaricato oltre
    > 800 mp3
    >
    > ma secondo voi è regolare?
    >
    secondo il sito si..
    "Currently, the downloading services are only available to residents of the UE.
    Download and listen to music legaly. WebListen has signed agreements with the Sociedad General de Autores y Editores (Spanish Association of Authors and Editors) (SGAE) in October 1998 and with the Asociacion de Artistas, Interpretes y Ejecutantes (Association of Artists, Performers and Players) (AIE) in June 1999, hence complying with the Law of Intellectual Property. "
    se poi mentono.. sono capperi loro... l'utente è del tutto legittimato a crederci...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > si è iscritto a questo sito
    > www.weblisten.com /
    > un 15 giorni fà con un contratto flat
    > di 33 euro fino ad ora ha scaricato oltre
    > 800 mp3
    >
    > ma secondo voi è regolare?
    >

    qualità?
    tipo di mp3?
    bitrate?
    non+autenticato
  • "FairUse, il sistema di digital rights management utilizzato per proteggere la musica vendita attraverso l'iTunes Music Store"

    forse intendevate: "FairUse, il sistema di digital rights management utilizzato per proteggere la musica venduta attraverso l'iTunes Music Store."


    Saluti,

    by
    Ulix
    Amiga lover since 1985Sorride

    non+autenticato
  • Corretto, grazieOcchiolino

    - Scritto da: Anonimo
    > "FairUse, il sistema di digital rights
    > management utilizzato per proteggere la
    > musica vendita attraverso l'iTunes Music
    > Store"
    >
    > forse intendevate: "FairUse, il sistema di
    > digital rights management utilizzato per
    > proteggere la musica venduta attraverso
    > l'iTunes Music Store."
    >
    >
    > Saluti,
    >
    > by
    > Ulix
    > Amiga lover since 1985Sorride
    >
  • scusate ma avete letto i primi 3 post del thread "Think Different2 è solo una mia impressione o sembra che quel mare di caxxxte sia stato scritto dalla solita mano?
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)