TIA non c'è ma ti guarda

Non si chiama più così, chi se ne occupava non ne sa nulla. Ma un'indagine accerta che il Governo americano sta assemblando centinaia di database incrociati con dati pubblici, privati e commerciali. Per la sicurezza, naturalmente

TIA non c'è ma ti guardaWashington (USA) - Il Congresso può anche aver deciso di non finanziarlo ma il temuto e pericoloso programma Total Information Awareness (TIA) della Difesa americana non è stato per questo affondato. Il progetto, che punta a mettere insieme la massima quantità di dati provenienti da database pubblici e privati in un'ottica di prevenzione anti-terroristica, continua a respirare. Ad accertare che la volontà dell'assemblea americana viene aggirata è una indagine del braccio investigativo del Congresso, il GAO, che sta comprensibilmente suscitando enorme attenzione.

Il GAO si è mosso sulle numerose segnalazioni che già nei mesi scorsi avevano fatto gridare allo scandalo in quanto progetti compresi formalmente nel TIA continuavano ad essere portati avanti. Un quadro che l'indagine ora non solo conferma, ma rende anche più inquietante.

Stando all'inchiesta svolta dal GAO, le agenzie federali oggi sono impegnate in più di 120 programmi di raccolta-dati, strumenti diversi che raccolgono con finalità diverse informazioni da database di qualsiasi natura. Lo scopo ufficiale, ma la Difesa USA si è per ora chiusa in un assoluto mutismo, è quello di prevenire azioni terroristiche sfruttando le nuove e potenti tecnologie di data mining.
Il GAO ha poi scoperto che 52 agenzie federali effettuano una raccolta sistematica dei dati che vengono inseriti in numerosi database informatici. Sono queste strutture, tutte legate all'amministrazione americana, che hanno in piedi qualcosa come 199 progetti di data mining, una parte dei quali, 68, sono al momento in fase di lancio.

Ma quali sono i dati raccolti e utilizzati nella creazione di questi nuovi mondi di intelligence che vengono costruiti sui sistemi informativi della Difesa? Secondo il GAO è compreso tutto: si va dagli indirizzi email ai nomi e cognomi, dai numeri di Social Security alle targhe delle automobili, dallo stato civile alla carriera militare, alle multe per il traffico e via dicendo. Di questo insieme di progetti, sono più di 50 quelli che sfruttano dati provenienti direttamente dai database commerciali, informazioni che comprendono, ad esempio, il dettaglio delle spese su carta di credito.

Secondo il rapporto, che è stato presentato ufficialmente proprio in queste ore, lo scopo di molti di questi progetti ricorda fantascienza alla Minority Report: è infatti quello di prevedere il comportamento degli individui. Ma non solo il loro, anche quello delle aziende. Basti pensare che un progetto dell'Agenzia tributaria nazionale, infatti, investiga sulle chance che certe imprese e corporation possano ricorrere a strumenti fiscali non del tutto leciti per accantonare fondi neri da spendere in progetti che possono costituire un pericolo per la sicurezza nazionale.

Il rapporto del GAO, che arriva a pochi giorni di distanza dall'annuncio del progettone per il database biometrico e finanziario sugli stranieri che accedono agli USA, illustra per la prima volta in modo così dettagliato a quale punto si è spinto il data mining governativo. Ma va considerato, e questo è ciò che ulteriormente preoccupa i sostenitori delle libertà civili, che il GAO non ha potuto inserirvi informazioni relative ai progetti classificati, la maggior parte dei quali sono protetti dal segreto di Stato.

Un grosso nome tra gli esperti di tecnologia e privacy, Peter Swire, che non solo è docente di legge dell'Università dell'Ohio ma ha anche svolto un importante ruolo di consulenza sotto Clinton, ha descritto il rapporto GAO interpretando un umore diffuso tra gli osservatori. "Ritengo - ha affermato - che il Total Information Awareness stia andando avanti con altre denominazioni, e gli attuali progetti della Difesa lo dimostrano". Si ritiene che proprio il Dipartimento della Difesa sia tra le agenzie più impegnate nel gestire progetti di questo tipo. Ve ne sarebbero 47 dedicati, tra le altre cose, a seguire le tracce di tutti gli addetti e dei militari della Marina per controllarne a tappeto gli spostamenti e le azioni.
"Mi turba - ha dichiarato il senatore democratico Daniel K. Akaka che aveva promosso l'indagine del GAO - l'alto numero di attività di data mining condotte dal governo federale e che riguardano informazioni personali. Il Governo raccoglie e utilizza i dati personali degli americani e li condivide tra agenzie ad un livello sorprendente, sollevando importanti preoccupazioni per la privacy".

Le prime contromosse ipotizzate dagli esperti del Congresso si rifanno al diritto pubblico: per operazioni di data mining che riguardino dati associabili ad un certo individuo deve occorrere un mandato della magistratura, sempreché l'indagine riguardi cittadini americani. Inoltre si intende richiedere alle strutture di intelligence l'utilizzo di dati anonimi fin dove possibile e in ogni caso di utilizzare per le proprie attività il minor numero di informazioni possibili.

In definitiva il rapporto del GAO ritiene che il data mining sia utile ma che possa essere condotto soltanto all'interno di precise linee guida che ne regolino il funzionamento e l'operatività e che offrano maggiori garanzie ai cittadini americani.
TAG: mondo
195 Commenti alla Notizia TIA non c'è ma ti guarda
Ordina
  • Questo permetterà ai governi di fare le leggi che vuole, ossia dittatura
    Sarà impossibile ribellarsi perchè come accenni ad una forma di ribellione di individueranno e ti faranno sparire
    La rivoluzione francese, la rvoluzione Russa non sarebbero mai avvenute e in futuro non potranno più capitare, verrebbero stroncate all' inizio
    Saranno inutili i curriculum vitae, perchè il datore di lavoro di una società potente saprà tutto di te, dagli spinelli che ti facevi alle superiori fino al nome della tua amante oggi
    Se farai anche un solo sbaglio, dall' errorino che hai fatto al lavoro al reato penale, verrà registrato per sempre sulla tua "fedina" elettronica e ti verrà rinfacciato per tutta la tua vita e quella dei tuoi eredi
    I ricchi sempre più ricchi, i poveri sempre più poveri
    Sempre meno libertà
    Benveuti nel nuovo Medioevo Tecnologico
    Draghi e streghe stanno arrivando... (genetica, radiazioni, inquinamento...)
    non+autenticato
  • > Questo permetterà ai governi di fare
    > le leggi che vuole, ossia dittatura

    Stai attento quando parli di dittatura... non sai nemmeno cosa voglia dire... ritieniti molto fortunato...


    > Sarà impossibile ribellarsi
    > perchè come accenni ad una forma di
    > ribellione di individueranno e ti faranno
    > sparire

    Fantascienza di sottoscala...
    Non tieni in considerazione lati tecnici e sociologici...



    > La rivoluzione francese, la rvoluzione
    > Russa non sarebbero mai avvenute e in futuro
    > non potranno più capitare, verrebbero
    > stroncate all' inizio

    Beh... se tu le rivoluzioni le intendi con spargimento di sangue allora non sei poi così diverso da quelli che tu intendi come tuoi nemici...
    La rivoluzione non è altro che un modo diverso e più ipocrita per fare la guerra... ricordatelo!


    > Saranno inutili i curriculum vitae,
    > perchè il datore di lavoro di una
    > società potente saprà tutto di
    > te, dagli spinelli che ti facevi alle
    > superiori fino al nome della tua amante oggi

    Come se a qualcuno gli interessi delle tue relazioni con l'amante...
    Poi per gli spinelli è tutto da dire... è un discorso APERTISSIMO nella nosta democrazia... non c'è vero proibizionismo!


    > Se farai anche un solo sbaglio, dall'
    > errorino che hai fatto al lavoro al reato
    > penale, verrà registrato per sempre
    > sulla tua "fedina" elettronica e ti
    > verrà rinfacciato per tutta la tua
    > vita e quella dei tuoi eredi

    Beh... vorrei ben vedere con un reato penale sulle spalle!
    Per i reati civili non c'è alcun problema...
    Studia un po' di legge prima di fare queste generalizzazioni...


    > I ricchi sempre più ricchi, i poveri
    > sempre più poveri

    Demagogia spicciola che non serve a nessuno...
    Propositivo ti voglio! Le critiche facili lasciano il tempo che trovano...


    > Sempre meno libertà

    Beh... tu ne hai tanta di libertà... non negare l'evidenza!


    > Benveuti nel nuovo Medioevo Tecnologico
    > Draghi e streghe stanno arrivando...
    > (genetica, radiazioni, inquinamento...)

    Beh... riesci a cadere più in basso riguardo alle banalità o ti fermi qui?Occhiolino


    Davide.
    non+autenticato
  • toh! uno che ha sempre la risposta giusta e ce lo spiega pure
    non+autenticato
  • > toh! uno che ha sempre la risposta giusta e
    > ce lo spiega pure

    Già giusta? Tutto qua? Niente dialogo?
    E tu hai qualcosa da dire o mi dai ragione senza discutere?Occhiolino

    Davide.
    non+autenticato
  • giusto! giusto! bravo! bravo! continua così
    non+autenticato
  • > giusto! giusto! bravo! bravo! continua
    > così

    Ma cos'è? La risposta di un bambino delle elementari?
    Posso aspettarmi qualche parola in più o devo credere che più di così non riesci a sforzarti?Occhiolino
    Cosa ne pensi?
    Non ho detto mica che le mie parole sono la verità del mondo!
    Potresti avere ragione anche tu! Coraggio!
    Discutere voglio... discutere... è così che si arriva a quella agognata verità che tutti vogliono...


    Davide.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Discutere voglio... discutere... è
    > così che si arriva a quella agognata
    > verità che tutti vogliono...

    Tu non sembri proprio volerla (e probabilmente non sei neanche in grado di accettarla).
    non+autenticato
  • > > Discutere voglio... discutere...
    > è
    > > così che si arriva a quella
    > agognata
    > > verità che tutti vogliono...
    >
    > Tu non sembri proprio volerla (e
    > probabilmente non sei neanche in grado di
    > accettarla).

    Io la voglio eccome!
    Se poi non volete rispondere a dovere non mi resta che farmene un ragione!Occhiolino

    Davide.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > > La rivoluzione francese, la rvoluzione
    > > Russa non sarebbero mai avvenute e in
    > futuro
    > > non potranno più capitare,
    > verrebbero
    > > stroncate all' inizio
    >
    > Beh... se tu le rivoluzioni le intendi con
    > spargimento di sangue allora non sei poi
    > così diverso da quelli che tu intendi
    > come tuoi nemici...
    > La rivoluzione non è altro che un
    > modo diverso e più ipocrita per fare
    > la guerra... ricordatelo!

    Certo che se lui fa demoagogia spicciola tu fai storia da due soldi...
    non+autenticato
  • > > La rivoluzione non è altro che un
    > > modo diverso e più ipocrita per
    > fare
    > > la guerra... ricordatelo!
    >
    > Certo che se lui fa demoagogia spicciola tu
    > fai storia da due soldi...

    Può sembrare... ma il concetto filosoficamente è quello... pensaci...
    Innamorarsi di ideologie preconfezionate da altri è sempre troppo facile... e la rivoluzione alla fine è sempre la sintesi di tutte le ipocrisie... non ha nulla di diverso e nulla di meno biasimevole...


    Davide.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > > La rivoluzione non è altro
    > che un
    > > > modo diverso e più ipocrita
    > per
    > > fare
    > > > la guerra... ricordatelo!
    > >
    > > Certo che se lui fa demoagogia
    > spicciola tu
    > > fai storia da due soldi...
    >
    > Può sembrare... ma il concetto
    > filosoficamente è quello...
    > pensaci...

    Illuminami, glorioso erede di socrate

    > Innamorarsi di ideologie preconfezionate da
    > altri è sempre troppo facile... e la
    > rivoluzione alla fine è sempre la
    > sintesi di tutte le ipocrisie...

    Le rivoluzioni da te citate sono nate a causa di un forte disagio generale della popolazione che ha trovato sbocco nella violenza, vuoi per l'incapacità di chi governava di saper cambiare, vuoi perché c'erano ideologie che sono riuscite ad incanalare questo disagio (e questa è una spiegazione estremamente semplicistica). Questo disagio è pre-esistente alla ideologia che determina la rivoluzione, e a dirla tutta, la sua causa va imputato direttamente a chi governò (e ai suoi predecessori) in tali situazioni. Ma si sa, il popolo è sempre scontento perché è ipocrita....
    non+autenticato
  • "Se non sei un terrorista e non hai niente da nascondere, perchè ti lamenti?"
    Questa è la frase tipica di tanti idioti, disposti a rinunciare con il sorriso sulle labbra a parte dei propri diritti e delle proprie libertà. E sembrano anche contenti, tanto i loro dati non verranno mai, per fare un esempio, utilizzati a scopo commerciale, ma solo per prevenire azioni da parte dei "cattivi".
    Altro che paranoie, il vero male è la beata ingenuità. Probabilmente l'equilibrio sta nel mezzo, ma dovendo scegliere tra i due estremi, ben vengano le paranoie.
  • infatti, e sarebbe interessante verificare la quantità di fluoro
    presente nell'organismo di questi idioti per poi farli ragionare
    non+autenticato
  • > "Se non sei un terrorista e non hai niente
    > da nascondere, perchè ti lamenti?"
    > Questa è la frase tipica di tanti
    > idioti, disposti a rinunciare con il sorriso
    > sulle labbra a parte dei propri diritti e
    > delle proprie libertà.

    Si vede che qualcuno non mi ha capito...
    La libertà non è fare quel cavolo che ti pare all'ombra della privacy!
    Libertà è pensare ed esprimersi secondo regole democratiche! Non all'oscuro e nascondendo la mano dopo acer scagliato il sasso!
    Bisogna avere coraggio nelle proprie idee e farle avanzare secondo dialogo democratico!
    Se poi dopo non hai il coraggio dei tuoi mezzi oppure fai fatica a capire questo mondo, senza offesa, è tutto un'altro discorso...


    > E sembrano
    > anche contenti, tanto i loro dati non
    > verranno mai, per fare un esempio,
    > utilizzati a scopo commerciale, ma solo per
    > prevenire azioni da parte dei "cattivi".

    A scopo commerciale... beh, tutto qua? E' questo che ti preme? Ne sei tanto sicuro? Pensi che le organizzazioni militari non hanno meglio da fare che dare i dati raccolti da loro alle aziende di saponette e deodoranti?
    Anche se fosse mi sembrerebbe alquanto lontano da una violazione delle libertà fondamentali... è una rottura di scatole ben punibile per legge... se dopo non sai quali sono le leggi, prendi un codice di diritto e comincia a leggere... scoprirai tante belle cose...

    Se poi li usano per scopi politici... beh... non dovresti preoccuparti dei tuoi vizietti se credi che un grande uomo politico si fa con la vita pubblica e non con quella privata...
    Se poi i tuoi vizi sono enormi... beh... sei legittimamente biasimevole sull'ambito morale...

    Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari è tutta un'altra questione da difendere con argomentazioni differenti e non riguarda questo thread...


    > Altro che paranoie, il vero male è la
    > beata ingenuità.

    Beh... allora chiamami ingenuo se ti fa stare meglio... però mi aspetterei un dibattito più forbito...


    > Probabilmente
    > l'equilibrio sta nel mezzo

    E' a questo che serve il dialogo tra estremi... non ho io assoluta ragione... non hai tu assoluta ragione... creiamo un ottimo compromesso che raggiungerà l'ottima soluzione per il bene dell'uomo in generale (semi citazione della "Politica" di Aristotele)...


    > ma dovendo
    > scegliere tra i due estremi, ben vengano le
    > paranoie.

    Avrai un'esistenza felice (!) allora se scegli le paranoie...Occhiolino
    E poi non serve a nessuno avere paranoie...


    Davide.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > "Se non sei un terrorista e non hai
    > niente
    > > da nascondere, perchè ti
    > lamenti?"
    > > Questa è la frase tipica di tanti
    > > idioti, disposti a rinunciare con il
    > sorriso
    > > sulle labbra a parte dei propri diritti
    > e
    > > delle proprie libertà.
    >
    > Si vede che qualcuno non mi ha capito...

    Il mio post non è una risposta personale al tuo intervento che ha aperto un altro thread, che ho letto solo in seguito. Questo per chiarezza. Non ti avevo letto, prima ancora di capire o meno...

    > La libertà non è fare quel
    > cavolo che ti pare all'ombra della privacy!
    > Libertà è pensare ed
    > esprimersi secondo regole democratiche! Non
    > all'oscuro e nascondendo la mano dopo acer
    > scagliato il sasso!
    > Bisogna avere coraggio nelle proprie idee e
    > farle avanzare secondo dialogo democratico!
    > Se poi dopo non hai il coraggio dei tuoi
    > mezzi oppure fai fatica a capire questo
    > mondo, senza offesa, è tutto un'altro
    > discorso...

    Non dici nulla di nuovo. Le tue conclusioni sulla presunta incapacità di assumersi le proprie responsabilità sono, più che offensive, arbitarie e banali.

    > > E sembrano
    > > anche contenti, tanto i loro dati non
    > > verranno mai, per fare un esempio,
    > > utilizzati a scopo commerciale, ma solo
    > per
    > > prevenire azioni da parte dei "cattivi".
    >
    > A scopo commerciale... beh, tutto qua? E'
    > questo che ti preme?

    Evidentemente il termine "per fare un esempio" non ti è chiaro. Solo così mi spiego la risposta "...tutto qua? E' quello che ti preme?".

    >Ne sei tanto sicuro?
    > Pensi che le organizzazioni militari non
    > hanno meglio da fare che dare i dati
    > raccolti da loro alle aziende di saponette e
    > deodoranti?
    > Anche se fosse mi sembrerebbe alquanto
    > lontano da una violazione delle
    > libertà fondamentali... è una
    > rottura di scatole ben punibile per legge...
    > se dopo non sai quali sono le leggi, prendi
    > un codice di diritto e comincia a leggere...
    > scoprirai tante belle cose...

    Classico: dare per scontato che l'interlocutore non abbia l'umiltà di documentarsi e/o tenere in considerazione le proprie carenze di informazioni e cultura specifica.

    > Se poi li usano per scopi politici... beh...
    > non dovresti preoccuparti dei tuoi vizietti
    > se credi che un grande uomo politico si fa
    > con la vita pubblica e non con quella
    > privata...
    > Se poi i tuoi vizi sono enormi... beh... sei
    > legittimamente biasimevole sull'ambito
    > morale...
    >
    > Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari
    > è tutta un'altra questione da
    > difendere con argomentazioni differenti e
    > non riguarda questo thread...

    E' un altro fattore da tenere in considerazione, non lontano dai temi dei quali si sta discutendo.

    > > Altro che paranoie, il vero male
    > è la
    > > beata ingenuità.
    >
    > Beh... allora chiamami ingenuo se ti fa
    > stare meglio... però mi aspetterei un
    > dibattito più forbito...
    >
    >
    > > Probabilmente
    > > l'equilibrio sta nel mezzo
    >
    > E' a questo che serve il dialogo tra
    > estremi... non ho io assoluta ragione... non
    > hai tu assoluta ragione... creiamo un ottimo
    > compromesso che raggiungerà l'ottima
    > soluzione per il bene dell'uomo in generale
    > (semi citazione della "Politica" di
    > Aristotele)...

    Sono ovviamente d'accordo

    > > ma dovendo
    > > scegliere tra i due estremi, ben
    > vengano le
    > > paranoie.

    Parlo della scelta di una sorta di "male minore". In questo non c'è contraddizione con quello che ti dico poco sopra

    > Avrai un'esistenza felice (!) allora se
    > scegli le paranoie...Occhiolino
    > E poi non serve a nessuno avere paranoie...

    Sinceramente invidio il tuo ottimismo, che non riesco a condividere.

    > Davide.

    Ho evidentemente un'opinione molto diversa dalla tua, ma ci tengo a ribadire che il mio post non era assolutamente una risposta mirata al tuo precedente di apertura thread. Io non riesco proprio capire chi non si pone il problema e fa spallucce, non certo chi (ponendosi il problema) offre un'interpretazione diversa dalla mia.
  • > Il mio post non è una risposta
    > personale al tuo intervento che ha aperto un
    > altro thread, che ho letto solo in seguito.
    > Questo per chiarezza. Non ti avevo letto,
    > prima ancora di capire o meno...

    OK...



    > Non dici nulla di nuovo. Le tue conclusioni
    > sulla presunta incapacità di
    > assumersi le proprie responsabilità
    > sono, più che offensive, arbitarie e
    > banali.

    Non era rivolto a te in particolare ma a tutti quelli che ogni giorno invece di assumersi le proprie responsabilità preferiscono nascondersi all'ombra di diritti più che assistenzialisti e compiacenti...



    > > A scopo commerciale... beh, tutto qua?
    > E'
    > > questo che ti preme?
    >
    > Evidentemente il termine "per fare un
    > esempio" non ti è chiaro. Solo
    > così mi spiego la risposta "...tutto
    > qua? E' quello che ti preme?".

    Era chiaro... ma chiaramente volevo anche esporre una risposta più articolata nell'obbiettivo di farlo capire a quelli che facilmente fraintendono il tuo intervento...


    > Classico: dare per scontato che
    > l'interlocutore non abbia l'umiltà di
    > documentarsi e/o tenere in considerazione le
    > proprie carenze di informazioni e cultura
    > specifica.

    Ne conosco a tonnellate di gente che preferisce ascoltare le discussioni da bar (basandosi su comizi pseudo-elettorali), oppure guardare un documentario anti-amministrazioni, oppure ancora guardare solo alcuni tg, piuttosto che informarsi in modo intelligente ed andare a fondo di una coscienza socialmente democratica... e poi credono che sia la verità calata dal cielo... solo perché va contro un certo modo di pensare... si innamorano dello scontro a tutti i costi... perché, a loro modo di vedere, i potenti meritano di essere bastonati e basta...



    > > Se ti preoccupi per i tuoi dati sanitari
    > > è tutta un'altra questione da
    > > difendere con argomentazioni differenti
    > e
    > > non riguarda questo thread...
    >
    > E' un altro fattore da tenere in
    > considerazione, non lontano dai temi dei
    > quali si sta discutendo.

    Non lontano... ma aprirebbe un altro lunghissimo discorso su cui probabilmente avremmo TUTTI la stessa sensibilità ed idee e lo stesso modo di opporci... e per questo a nessuno gli verrebbe in mente di discriminare una persona in base a dati sanitari...


    > Sinceramente invidio il tuo ottimismo, che
    > non riesco a condividere.

    Beh... non dico che tu debba condividerlo... ma è anche vero che i migliori risultati si ottengono con l'ottismo consapevole (e non quello ingenuo)...
    Il pessimismo allontana anche le persone migliori di questo mondo... se vuoi farti ascoltare devi porti con spirito duramente critico ma non lasciandoti andare ad interpretazioni catastrofiche che mai si sono rivelate vere...

    E poi il pessimismo e frutto della paura... ed è quello che molta gente vuole...


    > Ho evidentemente un'opinione molto diversa
    > dalla tua, ma ci tengo a ribadire che il mio
    > post non era assolutamente una risposta
    > mirata al tuo precedente di apertura thread.

    Beh... non ci sarebbe stato niente di male...Occhiolino


    > Io non riesco proprio capire chi non si
    > pone il problema e fa spallucce, non certo
    > chi (ponendosi il problema) offre
    > un'interpretazione diversa dalla mia.

    Condivido appieno...

    Saluti.

    Davide.
    non+autenticato
  • "Peter Swire ha anche svolto un importante ruolo di consulenza sotto Clinton"

    Dati i precedenti pubblici e pubici di Clinton, certe frasi andrebbero riviste.
    non+autenticato
  • in Americo esiste ormai da molto un contorto concetto di Libertà, non è vero? Questo bellissimo principio mi pare sia un pò maltrattato in quel paese.
    la LIBERTA' te la vendono a parole ma te la guadagni come
    ? il Governo americano diretto da quell'impresario d'oro nero farebbe di tutto per tenere sotto-controllo, comandare e dirigere indisturbato la sua variegata popolazione. Diffondere la paura come forma di controllo vi dice niente?
    avete mai sentito in una qualsiasi città americana come l'informazione pubblica-privata (dico pubblica perchè spero esista ancora =) ), viene trattata? La gente che da per scontata la posizione di supremazia dei media, nel campo dell'informazione, ovviamente crede nelle favole da audience che le tv-private diffondono... E' L'ERA DELLA DISINFORMAZIONE DI MASSA
    l'arma più potente a questo mondo siete convinti sia un'arma bellica fatta di ferro e chissà cos'altro? no è L'INFORMAZIONE
    manipolala, modificala dagli un senso più positivo, negativo, oggettivo o soggettivo e otterrai sempre diversi risultati sulla gente che su quell'informazione ci baserà i suoi mille pensieri.
    e si possono anche analizzare i risvolti economici che hanno sulla gente le diverse informazioni non credete? è ovvio! genio chi c'ha pensato ma idiota chi l'ha messo in pratica!
    chi ha più informazioni in USA è il più potente.
    e la gente che comunemente vive la sua vita spero che continuerà a viverla senza dover essere torturata da queste prese illegittime di potere da parte di tutte queste fobie sul controllo per il terrorismo. è inutile che Bush faccia un sacco di nuove stronzate e tutte miranti a risolvere l'imminente pericolo terrorista. che pericolo c'è oggi bush?? e domani dimmi un pò, nel tg che nuovi problemi-pericoli ci metti? anzi a che livello è la paura di bin-laden, a livello rosso o arancione?

    l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori rotta? lo sapevano benissimo ma le responsabilità ora non sa più chi prenderle!!

    per convincervi che non son baggianate andate a guardarvi qualche cifra del documentario di Michael Moore: "Bowling for Columbine" e sono convinto che tornerete in questo forum con altre considerazioni in merito agli eventi che accadono in quel paese.
    Bush deve in un certo senso controllare-dirigere la giostra perchè in ballo oltre ai più ingenti interessi economici c'è la posizione suprema di potenza mondiale che ormai rimarrà della cara, libera, e ricca America



  • > chi ha più informazioni in USA

    Non solo in USA, l'informazione e la conoscenza da sempre ti mettono in condizione di superiorita' ... sai che scoperta

    > terrorista. che pericolo c'è oggi
    > bush?? e domani dimmi un pò, nel tg

    Beato te che sei cosi' ingenuo, purtroppo il pericolo e' reale, e man mano che passano gli anni aumentera', anche se l'Islam sara' sconfitto bastera' un pazzo qualunque, un unabomber qualunque del 22 secolo per sterminare milioni di cittadini di una metropoli con un virus fatto in cantina ... guarda ... se un tempo un anarchico poteva uccidere la vittima di turno con una pistolettata, oggi lo fanno con delle bombe fatte e ci vanno di mezzo piu' persone, domani chissa' ...

    Il progresso mette a disposizione di tutti noi conoscenze sempre piu' vaste e tecnologie sempre piu' potenti ... ma fondamentalmente il nostro cervello rimane quello di 50'000 anni fa ... non e' cambiato affatto da quando ci aggiravamo con una punta di selce per la savana!

    Che ne deduci allora? Semplice che non esiste semplicemente possibilita' che la societa' moderna sia un sistema stabile se non strutturandola rigidamente e abbandonando liberta' che oggi diamo per scontate.

    > l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori
    > rotta? lo sapevano benissimo ma le

    Li hanno visti eccome e si son oanche alzati in volo gli interceptors ma per un abbattimento civile serviva l'ordine presidenziale diretto ... ora non piu', basta il piu' alto in grado disponibile.

    Inoltre ... se hai mai avuto la possibilita di vedere in real time la mappa dei voli sopra i cieli americani e parlo solo dei voli grossi, di linea, migliaia e migliaia ... beh ti renderai conto di come si difficile prevenire alcunche' ...

    Vuoi un esempio? Collegati al LAX l'aeroporo di Ls Angeles, guarda in diretta quanti aerei passano soprala citta' e quanti atterrano (uno ogni 30 secondi a piste alterne), poi osserva che per atterrare devono tutti passare sopra la citta' ... se uno esce di rotta per colpire downtown non passano che 10-25 secondi prima che sia sull'obiettivo ... altro che prevenire!

    O detto LAX perche' e' disponibile la telemetria ma e' lo stesso per tutte le grandi citta' ... sei mai atterrato a La Guardia? Beh ti assicuro che sei sopra la citta'!

    ... il qualunquismo e' disinformazione ... Occhiolino
    non+autenticato
  • si, ok ....Sorride
    parlavo in linea teorica perchè non sono informato quanto te!

    vedi? chi ha più informazioni......può concludere in pensieri più concreti e pratici

    .... bella scoperta....

    ciauz!:D
  • > in Americo esiste ormai da molto un contorto
    > concetto di Libertà, non è
    > vero? Questo bellissimo principio mi pare
    > sia un pò maltrattato in quel paese.
    > la LIBERTA' te la vendono a parole ma te la
    > guadagni come?

    Tu hai ben in mente il concetto di libertà suppongo... definiscimelo... poi ne discutiamo... è un argomento molto complesso e delicato...


    > il Governo americano diretto da
    > quell'impresario d'oro nero farebbe di tutto
    > per tenere sotto-controllo, comandare e
    > dirigere indisturbato la sua variegata
    > popolazione.

    Non mi sembra che stia comandando e dirigendo indisturbato la sua variegata popolazione... come banale prova leggi gli ultimi sondaggi (quelli americani sono statisticamente seri... altro che Italia)....


    > Diffondere la paura come forma
    > di controllo vi dice niente?

    Paura = sfiducia = economia in declino

    Non ti sembra un controsenso nel sistema capitalistico che è basato completamente sulla fiducia degli acquirenti e degli investitori?
    Oppure nutri ancora qualche dubbio sul concetto di sistema capitalistico?


    > avete mai sentito in una qualsiasi
    > città americana come l'informazione
    > pubblica-privata (dico pubblica
    > perchè spero esista ancora =) ),
    > viene trattata?

    Beh... dipende dai giornalisti che hanno in mente solo di fare ascolti... non certamente tutti sono controllati da "cattivoni" tipo Bush!


    > La gente che da per scontata
    > la posizione di supremazia dei media, nel
    > campo dell'informazione, ovviamente crede
    > nelle favole da audience che le tv-private
    > diffondono... E' L'ERA DELLA DISINFORMAZIONE
    > DI MASSA
    > l'arma più potente a questo mondo
    > siete convinti sia un'arma bellica fatta di
    > ferro e chissà cos'altro? no è
    > L'INFORMAZIONE
    > manipolala, modificala dagli un senso
    > più positivo, negativo, oggettivo o
    > soggettivo e otterrai sempre diversi
    > risultati sulla gente che su
    > quell'informazione ci baserà i suoi
    > mille pensieri.

    Sempre stato... nulla di nuovo... anche tu ne sei plagiato a quanto pare, ma nel senso opposto...
    Vedi... non è un problema di chi dice che cosa... il problema è un altro: l'ascoltatore è in grado o no di crearsi un substrato critico per ogni informazione ricevuta per poi effettuare una sintesi e formare dei leciti dubbi?
    A quanto pare anche tu prendi come oro colato certe notizie date da giornalisti "anti-bush".... ascolta TUTTI e critica TUTTI.... la verità è ben più complessa....
    E' questo che bisogna insegnare alla gente... non convicerla che questo o quel partito, questo o quel tg, è migliore di un'altro....


    > è inutile che Bush
    > faccia un sacco di nuove stronzate e tutte
    > miranti a risolvere l'imminente pericolo
    > terrorista. che pericolo c'è oggi
    > bush??

    E' vero... non c'è nessun problema... se li crea tutti Bush, l'FBI e la CIA... Ma dai! Vivi in un mondo di fumetti e di complotti fanta-politici generalizzati! Non credi che tu adesso stia facendo della disinformazione!?!?


    > l'FBI e la CIA non vedono 4 o 5 aerei fuori
    > rotta? lo sapevano benissimo ma le
    > responsabilità ora non sa più
    > chi prenderle!!

    Lo sapevano benissimo... tu allora, comandante generale delle forze armate americane devi scegliere in 5 minuti di abbattere o meno 4 o 5 aerei senza avere la sicurezza di che intenzioni hanno... che fai? Lanci 4 o 5 missili per ammazzare centinaia di persone senza averne la sicurezza per poi essere additato da VOI come assassino che non sa quello che fa?!?!
    Troppo semplòicistiche le vostre conclusioni... non tenete in considerazione l'estrema complessità tecnica e morale di un evento simile...


    > per convincervi che non son baggianate
    > andate a guardarvi qualche cifra del
    > documentario di Michael Moore: "Bowling for
    > Columbine" e sono convinto che tornerete in
    > questo forum con altre considerazioni in
    > merito agli eventi che accadono in quel
    > paese.

    Altre considerazioni che non sono però basate sulla verità assoluta... che prove sforna Michael Moore? Io personalmente non l'ho guardato questo documentario, ma sono molto curiososo di vedere le cifre frammentarie e di comodo trattate come il sunto perfetto di una realtà spiegata nei minimi termini...
    Ti sei mai chiesto invece se il documentarista ha anche lui interessi puramente economici che vanno al di là dello scopo d'informazione?


    > Bush deve in un certo senso
    > controllare-dirigere la giostra
    > perchè in ballo oltre ai più
    > ingenti interessi economici c'è la
    > posizione suprema di potenza mondiale che
    > ormai rimarrà della cara, libera, e
    > ricca America

    Questo lo dici tu... mi sembra molto semplicistico e di parte questo tuo modo di ragionare... la realtà è molto più complessa e me ne darai ragione spero...


    Davide.
    non+autenticato

  • beh, grazie per la critica....Sorride

    cmq non era mia intenzione fare un tema ben mirato e corretto volevo mettere giù qalche idea...

    beh, alcune risposte le posso accogliere ma quella sull'economia e quella su Micael Moore no.
    comunque non voglio gareggiare a chi ne sa di più, ne devo istruire la gente.... semplicemente

    guardalo il documentario te lo consiglio, è molto ben fatto. veder per credere
    e così ti risponderai anche a " la paura come forma di controllo". se in giro c'è paura di attacchi nucleari o chimici vanno tutti a far provviste e a spendere per barricarsi in casa; se c'è in giro la paura di criminalità o killer vari ci si compra la pistola, per paura che... l'america per questo ha il tasso di omicidi annuo più alto al mondo... il difendersi è diritto di ogni americano, ovvio basta pagare e sei al sicuro!Occhiolino

    beh, alcune idee su cui ovviamente c'è troppo da parlare ... ciao!
  • > cmq non era mia intenzione fare un tema ben
    > mirato e corretto volevo mettere giù
    > qalche idea...

    E' giusto che sia così...


    > guardalo il documentario te lo consiglio,
    > è molto ben fatto.

    Appena ne avrò il tempo... sono proprio curioso...Occhiolino

    > veder per credere
    > e così ti risponderai anche a " la
    > paura come forma di controllo".

    Beh... non dico che non sia vero... ma è una illazione troppo grossa per motivarla con poche prove frammentarie e logiche da giornalista più che da vero critico...


    > se in giro
    > c'è paura di attacchi nucleari o
    > chimici vanno tutti a far provviste e a
    > spendere per barricarsi in casa; se
    > c'è in giro la paura di
    > criminalità o killer vari ci si
    > compra la pistola, per paura che...
    > l'america per questo ha il tasso di omicidi
    > annuo più alto al mondo... il
    > difendersi è diritto di ogni
    > americano, ovvio basta pagare e sei al
    > sicuro!Occhiolino

    Beh... è una logica lecita, ma che va provata con qualcosa di più che una semplice implicazione ligica/sintattica ed un paio di numeri... e dire che tutti od in gran parte ai vertici dell'amministrazione la pensano così, beh, vuol dire semplicemente fare propaganda per l'altra parte...


    > beh, alcune idee su cui ovviamente
    > c'è troppo da parlare ... ciao!

    Non c'è dubbio...


    Davide.
    non+autenticato
  • ci sarebbero da dire due parole sul sionismo rapace
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ci sarebbero da dire due parole sul sionismo
    > rapace

    Ci sarebbe da verificare quanto quelli che citano a sproposito e strumentalmente certi argomenti siano "privi di peccato"...
    Personalmente ho trovato molti peccatori in queste schiere!
    Lo dico come persona molto poco "sospetta" dato che la mia e' una famiglia "mista" parte "ebrea" e parte "gentile"... Occhiolino
    non+autenticato
  • quello che succede in america e' interessante da sapere, ma io vorrei sapere cosa succede da noi, perche' mi riguarda molto di piu'. mi chiedo perche' queste schifezze saltano fuori solo la'. sono gli unici a farle? non credo proprio. le nostre varie commissioni di vigilanza, parlamenti, corti dei conti ecc.. che cacchio fanno durante il giorno? dormono? eh gia' tanto i governi europei sono bravi e buoni e molto rispettosi dei loro cittadini, mica cattivi come gli americano.
    cosa bolle nella nostra pentola?
    non+autenticato
  • da noi succederà la stessa cosa a breve termine, don'tworry, solamente che sarà ancora più infame

    ma ovviamente basta aggiungere il bollino "anti-terrorismo" da una parte e "terrorista" dall' altra per poter fare tutto quel che ci pare...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > da noi succederà la stessa cosa a
    > breve termine, don'tworry, solamente che
    > sarà ancora più infame

    si ma il punto e' se da noi saltera' fuori o ce lo metteranno in quel posto senza neppure avere la cortesia di dircelo.
    almeno gli americani lo sanno.
    non+autenticato
  • > le nostre
    > varie commissioni di vigilanza, parlamenti,
    > corti dei conti ecc.. che cacchio fanno
    > durante il giorno? dormono?

    Quello che fanno è pubblico... trova il tempo per informarti invece di scrivere baggianate simili...
    Se poi i giornalisti preferiscano scrivere della "lobby simil massonica" delle multinazionali e dei governi non fanno che prendere in giro me e te... e quel che è peggio è che tu ci credi a questi "scoop"...


    > eh gia' tanto i
    > governi europei sono bravi e buoni e molto
    > rispettosi dei loro cittadini, mica cattivi
    > come gli americano.
    > cosa bolle nella nostra pentola?

    Tutti cattivoni... Ma dai, sii serio!!! Onestamente dì piuttosto che non capisci la loro logica invece di dire che vogliono schiavizzare la gente...


    Davide.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > > le nostre
    > > varie commissioni di vigilanza,
    > parlamenti,
    > > corti dei conti ecc.. che cacchio fanno
    > > durante il giorno? dormono?
    >
    > Quello che fanno è pubblico... trova
    > il tempo per informarti invece di scrivere
    > baggianate simili...
    > Se poi i giornalisti preferiscano scrivere
    > della "lobby simil massonica" delle
    > multinazionali e dei governi non fanno che
    > prendere in giro me e te... e quel che
    > è peggio è che tu ci credi a
    > questi "scoop"...
    >
    >
    > > eh gia' tanto i
    > > governi europei sono bravi e buoni e
    > molto
    > > rispettosi dei loro cittadini, mica
    > cattivi
    > > come gli americano.
    > > cosa bolle nella nostra pentola?
    >
    > Tutti cattivoni... Ma dai, sii serio!!!
    > Onestamente dì piuttosto che non
    > capisci la loro logica invece di dire che
    > vogliono schiavizzare la gente...
    >
    >
    > Davide.

    mi sa che hai completamente frainteso quello che ho scritto.
    siccome mi sembra altamente improbabile che questi programmi non siano perlomeno in fase di studio anche qui da noi io voglio sapere perche' non sono pubblici.
    se tu dici che lo sono, dammi i riferimenti e io li leggero' volentieri. altrimenti permettimi di dire che i nostri organi di controllo stanno dormendo.
    non+autenticato
  • > mi sa che hai completamente frainteso quello
    > che ho scritto.

    Forse... le interpretazioni sono sempre soggettive...


    > siccome mi sembra altamente improbabile che
    > questi programmi non siano perlomeno in fase
    > di studio anche qui da noi io voglio sapere
    > perche' non sono pubblici.

    Perché sono in fase di studio e non completamente operativi (compresi quelli americani)... funzionano su un ristretto range di persone... non su tutta la popolazione...


    > se tu dici che lo sono, dammi i riferimenti
    > e io li leggero' volentieri. altrimenti
    > permettimi di dire che i nostri organi di
    > controllo stanno dormendo.

    Beh... di sicuro gli organi militari e dei servizi segreti (sono solo questi che ne fanno uso) non renderanno pubblici i particolari altrimenti non avrebbe senso neanche crearli perché si capirebbe come evitarli... non credi?
    E siccome ne va della tua stessa sicurezza io non li renderei poi così pubblici... gli organi di controllo hanno lo scopo di difendere informazioni considerate eccessive su un rapporto di costi/benefici, e non possono difendere anche coloro che vanno chiaramente contro le leggi e la sicurezza...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 16 discussioni)