P2P, Lecce promuove l'uso consapevole

La Provincia decide di erogare un finanziamento affinché possa essere diffusa nelle scuole di Lecce e dintorni la Guida di NewGlobal.it sull'uso dei sistemi di peer-to-peer

Lecce - L'associazione NewGlobal.it ha reso nota quella che appare un'assoluta novità nel panorama degli enti locali italiani alle prese con Internet: la Provincia di Lecce ha infatti deciso di erogare un contributo finanziario per informare i giovani sul diritto d'autore e l'uso delle piattaforme di file sharing.

In particolare, NewGlobal.it beneficerà di un sostegno economico per diffondere nelle scuole medie superiori della provincia 5mila copie della Guida ad un uso consapevole dei sistemi P2P e dei software di file sharing.

La guida, scaricabile gratuitamente anche dal sito dell'associazione, verrà distribuita alla ripresa dell'anno scolastico, a settembre 2004, e, come si legge in una nota, "si fregerà di una veste grafica più accattivante rispetto a quella scaricabile online e recherà anche informazioni sulle rilevanti novità introdotte dal Decreto Legge Urbani."
Come si ricorderà, la prima versione della pratica "Guida", con prefazione del Senatore Fiorello Cortiana, è stata presentata alla Sala Rossa del Senato il 24 luglio 2003.
TAG: italia
38 Commenti alla Notizia P2P, Lecce promuove l'uso consapevole
Ordina
  • Vorrei dire la mia riguardo alla legge urbani e le connessioni a banda larga:
    Mi pare eccessivo il costo degli abbonamenti, perchè non utilizzare una parte di questa cifra senza aumentarla per una tassa da evolvere a enti tipo siae?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Vorrei dire la mia riguardo alla legge
    > urbani e le connessioni a banda larga:
    > Mi pare eccessivo il costo degli
    > abbonamenti, perchè non utilizzare
    > una parte di questa cifra senza aumentarla
    > per una tassa da evolvere a enti tipo siae?

    Perchè sarebbe stato troppo intelligente!!!!

    :D:D
    non+autenticato
  • Bravo, è quello che sostengo anch'io!

    Agano.
    non+autenticato
  • la provincia di lecce farebbe meglio
    a promuovere qualcosa di diverso
    dal solito OS, prima alla provincia e poi
    nelle scuole.



    Fan Linux
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > la provincia di lecce farebbe meglio
    > a promuovere qualcosa di diverso
    > dal solito OS, prima alla provincia e poi
    > nelle scuole.

    Invece organizza Linux Day, incontri nelle scuole ecc. (grazie soprattutto al LUG della provincia) ma non vengono menzionati da PISorride
    non+autenticato
  • >ma non vengono menzionati da PI

    segui poco pi eh?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > >ma non vengono menzionati da PI
    >
    > segui poco pi eh?

    Bhè oltre al Linux Day (di cui se ne è parlato in generale nel territorio nazionale [ed è giusto che sia così]), non mi pare di aver visto altroImbarazzato
    Comunque non sto dando una colpa, sia chiaro. E' ovvio che un quotidiano non può riportare tutte le notizie del mondo! Però mi meraviglio che questo ragionamento non lo faccia solo io... mi sembra così ovvio...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > la provincia di lecce farebbe meglio
    > > a promuovere qualcosa di diverso
    > > dal solito OS, prima alla provincia e
    > poi
    > > nelle scuole.
    >
    > Invece organizza Linux Day, incontri nelle
    > scuole ecc. (grazie soprattutto al LUG della
    > provincia) ma non vengono menzionati da PI
    >Sorride

    Conosco abbastanza dell'importante attivita' svolta dal Salento Linux User Group,
    pero' non mi sembra di aver visto mai un impiegato
    della provincia usare openoffice, mozilla o l'ultima distribuzione della mandrake.


    Ciao.




    In lacrime
    non+autenticato
  • > Conosco abbastanza dell'importante attivita'
    > svolta dal Salento Linux User Group,
    > pero' non mi sembra di aver visto mai un
    > impiegato
    > della provincia usare openoffice, mozilla o
    > l'ultima distribuzione della mandrake.
    >
    >
    > Ciao.

    Non vorrei aprire un dibattito, ma neanche a me è mai sembrato di vedere un impiegato di una qualsiasi città del nord usare i suddetti programmi.
    Comunque è inutile girarci intorno, sappiamo fin troppo bene il perchè della diffusione di uno o dell'altro strumento. IMHO è inutile bastonarci virtualmente solo per il gusto di farloSorride
    E' vero che l'attività Open Source è più fiorente da quelle parti che non da noi, ma i motivi sono vari e validi. Sono sempre gli stessi!!!

    Ciao
    non+autenticato
  • Finalmente un'iniziativa concreta per sensibilizzare gli utenti della rete, abbandonati da tutti, violentati da dialer, spiati nell'intimo con backdoor, insultati da spam che mettono in ridicolo la loro virilita' , colpiti da wirus, worm , bug, crash (Fan Windows) e che nell'ignoranza piu' totale si sono finalmente compattati sull'unica posizione realmente errata, la difesa della pirateria e del furto sistematico delle opere di ingegno. A bocca aperta
    Io ho tentato per mesi e mesi di togliere loro i paraocchi usando questi forum ma ho dovuto arrendermi.. l'iniziativa leccese spero dia qualche frutto e che venga riproposta anche in altre province.

    good luck

    non+autenticato
  • ma dio mio!
    perchè devono sempre fare qualcosa muovendo soldi?

    basterebbe che ne parlassero


    e fare un po' di educazione civica e studiare meno egizi e più storia contemporanea
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ma dio mio!
    > perchè devono sempre fare qualcosa
    > muovendo soldi?

    Pagheranno la stampa della guida direttamente alla tipografia. Preferiscono lasciare qualcosa di scritto agli studenti e tuttosommato abbiamo visto che è un metodo più efficace rispetto ad informare semplicemente.

    saluti
    Ettore Panella


    >
    > basterebbe che ne parlassero
    >
    >
    > e fare un po' di educazione civica e
    > studiare meno egizi e più storia
    > contemporanea
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > ma dio mio!
    > perchè devono sempre fare qualcosa
    > muovendo soldi?
    >
    > basterebbe che ne parlassero
    >
    >
    > e fare un po' di educazione civica e
    > studiare meno egizi e più storia
    > contemporanea

    hai appena citato la riforma MorattiA bocca aperta la cosa strana e che anche miei amici a cui non fregava una cippa dei babilonesi si sono scagliati contro con tutte le forze, come e' successo dopo la presentazione di tutte le riforme scolastiche..

    non+autenticato
  • Sarà che gli studenti sono una massa informe manipolabile a piacere dai sessantottini che hanno posato il loro culo a scuola e non intendono rimuoverlo?
    Mannò... che vado mai a pensare...

    > hai appena citato la riforma MorattiA bocca aperta la
    > cosa strana e che anche miei amici a cui non
    > fregava una cippa dei babilonesi si sono
    > scagliati contro con tutte le forze, come e'
    > successo dopo la presentazione di tutte le
    > riforme scolastiche..
    >
    non+autenticato
  • Non dovete preoccuparvi di essere citati in giudizio o arrestati se scaricate musica legale. Molti musicisti indipendenti offrono download della loro musica nella speranza di attrarre altri fan.

    Se tutti iniziassero a scaricare musica legale invece di violare il diritto d'autore con il P2P, ce la sbrigheremmo in fretta con le case discografiche, perché si comincerebbe a comprare CD ed assistere a concerti direttamente dagli artisti anziché arricchire le case discografiche acquistando la musica che hanno scelto per noi. Questi downloads non violano il diritto d'autore perché gli artisti vi danno il permesso di scaricare.

    http://www.goingware.com/tips/legal-downloads.html
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Non dovete preoccuparvi di essere citati in
    > giudizio o arrestati se scaricate musica
    > legale. Molti musicisti indipendenti offrono
    > download della loro musica nella speranza di
    > attrarre altri fan.
    >
    > Se tutti iniziassero a scaricare musica
    > legale invece di violare il diritto d'autore
    > con il P2P, ce la sbrigheremmo in fretta con
    > le case discografiche, perché si
    > comincerebbe a comprare CD ed assistere a
    > concerti direttamente dagli artisti
    > anziché arricchire le case
    > discografiche acquistando la musica che
    > hanno scelto per noi. Questi downloads non
    > violano il diritto d'autore perché
    > gli artisti vi danno il permesso di
    > scaricare.
    >
    > www.goingware.com/tips/legal-downloads.html


    quoto tutto, finalmente un intervento di una persona seria

    bravo
    non+autenticato
  • Ma questi ce l'hanno il bollino virtuale????

    p.s. grazie per il linkOcchiolino
    non+autenticato
  • ...purtroppo!!!

    allora ti dico cosa ho capito io:

    1. faccio P2P da bt.etree.org
    2. a questo punto, qui in italia, condivido "opera dell'ingegno"
    3....ma questa opera e' senza bollino.....
    4....e la legge urbani dice che:

    «Art. 1. ? (Misure di contrasto alla diffusione telematica abusiva di opere dell?ingegno). ? 1. Al
    fine di promuovere la diffusione al pubblico e la fruizione per via telematica delle opere dell?ingegno e
    di reprimere le violazioni del diritto d?autore, l?immissione in un sistema di reti telematiche di un?opera
    dell?ingegno, o parte di essa, è corredata da un idoneo avviso circa l?avvenuto assolvimento degli
    obblighi derivanti dalla normativa sul diritto d?autore e sui diritti connessi.""

    5....quindi CERTAMENTE la violo: un buon avvocato puo' solo dimostrare (credo..) che non ne traggo profitto e/o lucro (in quanto non in vendita), ma intanto un po' di rogne al sottoscritto mi sembra che siano assicurate...ad esempio come spieghi tutto questo ad un giudice o a dei finanzieri che hanno una cultura musicale che si ferma alla canciunziella del sign. apicella (ogni riferimento a persone...ecc...e' puramente casuale)??


    avrai capito che in realta' sono d'accordissimo con te: l'unica cosa che voglio dirti e' che questa legge e' cosi' mal scritta che paradossalmente non mette al sicuro neanche i vecchiacci come me che vogliono legalmente condividere le musiche di quei mattacchioni dei grateful dead!!!

    un paese civile scioglerebbe la gestione di quel ministero: per MANIFESTA incompetenza nel condurre la cosa pubblica per quel che lo riguarda.

    ciao.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)