Il netstrike affonda il sito di Urbani

Beniculturali.it è rimasto irraggiungibile a lungo, ben oltre i tempi previsti dagli organizzatori dell'evento, che però parlano di successone. Il commento di Massimo Mantellini

Roma - C'è soddisfazione tra gli organizzatori del netstrike che come noto ha avuto luogo ieri, fornendo visibilità agli utenti internet che si sono opposti al varo della Legge Urbani sull'uso di Internet.

La manifestazione elettronica che ha portato molti a collegarsi al sito del ministero dei Beni culturali, www.beniculturali.it, ha senz'altro sortito gli effetti sperati dai promotori, in quanto già nel primo pomeriggio il web del dicastero di Giuliano Urbani è stato preso d'assalto da una molteplicità contestuale di accessi che ha impegnato duramente i server, fino a rendere nei fatti irraggiungibili quelle pagine.

In realtà, l'accessibilità del sito risulta compromessa anche mentre scriviamo, e sono ormai passate ore dalla conclusione della manifestazione, segno probabile che lo strike, che ripete quanto già avvenuto nei giorni scorsi, viva ormai di una "vita propria" che sfugge al controllo degli organizzatori. Che, comunque, non danno segno di preoccuparsene, anzi. "Dalle 14,30 - si legge in una nota diffusa dai promotori dei Comitati Bo.Bi - non solo le pagine web del Ministro Urbani, ma anche i siti senato.it, governo.it e siae.it sono stati resi irraggiungibili".
Gianfranco Mascia dei Comitati Bo.Bi, e candidato nelle liste DiPietro-Occhetto alle europee, nella nota ha anche rivendicato la legittimità del netstrike come forma di protesta: "il sottoscritto, con l'archiviazione delle indagini a suo carico per il Netsrike promosso nel 2002 contro il Ministro Castelli, ha dimostrato, esponendosi in prima persona, che l'iniziativa è perfettamente legale". Secondo Mascia sarebbero stati addirittura un milione i partecipanti allo strike.

I promotori di quello che hanno definito girotondo telematico hanno anche dichiarato di sostenere l'iniziativa di Attac Italia che vuole inscenare per il 2 giugno, il giorno della Festa della Repubblica, una Festa elettronica della Repubblica, "intasando di email nell'intera giornata l'indirizzo della Presidenza del Consiglio".

Il Comitato Bo.Bi ha comunque avvertito che il 7 giugno, se non cambierà la Legge Urbani, è in programma un altro netstrike, questa volta esteso ufficialmente ai siti che gli utenti ieri hanno preso comunque di mira, vale a dire, oltre a beniculturali.it, anche siae.it, governo.it, parlamento.it, senato.it e camera.it".
99 Commenti alla Notizia Il netstrike affonda il sito di Urbani
Ordina
  • vorrei cercare di capire....ma secondo voi tutti si e' capito per chi parteggia Mantellini??????
    non+autenticato
  • Da un certo lato il netstrike può servire a far vedere che il popolo della rete c'è e protesta contro Urbani...dall'altro lato è vero che la stragrande maggioranza delle persone, gli utenti "normali", non sanno nulla della legge, non sanno nulla di quello che sta succedendo, non sanno nulla di nulla perchè tutto è stato avvolto (volutamente?) da una cortina di non notizia da parte dei giornali e delle televisioni.

    Allora, per far parlare di noi, facciamo netstrike ai siti dei giornali, delle televisioni, dei telegiornali...dopo non potranno continuare ad ignorare la nostra protesta.
    non+autenticato
  • CONCORDO!

    Basterebbe qualcuno che organizza e che indica su quale sito fare netstrike il giorno dopo....
    Questo fino a quando non verranno corrette le ultime leggi contro internet
    non+autenticato
  • L'unico che si è esposto veramente contro la legge urbani, beccandosi una denuncia, è cappato dei radicali, non certo cortiana e soci che si sono astenuti in quanto opposizione(!) ma che avrebbero votato a favore se fossero stati alla maggioranza (la legge urbani trae le sue origini da idee venute da sinistra, è tutto documentato sul sito del parlamento).

    Io credo che voterò per cappato la prossima volta, e se tutti facessimo così sarebbe un segno tangibile per chi comanda

    ciao a tutti
    tristemente_famoso
    non+autenticato
  • Io invece direi di non votare proprio per nessuno, tanto sono tutti uguali....volete mettere se tutte le persone che hanno fatto netstrike o tutti quelli contro questa legge scrivessero sulla scheda elettorale abbasso Urbani, p2p libero o altre cose del genere, che bella soddisfazione?
    non+autenticato

  • Io invece direi di non votare proprio per nessuno, tanto sono tutti uguali....volete mettere se tutte le persone che hanno fatto netstrike o tutti quelli contro questa legge scrivessero sulla scheda elettorale abbasso Urbani, p2p libero o altre cose del genere, che bella soddisfazione?

    bravo!!! clap clpa clap...cosi' rimarrebbero gli stessi che ci sono adesso..miodiochesoddisfazione!!!!!!!
    non+autenticato
  • L'unico che si è esposto veramente contro la legge urbani, beccandosi una denuncia, è cappato dei radicali, non certo cortiana e soci che si sono astenuti in quanto opposizione(!) ma che avrebbero votato a favore se fossero stati alla maggioranza (la legge urbani trae le sue origini da idee venute da sinistra, è tutto documentato sul sito del parlamento).

    Io credo che voterò per cappato la prossima volta, e se tutti facessimo così sarebbe un segno tangibile per chi comanda

    ciao a tutti
    tristemente_famoso
    -----
    mi sembra che il decreto parli...di galera..confisca del pc...multa e pubbilcazione su un giornale a spese del "pirata"...
    Capato e' andato incontro a tutto questo??
    forse se succedeva a te non te la saresti cavata di certo con una denuncia...e di certo non saresti stato "scortato" mentre scaricavi da guardia di finanza giornalisti ecc...

    cos'è...e' l'essere politici che fa la differenza???

    questo mi fa pensare che quello che ha fatto non e' una violazione al decreto ma solo una buffonata...visto chi l'ha fatta direi sia un classico..
    non+autenticato

  • A breve banning automatico con load balancing e reject delle richieste reiterate dagli IP.

    Poi la vostra protesta da asilo andrà nel dimenticatoio....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > A breve banning automatico con load
    > balancing e reject delle richieste reiterate
    > dagli IP.

    Sorride
    non hai capito un cavolo di come funziona un netstrike....e di come si possa simulare con un po' di raffinatezza, a parte cliccare reload o proporre le cagate di 10 mila frame che caricano lo stesso sito...

    > Poi la vostra protesta da asilo andrà
    > nel dimenticatoio....

    forse anche il tuo commento, per quanto il livello di protesta sia effettivamente da asilo infantile (come la legge del resto)
    ciao
    tristemente_famoso

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 24 discussioni)