Pentium e Celeron embedded al debutto

Intel lancia versioni embedded dei propri processori x86 basati sulla propria architettura mobile a basso consumo. Debuttano anche i nuovi chip XScale con Wireless MMX

Santa Clara (USA) - A fianco della propria famiglia di processori basati sull'architettura XScale, Intel ha lanciato le versioni embedded del Pentium M 745 e del Celeron M, due processori che portano nel settore delle soluzioni embedded l'architettura x86 a basso consumo del gigante di Santa Clara.

Con questa mossa Intel entra in un mercato, quello dei processori embedded x86, già colonizzato da due suoi grandi avversari: Via e AMD. Quest'ultima, in particolare, nelle scorse settimane ha intrapreso una strada simile a quella di Intel introducendo sul mercato CPU embedded basate sull'architettura degli Athlon XP Mobile.

"Scegliendo elementi di base standardizzati, come i processori appena annunciati, gli sviluppatori possono accelerare i tempi di introduzione sul mercato di una vasta gamma di prodotti e soluzioni", ha affermato Tom Franz, vice president e general manager del Communications Infrastructure Group di Intel.
Il nuovo modello di Pentium M 745 è dedicato all'infrastruttura delle comunicazioni ed è compatibile con le schede ATCA (Advanced Telecom Computing Architecture). Basato, come la versione per notebook, sul core Dothan, adotta una frequenza di clock di 1,8 GHz e 2 MB di cache. Intel indirizza questo chip ad una vasta gamma di applicazioni per le telecomunicazioni, il networking, il computing industriale e i POS.

Il Celeron M si rivolge anch'esso al mondo delle telecomunicazioni e si basa sul modello mobile Ultra-Low Voltage (ULV) con clock a 600 MHz. Intel afferma che questo chip "è la soluzione ideale per gli sviluppatori di progetti in formato ridotto che non richiedono ventole per il raffreddamento".

I due chip condividono lo stesso socket.

"I nuovi processori sono alcuni dei prodotti dalle prestazioni più elevate attualmente disponibili per i segmenti di mercato delle soluzioni embedded e sono basati sulla tecnologia Intel SpeedStep, che offre un notevole risparmio energetico tramite una gestione intelligente delle variazioni di tensione e frequenza", ha commentato Intel in un comunicato.

Il chipmaker ha anche introdotto sul mercato la nuova famiglia di processori XScale PXA270, anche nota con il nome in codice di Bulverde, annunciata lo scorso aprile. Questi chip, disponibili nelle frequenze di 312 MHz, 416 MHz e 520 MHz, includono per la prima volta la tecnologia Wireless MMX e promettono di migliorare le prestazioni e ridurre ulteriormente i consumi. I PXA270 sono disponibili con due tipi di packaging: uno con un ball pitch da 0,5 mm per i formati ridotti e uno con un ball pitch da 1 mm per la produzione di schede a costi contenuti.

Negli scorsi giorni, Transmeta ha invece annunciato il lancio, per questa estate, di una nuova versione del suo processore Efficeon. Il chip girerà a 1,6 GHz - il modello attualmente sul mercato gira a 1,2 GHz - e supporterà la funzionalità No Execute che verrà introdotta dal Service Pack 2 per Windows XP.
TAG: hw
4 Commenti alla Notizia Pentium e Celeron embedded al debutto
Ordina
  • "I nuovi processori sono alcuni dei prodotti dalle prestazioni più elevate attualmente disponibili per i segmenti di mercato delle soluzioni embedded e sono basati sulla tecnologia Intel SpeedStep, che offre un notevole risparmio energetico tramite una gestione intelligente delle variazioni di tensione e frequenza"
    ...cioè una feature proibita nel modo più assoluto dalle MIL-STD-4xx e dalla norma madre IEC 61508 per i dispositivi embedded critici. Con buona pace di chi, nell'articolo, ha voluto infilare a tutti i costi l'aggettivo "industriale", questa è roba da rack TLC e giocattoli consumer.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > "I nuovi processori sono alcuni dei prodotti
    > dalle prestazioni più elevate
    > attualmente disponibili per i segmenti di
    > mercato delle soluzioni embedded e sono
    > basati sulla tecnologia Intel SpeedStep, che
    > offre un notevole risparmio energetico
    > tramite una gestione intelligente delle
    > variazioni di tensione e frequenza"
    > ...cioè una feature proibita nel modo
    > più assoluto dalle MIL-STD-4xx e
    > dalla norma madre IEC 61508 per i
    > dispositivi embedded critici. Con buona pace
    > di chi, nell'articolo, ha voluto infilare a
    > tutti i costi l'aggettivo "industriale",
    > questa è roba da rack TLC e
    > giocattoli consumer.

    http://www.garzantilinguistica.it/digita/parola.ht...


    questo tipo di embedded non è critico, quindi le tue critiche sono fuoriluogo.

    A volte il risparmio energetico vale anche probabilità di inaffidabilità un pochino più alte dell'infinitesimale, ti pare?

    (ps: è inutile usare la parola "consumer" con così tanta supponenza e snobbismo, alla fine i prodotti consumer bene o male funzionano, ed è solo grazie a loro che la roba professionale è calata di prezzo così velocemente..)
  • - Scritto da: avvelenato
    > questo tipo di embedded non è
    > critico

    Se è "industriale" è intrinsecamente "critico", quindi hai perso un'ottima occasione per tacere. Rileggi l'articolo.

    > (ps: è inutile usare la parola
    > "consumer" con così tanta supponenza
    > e snobbismo, alla fine i prodotti consumer
    > bene o male funzionano, ed è solo
    > grazie a loro che la roba professionale
    > è calata di prezzo così
    > velocemente..)

    L'espressione "roba professionale" è decisamente vaga ed imprecisa. Sarebbe meglio definire di cosa si parla, prima di fare affermazioni da bar sport.
    L'idea vaga che i componenti consumer, prodotti in miliardi di pezzi con tassi di affidabilità scarsi e range operativi ridicoli, influenzino in qualche modo il mercato "professionale" è piuttosto deboluccia, o sottende prospettive poco gradevoli (fortunatamente false).
    non+autenticato
  • Dove posso trovare una mobo adatta a cpu transmeta (e relativo processore)?
    Che consumi hanno?
    non+autenticato