Linux supporta il no execute

Intel e Red Hat hanno rilasciato la versione preliminare di una patch che porta in Linux il supporto alla nuova tecnologia di sicurezza che, prossimamente, verrà integrata sulla stragrande maggioranza dei processori x86

Roma - Per ironia della sorte, il supporto ad una tecnologia di sicurezza voluta fortemente da Microsoft è stato introdotto prima in Linux. Si tratta della funzionalità nota come "no execute" (NX), oggi integrata in diversi processori x86 di AMD e Intel e, prossimamente, di Transmeta e Via, per aiutare il sistema operativo a bloccare alcuni codici malevoli, come virus e worm.

Negli scorsi giorni Red Hat e Intel hanno annunciato il rilascio di una patch sperimentale che aggiunge al kernel di Linux il supporto a NX. In un messaggio apparso sulla mailing-list dedicata allo sviluppo del kernel di Linux, Linus Torvalds ha pronosticato che, nonostante si debbano superare ancora alcune incompatibilità e diverse remore, la patch potrebbe presto divenire un componente predefinito di Linux.

La tecnologia NX, che impedisce che un codice malevolo associato a worm e virus venga eseguito e si propaghi nella memoria, verrà supportato da Microsoft a partire dal Service Pack 2 per Windows XP, un aggiornamento che, secondo alcune voci, potrebbe non uscire prima di settembre.
96 Commenti alla Notizia Linux supporta il no execute
Ordina
  • Credo che sia il primo passo verso Palladium xkè mi sembra logico che il passo da bloccare la propagazione dei virus a bloccare le risorse del computer
  • Come e' possibile riconoscere il codice malevolo da quello leggitimo.

    I dialers sono leggitimi eppure molti si lamentano, alcuni programmi che si comportano come virus ma per installarsi chiedono il "permesso" che l'utonto ovviamente concede.

    Vabbhe! in fondo, tutto fa businessA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Come e' possibile riconoscere il codice
    > malevolo da quello leggitimo.

    NX considera malevolo il codice che cerca di eseguire istruzioni che si trovano in aree di memoria che normalmente non dovrebbero contenere codice eseguibile (ad esempio lo stack).

    > I dialers sono leggitimi eppure molti si
    > lamentano, alcuni programmi che si
    > comportano come virus ma per installarsi
    > chiedono il "permesso" che l'utonto
    > ovviamente concede.

    ... neanche gli dei (un caffe' per chi riconosce la citazione).

  • - Scritto da: apolci
    >
    > ... neanche gli dei (un caffe' per chi
    > riconosce la citazione).

    Star Trek ?!?
    non+autenticato

  • - Scritto da: apolci
    >
    > ... neanche gli dei (un caffe' per chi
    > riconosce la citazione).

    neanche gli dei possono nulla contro la stupidita'
    Isaac Asimov

    (no caffe macchinette plz,solo bar o moka)
    non+autenticato
  • Hai appena dimostrato che l'utonto sei tu...(senza offesa)....
  • - Scritto da: Khubbo
    > Hai appena dimostrato che l'utonto sei
    > tu...(senza offesa)....

    Hai appena dimostrato di non saper leggere (senza offesa)...
    non+autenticato
  • Vedrai che con il palladium il caro Bill pensera' a tutto anche a pensare al posto tuoDeluso
    non+autenticato
  • E' inevitabile secondo me che i sistemi antipirateria vengano inseriti in varie forme nei vari sistemi. Esiste il concetto di software copyright . Allo stato attuale i sistemi software contro la pirateria non valgono un granche. Sono troppo deboli.
    La cosa da fare (mia opinione sempre) è non comperare a vanvera e spendere i soldi dove serve.
    Non possiamo pretendere musica gratuita o copiata tramite p2p ma possiamo fare a meno di comperare un cd con 19 canzoni schifose su 20. Se riteniamo che un windows faccia schifo non lo comperiamo. Se siamo costretti perchè la casa madre gioca in maniera non lecita secondo il nostro punto di vista dobbiamo farci sentire e valutare le alternative. Questo forse è un compito difficile ma a regime di tutto questo è solo quello che possiamo fare.
    Non sono ne per MS ne per LINUX sotto questo aspetto.
    Se vi piace windows se vi serve lo comperate. Se vi piace linux se vi serve lo usate.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > E' inevitabile secondo me che i sistemi
    > antipirateria vengano inseriti in varie
    > forme nei vari sistemi....

    Guarda che NX non è un sistema antipirateria.
    Il suo scopo è solo la protezione da virus e non c'è modo di usarlo per la protezione dei contenuti.

    Andrea
  • Prima di giudicare, andate a documentarvi per bene cosa sia questa tecnologia No Execute invece di dire ti blocanno i programmi ti controllano le porte. Non siamo ridicoli dai!
    non+autenticato
  • Ciao a tutti,

    la persona che ha postato questo qua è sicuramente un Troll, ma quello che dice sul licenziamento di qualcuno merita di essere letto.

    Vi prego ditemi che non è vero!

    http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=6502...


    ciao
    Peppe
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ciao a tutti,
    >
    > la persona che ha postato questo qua
    > è sicuramente un Troll, ma quello
    > che dice sul licenziamento di qualcuno
    > merita di essere letto.
    >
    > Vi prego ditemi che non è vero!
    >
    > punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=650205
    >
    >
    > ciao
    > Peppe


    Riporto qui di seguito la parte "incriminata" del messaggio in questione, visto che il thread è stato spostato (giustamente) nel forum dei trolloni:

    "certo, noi nella nostra società lo abbiamo fatto spesso: se vuoi buttare fuori qualcuno, basta accusarlo di non aver rispettato le direttive sulla configurazione informatica. E se non è vero, le "prove" non sono difficili da "ricreare": qualche filmatino pedo-porno sul suo computer e "voila", il gioco è fatto! Ti assicuro che non ci va dal sindacato, altrimenti si sputtana perchè la sua famiglia verra informata che lui aveva scaricato materiale pedo-porno... eh eh eh, facile no?
    Ecco come funziona davvero nelle grandi aziende."

    Ma ci rendiamo conto di quello che questo tipo ha scritto?
    A qualcuno di voi risulta che certe pratiche siano comuni nelle grandi aziende?

    ciao



    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ciao a tutti,
    > >
    > > la persona che ha postato questo qua
    > > è sicuramente un Troll, ma
    > quello
    > > che dice sul licenziamento di qualcuno
    > > merita di essere letto.
    > >
    > > Vi prego ditemi che non è vero!
    > >
    > >
    > punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=650205
    > >
    > >
    > > ciao
    > > Peppe
    >
    >
    > Riporto qui di seguito la parte
    > "incriminata" del messaggio in questione,
    > visto che il thread è stato spostato
    > (giustamente) nel forum dei trolloni:
    >
    > "certo, noi nella nostra società lo
    > abbiamo fatto spesso: se vuoi buttare fuori
    > qualcuno, basta accusarlo di non aver
    > rispettato le direttive sulla configurazione
    > informatica. E se non è vero, le
    > "prove" non sono difficili da "ricreare":
    > qualche filmatino pedo-porno sul suo
    > computer e "voila", il gioco è fatto!
    > Ti assicuro che non ci va dal sindacato,
    > altrimenti si sputtana perchè la sua
    > famiglia verra informata che lui aveva
    > scaricato materiale pedo-porno... eh eh eh,
    > facile no?
    > Ecco come funziona davvero nelle grandi
    > aziende."
    >
    > Ma ci rendiamo conto di quello che questo
    > tipo ha scritto?
    > A qualcuno di voi risulta che certe pratiche
    > siano comuni nelle grandi aziende?
    >
    > ciao
    >
    >
    >

    magari non sono pratiche comuni, ma se vogliono buttarti fuori sanno come fare, e se provi a resistere non ho dubbi che possano arrivare a fare ciò che il tizio ha scritto sopra...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > magari non sono pratiche comuni, ma se
    > vogliono buttarti fuori sanno come fare, e
    > se provi a resistere non ho dubbi che
    > possano arrivare a fare ciò che il
    > tizio ha scritto sopra...

    Si applica il mobbing stretto nei confronti del lavoratore.

    Si toglie ogni dignita' al dipendente individuando cosa gli piace fare e mettendolo a fare lo "sciacquapiatti" a tempo indeterminato facendogli credere che e' solo per un breve perodo.
    Lo si sovraccarica di quel lavoro che non gli piace o per il quale non e' portato o non e' stato assunto.
    Ci si mette daccordo coi capi del reparto o i colleghi dove questi lavora affinche' si faccia la spia dal capo ad ogni piccolo errore che il dipendente commette, e ne commettera' se lo metti a fare qualcosa che non gli piace o che non e' nelle sue attitudini "sciacquare i piatti per l'appunto".

    Ignorare ogni suo suggerimento per migliorare qualcosa, farlo sentire inutile e anzi anche se si facesse un culo cosi' dirgli sempre che non fa abbastanza...

    Questi arrivera' ad un punto di insofferenza tale da iniziare a cercarsi un altro lavoro e licenziarsi.

    Io dico che persone come queste sbagliano a licenziarsi e che forse la migliore soluzione e' quella di riuscire a rientrare in una mobilita' o arrivare a ritorcere il ricatto nei confronti dell'azienda.

    Se ci sono gli estremi per una vertenza sindacale, approfittarne. Perche' in questi casi l'azienda cade in un errore tipico che e' quello dell'utilizzo del lavoratore in una mansione diversa da quella per cui lo si e' assunto o di livello inferiore alla sua qualifica.
    E qualcuno puo' confermare cio', questo e' vietato dalla legge...

    In tal caso il lavoratore ha sempre come unica soluzione andarsene via, ma almeno puo' strappare all'azienda un accordo economico con un bel gruzzoletto, utile allo scopo di mantenersi per un periodo in cui trovare un altro lavoro o mettersi in proprio.

    Insomma se ci sai fare e sei in gamba si puo' trasformare il ricattante (l'azienda) in ricattato.

    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Ciao a tutti,

    > la persona che ha postato questo qua
    > è sicuramente un Troll, ma quello
    > che dice sul licenziamento di qualcuno
    > merita di essere letto.

    > Vi prego ditemi che non è vero!
    > punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=650205

    Che vuoi s'e' un mondo difficile, se e' per questo accade anche che gli sbirri si portano un po' di cocaina (eroina in altri paesi) per poter accusare la gente di qualcosa se non trovano prove.
    non+autenticato
  • Le potenzialità per le ingiustizie ci sono indubbiamente e da questo punto di vista possono essere più a favore del capo che del dipendente. Siamo in un periodo transitorio dove serve sicurezza. Servono log. Servono sistemi che certificano. Sicuramente se vengono fuori abusi o ingiustizie di questo genere si dovrà cercare di tutelare i dipendenti in modo tale che servano prove più forti di un semplice "è stato trovato del materiale sul computer del tal dipendente". Un abuso non può impedire lo sviluppo della tecnologia ma può portare a migliorare le regole. Certo che le prime vittime sono sempre le più sfortunate.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)