Intel e IBM polverizzano la legge di Moore

I due colossi anticipano il futuro dei microchip e svelano nuove tecnologie che potrebbero portare allo sviluppo di processori più veloci in tempi più brevi di quelli previsti dall nota legge di Moore. Si accendono le speranze

Intel e IBM polverizzano la legge di MooreSanta Clara (USA) - Intel e IBM hanno ridato fuoco alle polveri per una guerra, quella per il microchip più innovativo, che potrebbe concludersi con l'abbattimento della celebre legge di Moore, quella secondo cui la potenza dei microprocessori raddoppia all'incirca ogni 18-24 mesi.

Dopo aver annunciato a dicembre la produzione sperimentale di un transistor da 30 nanometri (0,03 micron), Intel supera nuovamente sé stessa "mostrando" (si fa per dire...) quello che si riconferma essere uno dei transistor più piccoli mai prodotti al mondo e il più veloce in assoluto: 20 nanometri di gate (lo spazio aperto che all'interno del transistor regola il flusso della corrente elettrica), largo 70-80 atomi e sottile 3 atomi.

Questa nuova tecnologia, che verrà utilizzata nei chip verso il 2007, a detta di Intel consentirà di costruire processori circa 25 volte più veloci del Pentium 4 più potente oggi sul mercato.
Questa prossima generazione di microprocessori arriverà a contenere qualcosa come un miliardo di transistor e girerà a frequenze di clock di circa 20 GHz. Queste "monster" CPU giocheranno un ruolo chiave nella crescita delle tecnologie e delle applicazioni legate al riconoscimento vocale e alla traduzione linguistica in tempo reale.

"Stiamo utilizzando la tecnologia esistente. Stiamo usando materiali standard. Stiamo usando lo stesso tipo di struttura", ha affermato Gerald Marcyk, direttore della ricerca di Intel nel campo dei componenti. "Possiamo estendere la vita dei nostri materiali attuali per altre tre generazioni".

Nelle stesse ore dell'annuncio Intel, IBM ha reagito con forza togliendo i veli ad una nuova tecnologia che promette di velocizzare i chip senza neppure andare a ridurre la dimensione dei transistor.
19 Commenti alla Notizia Intel e IBM polverizzano la legge di Moore
Ordina
  • L'insieme dei Pc presenti in rete è il supercomputer + grande del mondo.

    Ma invece di utilizzare banda larga tra le sue "periferiche" usa una miserabile porzione del consentito ( 2 mega su rame )
    Dateci i 2 mega su rame invece che pomparci soldi
    Enel o Telecom che siano.

    Basta con la truffa adsl dateci il max su rame : doppino telefonico o meglio rete elettrica.

    2 mega bastano ed avanzano fino all'avvento della tridimensionalita' reale.

    Saluti a tutti.
    PaN^
    Triste
    non+autenticato
  • ma tanto poi, mentre tutti saranno nel bel mezzo dello stiramento del cippetto...... arriverà il computer a quanti... (ma quanti?) e avranno buttato via un milardaio di megadollari

    MA COME PARLOBBENE!


    non+autenticato
  • di innovazioni tecnologiche si legge quasi ogni giorno, ma sono tutte troppo rivoluzionarie: trasporto fotonico o (per passare al campo dello storage) algoritmi di compressione multistrato che consentono di memorizzare svariati terabyte in pochi centimetri quardati. Anche la tecnologia per decuplicare la capacita' di un DVD esiste da un paio d'anni. Peccato che sia troppo poco compatibile con gli impianti di produzione attuali e soprattutto con le esigenze di mercato.
    Con tutto il rispetto per informazioni interessanti come queste, in realta' ogni tecnologia deve essere sfruttata e resa profittevole a fondo prima di passare alla successiva. La legge di Moore e' decisamente una legge economica: quanto tempo serve per rientrare degli investimenti e per finanziare il prossimo balzo tecnologico mantenendo un'elevatissima profittabilita'? La risposta ora e' "18-24 mesi, riducibili a 12 se ci si muove in fretta (e se il mercato risponde)."
    non+autenticato
  • Perche' nessuno parla della scoperta, o meglio dell'avvenuto successo degli sperimenti, tenuti in collabborazione tra l' universita' di Catania e quella di Trento?
    Sulla ricerca delle amplificazioni della luce con il silicio! Scoperta davvero importente se basta pensare alla applicazioni che se ne possono fare!!
    Roba da fantscienza
    non+autenticato
  • > Perche' nessuno parla della scoperta, o
    > meglio dell'avvenuto successo degli
    > sperimenti, tenuti in collaborazione tra l'
    > universita' di Catania e quella di Trento?
    > Sulla ricerca delle amplificazioni della
    > luce con il silicio!

    Parlacene tu. C'è un URL?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hardwarista Dubbioso
    > > Perche' nessuno parla della scoperta, o
    > > meglio dell'avvenuto successo degli
    > > sperimenti, tenuti in collaborazione tra
    > l'
    > > universita' di Catania e quella di Trento?
    > > Sulla ricerca delle amplificazioni della
    > > luce con il silicio!
    >
    > Parlacene tu. C'è un URL?

    Io ho montato un servizio televisivo sull'argomento. Lo puoi trovare in Realvideo all'indirizzo: http://www.uffstampa.provincia.tn.it/ poi clicchi su NOTIZIARIO RADIOFONICO e scegli la puntata n.2.
    Ciao

    non+autenticato
  • nell'articolo Intel ribadisce che sta SVILUPPANDO una tecnologia consolidata.
    Se domani scoprissero un modo per costruire processori a totale elaborazione "luminosa", comunque si continuerebbe per molto molto tempo sulla strada del silicio: la necessità di salvaguardare gli investimenti fatti (ma sapete quanto costa una fabbrica?) la "non necessità" se non in un ristretto (e costoso) campo militare di "esplodere" nelle prestazioni porterebbe gli scopritori ad un'astuta politica di "brevetti blocco" e all'attesa di tempi propizi...
    non+autenticato



  • > comunque si continuerebbe per molto molto
    > tempo sulla strada del silicio: la necessità

    Il motivo per cui stanno investendo miliardi per produrre un laser (e non solo il laser ma tutto cio' che serve per l'elaborazione ottica) su silicio e' proprio questo.

    Ma mancano ancora molti tasselli .
    non+autenticato
  • > applicazioni che se ne possono fare!!
    > Roba da fantscienza

    Proprio per questo non se ne parla. Si tratta ancora di ricerche mentre la intel prevede di lanciare sul mercato la tecnologia nel 2007 quindi e' probabile che siano gia quasi arrivati a un prototipo. Ammesso che non sia una banfa...a me 20 nanometri sembrano pochini se contiamo che i 130 stanno arrivando ora.
    non+autenticato
  • - Scritto da: johnny5
    > Perche' nessuno parla della scoperta, o
    > meglio dell'avvenuto successo degli
    > sperimenti, tenuti in collabborazione tra l'
    > universita' di Catania e quella di Trento?
    > Sulla ricerca delle amplificazioni della
    > luce con il silicio! Scoperta davvero
    > importente se basta pensare alla
    > applicazioni che se ne possono fare!!
    > Roba da fantscienza

    Hey Jonny

    Mi faresti qualche esempio e magari dove leggere qualcosa al riguardo ?
    Senno mi sento un ufficiale scientifico pacco.
    non+autenticato
  • ragazzi, basta guardare i bus dati di un processore 8086 (1 Mb) contro i 65 Gb di un p4!
    Il significato?
    Una legge inutileSorride
    notte
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)