La telefonia mobile 3G non fa male

Ad affermarlo è il Consiglio della Salute pubblica olandese che ribatte alle conclusioni di uno studio TNO: non c'è correlazione tra UMTS e neuropatie di varia natura

Amsterdam - Calma e gesso. Questo è in sintesi il messaggio che il Consiglio della Salute pubblica olandese ha voluto lanciare ieri dopo aver analizzato nei dettagli lo studio presentato l'anno scorso dall'istituto di ricerca TNO sui possibili effetti dannosi della telefonia mobile di terza generazione.

Il Consiglio ha apprezzato le modalità con cui la ricerca è stata condotta ma nega che questa ponga l'evidenza di una responsabilità dell'UMTS e dei ripetitori per la telefonia mobile di terza generazione in una serie di disturbi e neuropatie segnalate da TNO. In particolare, come si ricorderà, TNO aveva sostenuto che alcuni soggetti esposti avevano sviluppato nausee e malditesta ma anche rafforzamento della memoria e di alcune funzionalità cognitive.

Secondo il Consiglio, le indicazioni fornite dallo studio non sono sufficienti a stabilire una relazione diretta causa-effetto e dovrebbero essere integrate con ulteriori analisi per poter essere prese in considerazione.
In questo senso il Consiglio stesso ha deciso di muoversi, chiedendo che vengano effettuate nuove ricerche da scienziati non collegati a TNO, capaci però di riprodurre esattamente le condizioni sotto le quali si sono svolte le analisi TNO.

La scelta di approfondire le ricerche viene accolta con scetticismo dall'industria che già l'anno scorso aveva espresso dubbi sui risultati TNO. In particolare la GSM Association ed Ericsson avevano gettato acqua sul fuoco spiegando che non si poteva parlare certo di risultati definitivi. Allo stato, ha ripetuto ora Ericsson, uno dei maggiori player del settore, non ci sono indicazioni scientifiche di sorta su possibili effetti collaterali dell'uso del telefonino o della vicinanza ai ripetitori della telefonia mobile, sia essa di seconda o di terza generazione.
24 Commenti alla Notizia La telefonia mobile 3G non fa male
Ordina
  • voglio dire..... una cosa che costa migliaia di miliardi solo di licenza non può essere dannosa alla salute.
    E non solo l' umts, anche il gsm o il tacs non possono essere dannosi.
    Come possono essere pericolose delle cose che fatturano cifre da capogiro? Se un paese intero come la finlandia sta in piedi con la nokia, significa che il telefonino non sarà mai e poi mai dannoso.
    Pensateci.... non può essere.... assolutamente.

    ('azz chissà cos'è questo dolorino dietro l'orecchio... sarà il caldo di questi giorni)Perplesso

    ==================================
    Modificato dall'autore il 30/06/2004 16.48.10
    non+autenticato


  • - Scritto da: LordCasco
    > voglio dire..... una cosa che costa migliaia
    > di miliardi solo di licenza non può
    > essere dannosa alla salute.

    E chi l'ha detto ?
    Tutto può essere pericoloso per la salute a prescindere dal costo...
    Però averne paura prima che si dimostri tale è un atteggiamento piuttosto bigotto.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    >
    > - Scritto da: LordCasco
    > > voglio dire..... una cosa che costa
    > migliaia
    > > di miliardi solo di licenza non
    > può
    > > essere dannosa alla salute.
    >
    > E chi l'ha detto ?
    > Tutto può essere pericoloso per la
    > salute a prescindere dal costo...
    > Però averne paura prima che si
    > dimostri tale è un atteggiamento
    > piuttosto bigotto.
    >
    ahemm...:s mi sa che non hai colto la sottile ironia (neanche tanto sottile) di LordCasco...:s


  • - Scritto da: Rach3

    > ahemm...:s mi sa che non hai colto la
    > sottile ironia (neanche tanto sottile) di
    > LordCasco...:s

    Non solo l'ho colta... gli ho pure dato ragione:
    "Se fa male o no non dipende da quanto costa"
    È esattamente quello che diceva, ironia a parte, no ?

    Ma finchè qualcosa non ha mai fatto male a nessuno è bigotto averne paura (e non mi riferisco, nello specifico, solo ai telefoni).

    non+autenticato
  • Quoto:
    "La scelta di approfondire le ricerche viene accolta con scetticismo dall'industria che già l'anno scorso aveva espresso dubbi sui risultati TNO. In particolare la GSM Association ed Ericsson avevano gettato acqua sul fuoco spiegando che non si poteva parlare certo di risultati definitivi. Allo stato, ha ripetuto ora Ericsson, uno dei maggiori player del settore, non ci sono indicazioni scientifiche di sorta su possibili effetti collaterali dell'uso del telefonino o della vicinanza ai ripetitori della telefonia mobile, sia essa di seconda o di terza generazione."

    Dunque, riepilogando:
    1) le aziende esprimono scetticismo sui risultati delle ricerche di TNO

    - Alla richiesta da parte del "Consiglio della Salute pubblica" di fare altre ricerche da parte di un'altro istituto indipendente e di confrontarle con le prime...
    2)le aziende esprimono scetticismo;

    3)GSM Association ed Ericsson dicono che i risultati non sono definitivi e che non ci sono prove di pericolosita'.

    ERGO, secondo l' industria: le ricerche fatte sino ad ora non sono sufficenti e quelle fatte da altri (enti, istituti vari super partes) non valgono una fava.

    Valgono solo quelle che fanno loro ma che per ovvi motivi non fanno mai vedere a nessuno?
  • Credo che Ericsson, come le altre aziende ora impegnate nella produzione di apparati telefonici (quali antenne e telefoni), non ammetterebbero mai che i loro prodotti possano provocare a chi li usa un qualsiasi tipo di danno... sarebbe come si dice dalle mie parti "tirarsi la zappa sui piedi".

    Comunque è assurdo affidare controlli su dei prodotti a chi li produce... purtroppo così va' il mondo!Triste
    non+autenticato
  • Lo era anche per le sigarette tempo fa... oggi solo i coglioni fumano e se ne infischiano dei danni.
    non+autenticato
  • una volta nelle pubblicità dicevano che fumare fa bene

    tra 30 anni (sprazzo di ottimismo) diranno finalmente che i cellulari spappolano il cervello e diminuiscono pesantemente le possibilità di diventare padri....

    lo utilizzeranno ancora solo pochi idioti?
    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > una volta nelle pubblicità dicevano
    > che fumare fa bene
    >
    > tra 30 anni (sprazzo di ottimismo) diranno
    > finalmente che i cellulari spappolano il
    > cervello e diminuiscono pesantemente le
    > possibilità di diventare padri....
    >
    > lo utilizzeranno ancora solo pochi idioti?

    30 anni fa probabilmente non avevano nemmeno idea di cosa fosse il tumore ai polmoni o quasi...

    Se domani scoprissimo la malattia X causata dal fatto che viviamo in case di cemento ? Tutti a vivere nei prati per prevenire o aspettiamo che prima la malattia X venga scoperta per davvero ? Tu che dici ?
    non+autenticato

  • > Se domani scoprissimo la malattia X causata
    > dal fatto che viviamo in case di cemento ?
    > Tutti a vivere nei prati per prevenire o
    > aspettiamo che prima la malattia X venga
    > scoperta per davvero ? Tu che dici ?

    Starai mica parlando di eternit e asbestosi? (giusto per far notare che quel domani è già un l'altro ieri)
    non+autenticato

  • > Starai mica parlando di eternit e
    > asbestosi? (giusto per far notare che quel
    > domani è già un l'altro ieri)

    Questo è un esempio perfetto... Sorride
    Prima di sapere che l'eternit fosse pericoloso lo si usava tranquillamente... abbiamo fatto male ? Risposta: non potevamo fare altrimenti.

    Qualsiasi cosa è ritenuta innocua fino a prova contraria... e a meno che non si impari a prevedere il futuro, l'unico modo di avere una prova contraria è usare quel qualcosa e attendere. Se va bene va bene!
    Non è cattiveria o difesa degli interessi di qualcuno... se ci si riflette per 3 secondi si capisce non c'è modo di fare altrimenti!!!
    non+autenticato

  • - Scritto da: sammily76
    >
    > > Se domani scoprissimo la malattia X
    > causata
    > > dal fatto che viviamo in case di
    > cemento ?
    > > Tutti a vivere nei prati per prevenire o
    > > aspettiamo che prima la malattia X venga
    > > scoperta per davvero ? Tu che dici ?
    >
    > Starai mica parlando di eternit e
    > asbestosi? (giusto per far notare che quel
    > domani è già un l'altro ieri)

    e' normale che prima o poi si scopra che il prodotto titenuto innocuo, è realmente innocuo oppure no, con alcuni prodotti capita.

    Vi ricordate i floroclorocarburi, usati nei frighi, nei climatizzatori e nelle bombolette? sembrava fosse innocuo e fu usato per quello e poi si scopri che provacava buchi nell'ozono, eternit, benzian ecc ecc.

    Ora o ci ermiamo e non andiamo più avanti finche non si totalemnte accertato i pericoli che qualunque materiale ha per l'uomo e l'ambiente e questo vuol dire fermare il progresso tecnologico o si prova a procedere a tentoni.

    qualcuno dirà che è melgio fermarsi, ma ricordo comunque che oggi si vede molto di più di una volta e questo perchè la tecnologia che male sicuramente fa però ci permette di stare meglio. Una volta si viveva senza i lussi di oggi e a 50 anni si era morti consumati dalla fatica e a 30 anni eri come i 70 enni di oggi. Certe malettie che oggi colpiscono molto una volta non c'erano. La gente crepava prima.

    i cellulari fanno male? ma sapete a che bombardamento siamo sottoposti per i segnali tv digitale e che effetto microonde creano le antenne TV? edei campi elettromagnetici nelle case causati da elettrodomestici e pc e dagli stessi impianti elettrici?

    Qualcuno ha scritto che oggi fumano solo gli idioti, bene sono più del 50% della genta allora gli idioti, gli altri però usano la macchina anche per fare 200 mt, per prendere i figlia scuola per non farli camminare intasando strade e creando ingorghie inquinamento, altri buttano via l'immondizia senza dividerla, altri pretendono di gettare l'immondizia ma non vogliono discariche e inceniritori vicino a casa perchè un po' si inquinano e quindi vanno fatti a casa degli altri. Per non parlare delle centrali elettriche, no al nucleare e quindi si a petrolio, gas e carbone, peccato poi che tutti vogliono al corrente, vogliono pagalra poco e sopratutto non vogliono le centrali a casa loro, sempre a casa degli altri, abbiamo l'80% delle centrali idroelettriche e produconos olo il 30% della corrente elettrica, vivono solo grazie alle altre centrali da cui di notte comprano (sopratutto da francia e svizzere corrente prodotta da centrali nucleari) corrente per ipimpare l'acqua nei bacini, senza l'elettricità prodotta da altri di notte avrebbero un solo ciclo diurno, costano e creano comunque problemi all'albiante con invasi idrici. allora oggi compriamo corrente nucleare da terzi e ci va bene perchè in fondo non è fatta a casa nostra poco importa se le centrali sono sul confine, sopratutto per chi vive al sud.

    Qualcuno vuole tornare al 1870?
    non+autenticato

  • > e' normale che prima o poi si scopra che il
    > prodotto titenuto innocuo, è
    > realmente innocuo oppure no, con alcuni
    > prodotti capita.

    Sottoscrivo tutto quanto hai scritto tranne una cosa.
    Non c'è modo di sapere se il prodotto ritenuto innocuo sarà davvero innocuo anche in futuro!

    Puoi dire che una cosa non è innocua quando ha dimostrato di non esserlo... di TUTTO il resto ci dobbiamo fidare basandoci solo sul fatto che fino ad un certo momento di danni non ne ha fatto!

    I telefoni mobili rientrano in questa seconda categoria insieme al gas refrigerante del frigorifero, ai detersivi per la pulizia della casa, ai nastri magnetici delle videocassette, al cemento, alla ceramica, al marmo, al legno e a tante altre belle cose che abbiamo comunemente nelle nostre case senza far tanto casino...

    non+autenticato

  • > ERGO, secondo l' industria: le ricerche
    > fatte sino ad ora non sono sufficenti e
    > quelle fatte da altri (enti, istituti vari
    > super partes) non valgono una fava.

    No. Valgono eccome.
    E tutte dicono una cosa sola: "Non è mai stata riscontrata la minima correlazione tra campi elettromagnetici e danni alle persone".
    Dimostra che non fa male ? No! Ma niente e nessuno, visto che nessuno prevede il futuro, potrà mai dire se farà male poi. Di certo si sa che per ora non ha mai fatto male a nessuno quindi presumibilmente non lo farà nemmeno dopo.

    Che non si siano fatti test a sufficienza io ho i miei dubbi visto che la tecnologia della radio esiste da oltre cent'anni... e i vari eserciti ne hanno fatte a strafottere di ricerche: operatori radio sottoposti a campi em di intensità decine di volte superiori a quelli dei telefoni per dei ventenni interi 8 ore al giorno senza effetto alcuno.

    Per favore basta paranoie!!!

    non+autenticato
  • sei male informato, parecchi studi sono stati affossati, e una ricercatrice americana che ha fatto uno studio campione fra leucemie e vicinanza a centraline di trasformazione elettrica ha fatto una "strana morte" dopo le sue ricerche e la pubblicazione di un libro.
    Ad oggi appena se ne parla gli studi vengono affossati perchè i polli come te vanno spennati senza che sospettino nulla.
    La radiazione elettromagnetica altera i meccanismi di scambio intracellulare, l'insorgere di leucemie e altre bellezze del genere...
    Quindi rifletti informati e cerca di capire che le notizie giuste non le trovi facilmente e sbandierate, ma se va bene le trovi contestate... per bene che vada se possono le censurano e non le pubblicano.
    non+autenticato