Smantellata community di pornopedofili

6 ordinanze di custodia cautelare e 42 perquisizioni in 13 regioni per l'ultimo blitz anti-pedoporno. Il capo dell'organizzazione ha appena 20 anni

Roma - Si è conclusa una vasta operazione antipedofilia condotta dall'Arma dei Carabinieri. Sei mesi di indagini sotto copertura per smantellare una sorta di "club di pedofili" in Rete. La comunità online, costituita da una sessantina di persone in connessione da tutta la penisola, si riuniva su alcuni webforum per coltivare la propria passione proibita. Nel corso dell'operazione sono state perquisite 42 persone ed arrestati sei "insospettabili". Le autorità sono intervenute dal nord al sud del paese: controlli in Veneto, Friuli, Lombardia, Toscana, Lazio, Sicilia, Campania, Puglia, Emilia Romagna, Abruzzo, Trentino, Piemonte e Umbria.

La comunità, chiamata "Fotodipreteen", era organizzata da un fotografo veronese di appena 20 anni (M.C., detto "Il Padrone"), adesso in custodia cautelare. L'età degli altri 5 arrestati è di circa 32 anni. "Il Padrone" gestiva i suoi loschi traffici fotografici con perversione ed efferatezza: per appartenere ai "book" comunitari (gli utenti erano riusciti a crearne ben quattro), tutte le foto proposte dovevano ritrarre bambini di età inferiore ai 12 anni. I forum on-line erano la base d'appoggio per una rete di pedofili in carne ed ossa, spesso in contatto tra loro per scrivere storie erotiche, scambiarsi fantasie ed organizzare traffici ad hoc di immagini vietate. Gli scambi tra utenti avvenivano tramite programmi di chat e di instant messaging.

In sei mesi, "Fotodipreteen" ha registrato oltre 20000 accessi. Un flusso che scorreva indisturbato, fino a quando i volontari siciliani di Telefono Arcobaleno non hanno scoperto quando accadeva. È così partita la segnalazione alla Questura, che ha consentito al Nucleo investigativo telematico (Nit) della Procura della Repubblica di Siracusa di dare il via alle indagini.
Si conclude così il secondo grande giro di vite nazionale che getta la sfida al mondo della pedofilia, minandone le propaggini "virtuali". Le autorità, dopo la pioggia di arresti delle ultime due settimane, si dicono soddisfatte. Infatti non nascondono l'orgoglio di aver riconfermato una assidua presenza nell'universo telematico.

Una presenza sempre più necessaria, come ha sottolineato Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui Diritti dei Minori: la sua richiesta è l'istituzione di una procura nazionale antipedofilia, attentissima alla situazione on-line. Secondo Marziale, la Rete fornisce una dimensione economico-imprenditoriale alla pedofilia, fomentando un settore della new-economy che non risente assolutamente della crisi.

Il Procuratore Aggiunto di Siracusa Giuseppe Toscano, a capo di un pool di magistrati impegnati nella lotta alla pedofilia, sembra assolutamente sicuro che la Rete sia la fonte d'ogni male. Infatti ha precisato che "la pedofilia si nutre ed alimentata attraverso la Rete, creando connessioni e legami tra i pedofili di tutto il mondo, secondo diaboliche intese e perverse alleanze. Non è infatti irragionevole il timore che dietro a ciò si nascondano forti organizzazioni criminali". Il magistrato ricorda inoltre che per fare fronte alla criminalità telematica, in qualsiasi sua forma, sono necessari "appositi modelli di indagine ed adeguate normative".

Quali saranno le nuove regole del gioco in Italia? Verrà forse intrapresa la strada proposta dalla British Telecom, con l'implementazione di un sistema di censura a "filtri" per far fronte alle crescenti segnalazioni di pedofilia on-line? O forse aumenteranno a dismisura le maxiretate, come questa, ottimo deterrente psicologico per i pedofili italiani di oggi e di domani?
(Tommaso Lombardi)
TAG: cybercops
69 Commenti alla Notizia Smantellata community di pornopedofili
Ordina
  • Accidenti, questi si scambiavano foto pedofile! Pure gratis, a quanto pare. Davvero pericolosi. E poi attenzione: scrivevano racconti e si scambiavano fantasie, non sapevo fossero due gravi reati!
    Mi sto chiedendo quand'è che prenderanno i veri pedofili... sta cominciando a venirmi il dubbio che quelli vengano lasciati in giro apposta (tanto sono pochi e non fanno notizia) affinché producano materiale per attirare migliaia di polli (che fanno notizia).
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Accidenti, questi si scambiavano foto
    > pedofile! Pure gratis, a quanto pare.
    > Davvero pericolosi. E poi attenzione:
    > scrivevano racconti e si scambiavano
    > fantasie, non sapevo fossero due gravi
    > reati!
    > Mi sto chiedendo quand'è che
    > prenderanno i veri pedofili... sta
    > cominciando a venirmi il dubbio che quelli
    > vengano lasciati in giro apposta (tanto sono
    > pochi e non fanno notizia) affinché
    > producano materiale per attirare migliaia di
    > polli (che fanno notizia).
    E poi se la prendono tanto contro chi scarica........................In lacrime
    non+autenticato
  • Pare che varie procure italiane stiano autorizzando la creazione di siti "civetta" a carattere pedo-pornografico. Questo risulta già essere una violazione dell'art.600 ter, come evidenzia la sentenza numero 39706/2003 di terzo grado della corte di cassazione.Queste inchieste servono non certo per bloccare la produzione o la diffusione di questo materiale, ma per il tornaconto personale degli organi statali che hanno la necessità di fornire numeri alla stampa e all'opinione pubblica, per far vedere quanto si impegnano ad arginare il fenomeno pedofilia.
    Inoltre la creazione volontaria da parte loro di "chat pedofile" può essere controproducente, in quanto può stuzzicare la semplice curiosità delle persone normali o turbare profondamente la mente di soggetti condizionabili, i quali vengono indirizzati DI PROPOSITO verso contenuti illegali. Senza contare le conseguenze tragiche che possono verificarsi (si veda il suicidio del ragazzo buttatosi dalla finestra, al quale è stato probabilmente fornito il materiale che lo ha coinvolto).
    Concordo pienamente con chi ha postato questa discussione e invito a denunciare alla Procura della Repubblica eventuali fatti analoghi, in quanto non si risolve il problema ricorrendo a questi mezzucci, sfruttando ulteriormente le immagini dei minori anzichè chiudere tempestivamente i siti che le propongono.
    non+autenticato
  • Ho assistito ad una indagine su diverse persone che si è svolta in questo modo.
    Pensa che hanno sequestrato per mesi materiale (dal valore di decine di milioni) poichè sulla carta di credito compariva una transazione sospetta che poi si è visto riguardava anche materiale illegale.
    Non hanno travato nulla ma i danni chi li paga?
    Che utilità hanno queste indagini?
    non+autenticato
  • i siti civetta esistono già,
    per non dire che sono sempre esistiti...
    non+autenticato
  • chi stupra un minore spesso provocando lesioni fisiche, morte violenta in seguito a percosse con oggetti contundenti o meno, a volte il minore viene anche fatto a pezzi per facilitare l'occultamento del cadavere .. chi compie questi atti efferati viene chiamato pedofilo e punito

    chi scarica da internet utilizzando un modem una sequenza di caratteri a 8 bit che provocano l'accensione di sequenze di 3 pixel pixel sul monitor lcd oppure crt viene chiamato pedofilo e punito

    c'e' lo stesso tipo di disprezzo nell'opinione pubblica per i due individui che ho menzionato.. la domanda tecnica e': non vi pare che ci sia una sottile differenza tra le due situazioni?

    Grazie a chi vorra' rispondere

    non+autenticato

  • > c'e' lo stesso tipo di disprezzo
    > nell'opinione pubblica per i due individui
    > che ho menzionato.. la domanda tecnica e':
    > non vi pare che ci sia una sottile
    > differenza tra le due situazioni?
    >
    > Grazie a chi vorra' rispondere
    Le persone che provano piacere da altrui ( non consenzienti ) sofferenze, degradazioni ecc.. anche se non provocate in prima persona, ma da terzi, mi fanno schifo.
    Infondo sono come i mandanti degli omicidi.


    non+autenticato
  • > chi stupra un minore spesso provocando
    > lesioni fisiche, morte violenta in seguito a
    > percosse con oggetti contundenti o meno, a
    > volte il minore viene anche fatto a pezzi
    > per facilitare l'occultamento del cadavere
    > .. chi compie questi atti efferati viene
    > chiamato pedofilo e punito

    No. Viene chiamato "stupratore" ed eventualmente "assassino".

    > chi scarica da internet ...viene
    > chiamato pedofilo e punito
    > c'e' lo stesso tipo di disprezzo
    > nell'opinione pubblica per i due individui
    > che ho menzionato.. la domanda tecnica e':
    > non vi pare che ci sia una sottile
    > differenza tra le due situazioni?


    Cosa vai dicendo? Un assassino, uno strupratore, più che "disprezzati", sono considerati mostri tout court dall' "opinione pubblica".

    La "gente comune" non è così cieca da non capire la differenza tra chi si fa seghe davanti a foto di bambine nude e chi passa all'azione.

    Altro che "sottile differenza". Cosa vuoi insinuare? Che chi scarica materiale pedopornografico non debba essere perseguito?
  • La differenza sta nella gravità del reato e nella pena.
    Ci sono moltissime "classi" di gravità.
    Chi stupra minori, chi ne abusa, chi li sfrutta per lucro.
    Per esempio se tu sfrutti sessualmente un minore (non deve essere necessariamente un bambino) a scopo di lucro vai incontro a pene che arrivano fino a 10 anni.
    Se scarichi un fillmato da internet invece al massimo 3 anni.
    Il problema è un altro: chi guarda, e quindi non compera ma magari solo per curiosità, commette un reato penale?
    Bisogna andarci molto cauti sia con le accuse sia con le perquisizioni in casi di reati così infamanti.
    L'opinione pubblica, spinta dai quotidiani che ormai sono peggio di Novella 2000, considerano il "guardone", il compratore, lo sfruttatore come pedofili mentre c'è una grande differenza.
    Magari chi li sfrutta non è nemmeno pedofilo.
    Ben vengano queste indagini ma penso che sia il caso, viste le centiania di persone scagionate, che le indagini vengano svolte con perizia e soprattutto le perquisizioni devono essere giustificate da indizi certi e non come nella maggior parte dei casi a casaccio.
    non+autenticato
  • > Ben vengano queste indagini ma penso che sia
    > il caso, viste le centiania di persone
    > scagionate, che le indagini vengano svolte
    > con perizia e soprattutto le perquisizioni
    > devono essere giustificate da indizi certi e
    > non come nella maggior parte dei casi a
    > casaccio.

    Non mi risultano "centinaia di persone scagionate" nè perquisizioni "a casaccio nella maggior parte dei casi"; anzi di solito quando i poliziotti intervengono trovano mucchi di roba illegale.

    Il resto del post dà la netta impressione che chi scrive si sia imbattuto "per puro caso" in materiale pedopornografico e abbozzi una difesa preventiva basata su questioni di principio.

    Spero di sbagliarmi.
  • Chi ti scrive è una persona che ha visto come vanno le cose.
    Non c'è alcun tipo di difesa.
    Le perquisizioni a casaccio sono state fatte e spesso non si e trovato nulla.
    Dimmi se in qualche giga che si scarica con il P2P ci trovassero due (2) filmati compromettenti (non di bambini, è sufficiente che siano sotto i 18 anni).
    Ti sembra che il sequestro di beni per milioni di lire di valore per mesi sia da eseguire in base a prove concrete o solo su indizi vaghi?
    Io non difendo nessuno ma vorrei, come ho già detto, che le cose venissero fatte come si deve poichè alla fine i danneggaiti sono sempre gli innocenti e a loro non li ripaga nessuno.
    non+autenticato
  • troll?
    non+autenticato
  • Ma stiamo scherzando?
    Leggiti la Sentenza 8 maggio - 21 ottobre 2003, 904 (39706/2003)
    Ripeto che non difendo nessuno, secondo me i pedofili dovrebbero avere pene ben più severe e gli sfruttatori posso anche non uscire più dal carcere ma bisogna stare attenti.
    Sto dicendo che ogni mese c'è lo stesso identico caso con le stesse modalità e quindi gli stessi metodi di indagini.
    Visto che ho toccato con mano decine di casi, perquisizioni e sequestrio che DOVEVANO essere evitati mi inizia a venire il dubbio che le indagini abbiano parecchie falle.
    non+autenticato

  • - Scritto da: BigSam
    > Non mi risultano "centinaia di persone
    > scagionate" nè perquisizioni "a
    > casaccio nella maggior parte dei casi"; anzi
    > di solito quando i poliziotti intervengono
    > trovano mucchi di roba illegale.

    Concordo su tutto tranne sui mucchi di roba illegale:
    quando c'e' un sequestro si fa di tutta l'erba un fascio, se hai in casa 1000cd sul giornale verra' scritto "1000 supporti contententi materiale illegale" (dico illegale perche' succede sempre cosi', sia che si tratti di sequestri per pedofilia, per vendita di copie illegali, hacking o altro ancora)
    Ovviamente queste notizie sono campate in aria perche' prima della perizia non possono sapere cosa c'e' sui cd, sull'hd ecc, magari 999 dischi contengono mp3 o giochi e 1 solo contiene materiale pedofilo/dati rubati/codici per accedere illegalmente a siti o altro. I mucchi di roba illegale secondo me servono solo a fare scena
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > chi stupra un minore
    > .... viene
    > chiamato pedofilo e punito
    >
    > chi scarica da internet utilizzando un modem
    > ...... viene
    > chiamato pedofilo e punito
    >
    > c'e' lo stesso tipo di disprezzo
    > nell'opinione pubblica per i due individui
    > che ho menzionato.. la domanda tecnica e':
    > non vi pare che ci sia una sottile
    > differenza tra le due situazioni?
    >
    > Grazie a chi vorra' rispondere
    >

    Certamente c'e' un enorme differenza tra le due situazioni.

    Tuttavia il problema e' che chi scarica foto danneggia egualmente i minori, poiche' qualcuno avra' interesse a produrre le foto, commettendo violenza psicologica e fisica contro dei bambini.

    Solo se i pedofili si masturbassero esclusivamente davanti a fumetti o a immagini generate artificialmente, allora davvero non danneggerebbero nessuno.

    Fino a quando ci saranno persone che compreranno foto di bambini ci saranno bambini che dovranno soffrire per essere ripresi in queste foto.

    Per questo motivo, a mio parere e' giusto che chi scarica deliberatamente foto pornografiche di bambini venga punito, non per le sue idee ma per il danno che concretamente arreca ad altri esseri umani alimentando il mercato della pedopornografia.

    Saluti

  • > Fino a quando ci saranno persone che
    > compreranno foto di bambini ci saranno
    > bambini che dovranno soffrire per essere
    > ripresi in queste foto.
    >
    > Per questo motivo, a mio parere e' giusto
    > che chi scarica deliberatamente foto
    > pornografiche di bambini venga punito, non
    > per le sue idee ma per il danno che
    > concretamente arreca ad altri esseri umani
    > alimentando il mercato della
    > pedopornografia.

    E chi le foto le trova sul p2p o su qualche sito internet libero e quindi senza pagare? Che mercato alimenta?
    non+autenticato
  • :( A mio avviso è una malattia mentale che va curata con metodi severi, non vedo altre spiegazioni, il fenomeno sta dilagando e va fermato, con supercontrolli DA PARTE DELLE AUTORITA'.
    E' gente "malata" MA VANNO FERMATI, COSTI QUELLO CHE COSTI.Arrabbiato Robx
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >Triste A mio avviso è una malattia
    > mentale che va curata con metodi severi, non

    a mio avviso la "deviazione sessuale" non è una malattia (come non lo è l'omosessualità)...
    è criminoso lo sfruttamento di minori per soddisfare i desideri di alcuni pedofili
    non+autenticato
  • ... cari moralisti! Se non fosse per la rete nessuno avrebbe mai scoperto questo traffico che sicuramente era già immenso.
    Forse il problema é che internet é un mezzo anarchico e, in quanto tale, diventa uno specchio in cui la società vede tutti i propri difetti... Distruggiamo tutti gli specchi perchè non ci piace l'immagine che riflettono o cerchiamo di curare veramente i mali di questa società?
    La pedofilia é un reato contro la persona, non contro la morale: si vuole veramente colpire chi fa del male ai bambini o si vuole solo punire la gente "cattiva" che la pensa nella maniera "sbagliata" (anche se poi non fanno male ad una mosca), senza nemmeno chiedersi il perchè di questa perversione?
    Ciao a tutti.
  • Comunque mentre ci si chiede il perchè bisogna fermarli.
    Non certo con indagini su internet sbandierate ai quattro venti mentre i "veri pedofili" se la ridono.
    Però bisogna fermarli.
    non+autenticato
  • fermarli dal far cosa?

    Da vedere foto al computer?
    Da immaginare cose oscene con giovanissimi?

    Non penso che costoro hanno mai commesso una violenza contro le persone ritratte in quelle foto.

    Attualmente quindi, sono stati arrestati ( almeno da quanto leggo dall'articolo ), persone che sono andate contro la legge scambiandosi foto di ragazzi/e nudi/e e posso pensare _solo_ perchè fa piu' notizia ( ed è + sicuro ) che andare in Sicilia e combattere attivamente la mafia (o a Napoli la camorra ).

    Prevedo tantissime altre retate a casa delle persone perche' scambiano materiale illegale.

    Prevedo nessuna retata a casa di persone che partecipano a forum contro lo Stato Italiano.
    ryoga
    2003

  • - Scritto da: ryoga
    > fermarli dal far cosa?
    >
    > Da vedere foto al computer?
    > Da immaginare cose oscene con giovanissimi?
    >
    > Non penso che costoro hanno mai commesso una
    > violenza contro le persone ritratte in
    > quelle foto.
    >
    > Attualmente quindi, sono stati arrestati (
    > almeno da quanto leggo dall'articolo ),
    > persone che sono andate contro la legge
    > scambiandosi foto di ragazzi/e nudi/e e
    > posso pensare _solo_ perchè fa piu'
    > notizia ( ed è + sicuro ) che andare
    > in Sicilia e combattere attivamente la mafia
    > (o a Napoli la camorra ).
    >
    > Prevedo tantissime altre retate a casa delle
    > persone perche' scambiano materiale
    > illegale.
    >
    > Prevedo nessuna retata a casa di persone che
    > partecipano a forum contro lo Stato
    > Italiano.

    Perchè non ti informi bene prima di parlare? che ne sai che hanno solo visto foto e mai toccato un bambino o che ne sai che non stessero preparando atti contro bambini in carne ed ossa? Vuoi dire che tu sogni sempre solo di scopare con foto e film e non scopi mai dal vero?
    e poi che ne sai di come e quanto lottano contro mafia e camorra? sembra quasi che nons enti quando catturnao qualcuno o sgominano bande
    facile parlare prova a fare.
    non+autenticato


  • >
    > Perchè non ti informi bene prima di
    > parlare? che ne sai che hanno solo visto
    > foto e mai toccato un bambino o che ne sai
    > che non stessero preparando atti contro
    > bambini in carne ed ossa?

    Però, in effetti, l'articolo, anzi TUTTI gli articoli, non dicono mai esattamente di che cosa si tratti il materiale sequestrato.
    Perché se il fotografo stuprava i bambini e ne vendeva le foto è un conto, ma se si trattava di scambio di foto di bambini nudi, magari fatte in spiaggia, e di racconti erotici allora siamo alla caccia alle streghe.

    > Vuoi dire che tu
    > sogni sempre solo di scopare con foto e film
    > e non scopi mai dal vero?

    Questo argomento è imbecille. Allora chi vede i film dell'orrore è un assassino?

    --
    Stefano
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Allora chi vede i film dell'orrore è un
    > assassino?

    SI! Ovviio!Sorpresa:|
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 15 discussioni)