Mono 1.0, Linux.NET è qui

Il nuovo ambiente di sviluppo, che porta la tecnologia MS.NET su Linux ed altre piattaforme, debutta nella sua prima versione stabile e si prepara a stendere un (solido?) ponte fra Linux e Windows

Waltham (USA) - Dopo tre lunghi anni di lavoro, il progetto Mono ha raggiunto il suo primo e più ambizioso traguardo: fornire una completa piattaforma di sviluppo open source utilizzabile per creare applicazioni cross-platform e far girare su Linux buona parte del software scritto per la piattaforma MS.NET.

Con il rilascio della prima versione matura, la 1.0, Mono è pronto per porsi come alternativa aperta e multipiattaforma al framework MS.NET di Microsoft. Un'alternativa che Novell, divenuta il primo sponsor del progetto in seguito all'acquisizione, nel 2003, di Ximian, ha già utilizzato per sviluppare alcuni suoi software, tra cui iFolder 3.0 e ZENworks. La società spera che Mono possa rappresentare "quell'opportunità che molti sviluppatori Windows attendevano per migrare verso Linux".

Miguel de Icaza, fondatore di Ximian e del progetto Mono e vice presidente allo sviluppo di Novell, sostiene che Mono consente di sviluppare applicazioni e Web service in tempi molto più brevi di quelli permessi oggi dagli ambienti di sviluppo disponibili per Linux.
"Anche se nel settore del desktop aziendale Linux sta crescendo, sviluppare applicazioni per Linux desktop rimane difficoltoso a causa della grande complessità degli attuali tool di sviluppo", ha detto de Icaza. "Mono è un completo insieme di tool e API estremamente facile da usare e adatto per creare applicazioni di livello commerciale per desktop e server Linux".

Mono 1.0 è il frutto di un intenso lavoro di sviluppo da parte di Ximian e di una nutrita comunità di sviluppatori di tutto il mondo. Il software si compone di un compilatore per il linguaggio C# con cui è possibile sviluppare applicazioni compatibili con la piattaforma di Microsoft; un compilatore just-in-time Common Language Runtime (CLR) che consente a Linux di far girare applicazioni scritte sotto un qualsiasi altro sistema operativo che supporti MS.NET, incluso Windows; e un insieme di librerie compatibili con la Common Language Infrastructure (CLI) che permette lo sviluppo di applicazioni utente e servizi Web in grado di girare sotto vari sistemi operativi.

La CLI, uno dei componenti cardine di MS.NET, è la tecnologia che Microsoft ha sviluppato per consentire ai programmatori di costruire Web service ed altre applicazioni avvalendosi di una certa varietà di linguaggi. Include un sistema di esecuzione virtuale ed una classe di librerie che definiscono i modi con cui vari tipi di dati possono interagire. Nel 2001 Microsoft aprì la specifica della CLI e, insieme al linguaggio C#, la sottopose al processo di standardizzazione degli organismi ECMA e ISO.

Mono comprende anche l'IDE (Integrated Development Environment) MonoDevelop, la macchina virtuale Java IKVM, un motore runtime per Visual Basic e il supporto a diversi altri linguaggi di script, tra cui Python e JScript. Fra le maggiori lacune di questa versione c'è la mancanza del supporto a COM (Component Object Model).
435 Commenti alla Notizia Mono 1.0, Linux.NET è qui
Ordina
  • Buon giorno sono uno studente di bergamo... sto preparando la tesina per scuola superiore... vorrei portare all'esame il progetto MONO... potrei avere una documentazione dettagliata sul vostro progetto grazie per la collaborazione..
    mi può risp su robertaeluca@tiscali.it
    grazie
    luca
    non+autenticato

  • - Scritto da:
    > Buon giorno sono uno studente di bergamo... sto
    > preparando la tesina per scuola superiore...
    > vorrei portare all'esame il progetto MONO...
    > potrei avere una documentazione dettagliata sul
    > vostro progetto grazie per la
    > collaborazione..
    > mi può risp su robertaeluca@tiscali.it
    > grazie
    > luca

    Come mai stai commentao un articolo di PI come se stessi rispondendo a una persona del progetto? Fra l'altro si tratta di un articolo scritto nel 2 luglio del 2004!

    Info sul progetto mono le trovi qui:
    http://www.mono-project.com
    non+autenticato
  • Come da oggetto... con l'uscita di mono tutti si sono messi a dire che sarà la piattaforma di sviluppo preferenziale per Linux...

    Ma DOT GNU? Sappiamo che è ancora indietro con lo sviluppo, nonostante sia in rapida evoluzione... ma anche se fosse vicino al rilascio in versione 1.0, che vantaggi svantaggi differenze ha con il progetto Mono? Non è un inutile spreco di energie nello riscrivere codice che alla fin fine fa le stesse cose?

    Mah, sono perplesso.
    non+autenticato
  • A mio avviso quel che manca effettivamente è un ragionamento di base.
    Dieci anni fa quando non c'era bisogno di sfornare programmi su programmi in tempi brevissimi e chi se ne frega delle prestazioni c'era anche un altra classe di programmatori.
    I programmatori sono come dei dinosauri, tendono ad estinguersi e ad essere sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti e la specie ancora un minimo prolifica (i Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano di figliare al più presto).
    Ora, il problema è legato allo stato attuale delle cose; è un periodo di recessione (e non esiste più la mezza stagione) e quindi le software house piccole e medie puntano sul dare programmi e tool in tempi brevi, non possono semplicemente permettersi di perdere tempi-uomo per indottrinare i programmatori a nuovi linguaggi o migrare librerie e tool consolidati.
    Microsoft ha fatto l'errore di cercare di tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo molto J++ in giro oggi...
    Spostare un programmatore da un linguaggio ad un altro richiede tempo e spostare un progetto da un linguaggio ad un altro richiede ALTRO tempo.
    I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma bisogna prima sopperire programmatori abili in C#... il che vuol dire risorse che molte società non vogliono spendere.
    Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta a migrare... perchè passare a C# ? Java non sarà meraviglioso ma SUN ha dato prova negli anni di voler tenere in vita Java come linguaggio universale e lo ha difeso con le unghie e coi denti... Microsoft ora sta lanciando C#, quanto durerà ?
    Non voglio essere di parte ma per un programmatore imparare un linguaggio non è un trauma, ma richiede il suo tempo, e buttare nel mondo dell'informatica l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a buttar via le vecchie API windows per sostituirle con un sistema nuovo, avalon) non fa pensare a microsoft come ad una società capace di "fissarsi" su qualcosa.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > A mio avviso quel che manca effettivamente
    > è un ragionamento di base.
    > Dieci anni fa quando non c'era bisogno di
    > sfornare programmi su programmi in tempi
    > brevissimi e chi se ne frega delle
    > prestazioni c'era anche un altra classe di
    > programmatori.
    > I programmatori sono come dei dinosauri,
    > tendono ad estinguersi e ad essere
    > sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri
    > a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti
    > e la specie ancora un minimo prolifica (i
    > Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano
    > di figliare al più presto).
    > Ora, il problema è legato allo stato
    > attuale delle cose; è un periodo di
    > recessione (e non esiste più la mezza
    > stagione) e quindi le software house piccole
    > e medie puntano sul dare programmi e tool in
    > tempi brevi, non possono semplicemente
    > permettersi di perdere tempi-uomo per
    > indottrinare i programmatori a nuovi
    > linguaggi o migrare librerie e tool
    > consolidati.
    > Microsoft ha fatto l'errore di cercare di
    > tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che
    > era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che
    > avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo
    > molto J++ in giro oggi...
    > Spostare un programmatore da un linguaggio
    > ad un altro richiede tempo e spostare un
    > progetto da un linguaggio ad un altro
    > richiede ALTRO tempo.
    > I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma
    > bisogna prima sopperire programmatori abili
    > in C#... il che vuol dire risorse che molte
    > società non vogliono spendere.
    > Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta
    > a migrare... perchè passare a C# ?
    > Java non sarà meraviglioso ma SUN ha
    > dato prova negli anni di voler tenere in
    > vita Java come linguaggio universale e lo ha
    > difeso con le unghie e coi denti...
    > Microsoft ora sta lanciando C#, quanto
    > durerà ?
    > Non voglio essere di parte ma per un
    > programmatore imparare un linguaggio non
    > è un trauma, ma richiede il suo
    > tempo, e buttare nel mondo dell'informatica
    > l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a
    > buttar via le vecchie API windows per
    > sostituirle con un sistema nuovo, avalon)
    > non fa pensare a microsoft come ad una
    > società capace di "fissarsi" su
    > qualcosa.


    Concordo su tutto. Nonostante la sua carica di sh monopolistica e quindi molto importante, non è cmq in grado di garantire negli anni il perdurare delle tecnologie che lei stessa produce... Questo è indice di scarso interesse nei riguardi delle persone che investono il loro tempo e il loro denaro nello sviluppo di applicativi...

    Mah..
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > A mio avviso quel che manca effettivamente
    > è un ragionamento di base.
    > Dieci anni fa quando non c'era bisogno di
    > sfornare programmi su programmi in tempi
    > brevissimi e chi se ne frega delle
    > prestazioni c'era anche un altra classe di
    > programmatori.
    > I programmatori sono come dei dinosauri,
    > tendono ad estinguersi e ad essere
    > sostituiti da altri dinosauri; i C-dinosauri
    > a poco a poco vanno diminuendo ma sono tanti
    > e la specie ancora un minimo prolifica (i
    > Cobol-dinosauri speriamo tutti che smettano
    > di figliare al più presto).
    > Ora, il problema è legato allo stato
    > attuale delle cose; è un periodo di
    > recessione (e non esiste più la mezza
    > stagione) e quindi le software house piccole
    > e medie puntano sul dare programmi e tool in
    > tempi brevi, non possono semplicemente
    > permettersi di perdere tempi-uomo per
    > indottrinare i programmatori a nuovi
    > linguaggi o migrare librerie e tool
    > consolidati.
    > Microsoft ha fatto l'errore di cercare di
    > tirar fuori qualcosa con J++, dicendo che
    > era bellissimo, carinissimo, utilissimo, che
    > avrebbe conquistato il mondo... ma non vedo
    > molto J++ in giro oggi...
    > Spostare un programmatore da un linguaggio
    > ad un altro richiede tempo e spostare un
    > progetto da un linguaggio ad un altro
    > richiede ALTRO tempo.
    > I progetti nuovi possono iniziare in C#, ma
    > bisogna prima sopperire programmatori abili
    > in C#... il che vuol dire risorse che molte
    > società non vogliono spendere.
    > Ammettiamo comunque che ci sia gente pronta
    > a migrare... perchè passare a C# ?
    > Java non sarà meraviglioso ma SUN ha
    > dato prova negli anni di voler tenere in
    > vita Java come linguaggio universale e lo ha
    > difeso con le unghie e coi denti...
    > Microsoft ora sta lanciando C#, quanto
    > durerà ?
    > Non voglio essere di parte ma per un
    > programmatore imparare un linguaggio non
    > è un trauma, ma richiede il suo
    > tempo, e buttare nel mondo dell'informatica
    > l'ennesimo linguaggio (oltre ovviamente a
    > buttar via le vecchie API windows per
    > sostituirle con un sistema nuovo, avalon)
    > non fa pensare a microsoft come ad una
    > società capace di "fissarsi" su
    > qualcosa.

    Scusa, ma quale linguaggio proponi? quale ami e ritieni migliore? Con .NET non c'e' un problema di linguaggio, si puo' usare VB, C#, managed C++, o J++ tanto il codice generato e' sempre quello, e pure il codice sorgente sembra simile.

    No, non possono buttar via il framework, e non lo faranno. Le vecchie API di windows (quelle per le MFC), sono disponibili e lo saranno finche' ci sara' il sistema.

    .NET non e' una tecnologia molto diversa da Java, non sostituira niente, e comunque nessuno scrivera' mai un codec video in C#, e non ci sara' il porting di unreal verso .NET.
    non+autenticato
  • ti preoccupi di chi seguira il progetto in futuro quando billy mollera'?

    Icaza, Novell.....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > www.osnews.com/story.php?news_id=5602&page=3

    gcc -O3

    in alcune circostanze rende il codice piu' lento. Le applicazioni vanno compilate con -O2.

    e comunque per curiosita' ho dato un occhiata al codice:

    ...
        double doubleResult = doubleMin;
        double i = doubleMin;
        while (i < doubleMax)
        {
            doubleResult -= i++;
    ...

    etc. beh, i++ con i double in c non fa niente. dubito che il ciclo abbia fine.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > in alcune circostanze rende il codice piu'
    > lento. Le applicazioni vanno compilate con
    > -O2.

    Eh beh, poi bisogna anche guardare l'umidità dell'aria, la concentrazione di polveri fini, se Marte era in quadratura con Giove... certa gente è capace di arrampicarsi su qualsiasi specchio pur di non ammettere che i dati sconfessano sonoramente certe illusioni.

    > etc. beh, i++ con i double in c non fa
    > niente. dubito che il ciclo abbia fine.

    Stranamente con gli altri compilatori il ciclo HA fine, e un bel pezzo prima di quella patacca di GCC. Chissà perché...

    Venendo a cose serie, spiace di non aver visto coinvolti nel test Digital Mars, Open Watcom e i mitici compilatori Borland (ai tempi del 3.1 non ce n'era per nessuno). Ci sarebbe stato da ghignare ancor di più.
    non+autenticato
  • Programmatori o presunti tali.
    Alla fine di tutte le vostre diatribe solo una cosa si capisce chiaramente dai vosti post:
    "Quello che faccio IO e' bello ed interessante e impegnativo mentre quello che fanno gli altri e' banale, stupido ed elementare".

    Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un settore sempre piu' coperto di ridocoloDeluso
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Programmatori o presunti tali.
    > Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
    > una cosa si capisce chiaramente dai vosti
    > post:
    > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > interessante e impegnativo mentre quello che
    > fanno gli altri e' banale, stupido ed
    > elementare".
    >
    > Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
    > settore sempre piu' coperto di ridocoloDeluso

    http://www.geilerscheiss.de/videos/dogpiss.ram
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Programmatori o presunti tali.
    > Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
    > una cosa si capisce chiaramente dai vosti
    > post:
    > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > interessante e impegnativo mentre quello che
    > fanno gli altri e' banale, stupido ed
    > elementare".
    >
    > Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
    > settore sempre piu' coperto di ridocoloDeluso

    Non credo che questo forum sia frequentato da programmatori ma da smanettoni da rivista e non di piu'A bocca apertaA bocca aperta
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Programmatori o presunti tali.
    > > Alla fine di tutte le vostre diatribe
    > solo
    > > una cosa si capisce chiaramente dai
    > vosti
    > > post:
    > > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > > interessante e impegnativo mentre
    > quello che
    > > fanno gli altri e' banale, stupido ed
    > > elementare".
    > >
    > > Non mi meraviglio che l'IT in Italia
    > sia un
    > > settore sempre piu' coperto di ridocolo
    >Deluso
    >
    > Non credo che questo forum sia frequentato
    > da programmatori ma da smanettoni da rivista
    > e non di piu'A bocca apertaA bocca aperta

    http://burpsandfarts.com/farts/whisper.wav
    http://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.w...
    non+autenticato
  • http://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.w...A bocca apertaA bocca apertaA bocca aperta

    Bello!! l'ho messo come suono alla chiusura di windowsA bocca aperta
    non+autenticato
  • > Programmatori o presunti tali.
    > Alla fine di tutte le vostre diatribe solo
    > una cosa si capisce chiaramente dai vosti
    > post:
    > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > interessante e impegnativo mentre quello che
    > fanno gli altri e' banale, stupido ed
    > elementare".
    >
    > Non mi meraviglio che l'IT in Italia sia un
    > settore sempre piu' coperto di ridocoloDeluso

    Non credo che il settore IT abbia qualcosa a che fare con chi ha scritto post in questo forum, sebbene qualcuno abbia fatto cosiderazioni "consone" la maggior parte di loro sembra dimostrare disturbi nelle relazioni sociali, frustazioni represse, ego spoporzionato rispetto alle reali possibilita'.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > Programmatori o presunti tali.
    > > Alla fine di tutte le vostre diatribe
    > solo
    > > una cosa si capisce chiaramente dai
    > vosti
    > > post:
    > > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > > interessante e impegnativo mentre
    > quello che
    > > fanno gli altri e' banale, stupido ed
    > > elementare".
    > >
    > > Non mi meraviglio che l'IT in Italia
    > sia un
    > > settore sempre piu' coperto di ridocolo
    >Deluso
    >
    > Non credo che il settore IT abbia qualcosa a
    > che fare con chi ha scritto post in questo
    > forum, sebbene qualcuno abbia fatto
    > cosiderazioni "consone" la maggior parte di
    > loro sembra dimostrare disturbi nelle
    > relazioni sociali, frustazioni represse, ego
    > spoporzionato rispetto alle reali
    > possibilita'.


    http://burpsandfarts.com/farts/whisper.wav
    http://www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.w...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > > Programmatori o presunti tali.
    > > > Alla fine di tutte le vostre
    > diatribe
    > > solo
    > > > una cosa si capisce chiaramente dai
    > > vosti
    > > > post:
    > > > "Quello che faccio IO e' bello ed
    > > > interessante e impegnativo mentre
    > > quello che
    > > > fanno gli altri e' banale, stupido
    > ed
    > > > elementare".
    > > >
    > > > Non mi meraviglio che l'IT in
    > Italia
    > > sia un
    > > > settore sempre piu' coperto di
    > ridocolo
    > >Deluso
    > >
    > > Non credo che il settore IT abbia
    > qualcosa a
    > > che fare con chi ha scritto post in
    > questo
    > > forum, sebbene qualcuno abbia fatto
    > > cosiderazioni "consone" la maggior
    > parte di
    > > loro sembra dimostrare disturbi nelle
    > > relazioni sociali, frustazioni
    > represse, ego
    > > spoporzionato rispetto alle reali
    > > possibilita'.
    >
    >
    > burpsandfarts.com/farts/whisper.wav
    > www.sq7.org/Community/sounds/sounds/flush.wav

    Inoltre da questi link si evince anche quali siano i loro siti preferiti e cosa gli piaccia ascoltareA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | Successiva
(pagina 1/9 - 43 discussioni)