Sotto processo i 10 brevetti più pesanti

EFF ha raccolto le segnalazioni via Internet e ora dà vita ad una massiccia campagna legale senza precedenti contro cose come il brevetto sullo streaming via Internet o la telefonia web

San Francisco (USA) - Una iniziativa senza precedenti è stata assunta dalla Electronic Frontier Foundation EFF contro i brevetti che a suo dire limitano l'innovazione e rappresentano un inutile fardello sullo sviluppo di Internet. Brevetti che per le loro implicazioni e formulazione sono spesso finiti sotto le luci della ribalta.

Con un comunicato dal nome emblematico, EFF's Most Wanted, la storica associazione che si batte per i diritti civili, dopo aver raccolto centinaia di segnalazioni che in questi mesi le sono pervenute via Internet, ha elencato i 10 brevetti da fermare.

Tra questi c'è il notissimo brevetto di Acacia Research che copre i sistemi di ricezione e trasmissione di audio-video su Internet. Oppure quello di Test.com, che rivendica royalty su tutti i test condotti via Internet.
Tra i più clamorosi quello di Firepond, un brevetto sui sistemi informativi di linguaggio naturale per rispondere alle richieste dei clienti che pervengono via email, un brevetto che copre, per dirla con EFF, "tecniche insegnate nei corsi di informatica di base". Allo stesso modo si cercherà l'invalidazione del brevetto di Ideaflood che copre l'assegnazione di domini di terzo livello su WAN (Wide Area Network). Tra i nomi presi di mira, anche grossi calibri come Nintendo.

I 10 brevetti saranno messi alla prova da una commissione di esperti, avvocati e ricercatori creata da EFF, secondo cui si tratta di brevetti assegnati con troppa faciloneria dall'Ufficio americano dei brevetti e dei marchi.

Alla sfida di EFF ha già risposto proprio Acacia, secondo cui il proprio brevetto è assolutamente legittimo, "come dimostrato già in tribunale", e dunque prevarrà sulle richieste dalla Foundation. Allo stesso modo stanno in queste ore rispondendo anche le altre società prese di mira. Unica differenziazione quella di Test.com, che ha dichiarato di voler trovare una via di accordo con EFF in quanto non ha intenzione di far valere il proprio brevetto contro realtà non profit.

Tra gli elementi che possono giocare in favore dell'iniziativa legale contro i brevetti c'è evidentemente l'individuazione della cosiddetta prior art, ossia l'esistenza di applicazioni dei sistemi brevettati prima che i brevetti venissero depositati: qualora venga dimostrata, la prior art può costituire la base perché un brevetto venga considerato non valido. EFF si appella a tutti affinché sia individuata la prior art per ciascuno dei brevetti "wanted".

Va detto che tutte le società prese di mira da EFF sono state scelte anche perché hanno già avviato azioni legali per far valere i propri brevetti contro terzi.
28 Commenti alla Notizia Sotto processo i 10 brevetti più pesanti
Ordina
  • :D:D
    Bene ... missa` missa` che adesso mi brevetto il metodo per cuocere la pastasciuta , cosi` verro` da voi , e ogni volta che pranzate mi dovrete pagare i diritti .
    BUAHAHAHAH
    ovviamente ..post ironico...ma attenzione...:|
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >A bocca aperta:D
    > Bene ... missa` missa` che adesso mi
    > brevetto il metodo per cuocere la
    > pastasciuta , cosi` verro` da voi , e ogni
    > volta che pranzate mi dovrete pagare i
    > diritti .
    > BUAHAHAHAH
    > ovviamente ..post ironico...ma
    > attenzione...:|

    okkio che ho brevettato la cacca...quando la fai mi devi pagare i diritti!!!
    non+autenticato
  • Come ho scritto in un post precedente non e' datto al 21^ secolo questo sistema di brevetti!

    La durata deve essere adattata al tipo di brevetto ... un oper aletteraria non e' un sistema meccanico che a sua volta non e' software che a sua volta non e' un farmaco!

    Per il software e per l'elettronica i brevetti devono durare molto poco data la velocita' di sviluppo. Per un opera letteraria come H.Potter invece si puo' tranquillamente lasciare un secolo anche se sinceramente io limiterei la durata alla vita dell'artista/autore dato che non mi sembra giusto che gli eredi vivano di un opera che non gli appartiene!

    Per un farmaco invece stabilirei che il brevetto inizia con la messa in vendita del farmaco e non dalla sintesi della molecola perche' senno si accorcia di 12-13 anni che servono alla ricerca e le case farmaceutiche sono costrette a rifarsi della spesa nei 3 anni che rimangono ...percio' si deve dinamicamente adattare il brevetto e la durata al tipo di prodotto/invenzione.

    Come ultima notazione, ritengo che il brevetto NON debba impedire la EMULAZIONE, il MIGLIORAMENTO di un prodotto/invwenzione ... dve impedire la COPIA ... percio' deve ssere possibile MIGLIORARE un algoritmo per citare un caso specifico ... e non deve essere brevettabile l'algoritmo MA solamenta la sua IMPLEMENTAZIONE in uno o piu' linguaggi!

    Non si deve poter brevettare una idea ma solo l'implementazione di un'idea! Questo per me e' fondamentale!!!


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >.. percio' deve
    > ssere possibile MIGLIORARE un algoritmo per
    > citare un caso specifico ... e non deve
    > essere brevettabile l'algoritmo MA solamenta
    > la sua IMPLEMENTAZIONE in uno o piu'
    > linguaggi!

    Questo è un punto di difficile attuazione. Tanto per dire, secondo te

    j = 0;
    for (i=1; i <100; i++) {
    j++;
    }

    e

    j = 0
    for (i = 1; i<100; i++) {
    c = i * 3;
    j = j + 1;
    }

    sono due implementazioni diverse dello stesso algoritmo? A mio avviso ci dovrebbe essere della discrezionalità nel decidere se una implementazione è plagiata da un'altra, esattamente come avviene nella musica. Ovvero dovrebbe essere un giudice umano a decidere se si possono considerare identiche due implmentazioni, a prescindere dal linguaggio utilizzato.

    Ad esempio per me sarebbe pure un plagio l'algoritmo

    int pippo(int i) {
    i > 0 ? return i + pippo (i-1) : return 0;
    }

    pippo (100);

    mentre non sarebbe un plagio

    int pippo(int i) {
    return i * (i + 1) / 2;
    }

    pippo (100);
    non+autenticato
  • in ambito informatico mi sembra un limite temporale accettabile per la durata di un brevetto.

    a tre anni et un giorno...zac!:D
    non+autenticato
  • Io non sono contrario nel breveto in se ma sulla sua durata..
    Al giono d'oggi 20 anni sono un'eternità ...
    per me 2 anni sarebbero già tanti per un brevetto che può far ricavare un bel pò di soldi a chi l'inventa,
    ma non blocca la tecnologia che progradisce più di 10 volte più velocemente di quando è stato deciso il sistema dei brevetti.

    Il mondo si evolve .. deve evolvere anche il sistema dei brevetti.
    W:-}
    Fan Linux
    non+autenticato
  • ..........se mai verrà trovata. Così solo una bella guerra, questa volta più che giusta, monderà il pianeta da questi approfittatori.

    Inventare va bene; percepire danaro per ciò, va bene.

    Ma a tutto c'è un limite!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ..........se mai verrà trovata.
    > Così solo una bella guerra, questa
    > volta più che giusta, monderà
    > il pianeta da questi approfittatori.
    >
    > Inventare va bene; percepire danaro per
    > ciò, va bene.
    >
    > Ma a tutto c'è un limite!

    Stai parlando di un'argomento tutt'altro che limpido...
    in molti pensano che la cura si sarebbe già potuta trovare... ma che alle industrie farmaceutiche convenga spingere la chemio...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > ..........se mai verrà trovata.
    > > Così solo una bella guerra,
    > questa
    > > volta più che giusta,
    > monderà
    > > il pianeta da questi approfittatori.
    > >
    > > Inventare va bene; percepire danaro per
    > > ciò, va bene.
    > >
    > > Ma a tutto c'è un limite!
    >
    > Stai parlando di un argomento tutt'altro che
    > limpido...
    > in molti pensano che la cura si sarebbe
    > già potuta trovare... ma che alle
    > industrie farmaceutiche convenga spingere la
    > chemio...

    Ed effettivamente è così. La cura è chiusa in un cassetto.
    Il mercato dei medicinali è enorme, chi ha interesse a fermarlo?

    E non venitemi a dire che sto fantasticando.


    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > ..........se mai verrà
    > trovata.
    > > > Così solo una bella guerra,
    > > questa
    > > > volta più che giusta,
    > > monderà
    > > > il pianeta da questi
    > approfittatori.
    > > >
    > > > Inventare va bene; percepire
    > danaro per
    > > > ciò, va bene.
    > > >
    > > > Ma a tutto c'è un limite!
    > >
    > > Stai parlando di un argomento
    > tutt'altro che
    > > limpido...
    > > in molti pensano che la cura si sarebbe
    > > già potuta trovare... ma che
    > alle
    > > industrie farmaceutiche convenga
    > spingere la
    > > chemio...
    >
    > Ed effettivamente è così. La
    > cura è chiusa in un cassetto.

    Vediamo di collegare il cervello prima di scrivere castronerie e se proprio mettiamo un minimo di "prove" a queste affermazioni.

    P.S. Come sta il coccodrillo delle fogne?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > ..........se mai verrà trovata.
    > Così solo una bella guerra, questa
    > volta più che giusta, monderà
    > il pianeta da questi approfittatori.
    >
    > Inventare va bene; percepire danaro per
    > ciò, va bene.
    >
    > Ma a tutto c'è un limite!
    guarda l'esempio dell'aids .. il test di sieropositivita' e' brevettato
    dai due "coscopritori" del virus...
    samu
    506
  • Non stupirti lo stanno facendo gia' da alcuni anni! No non sei tu ignorante che non sapevi che esistono gia' le cure per molti tumori ... in realta' perche' non ci sono(!) ... ma c'e' chi sta brevettando migliaia di geni a funzione IGNOTA nel CASO che UN GIORNO arrivi QUALCUNO e scopra a cosa servono e basandosi su queste CONOSCENZE risolva una qualunque patologia ...tumori inclusi!

    Sicche' legalmente sara' letteralmente rubato il lavoro altrui ...perche' un conto e' sequenziare del DNA un conto e' capirne il significato ... sarebbe come se si brevettassero varie combinazioni random di parole ... nela caso un giorno qualcuno crei un opera letteraria che ne contiene alcune!!!

    Io sono a favore dei brevetti ma NON come sono intesi oggi ... uno strumento cosi' utile e' stato lasciato invecchiare e non e' adatto al 21^ secolo ... e' uno trumento TARATO sul 19^ secolo!!! Poteva essere tollerato per meta' 20^ secolo ma ora e' DANNOSO allo sviluppo ed al progresso!



    non+autenticato


  • - Scritto da: Anonimo
    > Non stupirti lo stanno facendo gia' da
    > alcuni anni! No non sei tu ignorante che non
    > sapevi che esistono gia' le cure per molti
    > tumori ... in realta' perche' non ci sono(!)
    > ... ma c'e' chi sta brevettando migliaia di
    > geni a funzione IGNOTA nel CASO che UN
    > GIORNO arrivi QUALCUNO e scopra a cosa
    > servono e basandosi su queste CONOSCENZE
    > risolva una qualunque patologia ...tumori
    > inclusi!
    >
    > Sicche' legalmente sara' letteralmente
    > rubato il lavoro altrui ...perche' un conto
    > e' sequenziare del DNA un conto e' capirne
    > il significato ... sarebbe come se si
    > brevettassero varie combinazioni random di
    > parole ... nela caso un giorno qualcuno crei
    > un opera letteraria che ne contiene
    > alcune!!!
    >
    > Io sono a favore dei brevetti ma NON come
    > sono intesi oggi ... uno strumento cosi'
    > utile e' stato lasciato invecchiare e non e'
    > adatto al 21^ secolo ... e' uno trumento
    > TARATO sul 19^ secolo!!! Poteva essere
    > tollerato per meta' 20^ secolo ma ora e'
    > DANNOSO allo sviluppo ed al progresso!
    >
    concordo, si dovrebbe poter brevettare tutto il brevettabile ma vincolare solo percentualmente lo sfruttamento commerciale, cioè brevetti a? chi sfrutta a non deve royalties, non deve chiedere permessi, chi guadagna con a deve dare una percentuale sul guadagno a chi ha il brevetto, se è valido.


CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)