Accordo tra operatori per tariffe più care

Mentre si svolgeva lo sciopero anti-tariffa è stata diffusa una nota con cui Altroconsumo denuncia l'esistenza di un cartello tra operatori ai danni degli utenti. Specchio delle tariffe

Roma - Il caro-tariffe contro il quale c'è stato ieri lo sciopero degli utenti di telefonia mobile italiani è dovuto ad un cartello tra gli operatori del settore.

A denunciarlo è Altroconsumo che pure non ha aderito allo sciopero. L'associazione dei consumatori ha infatti segnalato rincari del 15 e del 24 per cento sui due profili tipici di utilizzo della telefonia mobile rispetto alla tariffe attivabili prima del 2004.

L'associazione ha inoltre denunciato "l'esistenza di un accordo lesivo della concorrenza tra gli operatori telefonici nel mercato degli SMS". Una tesi che Altroconsumo ha potuto sottolineare due giorni fa anche in una audizione alla Commissione europea sul rispetto delle norme TLC europee da parte dell'Italia.
Secondo Altroconsumo, è ulteriormente "penalizzante per il consumatore l'incontrollabilità di quanto si paghi chiamando un GSM perché non si conosce l'operatore del chiamato, né quali opzioni siano attivate su quel numero".

L'Associazione ha spiegato che i profili tariffari operativi sono più di 300 e oggi tra le tariffe ricaricabili il costo degli SMS è quasi sempre di 15 centesimi contro gli 8-12 centesimi dell'80 per cento dei vecchi contratti.

"L'attuale caos tariffario nel quale si trova il consumatore - continua l'Associazione - è ormai insostenibile. La complessa articolazione dei diversi piani tariffari, con condizioni diverse a seconda del destinatario della telefonata, con privilegio per le chiamate verso lo stesso operatore on-net rende quasi impossibile al consumatore poter fare un confronto tra essi".

Altri nodi di crisi individuati da Altroconsumo riguardano il "silente smantellamento" dei telefoni pubblici, la mancata trasparenza nell'offerta di banda larga, i problemi sull'unbundling (ossia sulla possibilità per l'utente di sganciarsi definitivamente da Telecom Italia).

Altroconsumo ha anche predisposto due profili tariffari tipici per confrontare e spiegare l'aumento delle tariffe. Eccoli di seguito:

Profilo 1
Se consideriamo un profilo di consumo di 64 telefonate mese distribuite equamente durante le ore della giornata e della settimana e di durata media di 2 minuti, vediamo che la tariffa meno cara è Vodafone Autoricarica Immediata con EuroBonus con un bolletta mensile di 20.68 euro, ma questa tariffa non è più attivabile. La prima tariffa attualmente attivabile ha una bolletta a 25,71 euro ovvero ben il 24 % in più.
Se facciamo un esame delle prime 30 tariffe meno care per questo profilo vediamo che solo 8 sono ancora attivabili, il che dimostra che con il passare degli anni le nuove tariffe introdotte sono più care, in particolare rispetto a quelle attivabili prima del 2002.

Profilo 2
Se consideriamo un profilo di consumo di 64 telefonate mese ma concentrate prevalentemente durante la sera e il week end e di durata media di 1,5 minuti di giorno e di 5 minuti la sera vediamo che la tariffa meno cara è Tim tariffa Rossa con un bolletta mensile di 44,87 euro, ma questa tariffa non è più attivabile. La prima tariffa attualmente attivabile ha una bolletta a 51,46 euro ovvero il 15 % in più.
Se facciamo un esame delle prime 30 tariffe meno care per questo profilo vediamo che solo 8 sono ancora attivabili, il che dimostra che con il passare degli anni le nuove tariffe introdotte sono più care, in particolare rispetto a quelle attivabili prima del 2002.
60 Commenti alla Notizia Accordo tra operatori per tariffe più care
Ordina
  • a questo punto mi viene da chiedere:
    Quanto vale la nostra libertà?
    Probabilmente 100 MMS gratis + una foto della figa di turno nuda.
    La colpa è, come sempre, del sonno in cui siamo caduti, il sonno della mente naturalmente. Ormai vaghiamo inermi in deserto, dove neri avvoltoi volano e aspettano il momento opportuno per buttarsi sul malcapitato di turno. E quando qualcuno finisce tra le grinfie dei neri uccellacci non può più fare a meno di sborsare soldi, guadagnati col sudore della fronte, per acquistare i loro miracolosi prodotti.
    A raccogliere i frutti sono biechi individui le cui malefatte sono pari alla loro ricchezza e al loro potere. Uno in particolare mi va di citarlo, il Nano Pelato.
    Il Nano Pelato sta sempre chiuso nella sua tana ed è sorvegliato a vista dai suoi guardiani, che hanno il compito di vegliare sulla sua inutile vita, la sua attività preferita è ammucchiare tesori, di cui la tana è piena.
    Tra un'ammuchiata (di tesori, ma anche di altro) il Nano Pelato spia, sempre ben nascosto, l'operato della sua immonda progenie, per assicurarsi che nessuno dei suoi neri pargoli approfitti della sua magnanimità per guadagnare potere al dilà del consentito.

    Non sarà mica venuto il momento di spegnere la TV per tirare uno scherzaccio al Nano Pelato?
    io l'ho gia fatto.
  • ... e vivrete meglio, credetemi !
    :@

    per quanto attiene al "cartello", chiunque (come me) abbia lavorato in un gestore di telefonia mobile sa che è assolutamente vero, i vari capetti del marketing che preparano i nuovi piani tariffari:
    1) fanno in modo che la bolletta media sia più alta rispetto ai piani "civetta" usati per acquisire i nuovi clienti (cioè i piani non solo del 2002, ma anche degli anni precedenti), in questo modo cresce l'ARPU (average revenue per user)
    2) concordano in pratica i piani con la concorrenza, si avete capito bene, stando attenti che NON erodano i margini di profitto minimi prestabiliti.

    Nell'ambito delle regole 1) e 2) possono inventarsi qualunque piano tariffario, anche con autoricarica manuale a manovella ...Arrabbiato

    e l'utonto medio che fa ? paga 1 euro per un MMS o per una suoneria ! Che pollo !

    tutto chiaro no?
    non+autenticato
  • !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    non+autenticato
  • A quanto pare,lo sciopero riguardante l'uso del cellulare,non ha avuto l'effetto sperato. Ma è tradizione radicata che lo sciopero ,in Italia ,sia diventato meno consistente di una bolla di sapone. D'altronde,uno sciopero dei cellulari in fase estiva,cosa volevate,che avesse conseguito lo scopo? Ormai, si è creata una specie di simbiosi tra uomo e cellulare,non lo si può negare. Quindi ,come si poteva sperare in un'adesione di massa? Ieri ,ho solo ricevuto telefonate e inviato 2 sms.Non credo sia molto ma se si estendono questi piccoli numeri a tutti (o gran parte) dei possessori di cellulari ,si raggiungono livelli piuttosto alti. E' inutile che Altroconsumo faccia inchieste ,verifiche ,confronti: tanto,le Compagnie o Agenzie telefoniche ,sanno di giocare sul facile e andranno avanti imperterrite alla faccia dei prezzi troppo alti e altri negativi aspetti ,che le riguarda. Non dimentichiamo mai,che si vive in Italia, dove l'Assurdo e l'Ingiustizia,hanno ormai residenza fissa. C'è qualcuno che possa dire il contrario? E anche fosse,non sarebbe di consolazione!
  • La struttura tariffaria per l'uso dei cellulari negli Stati Uniti e' completamente diversa da quella Europea/Italiana, qui le telefonate vengono addebitate (al minuto) sia alla chiamata che alla risposta, partendo dal concetto che chi utilizza il servizio del portatile deve sostenerne le spese. Quindi da fisso a mobile, per esempio, il costo del wireless lo paga il mobile, per il fisso e' una chiamata qualunque addebitata (o no, se locale) a seconda del prefisso chiamato.
    La strategia di marketing delle compagnie telefoniche, quindi, si basa sulla offerta del maggior numero di minuti al minor prezzo.
    Alcuni esempi :
    Cingular Rollover : 400 minuti/mese, no limite weekend, minuti non utilizzati accreditati al mese successivo = $ 40/mese
    AT&T No Limits : Nessun limite $ 100/mese
    Il mio contratto : T-Mobile 300 minuti/mese, no limite weekend $ 30/mese
    Quindi pago $0,1 per minuto di utilizzo (se utilizzo tutti i minuti, altrimenti ovviamente pago di piu'), senza sovraprezzo per roaming in tutti gli USA e senza sovraprezzo per chiamate in tutti gli USA . SMS sia ricezione che trasmissione = $ 0,5
    Pagando anche quando ricevi, l'utilizzo del cellulare e' quindi molto piu' attento (a parte chiaramente per gli utilizzi business) e piu' o meno sai sempre quanto spenderai alla fine del mese ..
    A voi le considerazioni del caso
    non+autenticato
  • Mitico!!! sarebbe forse la fine degli squilli... forse...

    - Scritto da: Anonimo
    > La struttura tariffaria per l'uso dei
    > cellulari negli Stati Uniti e' completamente
    > diversa da quella Europea/Italiana, qui le
    > telefonate vengono addebitate (al minuto)
    :CUTTONE:
    > cellulare e' quindi molto piu' attento (a
    > parte chiaramente per gli utilizzi business)
    > e piu' o meno sai sempre quanto spenderai
    > alla fine del mese ..
    > A voi le considerazioni del caso
  • E si lo so ci ho vissuto e so anche che a prezzo conveniente ti arriva cable + telefono digitale + internet veloce ...

    Ma piu' che di prezzi quello che ti fa veramente sentire bene quando vivi in USA e' il modo in cui viene fatta rispettare la legge, dopo un po' ci si abitua e ci si sente a proprio agio, ci si comporta piu' educatamente, si e' piu' rilassati e disponibili verso gli altri ... tornare in Italia e' stato come andare che so ... in un paese del terzo mondo arabo ... i furbi che non rispettano le file, i clacson ed il nervosismo degli incroci, i medici che fumano in ospedale, gli impiegati statali che ti trattano come una pezza da piede ... certo in questo marasma generale nessuno puo' dire nulla nessun'altro ... oltreoceano puoi protestare e far licenziare l'impiegato cafone ...

    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | Successiva
(pagina 1/4 - 17 discussioni)