In Giamaica l'accesso gratuito

Kingston decide di spingere sull'acceleratore e stanzia i fondi necessari per portare internet anche nelle aree rurali dell'isola caraibica

Kingston (Giamaica) - Montagnosa, boscosa e contadina, la Giamaica si appresta a tentare un salto in avanti sul fronte della diffusione di internet. Il governo di Kingston ha infatti varato un progetto pensato per far arrivare accesso gratuito alla rete nelle aree meno abitate e collegate dell'isola.

Entro il 2010 il progettone e-Jamaica punta a realizzare 60 centri di accesso pubblico ad internet sparsi per tutto il paese. Molte di queste postazioni saranno posizionate negli uffici postali, già oggi presenti in molte aree.

Il ministro del Commercio e della Tecnologia, Phillip Paulwell, ha spiegato che i fondi, pari all'equivalente di circa 3,5 milioni di euro, saranno diretti in particolare "a quelle comunità che continuano ad essere escluse dalla rivoluzione della comunicazione".
L'idea è di spingere, insieme alla diffusione dell'accesso, anche una nuova serie di servizi di governo elettronico che rendano più semplice la vita ai cittadini delle aree svantaggiate. I fondi dovranno bastare anche a finanziare una serie di corsi di aggiornamento che riguarderanno alcune centinaia di persone.
Il contesto in cui va ad inserirsi il progettone non è dei più felici. Oggi, dei due milioni e mezzo di giamaicani solo il 4-5 per cento dispone di uno dei pochi e costosi accessi ad internet offerti dal mercato. Proprio le tariffe sono un ostacolo, se si considera che nell'isola un accesso a banda larga non costa meno dell'equivalente di 60 o 70 euro al mese, decisamente troppo per una popolazione con reddito annuo lordo pro-capite di poco superiore ai 2.500 euro.
10 Commenti alla Notizia In Giamaica l'accesso gratuito
Ordina
  • proprio come in Italia, in cui si spendono 120 milioni di euro per far comprare gli apparecchi del digitale terrestre: massì, diamoli a chi deve guardare la TV invece che a chi deve farsi un trapianto!
    Il trapianto può aspettare... vuoi mettere un trapianto di fronte a Pippo Baudo...?

    Tit.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > proprio come in Italia, in cui si spendono
    > 120 milioni di euro per far comprare gli
    > apparecchi del digitale terrestre:
    > massì, diamoli a chi deve guardare la
    > TV invece che a chi deve farsi un trapianto!
    > Il trapianto può aspettare... vuoi
    > mettere un trapianto di fronte a Pippo
    > Baudo...?
    >

    Un po' troppo demagogico non credi?
    Seguendo il tuo ragionamento quante altre spese si possono tagliare rispetto alle spese per la sanità?
    Le strade? Le scuole? L'industria? L'agricoltura?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Un po' troppo demagogico non credi?
    > Seguendo il tuo ragionamento quante altre
    > spese si possono tagliare rispetto alle
    > spese per la sanità?
    > Le strade? Le scuole? L'industria?
    > L'agricoltura?

    Incominciamo a tagliare gli accessi ad internet ai beoti....
    non+autenticato
  • > Un po' troppo demagogico non credi?
    > Seguendo il tuo ragionamento quante altre
    > spese si possono tagliare rispetto alle
    > spese per la sanità?

    tralasciando la demagogia ed affidandomi al più gretto buonsenso, non mi sarei mai sognato di investire quella cifra propinando discutibili decoder, percorrendo nella maniera più errata la via all'innovazione tecnologica di massa.
    lkl
    56

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > Un po' troppo demagogico non credi?
    > Seguendo il tuo ragionamento quante altre
    > spese si possono tagliare rispetto alle
    > spese per la sanità?
    > Le strade? Le scuole? L'industria?
    > L'agricoltura?

    No, non sono proprio demagogico.
    Ho fatto solo un esempio che tu hai preso troppo rigidamente.
    Mi va bene: diamoli per le strade, per le scuole, per l'agricoltura, per la ricerca, per le pensioni più basse, per le infrastrutture, per i servizi ai cittadini, per quello che ti pare, ma non a chi deve comprarsi un apparecchio per guardare la TV, ci sono troppe altre cose più importanti da fare!

    Tit.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > proprio come in Italia, in cui si
    > spendono
    > > 120 milioni di euro per far comprare gli
    > > apparecchi del digitale terrestre:
    > > massì, diamoli a chi deve
    > guardare la
    > > TV invece che a chi deve farsi un
    > trapianto!
    > > Il trapianto può aspettare...
    > vuoi
    > > mettere un trapianto di fronte a Pippo
    > > Baudo...?
    > >
    >
    > Un po' troppo demagogico non credi?
    > Seguendo il tuo ragionamento quante altre
    > spese si possono tagliare rispetto alle
    > spese per la sanità?
    > Le strade? Le scuole? L'industria?
    > L'agricoltura?

    Propongo il taglio delle spese militari e l'aumento delle tasse per i ricchi , le tasse sul lusso ecc.
  • Il decoder è solo un modo per rilanciare l'economia.
    Se si dovesse diffondere il digitale terrestre, anche aziende più piccole e non i soliti colossi, potrebbero investire il loro denaro in pubblicità.
    Tutto questo serve a portare + tasse allo stato e rilanciare l'economia... un cuore o un polmone, per quanto siano importantissimi, purtroppo non aiutano un paese a risollevarsi ma una persona a sopravvivere...
    Banalmente ed egoisticamente, preferisci vivere in un paese stile "ex-unione sovietica", poveraccio, indietro in tutto.. che arranca nel buio?
    Non si può aver tutto, è difficile anche fare scelte!
    Noi italioti coglioni invece, dobbiamo andare avanti a lamentarci su ogni cosa, ogni santissima cosa.
    non+autenticato
  • Propongo il taglio (per te) di cellulare, PC, televisione, forno a microonde, motorino, auto e tutto ciò che non è strettamente necessario alla tua sopravvivenza. Cibo in quantità controllata e con menù deciso dallo Stato che apporti i nutrienti necessari alla tua attività lavorativa. Tale lavoro sarà deciso dallo Stato: per esso non riceverai compenso, in quanto sarà lo Stato a fornirti quanto a te necessario (ciò implica anche che lo Stato *deciderà* cosa è per te necessario). Ovviamene avresti cure mediche garantite in caso di necessità e tutti i trapianti che vuoi.
  • Caspio! La sinistra ha già vinto le elezioni?!?!?Sorpresa


    - Scritto da: logitech
    Cibo in quantità
    > controllata e con menù deciso dallo
    > Stato che apporti i nutrienti necessari alla
    > tua attività lavorativa. Tale lavoro
    > sarà deciso dallo Stato: per esso non
    > riceverai compenso, in quanto sarà lo
    > Stato a fornirti quanto a te necessario
    > (ciò implica anche che lo Stato
    > *deciderà* cosa è per te
    > necessario). Ovviamene avresti cure mediche
    > garantite in caso di necessità e
    > tutti i trapianti che vuoi.
    non+autenticato
  • Grande! Dimentichi che tutto sarà distribuito su piani quinquennali...
    non+autenticato