Intel è pronta per i 65 nanometri

Intel ha svelato un chip di memoria da mezzo miliardo di transistor da 65 nanometri, una tecnologia che conta di adottare per le proprie CPU nel corso del prossimo anno

Santa Clara (USA) - Mentre i produttori di chip stanno ormai migrando in massa verso le tecnologie di processo a 90 nanometri, Intel ha mostrato un chip di memoria che anticipa i tempi. Il chip, di tipo SRAM da 70 megabit, è infatti costituito da mezzo miliardo di transistor da 65 nanometri.

Intel afferma che il chippetto è stato costruito utilizzando la stessa tecnologia di produzione che impiegherà nel corso del 2005, l'anno in cui conta di introdurre sul commercio i primi processori con circuiteria da 65 nm.

Il chipmaker ha spiegato che la nuova tecnologia a 65 nm (un nanometro corrisponde a un miliardesimo di metro) combina transistor dalle prestazioni più elevate e a basso consumo di energia con una tecnologia strained silicon di seconda generazione, interconnessioni in rame ad alta velocità e un materiale dielettrico low-k (a bassa costante k). Realizzando chip con il processo a 65 nm, Intel afferma che sarà in grado di raddoppiare il numero di transistor installabili su un unico chip.
"Grazie a questo risultato, la tecnologia a 65 nm di Intel è destinata a confermare il nostro record, iniziato 15 anni fa, di velocizzare la produzione con un processo di nuova generazione ogni due anni. In realtà sono trascorsi solo 20 mesi dall'annuncio della realizzazione di SRAM pienamente funzionanti con il processo a 90 nm, che è ora nel ciclo di produzione", ha spiegato Sunlin Chou, senior vice president e general manager del Technology and Manufacturing Group di Intel. "Con il processo a 65 nm riusciremo a realizzare prodotti più evoluti a costi inferiori e, nel contempo, rimarr' valida la Legge di Moore".

I transistor prodotti con la tecnologia a 65 nm hanno una lunghezza del gate, il dispositivo di controllo costituito da un elettrodo, di 35 nm contro i 50 nm degli attuali chip a 130 nm: questo, secondo Intel, consente di incrementare la frequenza di clock di un fattore compreso fra il 40% e il 50%.

Intel oggi produce la maggior parte dei suoi processori con una tecnologia a 90 nm, tecnologia che Intel prevede di rimpiazzare quasi completamente con quella da 65 nm fra circa due anni: questo le consentirà di spingere la densità di transistor a 10 milioni di unità per millimetro quadrato.

Gli analisti affermano che la transizione verso i 65 nm sarà più semplice ed economica di quella che ha caratterizzato il passaggio dai 130 nm ai 90 nm: questo consentirà ai produttori di chip di migrare verso questa nuova tecnologia in tempi più rapidi e a costi inferiori.

AMD ha abbracciato la tecnologia a 90 nm solo di recente, tuttavia, al pari della propria avversaria, conta di produrre i primi processori a 65 nm entro la fine del 2005.
TAG: hw
57 Commenti alla Notizia Intel è pronta per i 65 nanometri
Ordina
  • Se non ricordo male l'assorbimento è dato dalla frequenza al quadrato per la tensione di alimentazione.

    Diminuendo la dimensione della porta è possibile diminuire la tensione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > Se non ricordo male l'assorbimento è
    > dato dalla frequenza al quadrato per la
    > tensione di alimentazione.
    >
    > Diminuendo la dimensione della porta
    > è possibile diminuire la tensione.

    purtroppo devi tenere conto anche della corrente di leakage, ovvero, da quanto ho capito, a queste dimensioni non si riesce a creare un'isolamento elettrico sufficiente tra una pista e l'altra, e questo fa aumentare le correnti in gioco.
  • > purtroppo devi tenere conto anche della
    > corrente di leakage, ovvero, da quanto ho
    > capito, a queste dimensioni non si riesce a
    > creare un'isolamento elettrico sufficiente
    > tra una pista e l'altra, e questo fa
    > aumentare le correnti in gioco.

    In buona parte esse sono introdotte deliberatamente, perche` alle frequenze mostruose che girano dentro alle CPU e` necessario tenere "sotto-accesi" i MOS per rendere piu` veloci le commutazioni. In sostanza si fa in modo che il MOS conduca un pochettino anche nello stato logico "0", in modo da poter usare un'energia minore per accenderlo (questo non per motivi di risparmio energetico, ma solo perche` per trasferire piu` energia ci si mette piu` tempo).

    Come hanno gia` giustamente fatto notare, questo contributo "statico" ormai incide del 50% o piu` sul computo totale. Potremmo dire che la CPU assorbe meta` della sua energia solo per il fatto di stare accesa, il che fa un po' sorridere. Credo che ormai siamo molto vicini a dover riconsiderare i metodi per aumentare le prestazioni: non mi sorprenderebbe se molti costruttori rimanessero a 90 nm, iniziando pero` a lavorare sul parallelismo, sul set di istruzioni, sulle pipeline e in generale sull'architettura "non microelettronica" delle CPU.
    non+autenticato
  • Indubbiamente la corsa ai transistor sempre piu' piccoli
    porta enormi vantaggi. Ma a me avere un processore
    con non so quanti miliardi di transistor su mezzo cm2
    non me ne puo' fregare di meno. Preferirei piuttosto un bel
    chippone di 10 cm2 a frequenze meno spinte ma
    con una enormita' di transistor in piu'. Temo pero'
    cio' non accadra' mai (immagino per problemi tecnici).

    Ciao!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Indubbiamente la corsa ai transistor sempre
    > piu' piccoli
    > porta enormi vantaggi. Ma a me avere un
    > processore
    > con non so quanti miliardi di transistor su
    > mezzo cm2
    > non me ne puo' fregare di meno. Preferirei
    > piuttosto un bel
    > chippone di 10 cm2 a frequenze meno spinte
    > ma
    > con una enormita' di transistor in piu'.
    > Temo pero'
    > cio' non accadra' mai (immagino per problemi
    > tecnici).
    >
    > Ciao!

    Tecnici (probabilità di difetto nel wafer) e di costo (il costo di produzione dei chip è fisso: un tanto a operazione - diviso il numero di chip nell'area che è materialmente possibile trattare. Per intenderci, commercialmente i wafer possono essere di circa 6 o 8 pollici di diametro o poco più. Meglio non si riesce a fare, con la tecnologia disponibile.)
    non+autenticato
  • Già con i 90nm i transistor non riescono a bloccare il passaggio della corrente come dovrebbero. Il gate è di soli 400 atomi. Tanto per avere un'idea, oltre il 50% del consumo del processore è dovuto proprio a questo effetto colabrodo, che è indipendente dalla frequenza di clock. Con i 65nm serà anche peggio.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Già con i 90nm i transistor non
    > riescono a bloccare il passaggio della
    > corrente come dovrebbero. Il gate è
    > di soli 400 atomi. Tanto per avere un'idea,
    > oltre il 50% del consumo del processore
    > è dovuto proprio a questo effetto
    > colabrodo, che è indipendente dalla
    > frequenza di clock. Con i 65nm serà
    > anche peggio.
    Se così è allora ha ragione AMD ad essersi stoppata nella corsa ai GHz e ad ottimizzare di più l'architettura:)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Già con i 90nm i transistor non
    > > riescono a bloccare il passaggio della
    > > corrente come dovrebbero. Il gate
    > è
    > > di soli 400 atomi. Tanto per avere
    > un'idea,
    > > oltre il 50% del consumo del processore
    > > è dovuto proprio a questo effetto
    > > colabrodo, che è indipendente
    > dalla
    > > frequenza di clock. Con i 65nm
    > serà
    > > anche peggio.
    >
    > Se così è allora ha ragione
    > AMD ad essersi stoppata nella corsa ai GHz e
    > ad ottimizzare di più
    > l'architettura:)

    guarda che anche amd è passata (o sta passando) a 0.09

    il clock non è l'unica ragione per diminuire le dimensioni; meno prosaicamente, si tratta di far stare più core in un solo wafer: ergo, è solo una sporca questione di dollari.
  • di stufette doppio uso.
    Adatte all' Alaska, mentre giocate, provvedono al riscaldamento di tutta la casa ........
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > di stufette doppio uso.
    > Adatte all' Alaska, mentre giocate,
    > provvedono al riscaldamento di tutta la casa
    > ........
    TrollTrollTroll
    non+autenticato
  • Ma per Longhorn ovviamente!!!!! Fan Windows
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma per Longhorn ovviamente!!!!! Fan Windows

    ...e per far "girare" word & excel in realtime.

    :D
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ma per Longhorn ovviamente!!!!! Fan Windows
    >
    > ...e per far "girare" word & excel in
    > realtime.
    >
    >A bocca aperta
    A me basterebbe che funzionassero senza crashare il sistema ogni mezz'ora....:(
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > > Ma per Longhorn ovviamente!!!!!
    > Fan Windows
    > >
    > > ...e per far "girare" word & excel in
    > > realtime.
    > >
    > >A bocca aperta
    > A me basterebbe che funzionassero senza
    > crashare il sistema ogni mezz'ora....:(


    http://www.openoffice.org
    non+autenticato

  • - Scritto da: LordCasco
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > >
    > > - Scritto da: Anonimo
    > > >
    > > > - Scritto da: Anonimo
    > > > > Ma per Longhorn
    > ovviamente!!!!!
    > > Fan Windows
    > > >
    > > > ...e per far "girare" word & excel
    > in
    > > > realtime.
    > > >
    > > >A bocca aperta
    > > A me basterebbe che funzionassero senza
    > > crashare il sistema ogni mezz'ora....:(
    >
    >
    > www.openoffice.org

    e la marmotta scriveva le lettere con open office mentre il cornolungo cercava di riparare il pc

    mah
    non+autenticato

  • > A me basterebbe che funzionassero senza
    > crashare il sistema ogni mezz'ora....:(
    addirittura ogni mezz'ora??? adesso vi inventate anke i crash cronici??? mah.......
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ma per Longhorn ovviamente!!!!! Fan Windows
    E a cuocere prima le uova....
    8):$:D:)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)