Un chicco di orologio atomico

Un team di ricercatori ha costruito un orologio atomico sufficientemente piccolo e a basso consumo da poter essere integrato in una grande varietà di dispositivi, inclusi computer e telefoni cellulari. Ora esatta per tutti?

Gaithersburg (USA) - Alcuni scienziati del National Institute of Standards and Technology (NIST) statunitense hanno presentato un prototipo di orologio atomico così piccolo che, a loro dire, potrebbe essere facilmente integrato all'interno di un telefono cellulare.

Come noto, gli orologi atomici permettono di misurare il tempo con un'accuratezza di gran lunga superiore ai metodi elettronici tradizionali: il micro orologio atomico del NIST, ad esempio, va avanti o indietro di 1 secondo ogni circa 300 anni.

Gli scienziati affermano che il loro orologio ha dimensioni paragonabili a quelle di un grano di riso, ovvero circa 100 volte inferiori a quelle di qualsiasi altro orologio atomico: questa caratteristica, insieme ai suoi bassi consumi (75 millesimi di watt), lo rendono particolarmente adatto ad essere incluso in piccoli dispositivi a batteria.
John Kitching, uno dei membri del progetto, afferma che il proprio orologio atomico potrebbe arrivare a rimpiazzare, nel futuro, i classici oscillatori al quarzo che vengono oggi impiegati un po' ovunque, dagli orologi da polso ai dispositivi elettronici. Kitching sostiene che la precisione fornita da un orologio atomico portatile è necessaria in molti ambiti commerciali e militari, ma potrebbe essere utilizzata anche per migliorare la sincronizzazione, e di conseguenza la sicurezza e l'affidabilità, delle connessioni wireless o per incrementare l'accuratezza dei sistemi di navigazione satellitare.

"Mano a mano che gli orologi atomici divengono piccoli, economici e capaci di consumare meno, possono sostituire gli oscillatori al quarzo in molti prodotti di larga diffusione, fra cui i computer, offrendo una precisione di diversi ordini di grandezza maggiore".

Il progetto, finanziato dalla Defense Advanced Research Projects Agency (DARPA), ha il proprio sito qui. Sul sito dell'Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferarris è invece possibile trovare uno schema che descrive il funzionamento di un generico orologio atomico.
100 Commenti alla Notizia Un chicco di orologio atomico
Ordina
  • Vorrei sapere se, una volta smontato, posso farci delle miniatomiche per quando gioco a risiko.
    non+autenticato
  • Mi par di capire che la richiesta di precisione atomica non sia tanto pressante sugli orologi da polso (che poi i più fichi e costosi sono sempre i capolavori di arte meccanica) e nemmeno su cellulari, forni a microonde, radiosveglie e quant'altro; La necessità di tale precisione e miniaturizzazione si ha soprattutto negli odierni sistemi GPS, (che oggi per avere una precisione atomica ricorrono a fonti esterne non sempre totalmente disponibili e comunque fonte di allungamento dei tempi di calcolo).
    Per cui immagino che le prime e più importanti applicazioni saranno i sistemi di posizionamento su aerei e navi e magari anche automobili, con possibilità di essere adeguatamente schermati.
    L'idea di un orologio da polso atomico francamente mi fa sorridere, preferisco e sempre preferirò un bell'omega speedmaster.
    Ciao

  • > Mi par di capire che la richiesta di

    Capire mi sembra eccessivo...

    [...]
    > La necessità di tale
    > precisione e miniaturizzazione si ha
    > soprattutto negli odierni sistemi GPS, (che
    > oggi per avere una precisione atomica
    > ricorrono a fonti esterne non sempre
    [...]
    Guarda che i "client" GPS ricevono dai satelliti l'ora codificata, ed e' sui satelliti che c'e' un orologio radio.
    Non hanno necessita' di orologi ultraprecisi nel device a terra.
    O sei convinto che misurino il tempo di qualche fuffa percorso avanti indietro cronometrandolo come e' scritto su Topolino?

    > L'idea di un orologio da polso atomico
    > francamente mi fa sorridere, preferisco e
    > sempre preferirò un bell'omega
    > speedmaster

    Ottima scelta, anche se un po' inflazionata
    Ciao
    non+autenticato
  • > Guarda che i "client" GPS ricevono dai
    > satelliti l'ora codificata, ed e' sui
    > satelliti che c'e' un orologio radio.
    > Non hanno necessita' di orologi ultraprecisi
    > nel device a terra.
    > O sei convinto che misurino il tempo di
    > qualche fuffa percorso avanti indietro
    > cronometrandolo come e' scritto su Topolino?

    Caro anonimo,
    leggiti bene come funziona il sistema GPS e scoprirai che i client GPS ricevono dai satelliti un segnale orario codificato proprio perchè non possono averne uno proprio abbastanza preciso, e questo comporta una perdita di tempo (e anche di accuratezza) piuttosto rilevante.
    Cito dal link http://www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallcloc...

    " If the time is known to with 1 ms, the acquisition of the P(Y) code is essentially instantaneous" e inoltre : "... if such a receiver had a very precise local clock, accurate to 1 ms over many days, it could determine the time without having to acquire the C/A code at all and therefore lock to the P(Y) code directly"

    ma se preferisci leggere Topolino queste cose non le scopri
    Sorride

    Ciao
  • - Scritto da: bompa5
    > Caro anonimo,
    > leggiti bene come funziona il sistema GPS e
    > scoprirai che i client GPS ricevono dai
    > satelliti un segnale orario codificato
    > proprio perchè non possono averne uno
    > proprio abbastanza preciso, e questo
    > comporta una perdita di tempo (e anche di
    > accuratezza) piuttosto rilevante.
    <cut>
    > ma se preferisci leggere Topolino queste
    > cose non le scopri

    Resta il fatto che non ce ne può fregar di meno di dove sia più utile o meno utile e che qualcuno trovi il miglior utilizzo per quest'orologio. Nessuno mette in dubbio che per dispositivi di navigazione il sistema sia più utile che per l'orologio da polso, ma non è certo questo il punto. La questione è principalmente la dimensione occupata dal dispositivo stesso; l'esempio dell'orologio da polso (piccolo, non pataccoso, per quanto "elegante") era tipica rappresentazione di utilizzo del dispositivo in un sistema di dimensioni veramente ridotte (un gps portatile in ogni caso è più grande, sempre che non t'accontenti di aver soltanto le coordinate).

    Saluti
  • A parte le considerazioni sul "siamo tutti scienziati" e' carino sapere che il principio di funzionamento del GPS e' fondamentalmente basato sulla precisione e sincronia di un riferimento di tempo.
    NON a bordo del client, ma del satellite.
    Tale riferimento e' invece facilmente ottenibile dal ricevitore, a terra, sotto forma di PPS (pulse per second).
    Quindi un qualsiasi ricevitore GPS e' in grado di sincronizzare un orologio da polso con la stessa precisione (long term) dei campioni a bordo dei satelliti, e cioe' 1*10-13.
    Una ricerca su Google per "Brook Shera" puo' essere utile per chi se lo vuole fare in casa.
    Quindi, la maggior precisione del riferimento nel client e' utile solo per ridurre il tempo di acquisizione.
    Visto che ci siamo, un altro paio di notiziole:
    Tutti i velivoli che hanno una piattaforma inerziale a bordo hanno anche i relativi "orologi atomici".
    Il GPS e' utilizzato comunemente per AUMENTARE la precisione long term dei riferimenti a terra (secondari) che di loro ne hanno gia' una buona di tipo "short" (quarzi, rubidio, laser, etc)

    P.S. su Topolino si imparano un sacco di cose !!

    Osso di Seppia



    non+autenticato

  • Sono d'accordo in generale con te che questo orologio aprirä nuove possibilità nel campo dei sistemi di navigazione e localizzazione mediante onde elettromagnetiche, che si basano sempre su misure di tempo di propagazione di onde radio.

    Comunque nel caso del GPS ti faccio una precisazione:

    -il sistema GPS richiede a un ricevitore che voglia localizzarsi e che possieda un riferimento di tempo della precisione di un orologgio atomico la ricezione di 3 segnali satelitari. Questo consente di misurare 3 distanze da tre punti noti e quindi di localizzarsi in uno spazio a 3 dimensioni. Nel caso in cui il ricevente NON abbia un orologio atomico il problema viene risolto acquisendo un quarto segnale satelitare, ciò consente di risolvere un sistema in 4 incognite questa volta (3 spaziali e 1 temporale).

    - Un altro vantaggio che si avrebbe con un orologio atomico nel ricevente sarebbe la velocità di acquisizione, perchè il ricevente potrebbe rimanere "agganciato" per lunghi periodi, anche in assenza del segnale. Comunque il testo che citi si riferisce al codice P(Y) che è accessibile solo ai militari, il codice civile C/A (Coarse/Acquistion) è molto più facile da agganciare.

    Ciao.

    Goose

    - Scritto da: bompa5
    > > Guarda che i "client" GPS ricevono dai
    > > satelliti l'ora codificata, ed e' sui
    > > satelliti che c'e' un orologio radio.
    > > Non hanno necessita' di orologi
    > ultraprecisi
    > > nel device a terra.
    > > O sei convinto che misurino il tempo di
    > > qualche fuffa percorso avanti indietro
    > > cronometrandolo come e' scritto su
    > Topolino?
    >
    > Caro anonimo,
    > leggiti bene come funziona il sistema GPS e
    > scoprirai che i client GPS ricevono dai
    > satelliti un segnale orario codificato
    > proprio perchè non possono averne uno
    > proprio abbastanza preciso, e questo
    > comporta una perdita di tempo (e anche di
    > accuratezza) piuttosto rilevante.
    > Cito dal link
    > www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallclock/
    >
    > " If the time is known to with 1 ms, the
    > acquisition of the P(Y) code is essentially
    > instantaneous" e inoltre : "... if such a
    > receiver had a very precise local clock,
    > accurate to 1 ms over many days, it could
    > determine the time without having to acquire
    > the C/A code at all and therefore lock to
    > the P(Y) code directly"
    >
    > ma se preferisci leggere Topolino queste
    > cose non le scopri
    > Sorride
    >
    > Ciao
    non+autenticato
  • L'orologio atomico sfrutta il "meccanismo" atomico non la radioattivita' !!!!!!

    Comunque, il "meccanismo" piu' interessante e' quello che porta la maggioranza dei lettori a scrivere delle vaccate mostruose su di un qualsiasi argomento senza avere la piu' pallida idea di cosa si stia parlando; e' sufficente la presenza di una parola chiave, in questo caso: "atomico".

    OK PANIC !!!!!! In lacrime

    Osso di Seppia
    non+autenticato
  • NCS, non ci siamo, osso di seppia!
    http://www.ien.it/tf/time/Pagina512.html
    "Come si può osservare dallo schema, è creato un fascio d'atomi di cesio (che con un grammo garantisce il funzionamento per cinque anni emettendo milioni d'atomi al secondo) che transitano in un campo magnetico. "
    Si chiama orologio atomico perchè sfrutta materiale radioattivo.
    non+autenticato
  • Caro non ci siamo,

    se ti interessa l'argomento, si suggerisco una piu' attenta lettura del principio di funzionamento, magari partendo dalla versione al rubidio che e' molto piu' simile a quella utilizzata nell'oggettino in questione.
    Un occhiata anche alla fisica dei plasma ti tornera' utile.
    Sui siti della Stanford piuttosto che della Efratom troverai il necessario.

    Tra l'altro, un rubidio Efratom ce l'ho in casa....

    Osso di Seppia
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'orologio atomico sfrutta il "meccanismo"
    > atomico non la radioattivita' !!!!!!
    >
    > Comunque, il "meccanismo" piu' interessante
    > e' quello che porta la maggioranza dei
    > lettori a scrivere delle vaccate mostruose
    > su di un qualsiasi argomento senza avere la
    > piu' pallida idea di cosa si stia parlando;
    > e' sufficente la presenza di una parola
    > chiave, in questo caso: "atomico".
    >
    > OK PANIC !!!!!! In lacrime
    >
    > Osso di Seppia
    Ti do perfettamente ragione !! Poi sempre gli stessi hanno in casa un CTR-TVC 32 pollici che quanto ad emissioni di raggi X è meglio non parlarne..ma gli è stato detto che non c'è nessun pericolo!:p;):$8)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'orologio atomico sfrutta il "meccanismo"
    > atomico non la radioattivita' !!!!!!
    >
    > Comunque, il "meccanismo" piu' interessante
    > e' quello che porta la maggioranza dei
    > lettori a scrivere delle vaccate mostruose
    > su di un qualsiasi argomento senza avere la
    > piu' pallida idea di cosa si stia parlando;
    > e' sufficente la presenza di una parola
    > chiave, in questo caso: "atomico".
    >
    > OK PANIC !!!!!! In lacrime
    >
    > Osso di Seppia


    Hai ragione. Per esempio nessuno sa che gli orologi da polso normali, o meglio quelli dotati di quadrante luminescente, sono già radioattivi per conto loro. E tanto quella radioattività è praticamente pari a 0. Se ci si preoccupa di quella allora bisogna anche preoccuparsi di scappare di casa ogni volta che si accende il microonde.
    non+autenticato
  • Non so perchè la maggior parte di voi è convina che questo orologio atomico miniaturizzato sia radioattivo...Sorride
    Leggendo sul sito http://www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallcloc...
    non si parla affatto dell'impiego del cesio, a causa della sua lunghezza d'onda troppo grande per questo dispositivo miniaturizzato.
    Ricordo che è possibile realizzare un orologio atomico con i vapori di ammoniaca.
    saluti;)

  • - Scritto da: BeRToZ
    > Non so perchè la maggior parte di voi
    > è convina che questo orologio atomico
    > miniaturizzato sia radioattivo...Sorride
    > Leggendo sul sito
    > www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallclock/
    > non si parla affatto dell'impiego del cesio,
    > a causa della sua lunghezza d'onda troppo
    > grande per questo dispositivo
    > miniaturizzato.
    > Ricordo che è possibile realizzare un
    > orologio atomico con i vapori di ammoniaca.
    > saluti;)
    E' la solita paura dell'italiano medio appena sente parlare di energia atomica: 30 anni fa gli è stato fatto credere che era pericolosissimo averla in casa e ne abbiamo fatto a meno...
    Il fatto che a circa 50 Km dal confine Iitaliano, in Francia, esiste una centralina funzionanante a plutonio e non ad uranio (:|) che se dovesse avere problemi, scaricherebbe vapori radiattivi che data la situazione orografica colpirebbero prima l'Italia..:(
    P.S. nel caso non lo si sapesse il plutonio oltre che essere letale per radiattività è letale in quanto veleno per la vita protoplasmatica...ma questo non viene mai detto!!:@
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: BeRToZ
    > > Non so perchè la maggior parte
    > di voi
    > > è convina che questo orologio
    > atomico
    > > miniaturizzato sia radioattivo...Sorride
    > > Leggendo sul sito
    > >
    > www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallclock/
    > > non si parla affatto dell'impiego del
    > cesio,
    > > a causa della sua lunghezza d'onda
    > troppo
    > > grande per questo dispositivo
    > > miniaturizzato.
    > > Ricordo che è possibile
    > realizzare un
    > > orologio atomico con i vapori di
    > ammoniaca.
    > > saluti;)
    > E' la solita paura dell'italiano medio
    > appena sente parlare di energia atomica: 30
    > anni fa gli è stato fatto credere che
    > era pericolosissimo averla in casa e ne
    > abbiamo fatto a meno...
    > Il fatto che a circa 50 Km dal confine
    > Iitaliano, in Francia, esiste una centralina
    > funzionanante a plutonio e non ad uranio
    > (:|) che se dovesse avere problemi,
    > scaricherebbe vapori radiattivi che data la
    > situazione orografica colpirebbero prima
    > l'Italia..:(
    > P.S. nel caso non lo si sapesse il plutonio
    > oltre che essere letale per
    > radiattività è letale in
    > quanto veleno per la vita
    > protoplasmatica...ma questo non viene mai
    > detto!!:@
    Ho dimenticato di citare anche il mome della centalina: si chiama SUPERPHENIX.......
    non+autenticato

  • > > > Leggendo sul sito
    > > >
    > >
    > www.boulder.nist.gov/timefreq/ofm/smallclock/
    > > > non si parla affatto dell'impiego
    > del
    > > cesio,
    > > > a causa della sua lunghezza d'onda
    > > troppo
    > > > grande per questo dispositivo
    > > > miniaturizzato.

    Hai ragione, però sul link al sito dell'istituto Galileo Ferraris si parla del forno a cesio. Anch'io mi sono confuso

    > > E' la solita paura dell'italiano medio
    > > appena sente parlare di energia
    > atomica: 30
    > > anni fa gli è stato fatto
    > credere che
    > > era pericolosissimo averla in casa e ne
    > > abbiamo fatto a meno...

    In realtà avere una centrale nucleare a 50 Km è meglio che averla a 5Km. (la off-limits zone di Chernobyl è 30Km) Quindi secondo me abbiamo fatto bene a dire di no. Poi, adesso, il nucleare non è tanto pericoloso per il pericolo centrali bensì perchè dopo 30 anni non siamo riusciti a trovare un posto per le scorie (che prima o poi faranno succedere qualcosa (verso Caorso per esempio).
    Il fatto che si possa ipotizzare l'utilizzo di microscopiche quantità di elementi radioattivi provoca giusto irrigidimento nell'italiano medio (che sono poi io) non tanto per la paura di contaminazione con il telefonino (mi vien da ridere) ma per il timore che lo smaltimento di schifezze venga fatto come succede oggi. Anche i rifiuti di lavorazione delle fabbriche sono un problema.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > In realtà avere una centrale nucleare
    > a 50 Km è meglio che averla a 5Km.
    > (la off-limits zone di Chernobyl è
    > 30Km) Quindi secondo me abbiamo fatto bene a
    > dire di no. Poi, adesso, il nucleare non
    Meglio una centrale occidentale a 90 km (zona off limits delle installazioni italiane), che 10 mila km da una di tipo sovietico. La prima se ha problemi nel nocciolo non disperde radioattivita, la seconda invece fa molto fumo. Quindi secondo me il "no" al nucleare, oltre che anti costituzionale, e' stato molto stupido

    > è tanto pericoloso per il pericolo
    > centrali bensì perchè dopo 30
    > anni non siamo riusciti a trovare un posto
    > per le scorie (che prima o poi faranno
    > succedere qualcosa (verso Caorso per
    > esempio).
    Non verso Caorso, piuttosto danno gia' qualche problema a scanzano jonico, anche adesso che non ci sono ancora

    > Il fatto che si possa ipotizzare l'utilizzo
    > di microscopiche quantità di elementi
    > radioattivi provoca giusto irrigidimento
    > nell'italiano medio (che sono poi io) non
    > tanto per la paura di contaminazione con il
    > telefonino (mi vien da ridere) ma per il
    > timore che lo smaltimento di schifezze venga
    > fatto come succede oggi. Anche i rifiuti di
    > lavorazione delle fabbriche sono un
    > problema.
    Meglio un impianto ben controllato che 1000 dati in mano a degli imbecilli/ignoranti.
  • > Meglio un impianto ben controllato che 1000
    > dati in mano a degli imbecilli/ignoranti.

    P.S. visto che ti piacciono tanto le installazioni nucleari perchè non vai a Sellafield a farti un bagno nelle loro vasche di stoccaggio...

    Mandaci una cartolina mi raccomandoA bocca aperta
    non+autenticato
  • > P.S. visto che ti piacciono tanto le
    > installazioni nucleari perchè non vai
    > a Sellafield a farti un bagno nelle loro
    > vasche di stoccaggio...
    >
    > Mandaci una cartolina mi raccomandoA bocca aperta
    Il mare la vicino ci posso anche andare, ma nelle piscine di stoccaggio non mi lascerebbero entrare ...
    Troll
  • > In realtà avere una centrale nucleare
    > a 50 Km è meglio che averla a 5Km.

    Uhm, fammi pensare: preferisco morire quasi all'istante, o lentamente e fra mille agonie? Non riesco proprio a decidere.A bocca aperta

    > bensì perchè dopo 30
    > anni non siamo riusciti a trovare un posto
    > per le scorie

    Gli americani l'hanno trovato e lo stanno gia` costruendo, e questo vale per la maggior parte degli stati avanzati.

    Le scorie di molti tipi di centrali nucleari non sono piu` pericolose di parecchi tipi di rifiuti industriali e sanitari che anche noi italiani produciamo a tutto spiano. Quindi siamo coglioni due volte: una, perche` abbiamo rinunciato al nucleare; due, perche` comunque dobbiamo trovare lo stesso un metodo per stoccare le nostre scorie pericolose, con protocolli del tutto simili a quelli delle scorie nucleari.

    > Il fatto che si possa ipotizzare l'utilizzo
    > di microscopiche quantità di elementi
    > radioattivi provoca giusto irrigidimento
    > nell'italiano medio (che sono poi io) non
    > tanto per la paura di contaminazione con il
    > telefonino (mi vien da ridere) ma

    ...ma perche` e` ignorante e boccalone, e se sente dire in una trasmissione della De Filippi che il nucleare e` pericoloso, tanto gli basta.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    Cut
    > > > E' la solita paura dell'italiano
    > medio
    > > > appena sente parlare di energia
    > > atomica: 30
    > > > anni fa gli è stato fatto
    > > credere che
    > > > era pericolosissimo averla in casa
    > e ne
    > > > abbiamo fatto a meno...
    >
    > In realtà avere una centrale nucleare
    > a 50 Km è meglio che averla a 5Km.
    > (la off-limits zone di Chernobyl è
    > 30Km) Quindi secondo me abbiamo fatto bene a
    > dire di no.

    Secondo te è meglio non avere centrali nucleari in casa ed avere una centrale a PLUTONIO AUTOFERTILIZZANTE a 50Km dal confine???

    Ma lo sai che se questo tipo di centrale dovesse avere una perdida di materiale fissile farebbe morire tutti di radiazione nel raggio di circa 500Km (è grande 10 volte la centrale russa che ha fatto un po di casino nel 1986!) e se anche riuscissi a sopravvivere alle radiazioni, moriresti perché il plutonio è un veleno ancora più rapido del cianuro (oltre che più doloroso..)?? Oltre al fatto che il plutonio è un veleno letale per la vita basata sul protoplasma ( virus, microbi, cellule e così via in crescendo) al punto che un Kg di plutonio disperso nell'atmosfera sterilizzerebbe il pianeta, dato che ha una vita media di circa 1,5 milioni di anni ?


    >Poi, adesso, il nucleare non
    > è tanto pericoloso per il pericolo
    > centrali bensì perchè dopo 30
    > anni non siamo riusciti a trovare un posto
    > per le scorie (che prima o poi faranno
    > succedere qualcosa (verso Caorso per
    > esempio).
    > Il fatto che si possa ipotizzare l'utilizzo
    > di microscopiche quantità di elementi
    > radioattivi provoca giusto irrigidimento
    > nell'italiano medio (che sono poi io) non
    > tanto per la paura di contaminazione con il
    > telefonino (mi vien da ridere) ma per il
    > timore che lo smaltimento di schifezze venga
    > fatto come succede oggi. Anche i rifiuti di
    > lavorazione delle fabbriche sono un
    > problema.
    Fintanto che l'italiano medio ragionerà come stanno facendo in Campania invece di crescere faremo come i gamberi...:(:(:(
    non+autenticato
  • > Secondo te è meglio non avere
    > centrali nucleari in casa ed avere una
    > centrale a PLUTONIO AUTOFERTILIZZANTE a 50Km
    > dal confine???
    Cosa ha di piu' pericoloso ? La parola Plutonio ?

    > Ma lo sai che se questo tipo di centrale
    > dovesse avere una perdida di materiale
    > fissile farebbe morire tutti di radiazione
    > nel raggio di circa 500Km (è grande
    > 10 volte la centrale russa che ha fatto un
    > po di casino nel 1986!) e se anche riuscissi
    Cosa cosa? Parli della Super Phoenix? Non mi pare proprio che produca 10 GW di elettricita' ...

    > a sopravvivere alle radiazioni, moriresti
    > perché il plutonio è un veleno
    > ancora più rapido del cianuro (oltre
    > che più doloroso..)?? Oltre al fatto
    > che il plutonio è un veleno letale
    > per la vita basata sul protoplasma ( virus,
    > microbi, cellule e così via in
    > crescendo) al punto che un Kg di plutonio
    > disperso nell'atmosfera sterilizzerebbe il
    > pianeta, dato che ha una vita media di circa
    > 1,5 milioni di anni ?
    E ancora con quasta stra cazzo di vita mediaaaaaaaaa di merdaaaaaaaaaaaaaaaa.
    LA VITA MEDIA (se esiste un termine del genere) DIPENDE DALLA QUANTITA' DI MATERIALE !!! 3 TONNELLATE DI PLUTONIO HANNO UNA RADIOATTIVITA' SUPERIORE A 3 GRAMMI, MA SOLO PERCHE' CE NE' DI PIU'. FRA 10 MILA ANNI IN ENTRAMBI LA RADIOATTIVITA' SI DIMEZZA, NON CI SONO CAZZI
    E COMUNQUE VI CONFONDETE CON IL PERIODO DI DIMEZZAMENTO
    E comunque la tua e' una gran bella balla: sai quanto plutonio abbiamo gia' in corpo per tutti i test atomici ? un bel po' ... Nell'atomsfera c'e' gia' ben piu' di 1 kg di plutonio ...

    > Fintanto che l'italiano medio
    > ragionerà come stanno facendo in
    > Campania invece di crescere faremo come i
    > gamberi...:(:(:(
    Almeno la fanno sport (rissa con i celerini) (celerini, PESTATE DURO !!!)

  • - Scritto da: Anonimo
    > anni fa gli è stato fatto credere che
    > era pericolosissimo averla in casa e ne
    > abbiamo fatto a meno...

    Non è che ci è stato fatto credere...
    La verità è che l'URSS si è servita dei movimenti ambientalisti controllati dal PCI in Italia per evitare che un Paese Occidentale avesse una opportunità di crescita.
    La stessa cosa fece ad esempio con i movimenti che in Inghilterra chiedevano il disarmo unilaterale dell'Occidente rispetto al blocco comunista ("per favorire la pace" ovviamente...).
    non+autenticato
  • Bello...ma se per caso va in detonazione? ahahaha
    già vedo la notizia...mezza città squartata da uno cercava di sistemare l'ora dell'orologioOcchiolino
    non+autenticato
  • niente paura, niente fusione ne calda ne fredda e neppure niente fissione, quindi nessun botto.....:)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bello...ma se per caso va in detonazione?
    > ahahaha
    > già vedo la notizia...mezza
    > città squartata da uno cercava di
    > sistemare l'ora dell'orologioOcchiolino

    La botta l'hai fatta tu quando sei caduto dal seggiolone.
    Che stai zavagliando?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bello...ma se per caso va in detonazione?
    > ahahaha
    > già vedo la notizia...mezza
    > città squartata da uno cercava di
    > sistemare l'ora dell'orologioOcchiolino
    Secondo me l'unica botta che si sentirà sarà il tonfo della capocciata in terra data dall'acquirente del nuovo telefonino od orologio, una volta conosciuto il prezzo!!!:$:):D:p:$8)
    non+autenticato
  • pensate che pacchia per Unabomber...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Bello...ma se per caso va in detonazione?
    > ahahaha
    > già vedo la notizia...mezza
    > città squartata da uno cercava di
    > sistemare l'ora dell'orologioOcchiolino

    Mi spieghi come? Sai che una fissione nucleare non si innesca con l'accendino?
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)