E' sabotaggio l'accusa al virus writer

Il 18enne che ha ammesso di aver creato Sasser e NetSky, due dei worm a maggiore impatto, è stato formalmente accusato di aver sabotato sistemi informatici. Condannato un autore di bufale terroristiche

Berlino - La via giudiziaria del 18enne tedesco Sven Jaschan sarà segnata dalla decisione del pubblico ministero che si sta occupando del suo caso di accusarlo formalmente di sabotaggio informatico.

Jaschan è un nome divenuto celebre nelle cronache perché è stato arrestato con l'accusa di aver realizzato il worm Sasser e NetSky, due tra i codici malevoli che hanno avuto maggiore diffusione su internet nel corso del 2004.

Il giovane di Waffensen ha confessato agli inquirenti di essere effettivamente l'autore di quei worm, che pure avrebbe realizzato per curiosità e non con l'intento di causare i molti danni che vengono attribuiti alla loro diffusione. Una tesi a cui si dà però poco peso vista la guerra dei worm che si era scatenata tra virus writer in cui proprio l'autore di NetSky sembra aver avuto un ruolo importante.
Al processo, Jaschan dovrà vedersela con ben 143 organizzazioni e aziende che si sono costituite parte civile e che chiedono danni per almeno 130mila euro. Ma è assai probabile, sostengono gli inquirenti, che questa non rappresenti che una frazione di tutti i problemi causati dai due worm. Il giovane rischia fino a cinque anni di carcere.

Da segnalare che l'arresto di Jaschan è dovuto ad una segnalazione giunta alla polizia dopoché Microsoft aveva varato il suo "Anti-virus Reward Program", in pratica offrendo un compenso in denaro a chiunque fornisca informazioni utili sugli autori dei worm.

In queste ore, intanto, un altro tedesco di 44 anni è stato condannato a tre anni e mezzo di carcere per aver inviato email minatorie ad alcune società tedesche e austriache, minacciando di far saltare in aria interi palazzi qualora non avessero pagato quanto da lui richiesto. L'uomo è stato arrestato dopo che i cybercop tedeschi erano riusciti a risalire all'origine di quelle email.
11 Commenti alla Notizia E' sabotaggio l'accusa al virus writer
Ordina
  • è brutto dirlo ma è così.
    Ormai la situazione sta scappando di mano.Chi utilizza un computer per collegarsi ad internet dovrebbe possedere "almeno le conoscenze minime" sulla protezione, e....è brutto dirlo ma serve qualcosa che le certifichi,
    Cominciano a spaventarmi le notizie di qualche giorno fa sui ricatti e le minaccie di alcuni cracker.
    Chi naviga in internet oggi deve assumersi le proprie responsabilità, dato che il concetto di computer con internet va considerarlo in modo diverso.
    Anche se sono uno a cui non piace fare paragoni ormai mi viene spontaneo associare internet ad una strada in cui per circolare con un auto serve la patente perchè è obbligatorio conoscere LE regole di circolazione.

    Ho sentito però che adesso è obbligatorio installare dei firewall sulle lan degli uffici per essere in regola con alcune norme sulla privacy......probabilemnte questo limiterà un sacco di brutte....peccato che la cosa sia limitata solo in italia credo.....e soprattutto .... chi configura i firewall....mhà, staremo a vedere

    non+autenticato
  • Questi sono i veri utenti da colpire duramente, altro che gli utenti del p2p.
    Nel caso del ragazzo 18enne mi auguro che siano particolarmente duri: innanzittutto che gli diano veramente 5 anni di carcere e che gli facciano pagare tutti i danni che ha causato la sua idiozia, dal primo all'ultimo soldo. Sono convinto che tali danni superino abbondantemente i 130 mila euro. Saranno quantificabili in una cifra probabilmente dell'ordine delle decine di milioni di euro: che li pagasse fino all'ultimo soldo. Non li ha? Bene, si traducono in anni di carcere in più: 1 anno di carcere in più per ogni 100000 euro non pagati, così questo idiota non esce più dalla galera. Naturalmente spero proprio che venga anche messo in isolamento perpetuo e gli si vieti di toccare qualsiasi apparecchio elettronico/informatico per sempre.
    Un trattamento del genere dovrebbe essere di esempio a tutti gli idioti che scrivono virus, fanno spam, fanno ricatti eccetera.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Questi sono i veri utenti da colpire
    > duramente, altro che gli utenti del p2p.
    > Nel caso del ragazzo 18enne mi auguro che
    > siano particolarmente duri: innanzittutto
    > che gli diano veramente 5 anni di carcere e
    > che gli facciano pagare tutti i danni che ha
    > causato la sua idiozia, dal primo all'ultimo
    > soldo. Sono convinto che tali danni superino
    > abbondantemente i 130 mila euro. Saranno
    > quantificabili in una cifra probabilmente
    > dell'ordine delle decine di milioni di euro:
    > che li pagasse fino all'ultimo soldo. Non li
    > ha? Bene, si traducono in anni di carcere in
    > più: 1 anno di carcere in più
    > per ogni 100000 euro non pagati, così
    > questo idiota non esce più dalla
    > galera. Naturalmente spero proprio che venga
    > anche messo in isolamento perpetuo e gli si
    > vieti di toccare qualsiasi apparecchio
    > elettronico/informatico per sempre.
    > Un trattamento del genere dovrebbe essere di
    > esempio a tutti gli idioti che scrivono
    > virus, fanno spam, fanno ricatti eccetera.


    ... 5 anni di galera a lui ? e agli idioti che aprono gli allegati di posta senza sapere cosa fanno , cosa diamo ? l'ergastolo... ma va la va...
    non+autenticato
  • Pienamente daccordo!!!
  • pienamente in disaccordo. Con questo ragionamento alle vittime di una catastrofe aerea non diamo alcun rimborso: dovevano portarsi il paracadute!!! Oppure depenalizziamo l'omicidio, in fin dei conti lui ti ha sparato, ma se tu ti fossi spostato non ti avrebbe preso!!! Ma fatemi ridere!!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > pienamente in disaccordo. Con questo
    > ragionamento alle vittime di una catastrofe
    > aerea non diamo alcun rimborso: dovevano
    > portarsi il paracadute!!! Oppure
    > depenalizziamo l'omicidio, in fin dei conti
    > lui ti ha sparato, ma se tu ti fossi
    > spostato non ti avrebbe preso!!! Ma fatemi
    > ridere!!!!

    ci sono cose che sono alla portata di tutti. evitare di aprire una mail "sospetta" lo è, ad esempio. basta solo un po' di precauzione.
    schivare le pallottole lo sarebbe se vivessimo un una nazione di superman.
    portarsi sempre un paracadute quando si va in aereo ti sembra una soluzione fattibile?
    evitare di aprire mail sospette o, nel caso di sasser, premunirsi con un update ti sembra un lavoro della stessa entità di evitare le pallottole oppure andare in giro col paracadute?

    è giusto sì perseguire chi con le sue malefatte ha provocato danni ovunque, ma bisogna avere anche un buon metro di paragone. il virus l'ha creato lui, ma il fatto che si sia diffuso così tanto, non è solo merito suo, anzi!

    -- Masque
    non+autenticato
  • > ... 5 anni di galera a lui ? e agli idioti
    > che aprono gli allegati di posta senza
    > sapere cosa fanno , cosa diamo ?
    > l'ergastolo... ma va la va...
    Senti Robin Hood della mutua qua sei sulla Terra, non su Marte: c'è una bella differenza fra colpa e dolo, lo sai vero? O sono termini fantascientifici per te?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > ... 5 anni di galera a lui ? e agli
    > idioti
    > > che aprono gli allegati di posta senza
    > > sapere cosa fanno , cosa diamo ?
    > > l'ergastolo... ma va la va...
    > Senti Robin Hood della mutua qua sei sulla
    > Terra, non su Marte: c'è una bella
    > differenza fra colpa e dolo, lo sai vero? O
    > sono termini fantascientifici per te?

    e tu lo sai che c'è differenza tra un computer e un frigorifero ? e che serve un pochino di dimestichezza e di informazioni prima di fare certe cose ? ... perchè allora non facciamo guidare la gente senza patente ? se fanno un incidente non l'avranno mica fatto apposta no ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Questi sono i veri utenti da colpire
    > duramente, altro che gli utenti del p2p.
    > Nel caso del ragazzo 18enne mi auguro che
    > siano particolarmente duri: innanzittutto
    > che gli diano veramente 5 anni di carcere e
    > che gli facciano pagare tutti i danni che ha
    > causato la sua idiozia, dal primo all'ultimo
    > soldo. Sono convinto che tali danni superino
    > abbondantemente i 130 mila euro. Saranno
    > quantificabili in una cifra probabilmente
    > dell'ordine delle decine di milioni di euro:
    > che li pagasse fino all'ultimo soldo. Non li
    > ha? Bene, si traducono in anni di carcere in
    > più: 1 anno di carcere in più
    > per ogni 100000 euro non pagati, così
    > questo idiota non esce più dalla
    > galera. Naturalmente spero proprio che venga
    > anche messo in isolamento perpetuo e gli si
    > vieti di toccare qualsiasi apparecchio
    > elettronico/informatico per sempre.
    > Un trattamento del genere dovrebbe essere di
    > esempio a tutti gli idioti che scrivono
    > virus, fanno spam, fanno ricatti eccetera.
    Sono pienamente d'accordo:)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Questi sono i veri utenti da colpire
    > duramente, altro che gli utenti del p2p.
    > Nel caso del ragazzo 18enne mi auguro che
    > siano particolarmente duri:
    .... http://www.repubblica.it/2004/i/sezioni/scienza_e_...
    e nello stesso tempo c'e' chi invece rischia solo per aver trovato e pubblicato falle in un antivirus Message-ID: (it.comp.sicurezza.virus) ma questa e' la legge dell'economia, quelli che assumono l'autore di Sasser si fanno una grossa pubblicita' gratuita, e gli altri che hanno denunciato chi li ha sputtanati con ragione si parano il culo e magari vincono pure la causa
    Benvenuti nel mondo reale!
    non+autenticato
  • per me.......questo tipo è un grande..un genio..tanto è minorenne e in galera non ci va e neppure paga.
    non+autenticato