Microsoft: software ai docenti

Partecipazione

Milano - In occasione della presentazione dell'iniziativa ministeriale "PC ai docenti", Microsoft ha annunciato il proprio impegno nel sostenere il progetto del MIUR, al fine di contribuire a diffondere e realizzare una vera e propria cultura tecnologica nella scuola italiana.

"Per l'iniziativa "PC ai docenti" - si legge in una nota - Microsoft mette a disposizione degli insegnanti, attraverso una speciale promozione, una soluzione completa per la didattica, fornendo loro l'accesso alle tecnologie informatiche più recenti".

Il pacchetto di software messo a punto per l'occasione potrà essere acquistato a 69,9 euro dai docenti che aderiranno al progetto. Al suo interno, oltre agli applicativi di MS Office anche l'abbonamento online all'enciclopedia MSN Encarta Premium e ad altri strumenti mirati alla didattica.
TAG: mercato
26 Commenti alla Notizia Microsoft: software ai docenti
Ordina
  • C'e' chi, invece, decide che e' meglio fornire al corpo docente, agli studenti e agli uffici amministrativi, software sul quale hanno pieno controllo, per il quale ne' i docenti ne' gli studenti devono sborsare un'euro per averlo e per il quale nessuno ti chiama "pirata" se lo passi al vicino di casa. Il tutto con soldi del Fondo Sociale Europeo.

    Governo Regionale dell' Extremadura: Linex
    http://www.linex.org/
    non+autenticato

  • beh, già il nome da l'idea di tipi tosti !

    > Governo Regionale dell' Extremadura: Linex
    > www.linex.org /
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > C'e' chi, invece, decide che e' meglio
    > fornire al corpo docente, agli studenti e
    > agli uffici amministrativi, software sul
    > quale hanno pieno controllo, per il quale
    > ne' i docenti ne' gli studenti devono
    > sborsare un'euro per averlo e per il quale
    > nessuno ti chiama "pirata" se lo passi al
    > vicino di casa. Il tutto con soldi del Fondo
    > Sociale Europeo.
    >
    > Governo Regionale dell' Extremadura: Linex
    > www.linex.org /

    ma se nessuno sborsasse mai un euro, come credi che il mondo potrebbe andare avanti???

    bene, ora tornatene ad adorare il tuo Che...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > ma se nessuno sborsasse mai un euro, come
    > credi che il mondo potrebbe andare avanti???
    >

    Che minkia di ragionamento fai?
    Ognuno dovrà sborsare uno (o piu') euro solo per un controvalore in beni o servizi.
    O credi invece che continuare a foraggiare un (bene, servizio) Micro$oft (puttanate software decennali e riverniciate, aggiornamenti 'obbligati' a comando, patch che aprono piu' buchi di quelli che coprono) sia una condotta intelligente? Complimenti.
    Quello che non hai ancora capito, e che dai a intendere non capirai mai, è che con le ipotesi di mercato già esistenti o in incubazione, alternative al monopolio M$, ognuno dovrebbe poter comprare, controllare e gestirsi le proprie soluzioni sw. Lo hw se lo compra - logico! - e fine della storia.
    E' così duro da immaginare? Poi, ognuno farà quello che decide.
    Certo, per molti è molto meglio non fermarsi a pensare, giusto?

    > bene, ora tornatene ad adorare il tuo Che...

    E 'Che', che c'entra??
    Utonto (nel tuo caso, consideralo un 'riconoscimento')
    non+autenticato
  • i soldi vanno spesi bene, e credo che tu sia
    il primo a farlo. Evitare di buttare nel cesso
    migliaia di miliardi l'anno quando è possibile
    farlo. Per es utilizzando tecnologie quali i
    linux live-cd come in altri paesi più avanzati
    stanno già facendo con successo.
    non credo che tu voglia continuare a regalare
    a un azienda monopolista tre pensioni da vecchio
    per ognuno dei milioni d pc dell'amministrazione
    pubblica italiana, quando è possibile realizzare
    a costi molto minori prodotti di gran lunga più efficenti
    questo non vuol dire comunismo: il comunismo è
    piratare le copie di xp. vuol dire semplicemente non
    buttare soldi e spenderli invece per il meglio
    non+autenticato
  • distro del genere sono fattibili da chiunque
    usando la tecnologia linux live-cd (vedi per
    es in italia eduknoppix): ci sono molti programmi
    educational in giro che si possono inserire e
    far circolare in un live-cd.
    il problema è la localizzazione: quanti docenti,
    studenti, etc sono disponibili a collaborare per
    sostutuire gli strumenti costosissimi che gli
    vengono dall'alto con strumenti del genere ?
    Pochi.
    E a livello più alto: c'è la volontà di usare
    gli strumenti open-source, molti dei quali
    economici e già fatti seppure in altre lingue
    piuttosto che pagare miliardi di lire gli amici
    che in quel caso vedrebbero la loro qualità di vita
    scadere ?
    non+autenticato
  • .. da ex insegnante, i professori erano i primi a copiarsi il sw. (e mi ci metto anche io: lo chiedevo agli alunni, pure i CD audio di compilation!).

    Vuoi perchè si guadagna troppo poco (anche se ritengo abbastanza per quello che si fa e per quello che è il mercato!), dubito che si spedederanno anche 69 euri per questo!
  • Eh ci voleva proprio
    L'ultima "trueta "di stanca.
    Diamo una una bella didattica Encarta a pagamento, facciamo utilizzare winzozz a tutti, perche oggi lo usano a scuola e domani lo compreranno per l'ufficio.
    Didattica oggi, clienti domani.
    E fuori c'e' linux con didattica gratis e un os libero.
    il ministero dell'innovazione Commerciale Microsoft

    Stancamente vostro Elwood

  • - Scritto da: Elwood_
    > Eh ci voleva proprio
    > L'ultima "trueta "di stanca.
    > Diamo una una bella didattica Encarta a
    > pagamento, facciamo utilizzare winzozz a
    > tutti, perche oggi lo usano a scuola e
    > domani lo compreranno per l'ufficio.
    > Didattica oggi, clienti domani.
    > E fuori c'e' linux con didattica gratis e un
    > os libero.
    > il ministero dell'innovazione Commerciale
    > Microsoft
    >
    > Stancamente vostro Elwood




    Mettiti l'anima in pace,

    Telefona mia figlia:

    -papà, ho preso il libro d'informatica!
    -che bello! allora inizi informatica sul serio, in prima media!
    -Eh sì, anzi non vedo l'ora di cominciare... il libro è molto bello, ci sono i questionari... mi aiuti a rispondere a qualche domanda"
    -Certo, dimmi un po'...
    -Windows è il programma del computer?...

    Infarto (mio). IL resto, la solita storia.

    Ebbene, volevo segnalarvi questa chicca della DeAgostini che in un libro propedeutico all'informatica non parla d'altro che di Microsoft, Windows, Office ed piccoli programmini del CD allegato; Non un accenno a Unix, Linux, e a tutto quanto non sia griffato dalla casa di Redmond...

    Gia vedo mia figlia in preda a crisi di identità, a dover smanettare con windows, a dover rispondere "io no, ho un Mac"...
    A lei, che a due anni giocava col mouse, a tre pestava la tastiera a casaccio, a 5 che insegnava ai nonni a giocare sul sito di cartoon network!

    Ringrazio sentitamente l'autore del libro: Roberto Spigarolo (LAUREATO IN AGRARIAAAA!!!) per la completezza di questa sua opera, la DeAgostini per la sua scelta editoriale, il distretto scolastico ed il Ministero per le loro scelte lungimiranti.


    State lasciando il mondo in mano a un americano che ha chiamato OCTOPUS (PIOVRA) la sua barchetta da 160 metri.......
    non+autenticato
  • > Ringrazio sentitamente l'autore del libro:
    > Roberto Spigarolo (LAUREATO IN
    > AGRARIAAAA!!!) per la completezza di questa

    Conosco personalmente un sistemista laureato IN AGRARIA, con una propensione particolare al mondo Linux e UNIX ma con competenze in entrambi gli ambienti, che puo` dare del filo da torcere ad una buona fetta di sistemisti laureati in altre discipline (lo stesso ha pubblicato qualche articolo su riviste specializzate per Linux).

    Magar e` una eccezione, ma comunque ricordiamoci di non valutare mai le persone in base ad un pezzo di carta ma a quello che sanno realmente fare.

    Marco
    non+autenticato
  • Sono daccordo con te. Il problema è, stane certo che "chi sa fa chi non sa insegna". E siccope l'agrario in questione ha scritto un libro di dubbio senso (ne sono testimoni le poche righe citate dall'amico) allora posso senz'altro aggiungere che sono proprio braccia rubate all'agricoltura!

    Inoltre sai chi insegna informatica alle superiori? Per non parlare di SIstemi Informativi Argomento che anche pochi laureati potrebbero ...). Un laureato in ECONOMIA.
    Il problema se vuoi lo sviluppo in due punti:
    Se ho bisogno di una laurea in economia per insegnare ragioneria, perchè non devo averla per scrivere un libro didattico (pedagogia? magari un appoggio per i libri dell'obbligo cioè ex medie) Una grande casa come la DeAgostini DEVE provvedere! Inoltre sono stracerto che l'agronomo non ha scritto molto ... qualche articolo, un collante tra tutto. Il resto tirapiedi sottopagati. E' la norma in questi casi.
    Il corpo docenti che, senza capirne un'H (magari agrari anche loro!) che l'ha adottato. Ma qui, e ci metto l'esperienza personale, ci sono le mazzette che girano.
    Eh, si. Ho fatto molti anni come prof ...

    Questo perchè l'agrario, bella professione, che faccia l'agrario. Se cambia mestiere, come il tuo amico, ci mette e rischia del suo. (anche io sono stufo di fare l'ingegnere, ma se facciol'agronomo sai che ridere ... !) In questo caso non mi pagano.
    L?agronomo in questione sarà strapagato grazie alle solite conoscenze e mazzette.
    E questo, visto che tocca i ns figli, proprio non va.

    DImenticavo: io su di u testo di matematica (osceno!) ho trovato che la radice quata di -1 è sempre +o- i (o j, se preferisci). Neanche un cenno alle 4 soluzioni (che sono comunque sbagliate) nè alla circ. goniometrica etc. Incredibile? no. Impossibile che sia stato adottato e confermato.
  • >
    > DImenticavo: io su di u testo di matematica
    > (osceno!) ho trovato che la radice quata di
    > -1 è sempre +o- i (o j, se
    > preferisci). Neanche un cenno alle 4
    > soluzioni (che sono comunque sbagliate)
    > nè alla circ. goniometrica etc.
    > Incredibile? no. Impossibile che sia stato
    > adottato e confermato.

    radice quata ? se intendi la radice quadrata di -1, tutte e sole le soluzioni (complesse!) sono {+i,-i}, se intendi la radice quarta, tutte e sole le soluzioni sono {exp(i(Pi+2*k*Pi)/4)} con k=0,1,2,3.

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Ringrazio sentitamente l'autore del libro:
    > Roberto Spigarolo (LAUREATO IN
    > AGRARIAAAA!!!) per la completezza di questa
    > sua opera, la DeAgostini per la sua scelta
    > editoriale, il distretto scolastico ed il
    > Ministero per le loro scelte lungimiranti.

    NOOOOOOOOO!!!!!!!
    anche se la leggo in ritardo, grazie per quello che hai scritto, visto che ha cambiato mestiere provvederò a cambiare il testo di agronomia in adozione per il prossimo anno con uno che non ha la pretesa d'insegnare informaticaA bocca aperta

    cmq non prendertela con gli agrari, un po' d'informatica la mastico anch'io anche se non ho la pretesa di scriverci libri Occhiolino
    gian_d
    10466
  • "Microsoft mette a disposizione degli insegnanti, una soluzione completa per la didattica, fornendo loro l'accesso alle tecnologie informatiche più recenti".


    Cosa vuol dire, che forniranno OSX con Office '04 preinstallato?Occhiolino



    PS: IE6 è stato rilasciato nel 2001 (!!!), M$ sta crollando sotto il suo stesso peso.....
    non+autenticato
  • del pubblico e degli insegnanti. Cosa diranno questi "docenti"
    al ragazzino di 15 anni che ormai ne sa 10 volte più di loro
    e il cui compito ormai e' solo educare al monopolio ms ?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > del pubblico e degli insegnanti. Cosa
    > diranno questi "docenti"
    > al ragazzino di 15 anni che ormai ne sa 10
    > volte più di loro
    > e il cui compito ormai e' solo educare al
    > monopolio ms ?

    Il computer è un mezzo, come tale va usato. Poco importa se gli alunni sanno usare meglio il pc, visto che l'utilizzo del pc è un ausilio alla didattica e non il fine della didattica.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > del pubblico e degli insegnanti. Cosa
    > > diranno questi "docenti"
    > > al ragazzino di 15 anni che ormai ne sa
    > 10
    > > volte più di loro
    > > e il cui compito ormai e' solo educare
    > al
    > > monopolio ms ?
    >
    > Il computer è un mezzo, come tale va
    > usato. Poco importa se gli alunni sanno
    > usare meglio il pc, visto che l'utilizzo del
    > pc è un ausilio alla didattica e non
    > il fine della didattica.



    Quoto riquoto e straquoto!!!

    Però come si concilia tutto ciò con l'onere di eliminare i virus, i trojan, i worms, formattare periodicamente, settare il firewall, deframmentare, ripulire il registro, spazzolare, lucidare........

    Windows NON è per tutti, al massimo va bene per comandare una sola funzione in una grande azienda, scollegato da internet, tipo far fare su e giù a un braccio meccanico...



    Fan Apple
    non+autenticato
  • > Quoto riquoto e straquoto!!!
    >
    > Però come si concilia tutto
    > ciò con l'onere di eliminare i virus,
    > i trojan, i worms, formattare
    > periodicamente, settare il firewall,
    > deframmentare, ripulire il registro,
    > spazzolare, lucidare........
    >
    > Windows NON è per tutti, al massimo
    > va bene per comandare una sola funzione in
    > una grande azienda, scollegato da internet,
    > tipo far fare su e giù a un braccio
    > meccanico...
    >
    >
    >
    > Fan Apple

    E' arrivato il MacTallaro dimmi tu che te nefai di un mac in azienda scollegato da internet se non è nemmeno in grado di far muovere un braccio meccanico senza congelarsi che fai premi Ctrl-Mela+Esc e riavvi il finder
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Però come si concilia tutto
    > ciò con l'onere di eliminare i virus,
    > i trojan, i worms, formattare
    > periodicamente, settare il firewall,
    > deframmentare, ripulire il registro,
    > spazzolare, lucidare........
    >

    Si spera che nelle scuole istituiscano prima o poi una figura vera di responsabile informatico, visto che oramai moltissime scuole hanno una rete interna di computer. I dettagli tecnici dovrebbero essere compito suo. E non ci sono tutti gli oneri che dici tu se la rete è ben configurata.

    > Windows NON è per tutti, al massimo
    > va bene per comandare una sola funzione in
    > una grande azienda, scollegato da internet,
    > tipo far fare su e giù a un braccio
    > meccanico...

    Ok, da qualche critica accettabile su windows qua si passa al fanatismo contro-m$. Windows, dal 2000 in poi se ben configurato può far egregiamente il suo lavoro, senza schermate blu, senza virus e senza formattazioni.

    Tanto per dire nella scuola dove lavoro vi è un server NT, che gestisce la rete interna, attivo ininterrottamente da qualche anno, grazie ad un gruppo di continutà e del buon hardware.
    non+autenticato

  • > Ok, da qualche critica accettabile su
    > windows qua si passa al fanatismo contro-m$.
    > Windows, dal 2000 in poi se ben configurato
    > può far egregiamente il suo lavoro,
    > senza schermate blu, senza virus e senza
    > formattazioni.

    Fanatismo spesso derivante da esperienze personali frustranti.

    Le schermate blu le vedo spesso anche su xp, specie quando riconfiguro il wireless, driver prism. Anche sotto linux ho una scheda wireless a cui non piace la riconfigurazione, ma il resto del sistema non se ne accorge neanche. Non mi ricordo neanche quando e' stata l'ultima volta che ho dovuto fare un reset di linux.

    Certi virus sfruttano vulnerabilita' del sistema. Nessuna configurazione preventiva ti salva l'applicazione vulnerabile dal venir compromessa, in nessun OS. Ti puoi salvare con soluzioni tipo SElinux che limitano i danni che un virus puo' fare, ma non salvano dal virus stesso. O usando linguaggi/librerie piu' sicuri del C standard.

    La formattazione non serve molto spesso, ma la deframmenta zione si, su windows. Inoltre ti dovesse capitare di fare un reset sotto linux non devi fare lo scandisc di decine di giga al riavvio successivo.

    > Tanto per dire nella scuola dove lavoro vi
    > è un server NT, che gestisce la rete
    > interna, attivo ininterrottamente da qualche
    > anno, grazie ad un gruppo di
    > continutà e del buon hardware.

    Tanto meglio per voiSorride

    Mi ricordi che fino al 99 windows 9x non era in grado di funzionare per piu' di 50 giorni consecutivi ( vedi http://apple.slashdot.org/comments.pl?sid=85904&ci... ) e che il contatore di NT si resettava dopo un periodo di tempo simileSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >Mi ricordi che fino al 99 windows 9x non era in grado di >funzionare per piu' di 50 giorni consecutivi ( vedi >http://apple.slashdot.org/comments.pl?sid=85904&ci... >) e che il contatore di NT si resettava dopo un periodo di tempo >simile

    Per windows 9x può benissimo essere, anzi, mi piacerebbe vedere un windows ME che dura per 50 giorni di uso continuato, sapevo cheun bug molto simile ce l'avevano le prime versioni di windows 2000, iperbugate. Errore ovviamente corretto con le prime patch, ma intanto sono passati mesi. Quello che dici di NT mi è nuovo, comunque se c'era l'hanno sicuramente corretto negli ultimi sp (l'NT in questione è stato patchato con l'SP 6 fin dall'inizio).

    Per quanto riguarda le tue esperienze, anch'io in passato ho avuto esperienze frustranti con prodotti M$, a casa utilizzo per la maggior parte del tempo linux, ma personalmente non mi posso lamentare di XP, che mi ha fatto vedere solo una volta la schermata blu per via di un problema hw serio. Certo, poi girando per istituti ho visto anche xp che si riavviavano ogni 5 minuti, ma sono la minoranza. Mah, con i prodotti M$ mi sa che si va un po' a fortuna
    non+autenticato
  • ma mi sa che le schermate blu ve le sognate la notte, su win2k3 ed xp sono nere, ma dove lo vedete il blu? ma che c'avete le manie di persecuzione, tra l'altro su xp è proprio raro, grazie al fatto che quando installi i driver, se non sono certificati ti avverte (se poi tu sei scemo e lo installi comunque non è colpa di xp), e per certificare un driver deve passare talmente tanti test che non crasharebbe manco su un pc senza ram
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > Windows NON è per tutti, al massimo
    > va bene per comandare una sola funzione in
    > una grande azienda, scollegato da internet,
    > tipo far fare su e giù a un braccio
    > meccanico...

    Non e' buono neppure per quello credimi!

    A livello software l'accesso diretto alle porte di i/o da parte dei programmi ti e' precluso con Win2000 ed XP. Ci vuole un solstrato software che potrebbe aggiungere altri numerosi Bug.

    Il migliore sistema operativo per pilotare una operazione fatta da un hardware pilotato da una porta e segnali e' il buon vecchio DOS. Anzi ci sono versioni di DOS eccezionali con anche l'aggiunta di multitasking. Il freeDOS per esempio e' un progetto relativamente nuovo e ancora mantenuto e sviluppato.
    E poi ovviamente i sistemi operativi enbedded, realtime e anche Linux e' ottimo sia con che senza kernel con le patch per il realtime.

    non+autenticato
  • L'hai già visto linux senza kernel, linux è il kernel... Fan Linux
    non+autenticato
  • essendo win2k ed xp (e anche linux, ma mi pare non lo sai) sistemi in protected mode, l'accesso alle porte di io è una cosa privilegiata, non per niente devi fare un driver o chiedere al sistema di darti un range di porte, per quanto riguarda l'accesso a porte seriali e parallele, con le api win32 è una cacchiata pazzesca (CreateFile/ReadFile/WriteFile), l'unica rogna puoi averla con usb, che devi fare per forza un driver, ma c'è talmente tanta documentazione nel ddk che non hai problemi se sei un programmatore serio
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)