Samsung, memory card da 16 GB in vista

Samsung getta le basi per l'arrivo, nei prossimi mesi, delle prime schede di memorie flash con capacità di 16 GB. Svelati anche nuovi chip di memoria DDR2 con tecnologia 3D

Seoul (Corea del Sud) - Samsung ha sviluppato un nuovo chip di memoria flash NAND da 8 gigabit avvalendosi di un nuovo processo di produzione a 60 nanometri.

La tecnologia a 60 nm ha permesso al gigante dell'elettronica coreano di ridurre la dimensione dei suoi attuali chip di memoria flash da 70 nm del 30% e di raddoppiarne la capacità di memorizzazione. Ciò significa che Samsung sarà in grado, mettendo insieme più chip da 8 gigabit, di produrre memory card con capacità fino a 16 GB capaci di archiviare 16 ore di video DVD e 4.000 file MP3 con qualità vicina a quella del CD.

Samsung ha anche annunciato l'introduzione sul mercato di una nuova generazione di chip di memoria DDR2 da 2 gigabit che utilizzano circuiti da 80 nm e una tecnologia, chiamata Recess Channel Array Transistor (RCAT), basata su di un'architettura interna 3D: questa consiste nell'uso di più strati di silicio per "impilare" i transistor e moltiplicare così la densità delle memorie. I nuovi chip saranno impiegati per la produzione di moduli di memoria con capacità fino a 8 GB (un modulo è composto da più chip di memoria) che dovrebbe arrivare sul mercato durante la metà del prossimo anno.
TAG: hw
15 Commenti alla Notizia Samsung, memory card da 16 GB in vista
Ordina
  • Si risponde con questo commento a tutti coloro che hanno sollevato dubbi sulla veridicità dei numeri. Nella notizia si parla di "chip" di memoria, non di "moduli" di memoria. Un modulo di memoria flash o uno di memoria DDR è composto da un certo numero di chip, e non da uno soltanto Occhiolino Pertanto, mettendo insieme più chip da 8 Gbit è possibile ottenere una memory card da 16 GB, cosa che in precedenza, con i chip da 4 Gbit, era impossibile, perché non ci sarebbe stato abbastanza spazio a disposizione.
    Speriamo di aver chiarito tutti i dubbi Occhiolino
    Ciao!
  • In effetti mi sembrava un po' strano che si potessero infilare 16 ore di video in un gigabyte... boia! Praticamente un hard disk in una compactflash. Molto bello, speriamo scendano anche di prezzo col tempo, che immagino essere una mazzata paurosa.
    non+autenticato
  • Gb, non GB !!!A bocca aperta:D:D:D anzi meglio Gbit
    non+autenticato
  • Le notizie sono 2.
    Per il nuovo processo di produzione a 60 nanometri la capacità di memoria è di 8 gigabit quindi 1 gigabyte (e non 16 o 2), dal momento che (1 Byte = 8 bit). Il comunicato parla di 16 ore di video qualità DVD e non 16 ore di video DVD.

    Per le DDR2 antani 3D si prevede l'uscita di una memoria di 2Gigabyte.



    non+autenticato
  • Strano che una rivista di informatica confonda byte con bit:
    1 byte = 8 bit quindi
    8 Gbit sono 2 GB .

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Strano che una rivista di informatica
    > confonda byte con bit:
    > 1 byte = 8 bit quindi
    > 8 Gbit sono 2 GB .

    non capisco come fa il Giga a cambiare il rapporto bit/byte da 8/1 a 8/2...

    KaysiX
    non+autenticato
  • "e di raddoppiarne la capacità di memorizzazione. "

    Perchè, oggi esistono da 8 GB ????

    Palese errore della redazione!
    non+autenticato
  • In commercio no, c'è un CF di Sandisk da 4 GB, ma la stessa SanDisk è pronta, entro la fine dell'anno, a commercializzare CF da 8 GB. Tieni conto che anche quelle da 16 GB non usciranno subito, ma probabilmente all'inizio del 2005. Per il momento ci sono solo i "mattoni", ovvero i chip con cui costruirle Occhiolino
    Ciao.

    - Scritto da: Anonimo
    > "e di raddoppiarne la capacità di
    > memorizzazione. "
    >
    > Perchè, oggi esistono da 8 GB ????
    >
    > Palese errore della redazione!

  • - Scritto da: Anonimo
    > Strano che una rivista di informatica
    > confonda byte con bit:
    > 1 byte = 8 bit quindi
    > 8 Gbit sono 2 GB .
    >

    Huh? Allora sarebbe *1* gigaBYTE. Un byte e` 8 bit, almeno su questo chi produce hardware si e` messo d'accordo (e meno male, peccato poi abbiano rovinato tutto col big-endian versus small-endian).
    non+autenticato
  • 8 GB???
    Sticazz.....

    Cacchio, son tanti....
    Ok che anche altri tempo fa parlavano di 640 Kb come TANTO, ma qui si parla di 1 strisciolina da 8 GIGA...

    Ci metto una pila e mi faccio l'hd, poi eseguo tutto in ram, SO, swap, HD.

    Un po' costoso ma FIGO!!!
    non+autenticato
  • La possibilita` esiste gia`: lo seppi da un post su questi stessi forums, un po' di tempo fa. Si chiamano solid-state hard drives, e costavano, quando ho controllato, una carriolata di quattrini. Comunque, forum per forum, e per dovere di cronaca, su un altro forum ho anche letto che le memorie flash avrebbero dei problemi se la stessa zona di memoria venisse riscritta per piu` di un tot di volte. Un tot molto alto, ma comunque un limite dovuto presumibilmente a una sorta di "degrado", di logorio. Questo mi preoccuperebbe un po': se programmo, normalmente durante le modifiche salvo e risalvo lo stesso file di sorgente per anche qualche centinaio di volte, ogni volta con lievi cambiamenti che non giustificano, probabilmente, la riallocazione da parte del file system dell'area del disco dedicata ail file, ovvero va a finire sempre sulla stessa zona. Certo, se dopo un po' l'hard disk "a stato solido" mi si rompe in quel punto e magari l'ultima copia di sicurezza l'avevo fatta il giorno prima, tanti saluti a diverse ore di ammattimenti vari... non so pero` quanto ci sia di vero.

    Mi piacerebbe molto, comunque, il concetto. Sarebbe piu` lento, coi chip di oggi, ma col tempo...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alex¸tg
    ..
    > una carriolata di quattrini. Comunque, forum
    > per forum, e per dovere di cronaca, su un
    > altro forum ho anche letto che le memorie
    > flash avrebbero dei problemi se la stessa
    > zona di memoria venisse riscritta per piu`
    > di un tot di volte. [...] Certo, se dopo un po' l'hard disk "a
    > stato solido" mi si rompe in quel punto e
    > magari l'ultima copia di sicurezza l'avevo
    > fatta il giorno prima, tanti saluti a
    > diverse ore di ammattimenti vari... non so
    > pero` quanto ci sia di vero.
    Questo non succede perche' la logica di gestione delle CF gestisce questa eventualità, spostando i dati in zone "di riserva" vergini o in altri punti del disco.
    Ovvio che questo meccanismo non si può ripetere all'infinito, ma allevia di molto il problema.
    Io stò usando da 4 anni una CF da 384Mb su un piccolo server senza dischi a piatti e senza ventole e la CF non ha dato (ancora) alcun segno di anomalie, nonostante usi quella macchina come repository cvs.
    non+autenticato
  • Anch'io mi sto interessando x costruire una piattaforma del genere, mi sapresti dare qualche info in +? quanto spesso scrivi sulla cf card? ci gira windows sopra?

    Dario B.

    > Io stò usando da 4 anni una CF da
    > 384Mb su un piccolo server senza dischi a
    > piatti e senza ventole e la CF non ha dato
    > (ancora) alcun segno di anomalie, nonostante
    > usi quella macchina come repository cvs.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Alex¸tg
    > La possibilita` esiste gia`: lo seppi da un
    > post su questi stessi forums, un po' di
    > tempo fa. Si chiamano solid-state hard
    > drives, e costavano, quando ho controllato,
    > una carriolata di quattrini. Comunque, forum
    > per forum, e per dovere di cronaca, su un
    > altro forum ho anche letto che le memorie
    > flash avrebbero dei problemi se la stessa
    > zona di memoria venisse riscritta per piu`
    > di un tot di volte. Un tot molto alto, ma
    > comunque un limite dovuto presumibilmente a
    > una sorta di "degrado", di logorio. Questo
    > mi preoccuperebbe un po': se programmo,
    > normalmente durante le modifiche salvo e
    > risalvo lo stesso file di sorgente per anche
    > qualche centinaio di volte, ogni volta con
    > lievi cambiamenti che non giustificano,
    > probabilmente, la riallocazione da parte del
    > file system dell'area del disco dedicata ail
    > file, ovvero va a finire sempre sulla stessa
    > zona. Certo, se dopo un po' l'hard disk "a
    > stato solido" mi si rompe in quel punto e
    > magari l'ultima copia di sicurezza l'avevo
    > fatta il giorno prima, tanti saluti a
    > diverse ore di ammattimenti vari... non so
    > pero` quanto ci sia di vero.

    Quello che hai detto non è esatto: i chip delle memorie flash sono fatti con un transistor particolare, che ha una giunzione in più, che serve per conservare gli elettroni: se ci sono elettroni ho carica quindi un "1" logico, senza elettroni ho uno "0" logico (o viceversa, dipende da che drogaggio fai alla giunzione).
    Queste giunzioni sono particolari: fino a una certa tensione (tensione di soglia) non conducono (sono un circuito aperto), appena sopra a quella tensione di soglia conducono con resistenze bassissime (come un interruttore chiuso).
    Per leggere la carica (il "bit" di memoria) basta applicare una tensione inferiore a quella di soglia, e il transistor si polarizza.
    Per scrivere invece bisogna applicare una tensione maggiore di quella di soglia. Il problema è che superando quella tensione stai "violentando" la giunzione, e dopo centinaia di migliaia di cicli di scrittura si rompe.
    Però puoi continuare a leggere il bit a vita, l'informazione non la perdi

    L'ho studiato in elettronica all'università, questo è il sito:
    http://www-micrel.deis.unibo.it/ELELB/2004/

    trovi i lucidi in pdf con le spiegazioni

    ciao

    -generic-
    non+autenticato
  • Molto interessante, grazie mille!
    Ero appunto confuso sulla questione.
    Cioe`, in effetti lo sono ancora, ma a grandi linee ho capito.Sorride
    non+autenticato