Città digitali, Firenze premiata?

Ne parla Ferry Byte di ECN.org, pioniere della rete di movimento ed esperto di accessibilità, secondo cui il Censis stavolta ha preso un grosso granchio

Roma - In merito al rapporto 2003/2004 "Le Città digitali in Italia" del Censis che premia Firenze perché "all'avanguardia sotto il profilo dell'e-democracy", riportiamo un intervento apparso su Cyber-rights redatto da un celebre esperto di cose della rete ed accessibilità: Ferry Byte di ECN.org

Veramente irritante questo ennesimo falso storico sull'accessibilità delle risorse italiane questa volta operato dal rapporto città digitali e consistente in un riconoscimento di qualità del Web del Comune di Firenze.

Non è questione di essere talebani dell'accessibilità ma di denunciare come un sito pubblico che dovrebbe rispettare standard ma soprattutto esigenze di qualsiasi utente finale (persone disabili comprese) risulta addirittura in vetta a classifiche di qualità malgrado (solo per fare alcuni esempi):
- sia un sito a frame non titolati significativamente;
- contenga una versione per disabili con grossi problemi di accessibilità e collocata in maniera e posizione che non è facilmente reperibile;
- sia ricco di oggetti in movimento ed anche solo per questo assolutamente da non definire usabile;
- non si possano ingrandire i caratteri;
- non rispetti la grammatica formale di (x)html.
Per tutte queste ragioni un è ostacolo per quasi tutte le categorie di disabili interessate dal problema accessibilità (ipovedenti, ciechi ecc.). Se poi vogliamo anche toccare le altre tematiche per cui è stato premiato ("relazionalità'") cosa dire dello storico atteggiamento di ostracismo tenuto dal Comune verso l'associazionismo telematico fin dalla nascita della Rete civica oppure anche dell'interattività relegata ad una beffarda ed occasionale videoconferenza del sindaco mentre i forum con la cittadinanza vengono sistematicamente disattesi ed abbandonati a se stessi?

Ma quello che conta, e forse conterà nella storia, sono i comunicati e gli studi magari condotti con automatismi grazie ai quali, e con assoluta mancanza di senso critico, si vende "pan" (ma molto raffermo) "per focaccia", toskanamente parlando...

/ferry di ecn/
22 Commenti alla Notizia Città digitali, Firenze premiata?
Ordina
  • Caro MR. Ferry, celebre esperto di accessibilità,...
    1) sarebbe il caso di imparare ad essere un po meno arroganti...
    2) ma dai ! Addirittura un "falso storico sull'accessibilità " !!!
    3)   quello che conta, e forse conterà nella storia... MA CHI TI CREDI DI ESSERE!
    4) Se avessi espresso il tuo parere in un altro modo saresti apparso sicuramente più credibile.

    Saluti
    non+autenticato
  • Non so chi tu sia ma se non conosci Ferry Byte, fidati,il problema e' tuo non suo.
  • L'arrogante e il maleducato perde sempre per definizione.
    Visto che lo conosci bene potresti fargli arrivare il consiglio.

    Saluti
    non+autenticato
  • Prova a validare il tuo fantastico sito (https://www.ecn.org/wws/arc/cyber-rights) con uno dei validatori del W3C http://www.w3.org/QA/Tools/#validators
    Ferry Ferry sei proprio bravo!!!!

    Provare per credere....
    non+autenticato
  • L'intervento di una persona che chiede "Ferry chi?", senza informarsi di chi si tratta (prova a cercare in Rete e vedrai), senza neanche firmarsi, vale meno di niente. Sono d'accordo con Ferry Byte.
    Saluti

    Franzina
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > L'intervento di una persona che chiede
    > "Ferry chi?", senza informarsi di chi si
    > tratta (prova a cercare in Rete e vedrai),

    Cosa c'è da cercare ? Per me è un perfetto sconosciuto. Sembra che tu stia parlando di Enrico Fermi o John Von Neumann......... ridimensionate i vostri miti, ragazzi. Modestia, umiltà e basso profilo... i veri grandi stanno altrove.
    non+autenticato
  • se andate su http://www.comune.firenze.it/ufstampa/
    dall'home page è sparito il link
    vedrete che nemeno gli assessori sono stati aggiornati e sono ancora quelli della vecchia giunta!!

    Vincenzo Bugliani, Marzia Monciatti, Simone Tani,Emilio Becheri, Francesco Colonna, Elisabetta Tesi
    non ci sono piu'.
    Alla faccia dell'attualità!!!In lacrimeIn lacrime
    non+autenticato
  • Mi permetto di intervenire sul merito di questa discussione, dal momento che mi occupo in modo diretto dell?indagine sulle Città Digitali in Italia per conto di Rur-Censis.
    Il sito del Comune di Firenze si classifica secondo tra i siti istituzionali dei Comuni italiani per la qualità dei contenuti e dei servizi offerti. Il suo punto debole, leggendo i risultati pubblicati dall'indagine, è per l'appunto l'indice accessibilità e usabilità, dimensione su cui ottiene un punteggio del tutto insufficiente, pari a 56. Pertanto non credo che la nostra indagine possa aver dato credito ad un "falso storico" in tal senso. Tra gli indicatori di rilevazione dell'accessibilità uno solo è automatico: il superamento o meno del test di accessibilità livello A secondo il software Bobby (utile a ponderare l'indice). Gli altri vengono rilevati manualmente. tra questi:
    - presenza di frame
    - versione alternativa del sito sincronizzata con la versione originale
    - possibilità di ingrandire i caratteri
    - presenza di shortcut per la navigazione
    - utilizzo dei fogli di stile
    ed altri..
    siamo consapevoli della difficoltà di rilevare senza un test con gli utenti la complessiva accessibilità e (soprattutto) usabilità dei siti, ma credo che la nostra indagine si stia affinando. Pertanto mi sembra coerente che sotto questo profilo sia stata valorizzata, contrariamente a quanto dice l'articolo di Ferrybyte, l?esperienza del Comune di Modena piuttosto che del Comune di Firenze.
    Il discorso che ha indotto in confusione è forse quello relativo all'e-democracy, ovvero la predisposizione di strumenti per favorire l?accesso e la partecipazione e dei cittadini all'attività politica dell'ente e il dialogo con gli amministratori. E' una realtà embrionale, da sempre attesa ma mai concretamente realizzata sui siti istituzionali. In modo completamente o solo parzialmente riuscito, sono i siti dei Comuni di Torino e Firenze che più si stanno impegnando su questo fronte. Guardando uno ad uno oltre 500 siti istituzionali, è questo ciò che risulta (invito a farlo, scorrendo la classifica). Un'ultima precisazione: l'indagine non assegna premi, nè si basa su votazioni. Gli indici di valutazione che decretano il punteggio finale sono l'elaborazione di oltre 130 indicatori puntuali, rilevati da un?equipe di valutatori esperti. La classifica finale serve a collocare un sito rispetto all'altro e ad evidenziare best practice. Qualsiasi posizione è relativa: non è detto che anche i "primi della lista" non abbiano margini di miglioramento.

    Marta Pieroni
    non+autenticato
  • http://www.e-firenze-govt.it/diva/index.php?basedi...

    dice: Il sito è in fase di progettazione e sarà soggetto a modificazioni sensibili nei prossimi giorni

    Non sara' che il sito premiato e' una versione preliminare non online? Perche' quella online, effettivamente, non e' tutto questo esempio di pulizia grafica e soluzioni avveniristiche?

    Vedremo se queste "modificazioni sensibili" saranno cosi' sensibili e rapide come promesso...
    non+autenticato
  • premesso che sui punti di non accessibilità riportati nell'articolo sono completamente daccordo vi chiedo:

    - vi sembra che ce ne siano molti di siti istituzionali o di grandi ditte che soddisfano completamente i requisiti di accessibilità?Triste

    - se nella gara finale dei 100 m. delle olimpiadi tutti gli atleti sono fuori forma e alla fine vince xxxx con un tempo di 1 minuto e mezzo non posso premiarlo perchè ha fatto schifo?Deluso

    io penso che la giuria abbia preso il miglior "peggiore" dei papabili, e quindi che colpe gli possiamo dare, vuol dire che gli altri siti che concorrevano erano ancora peggio, quindi
    viva il sito del comune di firenze!!!!

    tobia Fan Linux
    PS: ovviamente lavoro al comune di firenze e faccio parte della giuria che ha dato i voti.....
    ;)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > premesso che sui punti di non
    > accessibilità riportati nell'articolo
    > sono completamente daccordo vi chiedo:
    >
    > - vi sembra che ce ne siano molti di siti
    > istituzionali o di grandi ditte che
    > soddisfano completamente i requisiti di
    > accessibilità?Triste

    completamente forse no, ma molti sono un passo avanti, tipo
    http://www.comune.prato.it/


    > tobia Fan Linux
    > PS: ovviamente lavoro al comune di firenze e
    > faccio parte della giuria che ha dato i
    > voti.....

    no comment ..... un po' di pudore ogni tanto?

  • - Scritto da: barney

    > completamente forse no, ma molti sono un
    > passo avanti, tipo
    > www.comune.prato.it /

    Eh... anche noi sancascianesi siamo un passo avanti:
    http://www.comune.san-casciano-val-di-pesa.fi.it/
    :DA bocca aperta

    (e questo penso spieghi cosa intendeva l'autore del thread)

    Montex
    non+autenticato
  • Io sono di Mantova, per cui sono andato a vedere la posizione della Rete Civica della mia città: 17esima...

    ..e ha preso veramente pochi punti nella colonna usabilità/accessibilità.

    Per me si sono drogati, credo sia la migliore in assoluto in tal senso: www.comune.mantova.it

    Boh?!
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)