Monaco dà il via al piano Linux

Rompendo gli indugi, Monaco ha ufficialmente varato il piano di migrazione a Linux, progettone che andrà dunque dritto per la sua strada nonostante le preoccupazioni legate alla nuova e imminente legge europea sui brevetti

Monaco (Germania) - E' un sì a Linux e al software open source senza più riserve quello pronunciato dal consiglio comunale di Monaco di Baviera.

Sebbene il piano per la migrazione a Linux fosse già stato approvato dalla giunta prima dell'estate, il Comune di Monaco ne ha poi sospeso l'attuazione a causa di alcuni timori legati alla possibilità che Linux infranga certi brevetti. Timori alimentati soprattutto dall'imminente approvazione dell'ormai ben nota direttiva che dovrebbe portare in Europa i brevetti all'"americana", direttiva che getta un'ombra minacciosa su tutto il mondo open source.

Proprio di recente la società Open Source Risk Management (OSRM) ha pubblicato un rapporto in cui afferma che Linux infrange, almeno potenzialmente, 283 tecnologie proprietarie, tra cui 27 appartenenti a Microsoft.

Tali stime, seppure poco rassicuranti, non hanno influenzato la decisione del municipio bavarese che, rassicurato dal risultato di uno studio interno, negli scorsi giorni ha dato il via ufficiale al proprio piano di migrazione a Linux.
"Abbiamo commissionato ad un gruppo di esperti di legge uno studio che valutasse le implicazioni derivanti dall'uso di Linux in relazione alla proposta di legge dell'Unione Europea", ha spiegato Stefan Hauf, un portavoce del Comune di Monaco. "Gli esperti sono arrivati alla conclusione che il rischio che Linux violi dei brevetti è assai modesto, e in ogni caso analogo al rischio corso da quasi ogni utente di software".

Lo studio è stato condotto da Bernhard Frohwitter, uno dei massimi esperti europei in materia di proprietà intellettuali, insieme ad altri avvocati del Municipio di Monaco.

Anche il Governo tedesco, consultato dai rappresentati della città di Monaco, ha confermato il proprio sostegno all'introduzione del software open source all'interno della pubblica amministrazione, un appoggio che sembra dunque sfidare l'approvazione della nuova legislazione europea sui brevetti.

Monaco ha stretto proprio di recente una collaborazione con Vienna per armonizzare i rispettivi piani di migrazione all'open source e scambiarsi le reciproche esperienze. Monaco prevede di portare Linux e altri software open source su circa 14.000 computer entro 4 anni, mentre Vienna conta di migrare a Linux poco più di 7.000 macchine entro la fine del 2005.

Per maggiori dettagli sul progetto varato dalla città di Monaco è possibile leggere il recente approfondimento pubblicato su Punto Informatico.

Proprio di recente hanno annunciato rotte di avvicinamento al software open source anche il Ministro delle Finanze danese e il Ministro della Difesa francese, mentre in Venezuela il presidente Chavez ha confermato l'attuazione di quella politica, annunciata due anni fa, per dare priorità all'uso del software aperto rispetto a quello chiuso.

"Questa decisione - ha dichiarato Chavez - ha lo scopo di ottenere un'indipendenza scientifica nazionale e per cessare la nostra dipendenza dal software proprietario, perché la conoscenza non ha proprietari, e il copyright è una trappola del neoliberalismo".
73 Commenti alla Notizia Monaco dà il via al piano Linux
Ordina


  • ...non mi sembra che linuzzo stia riscuotendo grande successo...almeno secondo gartner group...

    http://www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=...
    non+autenticato


  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    >
    > ...non mi sembra che linuzzo stia
    > riscuotendo grande successo...almeno secondo
    > gartner group...
    >
    > www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=27

    Si, ma devi far riferimento ad un sito web più affidabile.
    Ciao.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    >
    > ...non mi sembra che linuzzo stia
    > riscuotendo grande successo...almeno secondo
    > gartner group...
    >
    > www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=27

    Stiamo parlando dello stesso tipo che ha detto che Linux costa più di Windows?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    >
    > ...non mi sembra che linuzzo stia
    > riscuotendo grande successo...almeno secondo
    > gartner group...
    >
    > www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=27

    Ahahahh
    Ritenta sarai piu' fortunato.
    Poche decine di righe senza link, con un linguaggio stentato e con tanti "parrebbe", "forse"...
    Ma che sito e' quello? Il giornalino della mia parrocchia e' molto piu' serio e anche graficamente piu' efficace,
    non+autenticato

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    >
    > ...non mi sembra che linuzzo stia
    > riscuotendo grande successo...almeno secondo
    > gartner group...
    >
    > www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=27
    quel sito e' un'insulto
    e' stato messo li apposta per fare solo del FUD
    solamente penne rubate all'agricoltura
    l'italia sarebbe un paese migliore se questi se ne vanno a lavorare in russia nelle miniere di carbone
  • il copyright è una trappola del neoliberalismo

    Bellissima frase !
    :)
    quoto in pieno !
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > il copyright è una trappola del
    > neoliberalismo
    >
    > Bellissima frase !
    >Sorride
    > quoto in pieno !

    non sono d'accordo.
    Il CopyRight è necessario, perché permette di associare ad una data cosa la persona che l'ha realizzato (es: la licenza GPL è nulla se non c'è oltre ad essa anche la linea del copyright di chi ha fatto quel pezzo di software)

    la cosa deleteria sono i brevetti.

    Con il copyright dico: questo software qui l'ho fatto io. Altri possono sviluppare tranquillamente software analoghi.

    Con i brevetti dico: questa idea è mia e qualsiasi persona che faccia qualcosa che ad essa si può anche lontanamente collegare, mi deve pagare!
    non+autenticato
  • esattamente, occorre trovare dei limiti esatti.
    Non si devono rubare i lavori degli altri ma non si può fare che io dico il bianco l'ho inventato io e non potete più usarlo (tipo il doppio click)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > esattamente, occorre trovare dei limiti
    > esatti.
    > Non si devono rubare i lavori degli altri ma
    > non si può fare che io dico il bianco
    > l'ho inventato io e non potete più
    > usarlo (tipo il doppio click)
    Pensa, grazie ai brevetti sulle idee puoi potenzialmente rubare il lavoro di una persona che deve ancora nascere!!!
    Portentoso!
    non+autenticato


  • ...quando ci sarà una rivolta degli impiegati che non riusciranno ad aprire o scrivere un documento oppure a navigare decentemente su internet ecc.. ecc...


    ha,ha,ha,ha...
    non+autenticato
  • ciao mamma, sono su internetFicoso
    Trin
    132

  • - Scritto da: Prozac2000
    >
    >
    > ...quando ci sarà una rivolta degli
    > impiegati che non riusciranno ad aprire o
    > scrivere un documento oppure a navigare
    > decentemente su internet ecc.. ecc...
    >
    >
    > ha,ha,ha,ha...

    ti dirò una cosa, io lavoro in una PA e sul mio PC c'è installato OpenOffice, insieme a molti altri software non-m$. L'altro giorno un collega molto ostile a prodotti non-m$ (probabilmente perché timoroso dell'ignoto?) non poteva usare il suo PC perché in manutenzione e quindi ha usato sul mio OpenOffice ... il bello è che ha fatto tutto quello che doveva fare senza neanche accorgersi di aver usato un prodotto non-m$ (nota: io avevo già aperto write).
    Quando gli ho fatto presente la cosa è rimasto stupito e non ha detto proprio nulla
    non+autenticato
  • > ti dirò una cosa, io lavoro in una PA
    > e sul mio PC c'è installato
    > OpenOffice, insieme a molti altri software
    > non-m$. L'altro giorno un collega molto
    > ostile a prodotti non-m$ (probabilmente
    > perché timoroso dell'ignoto?) non
    > poteva usare il suo PC perché in
    > manutenzione e quindi ha usato sul mio
    > OpenOffice ... il bello è che ha
    > fatto tutto quello che doveva fare senza
    > neanche accorgersi di aver usato un prodotto
    > non-m$ (nota: io avevo già aperto
    > write).
    > Quando gli ho fatto presente la cosa
    > è rimasto stupito e non ha detto
    > proprio nulla

    ...io invece ho provato a rifilare OO alla mia segretaria e a qualche cliente e me lo hanno tirato dietro....

    accidenti se ne sono accorti!!!!
    non+autenticato

  • > ...io invece ho provato a rifilare OO alla
    > mia segretaria e a qualche cliente e me lo
    > hanno tirato dietro....

    Non è colpa di openoffice.org... probabilmente deve essere molto gratificante scagliarti addosso degli oggettiSorride
    Personalmente avrei scambiato volentieri il CD di openoffice con un bel portacenere di alabastro!A bocca aperta

    Terra2
    2332
  • Alabasto? Ghisa ci vuole ghisa!A bocca aperta

  • - Scritto da: Prozac2000
    > ...io invece ho provato a rifilare OO alla
    > mia segretaria e a qualche cliente e me lo
    > hanno tirato dietro....
    >
    > accidenti se ne sono accorti!!!!

    A te è pure andata bene, a me non pagano la consulenza!!!
    non+autenticato
  • Per il momento le risate me le faccio io a leggere che ti sei bevuto il cervello...
    Serve per "lavorare", capito fancazzisti !!!
    non+autenticato
  • si faranno nell'IT quando i dipendenti scopriranno che non possono installare qualsiasi cosa sul PC perchè non c'è winzozz !
    non+autenticato
  • perche' un'impiegato,dell'ufficio anagrafe per esempio,dovrebbe poter navigare su internet,decentemente o no? i soldi agli statali glieli diamo noi,e col BEEP che voglio pagare qualcuno per farsi una "navigatina"
    e mi va bene anche che non apra + la presentazione pps con l'ultimo tantra pieno di donnine nude e amenita' varie,deve LAVORARE!
    gli si registrano come tipi mime solo le estensioni che gli servono (doc,pdf,rtf,anche xls magari) e per tutto il resto se non e' capace di aprirlo meglio,se e' capace vai di permessi sull'eseguibile dell'applicazione e glielo impedisci
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > perche' un'impiegato,dell'ufficio anagrafe
    > per esempio,dovrebbe poter navigare su
    > internet,decentemente o no? i soldi agli
    > statali glieli diamo noi,e col BEEP che
    > voglio pagare qualcuno per farsi una
    > "navigatina"
    > e mi va bene anche che non apra + la
    > presentazione pps con l'ultimo tantra pieno
    > di donnine nude e amenita' varie,deve
    > LAVORARE!
    > gli si registrano come tipi mime solo le
    > estensioni che gli servono
    > (doc,pdf,rtf,anche xls magari) e per tutto
    > il resto se non e' capace di aprirlo
    > meglio,se e' capace vai di permessi
    > sull'eseguibile dell'applicazione e glielo
    > impedisci

    Io li rifornirei di distro live e anche senza programmi come Xine e altri inutili in una PA.
    Arrivano la mattina con il loro CD, inseriscono e lavorano.
    non+autenticato
  • dal mio punto di vista oggi Linux non è assolutamente pronto a rimpiazzare un qualunque Windows Desktop.

    OK per i server (tanto ci sono gli amministratori che sistemano le cose) ma per il mondo desktop siamo ancora assolutamente lontani, gli impiegati comunali non sono dei smanettoni anzi...
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dal mio punto di vista oggi Linux non
    > è assolutamente pronto a rimpiazzare
    > un qualunque Windows Desktop.
    >
    > OK per i server (tanto ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose) ma per
    > il mondo desktop siamo ancora assolutamente
    > lontani, gli impiegati comunali non sono dei
    > smanettoni anzi...

    Infatti di solito ogni impiegato si installa e configura la sua workstation, vero?
    Trin
    132
  • Basta un distro qualsiasi con open office e avanzano un miliardo di funzioni ....
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dal mio punto di vista oggi Linux non
    > è assolutamente pronto a rimpiazzare
    > un qualunque Windows Desktop.
    >
    > OK per i server (tanto ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose) ma per
    > il mondo desktop siamo ancora assolutamente
    > lontani, gli impiegati comunali non sono dei
    > smanettoni anzi...

    poverini non potranno più:
    * fare gli aggiornamenti agli anti-virus,
    * deframmentare il disco,
    * far ripartire il sistema ad ogni bloccaggio, far casini e rovinare irrimediabilmente il sistema o il software installato
    * bestemmiare in turco perché non riescono ad aprire dei file di dati misteriosamente danneggiati
    * richiedere di reinstallare tutto ogni x mesi
    * usare intranet exploder e outblock per infestare il proprio pc di virus e spedire spam a tutti quelli che hanno nella rubrica
    * installarsi tutto quello che gli pare
    * dover cracckare dei software per poterli usare
    * violare le licenze installando su più macchine lo stesso software
    * spedire dati presenti sul proprio pc a m$ ed ad altri "legalmente" ed in modo del tutto trasparente a loro grazie alle varie eule presenti sui prodotti
    * inserire un dischetto con virus o scaricare un programmino/posta con virus e causare magari giorni di stop dell'intero servizio per cui lavorano
    * non riuscire ad aprire i file spediti da un collega/utente perché salvati in una nuova versione
    * non riuscire a far funzionare un determinato programma perché la sua sottoversione è leggermente differente da quella del collega
    * ...

    e si, forse hai ragione, come faranno mai ... poverini

    poi potranno addirittura fare le seguenti cose che sono più che assurde ... forse illegali?
    * poter aprire anche a casa i file fatti in ufficio senza dover violare nessuna legge o spendere una valanga di soldi ogni anno per aggiornare determinato software alle ultime icone multicolori ... a no scusa, all'ultima versione
    * avere un sistema stabile che li obbliga a lavorare senza le pause aggiuntive per blocchi vari
    * non avere rallentamenti al proprio sistema con il passare del tempo che uniti all'assenza di crash non li obbliga più a volte a fare degli straordinari per poter finire il lavoro, quando molte volte la macchina si rifiuta di collaborare e fa di tutto per ostacolarti
    * non poter più accampare la scusa che causa virus/errore del proprio sistema non può per ora effettuare quel determinato servizio e quindi l'utente deve ritornare il giorno dopo
    * ...

    ma dico io, come si può solamente lontanamente volere queste cose?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dal mio punto di vista oggi Linux non
    > è assolutamente pronto a rimpiazzare
    > un qualunque Windows Desktop.
    >
    > OK per i server (tanto ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose) ma per
    > il mondo desktop siamo ancora assolutamente
    > lontani, gli impiegati comunali non sono dei
    > smanettoni anzi...
    se viene consegnato un pc con linux gia' installato non c'e nessuna difficolta' in piu' rispetto a windows,
    anzi oserei dire che e' piu' facile
  • > OK per i server (tanto ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose) ma per
    > il mondo desktop siamo ancora assolutamente
    > lontani, gli impiegati comunali non sono dei
    > smanettoni anzi...

    Gli impiegati comunali (e non) sono pagati per *usare* un computer, non per configurarlo.
    Che differenza c'e' tra usare uindous XP ed un linux qualunque con KDE e OpenOffice?
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > > OK per i server (tanto ci sono gli
    > > amministratori che sistemano le cose)
    > ma per
    > > il mondo desktop siamo ancora
    > assolutamente
    > > lontani, gli impiegati comunali non
    > sono dei
    > > smanettoni anzi...
    >
    > Gli impiegati comunali (e non) sono pagati
    > per *usare* un computer, non per
    > configurarlo.
    > Che differenza c'e' tra usare uindous XP ed
    > un linux qualunque con KDE e OpenOffice?


    Abissali! Linux non si inchioda!
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > dal mio punto di vista oggi Linux non
    > è assolutamente pronto a rimpiazzare
    > un qualunque Windows Desktop.

    è un punto di vista opinabile, dato che ho personalmente installato e faccio manutenzione a 11 postazioni desktop del mio ufficio con Linux_mandrake

    > OK per i server (tanto ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose) ma per
    > il mondo desktop siamo ancora assolutamente
    > lontani, gli impiegati comunali non sono dei
    > smanettoni anzi...

    (tanto ANCHE IN QUESTO CASO ci sono gli
    > amministratori che sistemano le cose)

    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > cosi' passeranno a LinuxA bocca aperta
    >
    > Fan Linux

    ma sei matto?
    quelli sono i maggiori sostenitori di uindous, se li arresti, poi chi difenderà la crociata religiosa di m$ contro gli agricoltori?

    Nota: un certo Guglielmo Cancelli (altrove noto come Bill Gates) ha dichiarato pubblicamente che chi partecipa a progetti di software libero è un agricoltore perché lavora di notte ... dicendo questo voleva offendere in qualche modo le persone che sviluppano software libero.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)