Parigi: bloccate i cellulari

Il Governo francese ha dato il via libera affinché certi locali aperti al pubblico possano installare sistemi capaci di bloccare i telefonini

Parigi - Li chiamano phone jammers e sono strumenti sempre più sofisticati che, usciti dall'ambito sperimentale, consentono in una certa area, come all'interno di una chiesa, di bloccare il segnale di telefonia mobile ed impedire ad un cellulare di funzionare correttamente: non può né ricevere né inviare. Parigi ora ha deciso che è venuta l'ora di permettere la loro installazione.

Ieri, infatti, il ministro dell'Industria transalpino Patrick Devedjian ha approvato una misura che d'ora in poi consentirà ad una serie di locali aperti al pubblico, come cinema e teatri, di bloccare scientemente le funzionalità dei telefonini dei propri frequentatori.

Condizione essenziale per poter attivare i jammer in un locale, ha però specificato il ministero francese, è che le chiamate di emergenza dai telefonini siano sempre possibili, una condizione non insormontabile per i nuovi dispositivi. Inoltre la taratura dei sistemi dovrà essere realizzata con accuratezza in modo da non intralciare in alcun modo l'uso del telefonino al di fuori delle sale "bloccate".
La misura, a cui probabilmente andranno gli applausi di moltissimi frequentatori di cinema e teatri, è stata da lungo tempo richiesta dagli esercenti del settore, come ha confermato Jean Labbe, presidente dell'associazione delle aziende del cinema. Secondo Labbe "l'autorizzazione per i jammer è come la ciliegina sulla torta" dei servizi che i cinema mettono a disposizione dei propri utenti per metterli a loro agio.

Va detto che proprio in Francia non molto tempo fa accadde uno dei più clamorosi episodi di contestazione dell'uso del telefonino nei cinema, conclusosi con due arresti.
58 Commenti alla Notizia Parigi: bloccate i cellulari
Ordina
  • Non so a voi, ma a me non da' fastidio. se sono tollerante con un o che ha urgenza di parlare con casa mentre e' al cinema - perche' ha una situazione difficili, magari gli altri saranno tolleranti con me quando capitera' la stessa cosa.
    ma forse questo vale per me che sono meridionale e che rimango zitto anche quando mi danno calci in culo (succede veramente, parola)
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Non so a voi, ma a me non da' fastidio. se
    > sono tollerante con un o che ha urgenza di
    > parlare con casa mentre e' al cinema -
    > perche' ha una situazione difficili, magari
    > gli altri saranno tolleranti con me quando
    > capitera' la stessa cosa.

    Il problema è quando NON è un'urgenza.
  • Ciao a tutti, qui in Belgio c'è un buon rispetto del prossimo per quanto riguarda il cinema. Io al cinema ci vado spesso (tutte le settimane) e non ho praticamente mai avuto problemi in questo senso.

    Ovviamente i deficienti ci sono a tutte le latitudini del globo. circa un mesetto fa un idiota brufoloso (15 anni e non di più) comincia a telefonare facendo casino. Qualcuno avvisa il personale del cinema e la scena è stata FENOMENALE:

    - una ragazza del personale gli chiede di smettere (era seduto all'inizio della fila di sedie, verso l'esterno)

    - il deficiente la manda a quel paese in maniera non molto gentile

    - la ragazza chiama due colleghi (due bestioni, probabilmente dei buttafuori) che letteralmente si caricano il deficiente sulla schiena e lo trascinano fuori senza troppi complimenti

    - tutti i presenti sono contenti, ancora più soddisfatti per il siparietto che per il film in questione (un po' noiosetto)

    penso che questa soluzione sarebbe molto efficace anche in ItaliaSorrideSorrideSorride
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    > Ciao a tutti, qui in Belgio c'è un
    > buon rispetto del prossimo per quanto
    > riguarda il cinema. Io al cinema ci vado
    > spesso (tutte le settimane) e non ho
    > praticamente mai avuto problemi in questo
    > senso.
    >
    > Ovviamente i deficienti ci sono a tutte le
    > latitudini del globo. circa un mesetto fa un
    > idiota brufoloso (15 anni e non di
    > più) comincia a telefonare facendo
    > casino. Qualcuno avvisa il personale del
    > cinema e la scena è stata FENOMENALE:
    >
    > - una ragazza del personale gli chiede di
    > smettere (era seduto all'inizio della fila
    > di sedie, verso l'esterno)
    >
    > - il deficiente la manda a quel paese in
    > maniera non molto gentile
    >
    > - la ragazza chiama due colleghi (due
    > bestioni, probabilmente dei buttafuori) che
    > letteralmente si caricano il deficiente
    > sulla schiena e lo trascinano fuori senza
    > troppi complimenti
    >
    > - tutti i presenti sono contenti, ancora
    > più soddisfatti per il siparietto che
    > per il film in questione (un po' noiosetto)
    >
    > penso che questa soluzione sarebbe molto
    > efficace anche in ItaliaSorrideSorrideSorride


    non sapevo che i belgesi erano dei fascistoni
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo
    >
    > - Scritto da: Anonimo
    > > Ciao a tutti, qui in Belgio c'è
    > un
    > > buon rispetto del prossimo per quanto
    > > riguarda il cinema. Io al cinema ci vado
    > > spesso (tutte le settimane) e non ho
    > > praticamente mai avuto problemi in
    > questo
    > > senso.
    > >
    > > Ovviamente i deficienti ci sono a tutte
    > le
    > > latitudini del globo. circa un mesetto
    > fa un
    > > idiota brufoloso (15 anni e non di
    > > più) comincia a telefonare
    > facendo
    > > casino. Qualcuno avvisa il personale del
    > > cinema e la scena è stata
    > FENOMENALE:
    > >
    > > - una ragazza del personale gli chiede
    > di
    > > smettere (era seduto all'inizio della
    > fila
    > > di sedie, verso l'esterno)
    > >
    > > - il deficiente la manda a quel paese in
    > > maniera non molto gentile
    > >
    > > - la ragazza chiama due colleghi (due
    > > bestioni, probabilmente dei buttafuori)
    > che
    > > letteralmente si caricano il deficiente
    > > sulla schiena e lo trascinano fuori
    > senza
    > > troppi complimenti
    > >
    > > - tutti i presenti sono contenti, ancora
    > > più soddisfatti per il
    > siparietto che
    > > per il film in questione (un po'
    > noiosetto)
    > >
    > > penso che questa soluzione sarebbe molto
    > > efficace anche in ItaliaSorrideSorrideSorride
    >
    >
    > non sapevo che i belgesi erano dei fascistoni


    a parte il fatto che si dice belgi e non belgesi, comunque non si tratta di fascismo, ma di buona educazione.

    Se ci sono delle regole, si devono rispettare.
    Se non le rispetti, ti avvertono delle conseguenze.
    Se inoltre fai lo strafottente, allora le prendi.

    Purtroppo certa gente(aglia) la capisce solo cosi'...ArrabbiatoArrabbiatoArrabbiatoArrabbiatoArrabbiato
    non+autenticato

  • > non sapevo che i belgesi erano dei fascistoni

    a) Impara a quotare
    b) Impara a fare commenti ironici
    c) Impara il congiuntivo
    Terra2
    2332

  • > - la ragazza chiama due colleghi (due
    > bestioni, probabilmente dei buttafuori) che
    > letteralmente si caricano il deficiente
    > sulla schiena e lo trascinano fuori senza
    > troppi complimenti
    >
    > - tutti i presenti sono contenti, ancora
    > più soddisfatti per il siparietto che
    > per il film in questione (un po' noiosetto)
    >
    > penso che questa soluzione sarebbe molto
    > efficace anche in ItaliaSorrideSorrideSorride

    Evvai! "Er buttafori nerboruto" funziona e rallegra il pubblico pagante!

    Questo non capisco! Perchè, in Belgio (dove penso si verifichi un episodio di "disordine al cinema" ogni 32 anni), un buttafuori sia previsto (anzi... 2), mentre qui in Italia no.
    Il milione di posti di lavoro si materializzerebbe in una settimana e tanti bestioni palestrati avrebbero finalmente un impiego onesto!

    Terra2
    2332

  • - Scritto da: Terra2
    >
    > > - la ragazza chiama due colleghi (due
    > > bestioni, probabilmente dei buttafuori)
    > che
    > > letteralmente si caricano il deficiente
    > > sulla schiena e lo trascinano fuori
    > senza
    > > troppi complimenti
    > >
    > > - tutti i presenti sono contenti, ancora
    > > più soddisfatti per il
    > siparietto che
    > > per il film in questione (un po'
    > noiosetto)
    > >
    > > penso che questa soluzione sarebbe molto
    > > efficace anche in ItaliaSorrideSorrideSorride
    >
    > Evvai! "Er buttafori nerboruto" funziona e
    > rallegra il pubblico pagante!
    >
    > Questo non capisco! Perchè, in Belgio
    > (dove penso si verifichi un episodio di
    > "disordine al cinema" ogni 32 anni), un
    > buttafuori sia previsto (anzi... 2), mentre
    > qui in Italia no.
    > Il milione di posti di lavoro si
    > materializzerebbe in una settimana e tanti
    > bestioni palestrati avrebbero finalmente un
    > impiego onesto!
    >

    penso sia una questione di cultura. Qui in belgio NON si puo' disturbare il prossimo.
    Qui si vedono ragazzi che hanno auto completamente trasformate e truccate, che magari vanno velocissimi con la radio al massimo,ma ti posso giurare che si fermano TUTTI per far attraversare la strada al pedone o alla bicicletta.

    se nel cinema non ci fosse stato il buttafuori, l'avrebbero buttato fuori gli spettatori stessi.
    non+autenticato

  • - Scritto da: Anonimo

    > se nel cinema non ci fosse stato il
    > buttafuori, l'avrebbero buttato fuori gli
    > spettatori stessi.

    Ho vissuto in Svizzera e ti garantisco anche in quella nazione siamo pure li' con chi persevera nella maleducazione. Solo che gli svizzeri da bravi neutrali non hanno buttafuori palestrati, ma al secondo avviso ti chiamano la polizia con le conseguenze del caso.

    non+autenticato
  • Io ho una curiosità: qualcuno sa dirmi come si comportano in Germania o nel Nord Europa ? Voglio dire, sono educati/mettono la vibrazione/lo spegono, oppure sono coglioncelli come noi ?


  • - Scritto da: Joker0
    > Io ho una curiosità: qualcuno sa
    > dirmi come si comportano in Germania o nel
    > Nord Europa ? Voglio dire, sono
    > educati/mettono la vibrazione/lo spegono,
    > oppure sono coglioncelli come noi ?

    Mah, guarda, in germagna come in franza i coglioncelli che non spengono la suoneria del cellulare li trovi; in più in quei paesi si mangiano delle cose impossibili (crostini all'aglio o cipolla, panini al tonno, patatine di tutti i tipi, cartocci di schifezze gommose varie che fanno un rumore mostruoso e litri di birra) per cui è normale sentire delle zaffate pestifere, dei rutti (ancorchè magari sommessi) alla cipolla, insomma a volte mi è capitato di avere il voltastomaco. Comunque i messaggi che invitano a spegnere il cellulare sono sempre presenti, e ti assicuro che non sono il vero problema.
    Io vieterei, al cinema, tutte le cose che fanno rumore: sacchetti di plastica dura, carte varie, POP CORN (è da come la gente mastica i pop corn che si capisce il grado di civiltà di un popolo, e in italia non stiamo messi bene ma neanche altrove, ti assicuro).
    Poi dipende anche da che cinema e che film vai a vedere. Un film 'colto' in un piccolo cinema in centro è meglio frequentato delle multisale con bowling in periferia. Al cineland a ostia (roma) ero attorniato da decine di giovincelli/e che ridevano tutto il tempo, che mangiavano popcorn e se lo tiravano, che scoreggiavano e che chiacchieravano anche al cellulare mentre guardavano the passion. Così in basso non sono mai sceso, in nessun cinema nè a berlino (e ne ho frequentati parecchi) nè a parigi.
    non+autenticato
  • anfatti
    io odio i bambini piccoli che chiedono chiarimenti sulla scena in corso alla mamma....ogni 5 minuti!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > anfatti
    > io odio i bambini piccoli che chiedono
    > chiarimenti sulla scena in corso alla
    > mamma....ogni 5 minuti!

    vai nelle sale a luci rosse e risolvi il problemaA bocca aperta

  • > per cui è normale sentire delle
    > zaffate pestifere, dei rutti
    > (ancorchè magari sommessi) alla
    > cipolla, insomma a volte mi è
    > capitato di avere il voltastomaco.

    HEhheheeheheh... che "agresti" che sonoSorride


    > cineland a ostia (roma) ero attorniato da
    > decine di giovincelli/e che ridevano tutto
    > il tempo, che mangiavano popcorn e se lo
    > tiravano, che scoreggiavano e che
    > chiacchieravano anche al cellulare mentre
    > guardavano the passion.

    Porca miseria! Roba da non crederci. Che gente...:(
  • Ach, com'è che da mesi e mesi si parla di boicottare il cinema, e ora qui è pieno di gente che posta dicendo che gli dà fastidio sentire i cellulari al cinema?

    Ach! Mancanza di disciplinen!!!!
    non+autenticato

  • So che molti mi aggrediranno ma io non vedo l'ora che i jammers vengano installati per legge anche nei cinema italiani. E' una misura estrema, me ne rendo conto, ma dentro un cinema un cellulare DEVE stare spento. Purtroppo la maleducazione prolifera e questa è l'unica soluzione. Puoi dargli del maleducato, sgridarlo, fargli la multa, buttarlo fuori, ma l'italiano continuerà a parlare amabilmente al cellulare durante un film, mi è proprio successo venerdì scorso. A questo punto l'unica soluzione è impedirgli di usarlo.

    E non mi vengano a dire: "Sì, ma in caso di un'emergenza?". 15 anni fa i cellulari non li aveva nessuno eppure si viveva e si lavorava lo stesso, anzi forse anche meglio.

    TAD

    Che ha un cellulare di 5 anni fa e non ha mai cambiato suoneria

  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    > E non mi vengano a dire: "Sì, ma in
    > caso di un'emergenza?". 15 anni fa i
    > cellulari non li aveva nessuno eppure si
    > viveva e si lavorava lo stesso, anzi forse
    > anche meglio.
    >
    Non sono d'accordo.
    Il livello di rischio che siamo disposti ad accettare, in tutti i campi, diminuisce con il progredire della societa'.
    Per esempio, 15 anni fa nessuno si preoccupava dei rischi relativi al fumo, pochissimi usavano le cinture di sicurezza, quasi nessuno aveva il salvavita in casa.
    Oggi tutti danno per scontato che in caso di emergenza con il cellulare si possa chiamare soccorsi, od essere reperibili.

    Disturbare i cellulari nei cinema (od in qualsiasi altro posto) a mio parere e' un metodo sbagliato per risolvere il problema dei maleducati.

    Personalmente preferisco sopportare un imbecille che parla al cinema piuttosto che perdere una telefonata di emergenza di mio nonno che non sta bene e mi cerca per chiedere aiuto.

    Ciao

  • - Scritto da: NeutrinoPesante
    >
    > - Scritto da: TADsince1995
    > >
    > > E non mi vengano a dire: "Sì,
    > ma in
    > > caso di un'emergenza?". 15 anni fa i
    > > cellulari non li aveva nessuno eppure si
    > > viveva e si lavorava lo stesso, anzi
    > forse
    > > anche meglio.
    > >
    > Non sono d'accordo.
    > Il livello di rischio che siamo disposti ad
    > accettare, in tutti i campi, diminuisce con
    > il progredire della societa'.
    > Per esempio, 15 anni fa nessuno si
    > preoccupava dei rischi relativi al fumo,
    > pochissimi usavano le cinture di sicurezza,
    > quasi nessuno aveva il salvavita in casa.
    > Oggi tutti danno per scontato che in caso di
    > emergenza con il cellulare si possa chiamare
    > soccorsi, od essere reperibili.
    >
    > Disturbare i cellulari nei cinema (od in
    > qualsiasi altro posto) a mio parere e' un
    > metodo sbagliato per risolvere il problema
    > dei maleducati.
    >
    > Personalmente preferisco sopportare un
    > imbecille che parla al cinema piuttosto che
    > perdere una telefonata di emergenza di mio
    > nonno che non sta bene e mi cerca per
    > chiedere aiuto.
    >
    > Ciao

    leggete il mio commento sul Belgio, potrebbe essere un'idea interessante anche per l'Italia
    non+autenticato

  • - Scritto da: TADsince1995
    >
    > So che molti mi aggrediranno ma io non vedo
    > l'ora che i jammers vengano installati per
    > legge anche nei cinema italiani. E' una
    > misura estrema, me ne rendo conto, ma dentro
    > un cinema un cellulare DEVE stare spento.
    > Purtroppo la maleducazione prolifera e
    > questa è l'unica soluzione. Puoi
    > dargli del maleducato, sgridarlo, fargli la
    > multa, buttarlo fuori, ma l'italiano
    > continuerà a parlare amabilmente al
    > cellulare durante un film, mi è
    > proprio successo venerdì scorso. A
    > questo punto l'unica soluzione è
    > impedirgli di usarlo.
    >
    > E non mi vengano a dire: "Sì, ma in
    > caso di un'emergenza?". 15 anni fa i
    > cellulari non li aveva nessuno eppure si
    > viveva e si lavorava lo stesso, anzi forse
    > anche meglio.
    >
    > TAD
    >
    > Che ha un cellulare di 5 anni fa e non ha
    > mai cambiato suoneria

    Certo bellissmo...peccato che i jammers creano una barriera eletromagnetica...e i rischi?
    E se qualcuno a casa sta male e non riesce a raggiungerti?
    Io direi che se ti disturba andare al cinema non è un problema (io personalmente gia' boicotto),ti prendi il tuo bel dvd a noleggio foraggi la siae stacchi il telefono di casa se ce l'hai e butti nel forno il tuo indispensabile cellulare ed il gioco è fatto!

    non+autenticato
  • Qui parlate di parenti che stanno male, emergenze, etc, etc, ma 15 anni fa? chi aveva parenti malati? che faceva? stava in casa h24 non credo, a mio modesto parere la vedo una cosa giustissima bloccare il cell in posti come i cinema,( non che ci vada ma le poche volte che ci sono stato volevo sgozzare qualcuno)
    DuDe
    896
  • - Scritto da: DuDe
    > Qui parlate di parenti che stanno male,
    > emergenze, etc, etc, ma 15 anni fa? chi
    > aveva parenti malati? che faceva?

    si attaccava al c. e tirava.


    mi stai dicendo che la soluzione giusta è questa?

    ==================================
    Modificato dall'autore il 12/10/2004 21.55.49
  • mah solo a voi capita che le persone parlino al cell al cinema, a me non è mai successo. E per quelle rare volte che può succedere via...un po' di senso pratico e gli dite di chetarsi -.-'
    che c'è bisogno di far spendere soldi ai cinema (che se la rifaranno con le vostre tasche, come se nn ci spolpassero abbastanza) per installare dei dispositivi noiosi e che peraltro, come qualcuno ha già detto, ostacola chiamate d'emergenza. E non solo. Se io sono nel cinema e mi mandano un messaggio (che previa disattivazione dei toni non dà noia a nessuno) non vedo perchè devo essere impossibilitato a riceverlo.
    Insomma, mi sembra una misura un po' troppo drastica...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Anonimo
    > mah solo a voi capita che le persone parlino
    > al cell al cinema, a me non è mai
    > successo. E per quelle rare volte che
    > può succedere via...un po' di senso
    > pratico e gli dite di chetarsi -.-'

    dipende:
    nella mia cittadina il martedì è il giorno a prezzo ridotto. Ecco, io evito accuratamente domenica pomeriggio e martedì sera, e da quando faccio così non ho più problemi.


    > che c'è bisogno di far spendere soldi
    > ai cinema (che se la rifaranno con le vostre
    > tasche, come se nn ci spolpassero
    > abbastanza) per installare dei dispositivi
    > noiosi e che peraltro, come qualcuno ha
    > già detto, ostacola chiamate
    > d'emergenza. E non solo. Se io sono nel
    > cinema e mi mandano un messaggio (che previa
    > disattivazione dei toni non dà noia a
    > nessuno) non vedo perchè devo essere
    > impossibilitato a riceverlo.
    > Insomma, mi sembra una misura un po' troppo
    > drastica...

    sono d'accordo, anzi non capisco perché hai risposto a me, così...A bocca storta


    però secondo me, almeno nei cinema più grandi, le maschere dovrebbero essere "ben piazzate", in modo da poter portar fuori a forza qualche screanzato, se necessario.Ficoso
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)