Cisco: il futuro è nelle webfonate

Londra - Telefonare via internet oggi si può e si potrà sempre di più, sempre più facilmente e con servizi sempre più avanzati: lo promette il massimo fornitore di servizi di networking nel mondo, Cisco Systems.

In una conferenza stampa, Cisco ha tratteggiato le rosee prospettive per il futuro del VoIP, il servizio di telefonia via internet. Le cifre sono confortanti: Phil Dean, marketing manager Cisco, ha dichiarato che fino a marzo 2001 la sua società aveva fornito un milione di gateway VoIP nel mondo.

Cisco non ha dubbi: tra il 2003 e il 2005 si assisterà alla "rivoluzione VoIP"; saranno poche le compagnie al mondo che ricorreranno ancora a sistemi di rete telefonica tradizionale, almeno per quanto riguarda la gestione delle chiamate internazionali. I fatti sembrano dare ragione a Cisco: le telefonate via internet garantiscono, in molti casi, una qualità uguale o superiore rispetto quelle effettuate con normali reti PBX, con costi estremamente ridotti per l'utente finale.
Secondo alcuni, le reti UMTS di telefonia mobile oscureranno il futuro del VoIP. Cisco non è d'accordo: le due tecnologie sono compatibili e anzi si sosterranno a vicenda, promovendo l'abbandono dei vecchi sistemi analogici di comunicazione, a vantaggio dei servizi di nuova generazione, basati su reti globali.

Il pronostico di Cisco, che vede il successo a breve del VoIP, è confermato anche dall'analisi di Databank Consulting, che ha pubblicato di recente una previsione nettamente positiva riguardo il futuro di questa tecnologia. Anche in Italia il mercato è in fermento: il VoIP è accolto da sempre più utenti e società, che hanno sperimentato i vantaggi della telefonia tramite internet. Per maggiori informazioni, è online lo speciale di Punto Informatico dedicato al VoIP.
1 Commenti alla Notizia Cisco: il futuro è nelle webfonate
Ordina