Italiani: sì al cellulare, però che paura

Un'indagine del Censis conferma che un italiano senza cellulare è una rarità. Ma il timore per le emissioni non si placa

Roma - In Italia tutti amano il cellulare, molti lo temono. L'85% delle famiglie possiede un telefonino, il device più utilizzato dagli utenti dopo la televisione; ma solo il 23,2% degli intervistati, secondo una statistica del Censis, è disposto ad accettare un ripetitore di telefonia mobile sul tetto della propria abitazione. Peggio: la maggior parte non lo vuole nemmeno nel quartiere.

Contraddizione tutta italiana, frutto di un ingiustificato allarmismo? Gli studiosi sono discordi a proposito: per alcuni, il corpo umano può sopportare fino a 48 volt per metro d'intensità, senza danni (il limite per i ripetitori di telefonia mobile, fissato dalla legge, è di 6 V/M); per altri, solo con zero V/M il rischio è davvero nullo. Ma anche gli elettrodomestici comuni propagano un minimo di onde elettromagnetiche (fino a 1 V/M); mentre le onde radio televisive, emanate dai ripetitori TV, arrivano addirittura a 25 V/M (leggi anche questo approfondimento scientifico). Il problema è che mentre i ripetitori televisivi possono essere posti fuori dai centri abitati, quelli per cellulari no; da qui la vibrata protesta di molti cittadini.

Paure giustificate? Emergono tuttavia alcune contraddizioni, come quella sottolineata anche dal rapporto del Censis: tutti vogliono usare il cellulare, pochi sono disposti ad affrontare gli (eventuali) rischi. Infatti alcuni operatori di telefonia mobile sono stati ostacolati nella corsa alla copertura del territorio nazionale, pur essendo in teoria autorizzati dalla legge all'installazione di nuovi ripetitori, in quanto detentori di licenza.
Il problema tocca da vicino Wind, che sta ristrutturando la propria copertura e che dopo l'altolà di molti comuni all'installazione di nuovi ripetitori ha deciso di dare battaglia. Una battaglia che, dalle prime avvisaglie, si prospetta durissima.
8 Commenti alla Notizia Italiani: sì al cellulare, però che paura
Ordina
  • Concordo su pizza e mandolino (buonissima l'una, gradevolissimo il suono dell'altro). Ma quando apriamo bocca a proposito di campi elettromagnetici, lo facciamo quasi sempre a sproposito. Anche io sono radioamatore, dovrei essere morto di tumore diffuso generalizzato a placche invadenti, dopo 25 anni di licenza... (ne ho 41). Riflettiamoci: uno di noi pensa all'America e dice "USA=Tecnologia, progresso, ecc.". Uno di loro pensa a noi e dice "ITALIA=Pizza, Vaticano, spaghetti e Colosseo". Bah...
    Comunque, dato che (stranamente) amici e conoscenti mi rivolgono spesso (per fortuna) domande al riguardo, sapendo che uso la radio da secoli, ho preparato da un paio d'anni qualche riga esplicativa. Non scrivo qui per pubblicizzarmi il mio sito, giuro che non me ne può fregar di meno. Comunque, chi ne avesse voglia, può leggersi:
    http://mvp2000.mvpnetwork.it/tecstuff/celldeca/dec...
    che riguarda i cellulari veri e propri, e
    http://mvp2000.mvpnetwork.it/tecstuff/srb/index.ht...
    che riguarda le antenne dei ripetitori dei cellulari.
    Spero sia utile a qualcuno, magari stampandosi le pagine.
    Saludos.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Marco V. PRINCIPATO (IK0MHG)
    > Spero sia utile a qualcuno, magari
    > stampandosi le pagine.
    > Saludos.

    bhe dal punto di vista tecnico .......
    è un dato sperimentale che a Monte Mario
    a Roma senti la radio nel citofono
    e che a casa mia il coglionazzo che
    passa il pomeriggio a fare
    BREAK SUL CANALE
    entra nel mio HiFi (un Pioneer)
    e me lo sento bello chiaro quando ascolto
    un CD con delle pause o dei piano pianissimo
    forse le radiofrequenze non fanno male
    ma a me fanno girare senz'altro i coglio...
    BREAK the Balls break the balls
    non+autenticato
  • Solo tu puoi decidere, pero' ....

    Facciamo attenzione: le frequenze che utilizza un radioamatore sono : a) molto più "basse" b)molto meno potenti e "ravvicinate" (il telefono lo tieni vicino all'orecchio , un'antenna CB è spesso su un tetto ) per cui perfavore non facciamo confusione, sono 2 cose diverse !!!

    - Scritto da: Marco V. PRINCIPATO (IK0MHG)
    > Concordo su pizza e mandolino (buonissima
    > l'una, gradevolissimo il suono dell'altro).
    > Ma quando apriamo bocca a proposito di campi
    > elettromagnetici, lo facciamo quasi sempre a
    > sproposito. Anche io sono radioamatore,
    > dovrei essere morto di tumore diffuso
    > generalizzato a placche invadenti, dopo 25
    > anni di licenza... (ne ho 41).
    > Riflettiamoci: uno di noi pensa all'America
    > e dice "USA=Tecnologia, progresso, ecc.".
    > Uno di loro pensa a noi e dice
    > "ITALIA=Pizza, Vaticano, spaghetti e
    > Colosseo". Bah...
    > Comunque, dato che (stranamente) amici e
    > conoscenti mi rivolgono spesso (per fortuna)
    > domande al riguardo, sapendo che uso la
    > radio da secoli, ho preparato da un paio
    > d'anni qualche riga esplicativa. Non scrivo
    > qui per pubblicizzarmi il mio sito, giuro
    > che non me ne può fregar di meno. Comunque,
    > chi ne avesse voglia, può leggersi:
    > http://mvp2000.mvpnetwork.it/tecstuff/celldec
    > che riguarda i cellulari veri e propri, e
    > http://mvp2000.mvpnetwork.it/tecstuff/srb/ind
    > che riguarda le antenne dei ripetitori dei
    > cellulari.
    > Spero sia utile a qualcuno, magari
    > stampandosi le pagine.
    > Saludos.
    non+autenticato
  • scusa, ho visitato il tuo sito e letto il decalogo, l'unica cosa che non ho capito e' se e' ironico o no...
    non+autenticato
  • radiotrasmettitori
    telefonini
    carabininieri/polizia/gdf/crocerossa
    militari
    radiotaxi
    cb
    radio libere e statali e autonome
    (vedi caso radiovaticana)

    che palle

    tutte queste funzioni
    potrebbero e dovrebbero
    convogliare in un unico mezzo trasmissivo
    con una notevole riduzione dei costi
    e del "rumore" elettromagnetico emesso

    Un solo esempio:
    immaginate di fare un numero verde per ascoltare la vostra radio preferita

    IMHO
    non+autenticato
  • Gli italiani vogliono il cellulare ma non vogliono i ripetitori?? Che gente deficiente!
    Io non voglio i ripetitori e non ho il cellulare, ma chi ha il cellulare il cancro l'ha voluto e se lo tiene, e vada a piagnucolare altrove.

    Poi magari hanno paura dei ripetitori ma fumano 10 sigarette al giorno... oppure si schiantano in auto a 200 all'ora. Perché gli italiani sono veramente dementi, cosa credete? Ve lo dice un italiano, lo saprò come siamo scemi?

    Torniamo a suonare il mandolino, a fare la pizza con la coppola in testa!! >Sorride
    non+autenticato
  • > Torniamo a suonare il mandolino, a fare la
    > pizza con la coppola in testa!! >Sorride

    Beh hai ragione anchio come te siamo nei rari ma capperi ho sempre usato apperecchi radio amatoriali ad alta freq. e li di emissioni pericolose ce ne sono in quantità enormi andare a trasmettere a 1200mhz 1800mhz con lineari di potenza da 100Watt in su di emissioni continue fino ad oltrepassare la luna li nessuno si lamenta, oppure i RADAR?? Nessuno ancora si lamenta dei radar che emetto onde elettromagnetiche ad altissima freq. con potenze allordine delle centinaia e migliaia di kilowatt li si che ti prendi un cancro! Diciamo che finchè l'acqua non tocca il culo tutti se ne fregano il motto "Finchè mi va bene va bene!"
    non+autenticato
  • Grazie delle info, ci vuole qualcuno che parla perchè ne sa qualcosa, ogni tanto. Qua tutti parlano per sentito dire....

    Bhè comunque estenderei il "popolo di scemi" a tutti, non solo agli italiani, non credete che all'estero sia meglio..... è l'uomo che è il cancro di se stesso.

    - Scritto da: max
    > > Torniamo a suonare il mandolino, a fare la
    > > pizza con la coppola in testa!! >Sorride
    >
    > Beh hai ragione anchio come te siamo nei
    > rari ma capperi ho sempre usato apperecchi
    > radio amatoriali ad alta freq. e li di
    > emissioni pericolose ce ne sono in quantità
    > enormi andare a trasmettere a 1200mhz
    > 1800mhz con lineari di potenza da 100Watt in
    > su di emissioni continue fino ad
    > oltrepassare la luna li nessuno si lamenta,
    > oppure i RADAR?? Nessuno ancora si lamenta
    > dei radar che emetto onde elettromagnetiche
    > ad altissima freq. con potenze allordine
    > delle centinaia e migliaia di kilowatt li si
    > che ti prendi un cancro! Diciamo che finchè
    > l'acqua non tocca il culo tutti se ne
    > fregano il motto "Finchè mi va bene va
    > bene!"
    non+autenticato