I CD a prova di copia invadono l'Europa

L'israeliana Midbar ha annunciato che sarebbero già un milione i CD immessi sul mercato europeo e protetti con la propria tecnologia

I CD a prova di copia invadono l'EuropaTel Aviv (Israele) - Il mondo discografico sembra oggi più che mai deciso a ricercare soluzioni tecnologiche che possano rendere impossibile, o assai difficoltosa, la copia dei CD audio. E questo sembra proprio l'anno in cui, dopo un massiccio testing di queste tecnologie anti-copia, verranno decretati i vincitori della sfida.

A poche settimane dall'annuncio di Macrovision dell'inizio, insieme con alcune delle maggiori etichette, della fase di testing sul mercato della propria tecnologia per la protezione dei CD, Midbar, una società israeliana anch'essa impegnata nello sviluppo di soluzioni anti-copia per la musica, ha ora dichiarato che in Europa sarebbero già stati distribuiti un milione di CD protetti con la propria tecnologia Cactus Data Shield (CDS).

Lo scorso anno Midbar, insieme alla major tedesca BMG, registrò un clamoroso fallimento nel test della sua tecnologia, fallimento dovuto al fatto che la sua protezione era risultata incompatibile con una certa percentuale di lettori CD, soprattutto quelli più datati.
Midbar ora sostiene non soltanto di aver affinato la sua tecnologia al punto di averla resa compatibile con pressoché tutti i player esistenti, ma garantisce anche che nonostante la sua protezione CDS "alteri leggermente le informazioni sul CD in diversi modi", essa mantiene una "perfetta qualità audio". Rimane da capire quanto l'attributo "perfetta" corrisponda a quello di "fedele".

Midbar si è già detta in trattative per entrare sul mercato americano, dove dovrà competere con le tecnologie già messe in campo da Macrovision e SunnComm. Rimane da vedere, vista la facilità con cui è stato dimostrato che si può aggirare la tecnologia SafeAudio di Macrovision, quali di queste tecnologie risulterà più resistente al cracking.
108 Commenti alla Notizia I CD a prova di copia invadono l'Europa
Ordina
  • Quanto sono stupide le case discografiche!!!!!!!
    Alla fine gli utenti saranno penalizzati a discapito ella qualita' del CD e del prezzo!!!!!!!!!!!!
    Ma alla fine perderanno inesorsabilemtne sotto la scuire e la giuria del File-sharing che le annientera'!!!!
    non+autenticato
  • secondo me non esistera' mai una protezione REALE, specie per un CD audio, perche' io posso sempre ASCOLTARLO e nel contempo registrarne l'output (magari in DIGITALE) e rimasterizzare.

    Dovrebbero fare in modo di non farci ascoltare il CD. E' una soluzione!Sorride))
    non+autenticato
  • Dunque... fatemi capire bene. Questi fantomatici scenziati vorrebbero farmi credere che hanno inventato un supporto per cd audio che permette ai lettori audio, o ai cd rom del pc, di leggere tranquillamente le tracce. Però questi non sono duplicabili. Mmmmhhh... è qui che non capisco. Mi spiego: se il mio cd rom può riprodurre le tracce audio, chi ha detto che poi con un normale sftwr io non posso grabbare tali tracce, o anche solo direttamente trasferirle sul h.d.d.? Il processo dovrebbe essere lo stesso della semplice lettura.
    Per cui, cari i miei fantomatici scenziati mercenari... fate capire ai vostri padroni che 40 K lire per una album sono troppi. E che poi ogni settimana si sente al tg che Madonna compera ville che costano decine di miliardi!!! E queste sono pagate anche da ragazzini che spendono i soldi nei suoi album. Passo e chiudo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Supercap
    > Dunque... fatemi capire bene. Questi
    > fantomatici scenziati vorrebbero farmi
    > credere che hanno inventato un supporto per
    > cd audio che permette ai lettori audio, o ai
    > cd rom del pc, di leggere tranquillamente le
    > tracce. Però questi non sono duplicabili.
    > Mmmmhhh... è qui che non capisco. Mi spiego:
    > se il mio cd rom può riprodurre le tracce
    > .....

    Se non sbaglio e' proprio qui il problema: il tuo cd rom NON puo' riprodurre le traccie. Quindi se tu sei abituato ad ascoltare la musica mentre lavori sul pc, ti compri un disco da 40 carte e poi ti attacchi. Mi sembra infatti che i cd protetti sfruttino alcune caratteristiche dei lettori audio sul controllo degli errori e quindi vengano letti solo da questi. Cosa succeda poi con lettori cd un po' "atipici" come quelli vecchi, i portatili, quelli per auto, i lettori/masterizzatori Philips non ne ho la piu' pallida idea.

    Ovviamente questo e' un problema solo per chi acquista regolarmente il cd e non per chi lo copia (al massimo fa un passaggio in analogico. La copia ottenuta non ha ovviamente piu' la protezione e quindi funziona dappertutto.

    Diverso e' il discorso sulla possibile perdita di qualita' audio causata dalla protezione. Ma di questa le case discografiche se ne strafregano.

    > ......
    > Madonna compera ville che costano decine di
    > miliardi!!! E queste sono pagate anche da
    > ragazzini che spendono i soldi nei suoi
    > album. Passo e chiudo.

    Ma....
    Ultimamente Madonna si e' lamentata della pirateria dicendo che, se tutti copiano i suoi dischi, come fa lei a mantenere i suoi figli ?
    Poverini, dobbiamo pensare anche a loro...

    P.S. Io i dischi di Madonna non li compro e non li copio. E dei suoi figli me ne strafrego...
    non+autenticato
  • Perche si usa il digitale ?
    per 3 motivi
    COSTA POCO
    NON PERDE QUALITA
    NON SI RIPARA
    i componenti impiegati nel digitale possono avere dei difetti di ricostruzione di un segnale
    il loro effetto nel digitale e 0

    qunate volte posso copiare un file prima che esso diventi inutilizzabile ?
    be la prova e meglio non farla se no fra 10mila
    anni sei ancora li (infinite)
    la copia della figlia della x copia sara uguale all'originale

    Chi ripara una sc audio ? (usa e getta)
    E' impossibile impedire la copia di un file digitale propio per la sua natura.
    (posso sempre duplicare hdd) facendo un immagine
    l'hardware lo posso emulare l'audio lo prelevo sul converititore d/a ma chi vogliono fregare
    i polli nel cortile li avevano 20 anni fa !
    non+autenticato
  • Vedo che ogni volta che si parla di masterizzazioni e di mp3 si tira in ballo come giustificazione il prezzo alto dei CD.
    Questa e` una visione estremamente limitata e semplicistica. E` un problema di sistema, non (solo) di prezzo.
    La cultura NON DEVE essere sottoposta alle logiche del mercato.
    Finche` rimarra` in vita questo sistema industriale-capitalistico di distribuzione della cultura, che vede un'opera d'arte come un prodotto di consumo ed un artista come un marchio, un brand, io non comprero` un CD originale neanche se costasse 10.000 lire.
    Quando le case editrici e le etichette discografiche saranno delle associazioni senza fine di lucro sottoposte ad un controllo rigido da parte dello Stato iniziero` a comprare, sino ad allora continuero` a masterizzare CD, scaricare e condividere MP3 e a fotocopiare libri.
    non+autenticato
  • Cantiamo:

    "Compagni dai campi e dalle officineee!!"
    non+autenticato
  • > Cantiamo:
    >
    > "Compagni dai campi e dalle officineee!!"
    bhe, quando un prodotto che costa 10 viene venduto a 10000, cantiamo allegri..."come siamo felici e contenti di prenderlo"
    non+autenticato
  • E tu non comprarlo... boicotta le multinazionali! Io vado a registrare la musica alternativa direttamente nei centri sociali! Non siate sempre pigri!!Sorpresa)
    non+autenticato
  • > E tu non comprarlo... boicotta le
    > multinazionali! Io vado a registrare la
    > musica alternativa direttamente nei centri
    > sociali! Non siate sempre pigri!!Sorpresa)
    vedi aparte il bene (bianco) e il male (nero), nient'altro e o bianco o nero...e tutto grigio...in mille tonalita
    cio che non ha senso scaricare sui consumatori inefficienze delle major, costo delle tecnologie di protezione, ecc...
    e la politica NON C'ENTRA UN CAZZO...
    (per la cronaca compro circa 1 cd al mese)




    non+autenticato
  • Bah, io la vedo meno drastica e/o politica.
    Forse parli così perché con il tuo stipendio non devi pagare affitto condominio bollette asilo per i bimbi (600.000 cadauno) ecc.ecc. ed a metà mese non li hai già finiti. Se avessi + soldi ne comprerei di musica, altroché...
    Comunque, il mondo è bello perché varia, no?
    Lampeggi a tutti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | Successiva
(pagina 1/5 - 22 discussioni)