In ufficio ti corteggio via email

Uno studio su un campione di dipendenti inglesi mette in luce l'utilizzo meno pertinente della posta elettronica sul luogo di lavoro

Londra - In ufficio l'email è utile per corteggiare i colleghi e, come molti sanno, è anche un buon mezzo per far circolare pettegolezzi. Naturalmente la posta elettronica negli uffici viene usata anche per scambiare messaggi di lavoro, ma i risultati di uno studio condotto da edesign.co.uk permettono di mettere a fuoco l'utilizzo "personale" di questo strumento di comunicazione, o almeno quello dei dipendenti inglesi finiti sotto osservazione.

Secondo lo studio, oltre il 30 per cento degli uomini avrebbero dichiarato di occupare almeno 40 minuti al giorno nell'utilizzo della posta elettronica per uso personale, in particolare per corteggiare le colleghe o per spettegolare.

Le donne utilizzerebbero meno degli uomini la posta elettronica per il corteggiamento, mentre si dedicherebbero con maggiore attenzione all'organizzazione di serate e week-end.
Tra i 500 dipendenti intervistati, il 27 per cento degli uomini ha dichiarato di corteggiare le colleghe via email, contro il 13 per cento delle donne nei confronti dei colleghi. Il pettegolezzo via email occupa il 18 per cento degli uomini e il 15 per cento delle donne mentre l'invio di link che puntano a siti pornografici viene effettuato dal 13 per cento degli uomini e dal sette per cento delle donne.

L'organizzazione della propria vita privata via email in orario di lavoro interessa il 32 per cento delle donne contro l'11 per cento degli uomini. Altri utilizzi sono l'invio di barzellette e giochi ai colleghi (5 per cento per gli uomini e 4 per cento per le donne) o la ricerca di un nuovo posto di lavoro (4 per cento gli uomini e 6 per cento le donne).

Louis Halpern, CEO di edesigns.co.uk, ha commentato così: "Appare evidente che gli uomini e le donne fanno entrambi un uso scorretto della posta elettronica in ufficio. Suggeriamo ai manager di adottare una chiara politica per l'utilizzo corretto dell'email".
TAG: mondo
8 Commenti alla Notizia In ufficio ti corteggio via email
Ordina
  • la gallina ke parla per prima ha fatto l'uovo...
    non+autenticato
  • Qualcuno sa dirci qual'é l'abitudine degli italiani in ufficio? Per quanto mi riguarda dedico anche 2 ore a mandare e-mail, non a colleghe, ad amiche... non programmo la mia vita privata e non cerco altri lavori. come non mando barzellette, giochi, catene varie, link a siti di alcun tipo... E voi?
    non+autenticato


  • - Scritto da: VeroPensiero
    > Qualcuno sa dirci qual'é l'abitudine degli
    > italiani in ufficio? Per quanto mi riguarda
    > dedico anche 2 ore a mandare e-mail, non a
    > colleghe, ad amiche... non programmo la mia
    > vita privata e non cerco altri lavori. come
    > non mando barzellette, giochi, catene varie,
    > link a siti di alcun tipo... E voi?

    La possibilità di distrarsi ogni tanto, permette di essere più sereni sul luogo di lavoro, e quindi di lavorare meglio.
    Non è recente, anzi, fa parte della storia industriale, la ricerca adottata dopo la rivoluzione industriale, quando si scoprì che migliorando la qualità del luogo di lavoro, lasciando parlare, scherzare, avendo un ambiente pulito, si migliorava anche il rendimento degli operai.
    Non siamo macchine. siamo uomini. Impensabile starsene ore ed ore in ufficio concentrati sul lavoro per 8 ore tutti i giorni della settimana.
    La fiducia fa parte dell'ambiente.
    A noi, hanno raccomandato di non usarla per scopi illegali, per cui in caso di richiesta delle autorità avevano tutti i log.
    Per il resto, hanno dato fiducia nelle persone.
    Morale:
    Ogni tanto, in una pausa, se non c'è molto lavoro, mi distraggo e scrivo se non in e-mail in PI. Quando c'è da fare, però, non sono il tipo che alle 5 in punto timbra.
    In questo modo, sono sereno, l'ambiente è carino, e in sostanza lavoro meglio.
    Questa la mia esperienza.
    non+autenticato
  •    Louis Halpern, CEO di edesigns.co.uk, ha
       commentato così: "Appare evidente che gli
       uomini e le donne fanno entrambi un uso
       scorretto della posta elettronica in ufficio.
       Suggeriamo ai manager di adottare una chiara
       politica per l'utilizzo corretto dell'email".

    Dalla conclusione si deuce l'idiozia del sig. Louis, che non capisce che i costi per l'impresa sono irrisori, mentre il danno alla motivazione di un controllo rigido sulla posta saranno assai peggiori!
    Nel tempo non più dedicato agli scambi amorosi i dipendenti si alzeranno, troveranno una scusa per raggiungere l'ufficio del proprio oggetto del desiderio, scriveranno messaggi cartacei (che sarà molto più laborioso far arrivare), insomma si distrarranno molto di più!
    Ma almeno la politica "per l'utilizzo corretto dell'e-mail" sarà più chiara!
    non+autenticato

  • .. beh fondamentalmente l'email che usi in ufficio NON E' ROBA TUA, quindi .. muto .. e NON RUBARE !


    - Scritto da: Stefano
    >     Louis Halpern, CEO di edesigns.co.uk, ha
    >     commentato così: "Appare evidente che gli
    >     uomini e le donne fanno entrambi un uso
    >     scorretto della posta elettronica in
    > ufficio.
    >     Suggeriamo ai manager di adottare una
    > chiara
    >     politica per l'utilizzo corretto
    > dell'email".
    >
    > Dalla conclusione si deuce l'idiozia del
    > sig. Louis, che non capisce che i costi per
    > l'impresa sono irrisori, mentre il danno
    > alla motivazione di un controllo rigido
    > sulla posta saranno assai peggiori!
    > Nel tempo non più dedicato agli scambi
    > amorosi i dipendenti si alzeranno,
    > troveranno una scusa per raggiungere
    > l'ufficio del proprio oggetto del desiderio,
    > scriveranno messaggi cartacei (che sarà
    > molto più laborioso far arrivare), insomma
    > si distrarranno molto di più!
    > Ma almeno la politica "per l'utilizzo
    > corretto dell'e-mail" sarà più chiara!
    non+autenticato
  • E' vero che la posta elettronica -come del resto il telefono- è uno strumento di lavoro e come tale il suo costo ricade sul datore di lavoro; ma è anche vero che non si può inibirne del tutto un utilizzo personale, se non altro per ragioni di "opportunità": non è piacevole lavorare con la sensazione di sentirsi osservati; in molti casi viene meno il rapporto di fiducia tra il dipendente e il suo datore di lavoro.
    Da noi per esempio ci sono stati episodi di abuso sia del telefono, sia della posta elettronica, sia di Internet (navigazione, chat, download vari)...
    Ma, andando ad analizzare più a fondo gli abusi, abbiamo visto che per lo più sono stati causati da colleghi che erano temporaneamente in sede e/o non avevano niente da fare (attesa maternità, attesa di destinazione a nuovo progetto ecc...).
    Insomma, abbiamo riscontrato che in genere chi aveva altro da fare non stava granchè attaccato alle chat-line; chi non aveva altro da fare, se non chattava si leggeva il giornale o -i più volenterosi- chiedeva all'azienda di poter fare qualcosa.
    Insomma, secondo me il monitoraggio dell'utilizzo è utile anche per capire "l'aria che tira" in azienda; ma attenzione ad essere troppo rigidi: il confine con il mobbing è mooolto sottile!

    - Scritto da: jumpersitefoxin
    >
    > .. beh fondamentalmente l'email che usi in
    > ufficio NON E' ROBA TUA, quindi .. muto .. e
    > NON RUBARE !
    >
    >
    > - Scritto da: Stefano
    > >     Louis Halpern, CEO di edesigns.co.uk,
    > ha
    > >     commentato così: "Appare evidente che
    > gli
    > >     uomini e le donne fanno entrambi un
    > uso
    > >     scorretto della posta elettronica in
    > > ufficio.
    > >     Suggeriamo ai manager di adottare una
    > > chiara
    > >     politica per l'utilizzo corretto
    > > dell'email".
    > >
    > > Dalla conclusione si deuce l'idiozia del
    > > sig. Louis, che non capisce che i costi
    > per
    > > l'impresa sono irrisori, mentre il danno
    > > alla motivazione di un controllo rigido
    > > sulla posta saranno assai peggiori!
    > > Nel tempo non più dedicato agli scambi
    > > amorosi i dipendenti si alzeranno,
    > > troveranno una scusa per raggiungere
    > > l'ufficio del proprio oggetto del
    > desiderio,
    > > scriveranno messaggi cartacei (che sarà
    > > molto più laborioso far arrivare), insomma
    > > si distrarranno molto di più!
    > > Ma almeno la politica "per l'utilizzo
    > > corretto dell'e-mail" sarà più chiara!
    non+autenticato


  • - Scritto da: jumpersitefoxin
    >
    > .. beh fondamentalmente l'email che usi in
    > ufficio NON E' ROBA TUA, quindi .. muto .. e
    > NON RUBARE !

    Non e' roba tua? Informati meglio. Da un quotidiano di oggi 28 agosto:

    *********

    La tutela dei lavoratori è fissata dalla legge europea

    «Vietato telefonare a casa dei dipendenti»
    In Inghilterra una circolare mette in guardia dirigenti
    e imprenditori dall'infrangere la privacy dei sottoposti
    LONDRA - Imprenditori e manager europei in stato di allerta sul fronte della privacy. «Non telefonate a casa ai vostri dipendenti, potreste essere denunciati per violazione della privacy. *****Ed anche se sospettate che un vostro impiegato invece di lavorare usa Internet per mandare e-mail privati, evitate di controllare la sua casella postale. Pure questo potrebbe mettervi nei guai con la giustizia*****». L'avvertimento viene dall'ufficio legale dell'Institute of Management, l'associazione dei dirigenti d'azienda britannici.

    L'ARTICOLO 8 DELLA LEGGE EUROPEA - Telefonare ad un dipendente fuori dell'orario di lavoro O CONTROLLARE LE SUE E-MAIL è una violazione della legge europea per i diritti umani ed in particolare dell'articolo 8 che stabilisce il diritto di ognuno al rispetto della propria vita privata e familiare, della sua casa e della sua corrispondenza.

    *****************

    non+autenticato
  • Nella classifica dei fessi comunque vanno sul podio anche i 500 intervistati che candidamente denunciano se stessi "Si, e' vero! Per quasi un'ora al giorno mi faccio i cazzi miei in ufficio".

    Poco importa, secondo me, se il mezzo usato e' una e-mail, anzi come qualcuno ha gia' fatto notare, il PC permette "scambi" piu' rapidi.

    Se avete letto quella statistica (italiana) che dice che il 16% degli impiegati/e ha avuto una relazione extra-coniugale in ambiente di lavoro, capirete che non e' l'email che sottrae tempo lavorativo. Si sa che tira di piu' un pelo di f**a che un paio di buoi. Non c'e' sniffer che tenga!!!

    Felici e-intorti a tutti
    H.

    non+autenticato