Pentium 4, due chip in uno

Intel ha svelato una tecnologia con la quale conta di far operare il Pentium 4 come se si trattasse di un due chip in uno

San Jose (USA) - Durante il Developer Forum, Intel ha svelato un'innovazione tecnologica che potrebbe incrementare significativamente, e senza accrescere il numero di megahertz o di transistor, la velocità di un processore di classe Pentium 4.

La tecnologia, chiamata "hyperthreading", consentirebbe alle applicazioni di sfruttare in modo più efficiente il Pentium 4 avvalendosi di quelle parti del chip che normalmente rimangono inutilizzate e "vedendolo", di fatto, come una sorta di computer dual-processor.

"La nostra tecnologia fa in modo che un singolo processore possa essere visto dal sistema operativo come se si trattasse di due processori", ha affermato Shannon Poulin, manager di Intel. "Esso verrà visto a tutti gli effetti come due chip in uno".
Il segreto sta in alcuni registri aggiuntivi presenti nel Pentium 4, e al momento non utilizzati, che, se sfruttati dall'architettura del chip e da software scritto ad hoc, rendono possibile l'esecuzione di più compiti contemporaneamente. La tecnologia hyperthreading ottiene questo risultato rendendo possibile, per il sistema operativo, far elaborare parte delle istruzioni di un'applicazione nell'unità di calcolo in virgola mobile e parte delle istruzioni di un'altra applicazione nell'unità degli interi.

Sebbene questo non equivalga a disporre di due Pentium 4, Intel ha dimostrato che questa pur rudimentale elaborazione parallela può migliorare le prestazioni di alcune applicazioni in modo significativo, incrementando anche il numero di utenti gestibili da un server.

Intel ha anticipato che la tecnologia hyperthreading apparirà sui server e sulle workstation a partire dal 2002, per poi approdare sul PC desktop durante il 2003.
8 Commenti alla Notizia Pentium 4, due chip in uno
Ordina
  • Spero che sino ad allora AMD avrà tirato fuori una tecnologia 100 volte + avanti di quella Intel..come in realtà è stato con ATHLON e Pentium 3..xchè bisogna sfatare questo dominio Intel, che,come Microsoft,fà la padrona del mercato, dettando la legge dei prezzi..I concorrenti non sono più quelli dell'epoca del 486 quindi x Intel sarebbe giunto il momento di ridimensionarsi un attimo...Detto questo spero che tra non molto sarà diffusissimo l'uso di LINUX così smettiamo anche di gonfiare le casse di Bill...che ci RAPINA da oltre dieci anni ormai..
    non+autenticato
  • Bella scoperta, Motorola ha annunciato la stessa tecnologia per i G5 da ormai quasi un anno.
    non+autenticato
  • Premesso che ho un Mac, questo non vuol dire che non mi debba appassionare anche alle evoluzioni tecniche della parte x86. Partendo da questo concetto, come utente informatico mi sento un po' perso per il c**o da Intel.
    Se non ho capito male, i nuovi registri sono già integrati nel processore, ma non sono utilizzati, inoltre, sempre interpretando l'articolo, non sarebbero nemmeno utilizzabili, considerato che Intel prevede di impiegare questa tecnologia sui desktop solo nel 2003. La domanda sorge spontanea: questi registri ci sono o non ci sono? Se ci sono, perché chi acquista il nuovo PIV non può usarli ed avere il proprio sistema performante al massimo delle sue possibilità?
    Facciamo un parallelo con le auto, compro un'auto da trenta milioni, che a mia insaputa ha il sistema di controllo elettronico della trazione montato, manca solo il bottone per attivare questa funzione (che mi può salvare la vita in particolari situazioni). Il produttore annuncia che sulle macchine vendute negli ultimi mesi è installato il dispositivo incriminato, ma che lo renderanno utilizzabile di serie solo tra più di un anno, inoltre non sarà utilizzabile da coloro che se lo sono ritrovato montato già fin da ora. Vado dal rivenditore e pretendo che mi venga attivato il dispositivo gratis, altrimenti gli ribalto la sede. Ma contro un produttore di chip cosa si può fare?

    P.S. alle stesse conclusioni si giunge leggendo l'articolo in inglese sul sito www.arstechnica.com
    non+autenticato
  • - Scritto da: virtualmacfrog
    > questi registri ci sono o non ci sono? Se ci
    > sono, perché chi acquista il nuovo PIV non
    > può usarli ed avere il proprio sistema
    > performante al massimo delle sue
    > possibilità?

    I registri ci sono, ma se li imposti non succede niente, perchè l'hyperthreading non esiste ancora.
    Nel tuo esempio dell'auto, hai un'auto con il tasto dell'aria condizionata, ma non hai l'aria condizionata perchè è un'optional che uscirà nel 2003.
    non+autenticato
  • Io aspetto ancora di scoprire quanto Internet sia diventata più veloce grazie al mo PIII.
    Alle bugie di Intel ormai ci credo poco e poi con i soldi di un PIV oggi ... compro un Duron e tengo la differenza in tasca.
    Devono cercare nuovi polli
    non+autenticato
  • I nuovi polli alla fine son sempre quelli vecchi e si chiamano Compaq, HP, Dell ed IBM. Loro decidono quali processori (Intel o Amd) andranno in milioni di computer ed è scontato che prenderanno con entusiasmo le novità del P4 (features e prezzi).
    Gli altri polli invece hanno poco da scegliere, quando a scegliere è il borsellino...
    non+autenticato
  • "Il segreto sta in alcuni registri aggiuntivi presenti nel Pentium 4, e al momento non utilizzati, che, se sfruttati dall'architettura del chip e da software scritto ad hoc, rendono possibile l'esecuzione di più compiti contemporaneamente. "


    E che cambia allora rispetto le SSE per esempio? Se il sftware deve essere ottimizzato allora a che serve.... cominciassero a sfruttare 3dnow! e sse2 sarebbe bello.... ora che sfruttano questa tecnologia ce ne passeranno di anni. E poi, quale dual processor? Sono delle istruzioni in più se non ho capito male, tantovaleva chiamarle SSE3 ...bho.... misteri del marketing
    non+autenticato
  • - Scritto da: s
    > ora che sfruttano questa
    > tecnologia ce ne passeranno di anni. E poi,
    > quale dual processor? Sono delle istruzioni
    > in più se non ho capito male

    Non delle istruzioni, ma dei registri ora inutilizzati, che se impostati permetteranno al P4 di eseguire calcoli di interi in parallelo a calcoli in virgola mobile.
    Secondo me l'idea non è male, visto che ci sono due unità di calcolo, perchè non farle funzionare in parallelo?
    non+autenticato