Freeware/ Quando i file intasano il PC

Programmini imperdibili per sapere, finalmente, dove stanno, quanto sono grossi e perché i file che si trovano sul computer. Per gestire tutto con pochi clic

ViceVersa (Freeware 510k)
Sincronizzare e fare copie di sicurezza: sinonimo di tranquillità per i dati che spesso pensiamo al sicuro sugli hard disk, che invece eterni non sono.
ViceVersa è gratuito ed in grado di comparare due file o due cartelle di file, comprese le sottocartelle, e renderle identiche spostando e copiando per colmare le differenze tra le due.

Il programmino è comodo per mantenere aggiornata una copia di una cartella ad esempio su un disco Zip o su un disco di rete locale che contiene un backup di dati importanti e per avere copie di sicurezza in generale.
Dalla finestra principale di ViceVersa, che mostra le due directory da comparare, è possibile selezionare cinque differenti metori di sincronizzazione. E' anche disponibile una versione "Plus" a pagamento, compatibile con Windows2000 e con varie opzioni aggiuntive (ad esempio può conservare in una terza directory a scelta eventuali files che vengono cancellati durante la sincronizzazione..)

Sequoia View (Freeware 514k)
Non avevo mai visto un hard disk, o meglio il suo contenuto, finché non l'ho visto con Sequoia View! Il programmino è un "visualizzatore" di hard disk capace di mostrarne i contenuti in forma grafica, incolonnando rettangoli e colonne di diverso colore (è possibile abbinare i colori ai tipi di file).
Cliccando sul reticolato colorato, immagine dell'hard disk, è possibile vedere chi e cosa occupa lo spazio, in che modo e scoprire ad esempio dove si annindano grandi files mangiaspazio, o quali directory è bene ripulire. Questo programmino è stato sviluppato sulle basi di una ricerca dell'università di Eindhoven.. lì si che si divertono!

vSubst v1.5
(Freeware 17k)
Disco virtuale, con pochi click. vSubst consente di creare in pochi secondi un disco virtuale da una qualsiasi cartellina di Windows. E' possibile, ad esempio, copiare un intero CdRom all'interno di una cartellina e quindi trasformarla in un Disco Virtuale ed accederci da qualsiasi applicazione come se fosse il Cd originale (anche se alcuni giochi, ad esempio, potrebbero accorgersi dell'assenza del CdRom "fisico").
In sostanza il programmino non è altro che una interfaccia Windows per il "vecchio" comando Dos "subst", niente di più e niente di meno come afferma il creatore di vSubst.