StarOffice 6 pronta a mostrare le sue grazie

Ancora un mese o poco più e Sun rilascerà la prima beta pubblica della nota suite open source StarOffice 6, una versione ricca di novità

San Francisco (USA) - Mostrata in anteprima durante il LinuxWorld di San Francisco, la nuova versione della suite per l'ufficio open source di Sun, StarOffice 6, sembra ormai pronta per farsi ammirare anche dal grande pubblico.

Sun ha infatti annunciato che la prima beta pubblica di StarOffice 6 arriverà all'inizio di ottobre, mentre la versione definitiva dovrebbe fare capolino sul sito di Sun durante il primo trimestre del 2002.

La versione 6 di StarOffice ha accumulato un notevole ritardo rispetto alle stime iniziali, che ne davano il rilascio per dopo l'estate. Sun ha giustificato la cosa sostenendo che, rispetto alla precedente versione 5.2, le novità e i cambiamenti sono davvero tantissimi e una grande porzione del codice del pacchetto è stato riscritto da zero.
La più grossa novità di questa nuova versione di StarOffice sarà l'adozione del formato XML, uno standard adottato anche da Office XP e ormai unanimemente riconosciuto come base comune per l'interoperabilità fra applicativi e piattaforme differenti.

StarOffice 6 consentirà di salvare da qualunque applicativo sia in formato XML sai nel tradizionale formato binario, semplificando altresì l'importazione e l'esportazione di file fra programmi differenti e curando particolarmente la compatibilità con l'imminente Office XP.

Fortunatamente, pare che dopo le molte critiche rivolte dagli utenti all'attuale interfaccia monolitica, la prossima versione della suite open source sarà maggiormente modulare e consentirà di caricare in memoria solo le componenti realmente necessarie per svolgere un compito, risparmiando così risorse di sistema.

Filtri per aprire i formati che verranno introdotti con Office XP verranno rilasciati da Sun anche per l'attuale StarOffice 5.2, scaricabile qui. Nel frattempo procede anche lo sviluppo di OpenOffice, un progetto open source basato su StarOffice e pubblicato per la maggior parte sotto licenza GPL.

Sun sostiene di aver rilasciato oltre 20 milioni di copie di StarOffice da quando, lo scorso anno, acquistò e rilasciò come open source la suite inizialmente sviluppata dalla tedesca Star Division. Da questa piccola software house Sun rilevò anche la tecnologia StarPortal, oggi alla base di SunOne WebTop, la piattaforma con cui Sun intende sfidare Microsoft.NET e cavalcare il nascente mercato delle applicazioni fornite come servizi Web.
20 Commenti alla Notizia StarOffice 6 pronta a mostrare le sue grazie
Ordina
  • Come ho scritto in miei altri passati interventi, la questione delle licenze e' molto spinosa e sta infatti cambiando; ho letto pubblicita' M$ che parla di veri e propri contratti di affitto per le aziende... ora la questione e' un'altra... io voglio contratti/licenze GARANTITE non AS IS e soprattutto se acquisto un software lo voglio completo di manuali... questo M$ non lo ha mai fatto! e non lo fara' finche' qualcuno parecchio arrabbiato non gli fara' causa per qualche disastro e dimostrera' che e' colpa loro...

    qualcuno dira': "ma anche SUN..." il fatto e' che sun ti da' uno StarOffice a gratis e ci fai che ti pare, se vuoi garanzie, paghi, e loro ti assistono come un figlioletto... ci sarebbe anche qui da migliorare, ma intanto la strada e' aperta... e da qui infatti nascono tutte le modifiche comportamentali di Gates & C. nonche' gli attacchi al mondo open source ed alla licenza GPL.

    Il fatto e' che il mercato dell'informatica, sia hardware che software e' ancora molto immaturo, anche negli USA, dove sono sempre molto attenti alle esigenze degli utenti; quando per le aziende del ICT sara' necessario fare il famoso salto del fosso (quello che divide un settore maturo da uno ancora dominato dal forte impulso teconologico) per M$ sara' dura, a meno che non trovino manager capaci di dominare il forte cambiamento.

    Il problema di SUN comunque e' un altro: sono troppo pieni di se e non hanno ancora capito che dovrebbero ristrutturare molte cose e decidere una volta per tutte da che parte stare...
    non+autenticato
  • Dimenticate un fattore fondamentale: M$ non ricava profitti solamente dalla vendita del software, ma anche dalla pubblicazione di manuali (e diritti sugli stessi), la fornitura di esperti e l'organizzazione di corsi certificati.

    Sun, oltre a voler rendere piu' massiccia la sua presenza sul mercato aziendale, ne guadagnera' sicuramente anche dalle stesse altre fonti di M$, ovvero pubblicando manuali (ce ne sono anche qui' in Italia, anche se sono pochi... pensate negli USA) e fornendo corsi su misura.

    Che poi tutto cio' vada a danno di M$ non puo' che farmi piacere.
    non+autenticato
  • Tutto continuerà come adesso, esiste già un crack per sproteggere Office XP.
    Saluti
    non+autenticato
  • Non capisco perche' Sun distribuisca gratuitamente una Suite Office che gli sara' costata migliaia di ore lavoro quindi un sacco di soldi.

    Cioe'... cosa ci guadagna un'azienda a portar via clienti a M$ non ricavandoci niente?

    Grazie!
    non+autenticato
  • Secondo me SUN combatte una battaglia che pochi, o nessun altro hanno mai voluto combatere in passato, cioè cerca di impedire che Microsoft divenga il sistema presente sul 100% dei computer.

    Una delle armi maggiormente usate è, appunto, quella di fornire applicativi gratuiti, infatti perchè MS Office è così diffuso ? A mio avviso perchè costa poco o nulla, infatti (lo vedo perchè lavoro nel campo) su 10 pacchetti installati ne viene pagato sì e no uno.

    Mi chiedo cosa accardà adesso con il nuovo XP che necessita della registrazione on-line, o sarà possibile aggirare il meccanismo facilmente o MS perderà quote di mercato, voi cosa ne pensate ?
    non+autenticato

  • > Una delle armi maggiormente usate è,
    > appunto, quella di fornire applicativi
    > gratuiti, infatti perchè MS Office è così
    > diffuso ? A mio avviso perchè costa poco o
    > nulla, infatti (lo vedo perchè lavoro nel
    > campo) su 10 pacchetti installati ne viene
    > pagato sì e no uno.
    >

    Però M$ non mi sembra in perdida anzi, quindi il fatto che si siano anche copie pirata non mi sembra gli faccia male. Potreste dire: Si ma se anche quelle pirata fossero originali M$ quadagnerebbe ancora di più. Ma non è detto che chi abbia 5 copie originali e 5 pirata sia disposta a comprare le 5 pirata.


    > Mi chiedo cosa accardà adesso con il nuovo
    > XP che necessita della registrazione
    > on-line, o sarà possibile aggirare il
    > meccanismo facilmente o MS perderà quote di
    > mercato, voi cosa ne pensate ?

    Io penso che le quote le possa perdere perchè non so quante persone siano disposte a cambiare SO ogni anno. Inoltre si sà già che fra un anno ci sarà una nuova versione...


    Ciao
    non+autenticato


  • - Scritto da: luca
    >
    > > Una delle armi maggiormente usate è,
    > > appunto, quella di fornire applicativi
    > > gratuiti, infatti perchè MS Office è così
    > > diffuso ? A mio avviso perchè costa poco o
    > > nulla, infatti (lo vedo perchè lavoro nel
    > > campo) su 10 pacchetti installati ne viene
    > > pagato sì e no uno.
    > >
    >
    > Però M$ non mi sembra in perdida anzi,
    > quindi il fatto che si siano anche copie
    > pirata non mi sembra gli faccia male.
    > Potreste dire: Si ma se anche quelle pirata
    > fossero originali M$ quadagnerebbe ancora di
    > più. Ma non è detto che chi abbia 5 copie
    > originali e 5 pirata sia disposta a comprare
    > le 5 pirata.
    >
    Ripeto che secondo me il rapporto non è 50/50 ma in certi uffici arriva al 10/1 e mi chiedo cosa faranno costoro quando saranno costretti a pagare anche le altre 9 licenze di Office.
    >
    > > Mi chiedo cosa accardà adesso con il nuovo
    > > XP che necessita della registrazione
    > > on-line, o sarà possibile aggirare il
    > > meccanismo facilmente o MS perderà quote
    > di
    > > mercato, voi cosa ne pensate ?
    >
    > Io penso che le quote le possa perdere
    > perchè non so quante persone siano disposte
    > a cambiare SO ogni anno. Inoltre si sà già
    > che fra un anno ci sarà una nuova
    > versione...

    Negli maggioranza degli uffici non si paga il SO, tanto quello è preinstallato e la gente non si rende conto che il costo è compreso in quello del PC, e neanche si preoccupa di aggiornarlo, semplicemente quando il PC non c'è la fa più lo cambia, e di nuovo si trova il SO preinsallato.

    L'unica cosa che comprano e pagano è Office.
    non+autenticato

  • > > appunto, quella di fornire applicativi
    > > gratuiti, infatti perchè MS Office è così
    > > diffuso

    M$ ha sfruttato la diffusione delle copie pirata della sua Suite per diffondere nuovi formati proprietari


    > Però M$ non mi sembra in perdida anzi,
    > quindi il fatto che si siano anche copie
    > pirata non mi sembra gli faccia male.

    Anzi tutt'altro!!!!

    > > Mi chiedo cosa accardà adesso con il nuovo
    > > XP che necessita della registrazione
    > > on-line, o sarà possibile aggirare il
    > > meccanismo facilmente o MS perderà quote
    > di mercato, voi cosa ne pensate ?

    Secondo me M$ ha raggiunto il proprio apice con win2k e office 2k ed e' quindi destinata a un inesorabile declino.

    Ormai sono sempre piu' i negozianti di pc che forniscono la suite Staroffice preinstallata sulle loro macchine.

    Secondo me si sono tirati la zappa sui piedi, perche' se veramente questo Office XP offrisse qualcosa di talmente rivoluzionario da giustificarne il costo (pensate a un'azienda con centinaia di workstation) di acquisto.

    Per quello che deve fare una segretaria, uno studente, uno scrittore, quello che offre Office 2000 e' il non plus ultra.
    non+autenticato
  • > Mi chiedo cosa accardà adesso con il nuovo
    > XP che necessita della registrazione
    > on-line, o sarà possibile aggirare il
    > meccanismo facilmente o MS perderà quote di
    > mercato, voi cosa ne pensate ?

    in XP le nuove installazioni soltanto hanno bisogno di registrazione.
    Le copie preinstallate non ne hanno bisogno, e si puo' anche cambiare scheda madre, basta che non si cambi produttore della scheda, perche' il sistema e' agganciato al bios.

    Maggiori info su www.wininformant.com

    Ciao
    non+autenticato

  • > in XP le nuove installazioni soltanto hanno
    > bisogno di registrazione.
    > Le copie preinstallate non ne hanno bisogno,
    > e si puo' anche cambiare scheda madre, basta
    > che non si cambi produttore della scheda,
    > perche' il sistema e' agganciato al bios.
    >
    > Maggiori info su www.wininformant.com

    | da wininformant.com:
    | This means that users can change every single
    | piece of hardware on their system and never have | to activate the product.

    e fin qui tutto bene

    | This includes the motherboard as well, assuming
    | they get a new motherboard from the same PC
    | maker.

    e se voglio cambiare produttore di scheda madre? e se neanche la nuova mi soddisfa e la voglio cambiare un'altra volta dopo un mese? non posso più farlo? ma scherziamo?

    | Since new PC purchases account for over 90
    | percent of Windows licenses, this will affect
    | the majority of people interested in XP.

    e il rimanente 10%? mettiamo che domani mi alzi la mattina e voglia installarlo. devo essere punito per questo? o devo essere costretto a comprare un nuovo PC per evitare la ri-registrazione quando cambio la scheda audio? e se un giorno lo mando in assistenza loro non lo possono toccare! non possono provare se un disco rigido aggiuntivo va bene o no! oppure dobbiamo stare sempre attaccati come tanti cagnolini alla tetta del numero verde di mamma Microsoft?!?

    questa storia mi convince sempre meno...

    > Ciao

    ciao
    non+autenticato
  • > | This includes the motherboard as well,
    > assuming
    > | they get a new motherboard from the same PC
    > | maker.
    >
    > e se voglio cambiare produttore di scheda
    > madre? e se neanche la nuova mi soddisfa e
    > la voglio cambiare un'altra volta dopo un
    > mese? non posso più farlo? ma scherziamo?
    >

    Non e' la stessa cosa che ho scritto io?

    > | Since new PC purchases account for over 90
    > | percent of Windows licenses, this will
    > affect
    > | the majority of people interested in XP.
    >
    > e il rimanente 10%? mettiamo che domani mi
    > alzi la mattina e voglia installarlo. devo
    > essere punito per questo? o devo essere
    > costretto a comprare un nuovo PC per evitare
    > la ri-registrazione quando cambio la scheda
    > audio?

    normalmente il cambio hardware non da problemi.
    Se non sbaglio bisogna cambiare almeno 4 componenti contemporaneamente per aver di nuovo bisogno della registrazione.
    Che, se hai acquistato con regolare licenza il tuo OS, benche' sia una forzatura, non ti crea problemi, visto che puoi farla anche telefonicamente, chiamando il centro MS del tuo paese.

    > e se un giorno lo mando in assistenza
    > loro non lo possono toccare! non possono
    > provare se un disco rigido aggiuntivo va
    > bene o no! oppure dobbiamo stare sempre
    > attaccati come tanti cagnolini alla tetta
    > del numero verde di mamma Microsoft?!?
    >

    Credo che per gli OEM ci siano contratti diversi.
    Cmq non difendo la WPA, ho solo riportato, per precisione, quanto avevo letto.

    Ciao
    non+autenticato
  • > e se voglio cambiare produttore di scheda
    > madre? e se neanche la nuova mi soddisfa e
    > la voglio cambiare un'altra volta dopo un
    > mese? non posso più farlo? ma scherziamo?
    Ai masochisti piace essere picchiati e frustati..
    il mondo e' bello perche' e' vario..

    > bene o no! oppure dobbiamo stare sempre
    > attaccati come tanti cagnolini alla tetta
    > del numero verde di mamma Microsoft?!?
    Ci sei quasi... ma la parte anatomica che vogliono far succhiare non e' la tetta......
    non+autenticato
  • office XP così come WinXP possono essere usati su QUALSIASI computer personale per TRENTA GIORNI. quindi se uno cambia computer, in questo lasso di tempo deve registrarsi in linea e se il pc è diverso o si sono esaurite le 5 registrazioni online, chiami il numero verde e lo attivi da lì.

    ci sono tantissime cose da criticare di XP in generale, ma puntate il dito proprio su questa cosa che è una banalità mostruosa?
    non+autenticato
  • > registrarsi in linea e se il pc è diverso o
    > si sono esaurite le 5 registrazioni online,
    > chiami il numero verde e lo attivi da lì.

    Ma che si arrangino tutti, io uso VI (neanche VIM che e' troppo grafico) e faccio tutto da linea di comando con un vt100 scassato attaccato alla console seriale su 3 fili, e con LaTeX e TeX faccio cose che Word se le sogna!!

    A Natale compro un PC con la grafica per far funzionare MOTIF (anzi lesstif che e' **LIBERO**) Sorride
    non+autenticato