Carnivore/ Clamoroso boomerang piomba sul DOJ

Cryptome trova un modo per leggere i nomi del panel segreto che doveva rivedere il sistema di intercettazione email e scopre, ahitutti, che gli esperti non sono altro che emissari dell'amministrazione Clinton. Sono lì per assolvere Carnivore

Washington (USA) - Ieri l'annuncio ufficiale: il Ministero della Giustizia aveva individuato la Commissione di esperti che avrebbe finalmente potuto rivedere il sistema Carnivore per verificare in quale misura può violare la privacy degli utenti Internet. Come si ricorderà, Carnivore è un sistemone che l'FBI vuole in tutti i provider americani per intercettare rapidamente qualsiasi email senza troppa fatica. Ma ora il pomposo annuncio di ieri è stato pubblicamente sconfessato, traducendosi in un clamoroso boomerang per il Ministero della Giustizia e il procuratore generale USA Janet Reno.

Quelli di Cryptome, infatti, hanno scoperto i nomi dei membri della Commissione. Questi dovevano essere "esperti imparziali" ma, ahitutti, si scopre che tra loro vi sono un funzionario del Ministero, un consulente di Clinton, un ex funzionario dei servizi segreti della NSA, uno del Pentagono e uno del Tesoro.

Colpisce, oltre allo scandalo delle nomine, anche il fatto che secondo Cryptome per scoprire i nomi sia bastato copiare e incollare il testo del documento di presentazione del Ministero, formattato in .pdf, con un plugin Adobe come Pitstop per individuare quali nomi erano stati "nascosti" da apposite maschere inserite sopra il testo.
Per verificare, come suggerisce The Register, è sufficiente recarsi sul sito dell'annuncio ufficiale e su quello di Cryptome contenente i risultati dell'operazione.

Va detto che sulla scoperta di Cryptome, al momento, non sono giunte reazioni dal Ministero.
TAG: privacy