OplÓ, il W3C vettorializza il Web

Il World Wide Web Consortium raccomanda le nuove specifiche di SVG, un nuovo formato grafico vettoriale che porterÓ interoperabilitÓ lÓ dove fino ad oggi esisteva soltanto uno standard proprietario: Flash

Web (Internet) - Dopo 13 lunghi mesi di revisioni, e ad oltre due anni e mezzo dalla prima proposta, le specifiche dello Scalable Vector Graphics (SVG) 1.0 sono finalmente divenute una raccomandazione ufficiale del World Wide Web Consortium (W3C).

Questo nuovo standard grafico, come ha affermato un portavoce di Adobe - una delle aziende che, insieme a nomi del calibro di Microsoft, Autodesk, Macromedia, IBM, HP, Kodak ed altri, hanno partecipato alla sua definizione -, potrebbe avere un significativo impatto sul futuro del Web, agevolando la diffusione di contenuti animati e interattivi che ottimizzino la banda e si adattino ad una disparata varietÓ di dispositivi.

Lo SVG, simile per molti versi allo standard proprietario Flash di Macromedia, Ŕ un formato grafico e un linguaggio basato su XML per la descrizione di immagini e animazioni vettoriali. Con SVG il W3C offre agli sviluppatori e ai Web designer uno strumento cross-platform che amplia l'interoperabilitÓ e la ricchezza espressiva del Web.
"Flash ha dimostrato come qui ci sia un definitivo bisogno di grafica vettoriale", ha detto Chris Lilley, a capo del gruppo che nel W3C si occupa di grafica. "Quello che la gente ha trovato Ŕ che esiste giÓ un'infrastruttura XML. Cosý, utilizzando questa stessa infrastruttura per la grafica come la si sta usando per testo e dati, si potranno utilizzare gli stessi tool di authoring. Questo Ŕ davvero potente: significa che non sarÓ difficile avere una prospettiva grafica di qualsiasi cosa che riguarda il testo".

Il grande vantaggio della grafica vettoriale Ŕ quello di essere "leggera", e dunque di occupare poca banda: a differenza delle immagini cosiddette "bitmap", come JPG e GIF, un'immagine vettoriale, infatti, contiene solo la descrizione geometrica del suo contenuto.
TAG: mondo
18 Commenti alla Notizia OplÓ, il W3C vettorializza il Web
Ordina
  • se ne sentiva parlare qualche anno fa ...
    non+autenticato
  • e' finito nel rottamaio dei formati assieme ad altri tentativi infruttuosi di immporre uno standard ;O)
    non+autenticato
  • Mi ricordo il periodo (circa 96) dove sembrava che da un giorno all'altro la rete diventasse 3D e noi si girasse in mall virtuali con i nostri avatar customizzati ...
    Buffo, quello che non e' riuscito a fare VRML lo ha fatto Unreal ...

    Che bella l'archeologia informatica!!!!

    Ciao!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bolcho
    > se ne sentiva parlare qualche anno fa ...

    il VRML serve per il gestire il 3D, non le immagini vettoriali. Cmq è (quasi) morto
    non+autenticato
  • Data la mia (poca) conoscenza dell'argomento non riesco a cogliere le differenze. Pensavo che il 3d, a parte texture, shading ecc.. fosse un discorso fondamentalmente basato sulla grafica vettoriale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Bolcho
    > Data la mia (poca) conoscenza dell'argomento
    > non riesco a cogliere le differenze. Pensavo
    > che il 3d, a parte texture, shading ecc..
    > fosse un discorso fondamentalmente basato
    > sulla grafica vettoriale.

    Vero, ma non ├Ę vero il contrario:
    la grafica 3d ├Ę vettoriale, ma la grafica vettoriale non ├Ę (sempre) 3d.
    La grafica vettoriale ├Ę quella che puoi fare con Adobe Illustrator o Corel Draw oppure quella delle clipart di Office.
    non+autenticato

  • - Scritto da: A.C.
    > - Scritto da: Bolcho
    > > Data la mia (poca) conoscenza
    > dell'argomento
    > > non riesco a cogliere le differenze.
    > Pensavo
    > > che il 3d, a parte texture, shading ecc..
    > > fosse un discorso fondamentalmente basato
    > > sulla grafica vettoriale.
    >
    >    Vero, ma non ├Ę vero il contrario:
    > la grafica 3d ├Ę vettoriale, ma la grafica
    > vettoriale non ├Ę (sempre) 3d.
    >    La grafica vettoriale ├Ę quella che puoi
    > fare con Adobe Illustrator o Corel Draw
    > oppure quella delle clipart di Office.

    Si, cmq. il fallimento presunto del VRML e' anche dovuto al fatto he la "Realta' Virtuale" ha fatto un flop colossale, non al fatto che e' stato standardizzato o simili
    non+autenticato


  • - Scritto da: Dixie
    >
    > - Scritto da: A.C.
    > > - Scritto da: Bolcho
    > > > Data la mia (poca) conoscenza
    [snip]
    >il fallimento presunto del VRML e'
    > anche dovuto al fatto he la "Realta'
    > Virtuale" ha fatto un flop colossale, non al
    > fatto che e' stato standardizzato o simili

    IMHO, vero che il discorso dello standard non c'entra con il fallimento, ma nemmeno il fatto che la realtà virtuale sia stataun flop. Semplicmente non può aver fatto flop perché, come kla intende il vrml, non è mai tata lanciata; qualcuno poco sopra nominava Unreal: il fatto che abbiamo la realtà virtuale 3d sotto forma di _videogioco_ (e badate che ormai ci sono campionati internazionali con sponsorizzazioni quasi calcistiche) dimostra che il bisogno di RV c'è eccome. Certo perà ovviamente nessuno ha bisogno di noisissimi Virtual mall, come accennava qualc'un altro, se non i manager che li finanzierebbero... Insomma il problema del vrml era squisitamente tecnico: è stato progettatro da programmatori tradzionali, abituti a gestire documenti, per cui era toppo lento anche per un carrello della spesa... E invece la gente voleva macchine da corsa, bot di quake e volare nel cyberspazio come in Jhonny Mnemonic...
    Infatti, quasi tutte le ditte di grafica, a comiciare da autodesk, prpongono visualizzatori 3d non standard per poter mettere dati 3d in internet, il che salverebbe veramente u sacco di lavoroa categorie come designer, architetti e quanti per campare facciano modelli 3d (mai provatro a mandare per posta elettronica un rendering e aspettare la risposta? e fare un Book da dare in giro assieme al curriculum? E far capire a un cliente digiuno di architettura d'interni cose ecvidenti dal disegno statico solo a un tecnico? Se potete, non provateci, è meglio.)
    Inogni caso, essendo un ling. di markup, il vrml è non morto: con un dtd adatto basta ben-scriverlo e diventa un dialetto xml (xvrml?), cioé in pratica un superscript dell'svg (Ok, è meno semplice di come l'ho fatta, ma si può fare)
    A proposito, q.no ha voglia di scrivere un motore vrml decentemente veloce? Mi sa che basta quello per ridare vita al "morituro"...
    non+autenticato
  • mi ricordavo che q.sa c'era gia in giro, einfatti eccolo qua praticamente quello che ho descritto, con già il dtd pronto: x3d
    http://www.web3d.org/x3d/

    è proprio il successore ufficiale di vrml, ma è moolto giovane.
    non+autenticato
  • > Si, cmq. il fallimento presunto del VRML e'
    > anche dovuto al fatto he la "Realta'
    > Virtuale" ha fatto un flop colossale, non al
    > fatto che e' stato standardizzato o simili

    La realta' virtuale non esistera' fino a quando non ti ficcheranno una spina in testa e il computer potra' comunicare al tuo cervello le sensazioni simulate. Se per realta' virtuale intendi gli occhialini 3d e il caschetto ,beh magari tra qualche anno i monitor saranno tutti indossabili... vallo a sapere.
    non+autenticato
  • Non mi risulta che il VRML sia un formato grafico vettoriale, oggetto dell'articolo. O mi sbaglio? Io sapevo che era un'estensione di Internet Explorer che dava la possibilita' di gestire le immagini tridimensionali, che non c'entrano un tuba con il formato grafico vettoriale come SVG o FLASH.

    In altre parole: il VRML e' una cosa, e l'SVG un'altra. Sono l'uno l'antipodo dell'altro. O no?Come dire: "E la neve dov'e' finita?" mentre si parla magari di onde dell'oceano.

    Ciaoooooooooooo!
    non+autenticato
  • mi sembra il caso di segnalare a riguardo batik
    http://xml.apache.org/batik/
    non+autenticato
  • probabilmente l'editor grafico puro più usabile, anche se non open source, è jasc webdraw (già trajectory pro), beta gratuita x win, http://www.jasc.com/webdraw.asp?
    poi per win, lin e parcchi altri, GPL, c'è DIA, clone di Visio, che salva in svg.

    - Scritto da: topsy
    > mi sembra il caso di segnalare a riguardo
    > batik
    > http://xml.apache.org/batik/
    non+autenticato
  • Premesso che il vantaggio nell'utilizzo di un linguaggio è direttamente proporzionale alla diffusione del plug-in (sarà anche veloce ma se la prima volta devo aspettare mezz'ora il download del plugin...) se il w3c lo raccomanda e Microsoft ha contribuito alla definizione il plugin sarà già compreso in explorer 6?

    Scappo a vedere sul sito MicrosoftSorride
    non+autenticato
  • Explorer 6 rimane compatibile solo con il VML (lo standard proposto un paio di anni fa' da MS) e supporta una parte delle specifiche SMIL 2.0 . PEr fortuna, anche se non dovrebbe più consentire l'uso dei Plug-in stile Netscape, il plug-in di Adobe lavora bene anche in questa versione del browser
    non+autenticato
  • Ma si', non fate i soli corvi del malaugurio
    non+autenticato
  •         
    non+autenticato