IBM sfida i serveroni Sun con i Power4

Big Blue sfida Sun nel settore dei mainframe e lo fa con un nuovo server equipaggiato con le innovative CPU Power4 a due nuclei

Armonk (USA) - Big Blue non ci sta e, dopo il tentativo di Sun di riguadagnare terreno con il recente lancio della sua nuova linea di server Starcat, annuncia il tanto atteso p690, nome in codice Regatta, un server Unix hi-end che promette prestazioni da primato col un numero di CPU nettamente inferiore rispetto alla concorrenza.

Regatta supporta fino a 32 processori Power4 a 1,1 Ghz e 1,3 GHz, ma il numero delle CPU e la loro frequenza assume qui un valore meno determinante che in altri server. Regatta è infatti ottimizzato soprattutto nell'offrire una grande quantità di banda passante, pari a 125 GB/s, e le sue CPU, i nuovi Power4 - che fanno qui il loro debutto - sono i primi chip ad avvalersi della nuova architettura "server-on-a-chip".

I Power4 contengono infatti due nuclei di calcolo sullo stesso stesso chip che, oltre a bypassare i tradizionali bus, permettono di ottenere prestazioni elevate con la metà, o anche meno, dei processori richiesti da altre soluzioni.
IBM dichiara, per i suoi Power4, prestazioni quasi doppie rispetto agli UltraSparc III di Sun, e dai prezzi pubblicati si evince che il prezzo di Regatta è circa un terzo rispetto a quello del Fire 15K presentato di recente da Sun.

Big Blue sostiene poi che l'utilizzo di un minor numero di CPU riduce sensibilmente non soltanto lo spazio occupato dal server ma anche i suoi consumi, un fattore, quest'ultimo, divenuto sempre più importante alla luce della crisi energetica degli USA.
TAG: hw
2 Commenti alla Notizia IBM sfida i serveroni Sun con i Power4
Ordina