Una tastiera di tessuto lavabile

Ci pensa Elektex, che intende puntare tutto su una tastiera che può essere arrotolata, trattata male e lavata in lavatrice. Una tastiera che quando si usa è come toccare una maglia. Per PDA e affini. Ma c'è anche il telefono al gel

Web - Se c'è qualcosa di impervio per gli utenti degli infodevice e dei sistemi leggerissimi che stanno invadendo il mercato è digitare i propri testi, messaggi o documenti impegnativi, sulle microtastiere dei palmari o, peggio, sulle tastiere virtuali visualizzate sui microscopici schermi dei PDA.

In molti ricorrono a tastiere opzionali esterne, che permettono di interfacciarsi in modo ben più comodo con questo genere di strumenti. Ed è per questo che stanno uscendo sul mercato tastiere grandi ma costruite con materiali sempre più alternativi, come la plastica sottile, per permettere un trasporto comodo della tastiera che magari finisce arrotolata in una borsa.

Elektek pensa di aver trovato la migliore delle soluzioni: una tastiera di tessuto. L'azienda, pioniera del tessuto intelligente, ovvero dell'integrazione dei tessuti con conduttori elettronici, si appresta a lanciare la prima tastiera che può essere non solo arrotolata ma anche lavata in una lavatrice senza temere conseguenze.
Il device può essere arrotolato, piegato, maltrattato e, stando all'azienda, il "feeling" che porta con sé sarà di grande successo e ne farà un bestseller. Non si conoscono i prezzi del nuovo strumento ma dovrebbe essere compreso tra i 50 e i 70 dollari ed apparirà anche sui mercati europei nei primi mesi dell'anno prossimo.

Va detto che la stessa azienda sta tentando la commercializzazione di un telefono decisamente particolare, costituito da un interno di gel compatto e ricoperto dal tessuto intelligente di ElekTek. Secondo l'azienda sarebbero già numerosi gli operatori del settore interessati all'acquisizione del prodotto nelle proprie linee di device fornite ai propri utenti.
TAG: hw