WinXP, sotto con gli aggiornamenti!

In concomitanza con il debutto sul mercato di Windows XP, Microsoft ha rilasciato diversi aggiornamenti e add-on al sistema. Ecco come ottenerli

WinXP, sotto con gli aggiornamenti!Roma - Sebbene sia stato appena lanciato sul mercato, Windows XP già dispone di un certo numero di aggiornamenti ed espansioni, sia gratutite che a pagamento, che aggiungono al sistema nuove funzionalità o migliorano quelle preesistenti.

Alcuni di questi aggiornamenti possono essere scaricati, oltre che manualmente dal sito di Microsoft, attraverso la funzione Aggiornamenti Automatici di Windows XP (se ne parla più approfonditamente in seguito).

Questi aggiornamenti includono centinaia di nuovi driver di periferica, tutti certificati per soddisfare i requisiti imposti da Microsoft con le specifiche "Designed for Windows Logo"; un nuovo aggiornamento di compatibilità che aggiunge il supporto in XP ad una quarantina di popolari applicativi; un update per Movie Maker, il software integrato in XP per creare filmati amatoriali, che lo porta alla versione 1.2 ed aggiunge una nuova risoluzione con qualità vicina al DVD ed un migliore supporto al formato Windows Media Video (WMV) 8.
Microsoft ha poi aggiornato il noto insieme di utilità di sistema PowerToys. Questi tool, disponibili qui, si integrano ora appieno con XP ed includono un'utilità per cambiare velocemente profilo utente; una calcolatrice grafica; un comodo sostituto della funzionalità ALT-Tab per passare da un'applicazione all'altra; un virtual desktop manager per gestire fino a 4 desktop virtuali; un tool per ridimensionare più foto in contemporanea; un plug-in per accedere in modo veloce, da una qualsiasi cartella, alla shell a linea di comando; un generatore slide show in HTML; una lente d'ingrandimento in grado di zoommare una qualsiasi parte dello schermo; un piccolo catturatore video in grado di salvare, ad intervalli regolari, immagini da una web cam ed eventualmente pubblicarle in automatico su di un sito Web.

Insieme ai nuovi XP PowerToys arriva anche il ben noto TweakUI, un centro di controllo da dove poter configurare molti aspetti del sistema e attivare o disattivare diverse funzionalità più o meno nascoste di Windows.

Da questa pagina è invece possibile scaricare il già anticipato aggiornamento a Windows Messenger, il nuovo client di instant messaging che in Windows XP ha rimpiazzato MSN Messenger e che, secondo quanto riporta Microsoft, consente di "effettuare chiamate vocali dal vostro computer verso un telefono ovunque nel mondo, effettuare conversazioni video e sfruttare i miglioramenti nella facilità di utilizzo quali raggruppare i contatti, nuovi menu basati sulle attività e divertenti nuove emoticon".

Nella lista delle amenità è possibile scaricare il Windows XP Screensaver, un salvaschermo 3D che fa uso delle Direct3D 8.0 incluse nel nuovo OS.

Fra gli altri aggiornamenti si possono poi trovare il "Setup Disks for floppy boot install", che serve a creare i dischi di boot per installare Windows XP Home e Windows XP Professional in assenza di un CD-ROM; la patch Power Now availability in XP, che aggiunge in entrambe le edizioni di Windows XP il supporto alla tecnologia di gestione dei consumi Power Now inserita da AMD negli Athlon 4; la patch Step By Step Interactive Training Patch, che pone fine ad un problema che si verifica nel caso in cui si installi il programma di esercitazione incluso nei CD di Windows XP su di una partizione NTFS e con privilegi di semplice utente.

Come espansioni a pagamento, per il momento disponibili solo in lingua inglese, sono invece diponibili Plus! for Windows XP, il tradizionale pacchetto in cui Microsoft inserisce giochi, screensaver, temi, skin ed altri gingilli di tal sorta di cui si è parlato di recente in questa news; MP3 Creation Pack e DVD Decoder Pack di Cyberlink e InterVideo, due espansioni che completano il supporto di XP agli MP3 e ai DVD (vedi news).
TAG: sw
315 Commenti alla Notizia WinXP, sotto con gli aggiornamenti!
Ordina
  • Ho istallato la versione beta di Windows XP nella rete aziendale. Subito sono sorti problemi per la comunicazione in rete di Windows Xp con gli altri computers della rete (rete con server Windows NT), in particolar modo non riesco ad accedere al dominio di Windows NT per il riconoscimento delle password di accesso alla rete, riesco solo a condividere le stampanti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giuseppe Colazzo
    > Ho istallato la versione beta di Windows XP
    > nella rete aziendale. Subito sono sorti
    > problemi per la comunicazione in rete di
    > Windows Xp con gli altri computers della
    > rete (rete con server Windows NT), in
    > particolar modo non riesco ad accedere al
    > dominio di Windows NT per il riconoscimento
    > delle password di accesso alla rete, riesco
    > solo a condividere le stampanti.


    Che versione hai installato?
    Professional o Home?
    Se è la Home ti dico già che non può accedere ad un dominio NT.
    Se invece è la Professional ho bisogno di sapere quale beta è: Beta 2, RC1 o RC2 (va bene anche il numero di build se lo sai)?


    Byee
    Zeross
    non+autenticato
  • Adesso che finalmente windows ha raggiunto una discreta stabilita` penso che si debba incominciare a migliorarlo, qui ci sono un po` di desideri per la prossima versione:
        - Eliminazione dei registri, bisogna trovare un altro sistema che magari si possa riparare da se`.
        - possibilita` di spostare le applicazioni in altri dischi/directory dopo che sono state installate.
        - Eliminazione dell`installazione, i programmi si dovrebbero poter installare semplicemente copiandoli.
        - possibilita` di sapere per ogni DLL che cosa e`, a che cosa serve, quale programma l`ha installata e quando.
        - link di tutti i files di un programma in uno o pochi files con conseguente semplificazione del contenuto del disco
        - mantenimento della struttura delle directory messe nel cestino in modo da poterle eventualmente recuperare intatte con tutti i file al loro posto.
        - eliminazione dei percorsi paralleli per configurare il sistema, per fare qualunque variazione ci deve essere una strada soltanto.
        - Miglioramento dei file "collegamento", il link deve seguire il file principale anche se questo viene spostato.
        - Poter stampare il contenuto (la directory) di un floppy, di un cd o di una cartella

    aggiungete le vostre richieste!
    non+autenticato
  • - Scritto da: propositivo
    > Adesso che finalmente windows ha raggiunto
    > una discreta stabilita` penso che si debba
    > incominciare a migliorarlo, qui ci sono un
    > po` di desideri per la prossima versione:
    >     - Eliminazione dei registri, bisogna
    > trovare un altro sistema che magari si possa
    > riparare da se`.

    Il registro verrà snellito con l'avvento di .NET

    >     - possibilita` di spostare le
    > applicazioni in altri dischi/directory dopo
    > che sono state installate.

    Altra caratteristica delle applicazioni .NET

    >     - Eliminazione dell`installazione, i
    > programmi si dovrebbero poter installare
    > semplicemente copiandoli.

    Impossibile, anche perchè significherebbe installare sempre tutto (immaginati ad installare tutto Office, invece di scegliere cosa installare e cosa no)... i setup sono necessari.


    >     - possibilita` di sapere per ogni DLL
    > che cosa e`, a che cosa serve, quale
    > programma l`ha installata e quando.

    Questo c'è già, sta ai programmatori compilare correttamente tutti i campi delle informazioni quando creano una DLL.


    >     - link di tutti i files di un programma
    > in uno o pochi files con conseguente
    > semplificazione del contenuto del disco

    Qui non si capisce cosa intendi...


    >     - mantenimento della struttura delle
    > directory messe nel cestino in modo da
    > poterle eventualmente recuperare intatte con
    > tutti i file al loro posto.

    Le cartelle vengono già mantenute nel cestino, semplicemente non le vedi... forse intendevi dire questo?


    >     - eliminazione dei percorsi paralleli
    > per configurare il sistema, per fare
    > qualunque variazione ci deve essere una
    > strada soltanto.

    Non sono d'accordo, questione di gusti...

    >     - Miglioramento dei file "collegamento",
    > il link deve seguire il file principale
    > anche se questo viene spostato.

    Sarebbe un po' dispendioso, il sistema dovrebbe ricercare tutti i file .lnk collegati e modificarli quando sposti un file.

    >     - Poter stampare il contenuto (la
    > directory) di un floppy, di un cd o di una
    > cartella

    Ma serve?
    Cmq c'è già, quanto meno dalla riga di comando.


    Io piuttosto sono anni che, da beta tester, propongo una modifica molto più semplice da realizzare, ma mi hanno sempre risposto picche:

    quando copi un file in una cartella che già contiene un file con lo stesso nome ti viene chiesto se vuoi sovrascriverlo o no.
    Beh, io vedrei bene anche un pulsante "Rinomina" per cambiare il nome del file al volo nel casi li si voglia mantenere entrambi.
    Attualmente si è costretti a rispondere no, andare a rinominare il file e ripetere poi l'operazione.


    Byee
    Zeross
    non+autenticato


  • > >     - link di tutti i files di un
    > programma
    > > in uno o pochi files con conseguente
    > > semplificazione del contenuto del disco
    >
    > Qui non si capisce cosa intendi...
    >

    semplice, qualunque programma in windows e` composto da decine o centinaia di files (anche su linux) cosa che all`utente finale, cioe` il 99.9 % degli utenti non interessa, ma questo rende complessa la configurazione del disco,
    "ma questo file lo posso cancellare? ma forse e` meglio di no magari non funziona piu` qualche cosa, poi tanto tra un po` formatto tutto e le cose inutili se ne vanno"

    In mac per esempio ogni programma e` composto da un solo file piu` una manciata di file accessori, e hai sempre il controllo della situazione.
    non+autenticato


  • - Scritto da: Zeross
    > - Scritto da: propositivo
    ....................

    > >     - Eliminazione dell`installazione, i
    > > programmi si dovrebbero poter installare
    > > semplicemente copiandoli.
    >
    > Impossibile, anche perchè significherebbe
    > installare sempre tutto (immaginati ad
    > installare tutto Office, invece di scegliere
    > cosa installare e cosa no)... i setup sono
    > necessari.

    Beh, chiaro che un conto e' Office e un conto e' un programmino del tipo calcolatrice o lista degli appuntamenti. Ma di fatto spesso gia' ora questi programmi non richiedono un'installazione. E' chiaro che poi ti devi andare a modificare a mano il menu' di avvio. Procedura semplice ma che presuppone una minima (anche se veramente veramente minima) conoscenza di come e' organizzato Windows. Diciamo che sarebbe comodo poter scegliere che tipo di installazione fare (automatica o manuale).

    ............................

    >
    > >     - link di tutti i files di un
    > programma
    > > in uno o pochi files con conseguente
    > > semplificazione del contenuto del disco

    >
    > Qui non si capisce cosa intendi...
    >

    In effetti ....

    L'ho capito dopo aver letto la risposta ....

    Direi pero' che dipende da chi scrive il programma e non da Windows .....

    >
    > >     - mantenimento della struttura delle
    > > directory messe nel cestino in modo da
    > > poterle eventualmente recuperare intatte
    > con
    > > tutti i file al loro posto.
    >
    > Le cartelle vengono già mantenute nel
    > cestino, semplicemente non le vedi... forse
    > intendevi dire questo?
    >

    In effetti..
    Sarebbe invece comodo poter ripristinare solo alcuni files da una directory eliminata, invece si e' obbligati a ripristinare tutta la directory e poi cancellare i files che non interessano.

    .................

    > >     - Poter stampare il contenuto (la
    > > directory) di un floppy, di un cd o di una
    > > cartella
    >
    > Ma serve?
    > Cmq c'è già, quanto meno dalla riga di
    > comando.
    >

    SERVE !!!!!!

    > Io piuttosto sono anni che, da beta tester,
    > propongo una modifica molto più semplice da
    > realizzare, ma mi hanno sempre risposto
    > picche:
    >
    > quando copi un file in una cartella che già
    > contiene un file con lo stesso nome ti viene
    > chiesto se vuoi sovrascriverlo o no.
    > Beh, io vedrei bene anche un pulsante
    > "Rinomina" per cambiare il nome del file al
    > volo nel casi li si voglia mantenere
    > entrambi.

    Concordo al 110% !!!!

    (Ehm... in KDE c'e' gia' Sorride )


    non+autenticato


  • > >     - mantenimento della struttura delle
    > > directory messe nel cestino in modo da
    > > poterle eventualmente recuperare intatte
    > con
    > > tutti i file al loro posto.
    >
    > Le cartelle vengono già mantenute nel
    > cestino, semplicemente non le vedi... forse
    > intendevi dire questo?

    intendo che tutto cio` che finisce nel cestino mantenga la struttura che aveva in precedenza, che ci si possa navigare dentro e recuperare sia singoli file sia strutture parziali di directory.
    In pratica crea una nuova cartella chiamala cestino e capisci cosa intendo.

    non+autenticato
  • - Eliminazione dei registri, bisogna
    > trovare un altro sistema che magari si possa
    > riparare da se`.
    >     - possibilita` di spostare le
    > applicazioni in altri dischi/directory dopo
    > che sono state installate.
    >     - Eliminazione dell`installazione, i
    > programmi si dovrebbero poter installare
    > semplicemente copiandoli.
    >     - possibilita` di sapere per ogni DLL
    > che cosa e`, a che cosa serve, quale
    > programma l`ha installata e quando.
    >     - link di tutti i files di un programma
    > in uno o pochi files con conseguente
    > semplificazione del contenuto del disco
    >     - mantenimento della struttura delle
    > directory messe nel cestino in modo da
    > poterle eventualmente recuperare intatte con
    > tutti i file al loro posto.
    >     - eliminazione dei percorsi paralleli
    > per configurare il sistema, per fare
    > qualunque variazione ci deve essere una
    > strada soltanto.
    >     - Miglioramento dei file "collegamento",
    > il link deve seguire il file principale
    > anche se questo viene spostato.
    >     - Poter stampare il contenuto (la
    > directory) di un floppy, di un cd o di una
    > cartella


    ma comprati un mac che queste cose le fa da sempre!!
    non+autenticato
  • Amiga, 1985, 512Mb di memoria espandibili, multitasking, interfaccia video grafica standard a 4096 colori, 4 canali D/A per audio, interfacce joystick e mouse integrate, microprocessore motorola 68000 a 32bit, tale processore indirizzava fino a 16Mb, indirizzamento lineare, etc... etc..., GUI, shell da linea di comando, velocissimo è dotato di appositi coprocessori per gestire audio, grafica, periferiche, possibilità di usare nomi lunghi per i file, etc...

    PC IMB+DOS MS, 1985, siamo alla versione 3.3 (uhuahua), interfaccia grafica CGA a 4 colori, mouse inesistente, necessità di caricare i driver per far funzionare le periferiche, modalità testo, audio inesistente, nomi dei file a 8 lettere + 3 di estensione, etc... etc...

    Da allora in poi MS ha semplicemente arricchito a caro prezzo con nuove possibilità i suoi OS, possibilità che avevamo già da anni, di default, con altri sistemi...

    Ha inventato il nulla. Il suo nuovo piano pubblicitario si basa sulla frase "ora puoi"...

    Uhauhauhauahuahuha!!!

    Beh, per chi ha conosciuto solo MS e PC è proprio vero. Solo ora 'possono'... ;-D
    non+autenticato
  • Certo, ora che c'è WindowsXP voi potete ROSICARE INVIDIOSI, come e più di quanto fate sempre.
    Avete un sistema operativo (CFSC) FINTO, PUPAZZO, buono si e no a farci girare i programmini in basic.

    Rosicate che la Microsoft ha tirato fuori un grande sistema operativo desktop? Eh lo so.. ma sapete? Il software serio costa denaro, quindi voi altri pezzenti usate pure leenooz (CFSC).

    Linux (cfsc): un sistema operativo per rendere un PentiumIII potente come un Vic20.

    Michele Coppo
    non+autenticato
  • Bè, per poter rosicare gli amanti di Linux, dovrebbero vedere win* girare su Sparc, UltraSparc, Risc, etc. win* non gira su nessuna architettura superiore, quindi pensa per cos'è stato inventato.
    Se poi si vuole spostare il confronto a quello che si chiama desktop (ma tra server e desktop che differenza c'è?) Linux fa le stesse cose, più cose, e meglio. Certo non è facile come win*, ma sul piano tecnico anche come desktop lo supera. Oltretutto il nuovo kde2.2, uscito da poco, include delle funzionalità in ambito desktop nuove, che né i win* ne mac OX hanno, e facili, anche per chi non è esperto. Oltretutto, le nuove funzionalità di xp, sono prese in gran parte su idea di mac OX (alla M$ non si può purtroppo impedire di vedere il lavoro degli altri e di prenderne spunto, ma anche di copiarlo), il mac sul piano del desktop ha ancora una volta battuto M$. Poi purtroppo l'M$ è corsa ai ripari copiando soprattutto!
    Ma Linux a chi lo sa usare, fà le stesse cose, né fa di più e meglio. Chiaro se cerchi di usare uno UNIX come un'utonto, bè allora rimarrai sempre con un o.s. che è il meno performante sul piano tecnico, ma il più facile: ...contento tu.
    La cara M$ oltretutto, se non lo sai, prende porzioni di codice dall'open source (tutte le società lo fanno). La maggior parte del codice sorgente dei win* è portato dai *BSD: la licenza *BSD consente di poter utilizzare tutto o solo una parte del codice, senza dover fornire i sorgenti, all'opposto della GPL di Linux.
    Andrebbero evirati (insieme ai suoi utenti) per come hanno massacrato un codice così pulito e perfetto.
    Chissa poi se elogerai ancora winxp, sapendo che già vari (bravi ragazzi), stanno approfittando delle varie falle (nei win* non è una novità) dell'o.s. e si preparano a far arrivare agli utenti dei "buoni virus".....
    non+autenticato

  • > La cara M$ oltretutto, se non lo sai, prende
    > porzioni di codice dall'open source (tutte
    > le società lo fanno). La maggior parte del
    > codice sorgente dei win* è portato dai *BSD:
    > la licenza *BSD del codice, senza
    > dover fornire i sorgenti, all'opposto della
    > GPL di Linux.

    beh ci'..
    qua l'hai sparata grossa...
    oltre al fatto che si trata di voci non confermate, oltre al fatto che si trata di licenze che prevedono la vendiat del osrgente (BSD), ma da qui a dire "la maggior parte del codice"... beh.. ce ne passa...
    MS ne ha sbagliate tante, ma di certo non gli si puo' dire di aver riusato codice altrui in maggior parte.
    Si sono riscritti (male) anche ping e telnet...

    dai.. siamo seri...


    > Andrebbero evirati (insieme ai suoi utenti)
    > per come hanno massacrato un codice così
    > pulito e perfetto.

    si certo...
    codice uscito dalle mani della madonna di fatima vero?Sorride

    > Chissa poi se elogerai ancora winxp, sapendo
    > che già vari (bravi ragazzi), stanno
    > approfittando delle varie falle (nei win*
    > non è una novità) dell'o.s. e si preparano a
    > far arrivare agli utenti dei "buoni
    > virus".....

    vabbe'...
    allora sei solo fazioso...
    cmq resta il fatto che fare un paragone con amiga e' inutile..
    Amiga l'ha uccisa commodore, non MS...
    diamo le colpe ai colpevoli please..

    Ciao
    non+autenticato
  • Che la M$ prenda delle porzioni di codice con licenza *BSD, è una cosa saputa ed ammessa dalla M$ (non è l'unica, lo fanno tutte le società). Si tratta di codice sviluppato (a parte OpenBSD) centralmente all'università di Berkeley, e soggetto ad una licenza che prevede la possibilità di non dover obbligatoriamente far conoscere il codice sorgente rielaborato.
    Quanta parte del codice è prelevata dai *BSD, non è dato saperlo; ma basta dare un'occhiata ai programi forniti di default con i win* per rendersi conto che è tanto: telnet di cui dici, è stato creato dal *BSD, ed necessariamente i programmatori di M$ l'hanno adattato al kernel win*. E come telnet sono tanti i programmi (basti pensare che il ramo *BSD è stato il più fertile dello UNIX, ed il ramo SysV ha importato nelle nuove relase, già dal SysIII, codice *BSD. I SysV attuali ha codice per il 55-60% di porting *BSD). Quando ti riferisci al codice *BSD in win*, credo ti riferisci a sw totalmente (impossibile) importato sui win*, o con delle minime variazioni. Io intendo anche porzioni minime di codice, tieni conto che questo codice è a disposizione in alcuni casi dagli anni 70, ovv. rinnovato. Ma ciò non toglie, che la M$ pur non avendo creato uno UNIX ha usufruito parzialmente o totalmente (ingiustamente, non né aveva il diritto morale, il suo o.s. non è UNIX) in gran parte da un codice di un'o.s. UNIX!
    Per quanto riguarda il codice, certo non è quello della "madonna di fatima", ma debbo ricordarti che i *BSD sono in testa ad ogni classifica meritoria degli o.s. (La certificazione 4, la max, rilasciata dall'ist. gov. USA per l'installazione in rete che i win* non hanno, ma solo in locale; vede i *BSD davanti con OpenBSD in testa come punteggio. I win* c'è l'hanno solo per il locale, ed con il più basso punteggio, ed anche in quel caso i *BSD sono davanti a tutti). Basta pensare che CISCO vi arma di default i propri router con FreeBSD,a meno di richieste del cliente, gli altri concorrenti puntano su NetBSD ed ora anche CISCO lo considera. E comunque sono i BSD ad essere installati sui router che si occupano d'instradare i dati delle reti geografiche: nessun o.s. si è dimostrato meglio di loro, ed win* neanche considerato per cquesto scopo.
    Infine il loro codice è il più pulito e ben ordinato, con NetBSD che ha un codice così pulito da essere facilmente portato su oltre 30 piattaforme!
    Se permetti la "zozzeria" che hanno fatto alla M$ di un così bel codice da parte di chi apprezza i *BSD, e di chi apprezza l'informatica sotto esclusivamente il profilo tecnico, non della facilità d'uso, grida almeno "vendetta"!
    Il paragone tra i *BSD ed win* è disarmante per quest'ultimi; certo va riconosciuto che i *BSD sono gli o.s. più difficili, win* i più facili: ma io mi riferisco ad requisiti esclusivamente tecnici (sicuramente i *BSD "battono anche gli altri UNIX).
    Si, forse sono stato parziale: lo sò che un'o.s. concepito esclusivamente per il desktop non può avere caratteristiche di sicurezza come uno per i server (ma NT, 2000; grazie soprattutto alla facilità d'uso, non è pari agli UNIX neanche in ambito server); ma se leggi il post a cui rispondevo, capirai il mio "leggero"sfogo.
    non+autenticato
  • >(La certificazione 4, la max, rilasciata >dall'ist. gov. USA per l'installazione in rete >che i win* non hanno, ma solo in locale;
    ma certificazione 4 che cosa ??? il LOCALE poi ???? AHAHHDHFHDHFHGHGHGHHGHGHGHGHGHHGHG...ma locale che cosa...basta un diskettoo...con un paio di file reg...

    > Quanta parte del codice è prelevata dai
    > *BSD, non è dato saperlo;
    pur copiando a manetta non riescono ancora a fare un sistema decente...ci saranno troppe backdoor...e infatti una ms (embe della casa), una della riaa, una dell'fbi, una della cia e poi c'e anche quella della nsa che la mette dentro a tutti....e chiaro poi che il sistema va in stress...

    P.S. comunque per esperienza personale e tempo sprecato rispondere ai windosizti...comunque se ti diverti cosi...
    ;-0)

    > Se permetti la "zozzeria" che hanno fatto
    > alla M$ di un così bel codice da parte di
    > chi apprezza i *BSD, e di chi apprezza
    > l'informatica sotto esclusivamente il
    > profilo tecnico, non della facilità d'uso,
    > grida almeno "vendetta"!
    infatti...ALMENOOOO...
    ;-0)

    > Il paragone tra i *BSD ed win* è disarmante
    > per quest'ultimi; certo va riconosciuto che
    > i *BSD sono gli o.s. più difficili, win* i
    > più facili: ma io mi riferisco ad requisiti
    > esclusivamente tecnici (sicuramente i *BSD
    > "battono anche gli altri UNIX).
    insomma parla per te...altro che windows facile...questa e una voce messa in giro, ma in realta non e cosi facile come sembra...

    non+autenticato
  • Bè almeno sembra più facile dello UNIX, sicuramente la difficoltà è nello stress: pacth e pacth da installare ogni 15 minuti.....
    Forse con xp si surclasseranno: ogni 10 min.
    E comunque non lo uso da 2 anni, e già lo usavo poco: ora mi serve per usare solo 2 periferiche che neanche Linux supporta, quando le rinnoverò neanche per quelle: quindi non sono un buon testimone della difficoltà di win*.
    Ma l'unica difficoltà, ma sembra quella dello stress che genera: crash, pacth, strani comportamenti.....
    non+autenticato
  • > Ma l'unica difficoltà, ma sembra quella
    > dello stress che genera: crash, pacth,
    > strani comportamenti.....

    strano...
    non ho di questi problemi da molto tempo...
    certo, le patch escono, ma basta installarle e risolvo...
    ma forse sono io ad essere fortunato.
    Scusami se ti ho dato del fazioso, ma non avendo visto il codice scritto da MS, non puoi sapere quanto codice BSD ci sia e come sia scritto.
    Stai supponendo, e nelle supposizioni si usa il condizionale, non il presente, che e' sinonimo di certezza.
    Il vero problema e' che BSD e soci sono poco diffusi e fanno parte di una nicchia in cui e' molto bello vivere, un po' come la valle verdeOcchiolino
    Se windows fosse usato solo da sistemisti esperti, soffrirebbe molto di meno di problemi di stabilita'.
    Se windows fossero solo gli NT based, (forse) soffrirebbero molto di meno per problemi di sicurezza.
    Sappiamo tutti che e' cosi'.
    BSD e' sicuramente superiore in alcuni ambiti, ma di certo non e' indispensabile sempre.

    Se devo trasportare 6 tonnellate di roba un camion e' il mezzo piu' adatto, ma se devo girare nel traffico penso di no...


    p.s.: ma cisco non usa IOS?
    non+autenticato
  • CISCO utilizza vari o.s. adattati alle sue macchine, in genere preferisce riutilizzare o.s. open source perchè i sorgenti sono liberi e manovrabili, li adatta e li commercia. Così fan anche i suoi concorrenti, non sò come CISCO chiami il suo o.s. consigliato, ma è un FreeBSD adattato alle macchine di CISCO.
    Ora CISCO guarda come i suoi concorrenti ad NetBSD per le sue capacità notevoli d'instradamento dati. Comunque se il cliente lo desidera installa anche al limite nt, è sulle reti geografiche che nt (ma anche altri UNIX) scompare e appaiono i *BSD.
    Il giudizio che riporto sui *BSD, oggettivo, è solo tecnico; ciò non vuol dire che i *BSD siano migliori ovunque (nei confronti di win* si!) ma in generale, rispetto agli altri UNIX. Ad esempio Linux ha un traffic sheaper, molto fine prossimo a quelli hw che i *BSD non hanno.
    Ho sempre riconosciuto (e nei post non ho affermato il contrario) che i win* hanno una capacità d'installazione e configurazione più veloce dei *BSD ma anche di ogni altro UNIX. Ciò che cambia sono le caratteristiche tecniche, sup. quelle degli UNIX e i *BSD superano tutti.
    Certo l'essere estremamente difficili, e con più lungo tempo d'inst/conf., unito alla scarsità di persone che li sanno manovrare, in ambito commerciale non rappresenta una grande canche: ma dove servono necessariamente, nelle mission-critical peggiori vengono usati.
    Ciò è vero non solo nei confronti dei win* ma anche degli altri UNIX, che essendo commerciali, devono scendere a compromessi, se vogliono vendere.

    P.S.: Facendo il sistemista all'enel, ho avuto il piacere d'imbattermi in un progetto con comunicazione tra cluster Solaris a Rm e Mi. A fare da router in questa rete interna enel, vi è un cluster di 2 macchine, su IA bipr. con FreeBSD della Nokia. La quantità di dati è impressionante, eppure 2 macchine con arch. intel e FreeBSD lo supplivano senza difficoltà.
    Impressionante veramente, un altro o.s. non *BSD, come riporta il progeto, è insicuro per il compito (ovv. parlava di altri UNIX, win* non era considerato).
    non+autenticato
  • >Ho sempre riconosciuto (e nei post non ho >affermato il contrario) che i win* hanno una >capacità d'installazione e configurazione più >veloce dei *BSD ma anche di ogni altro UNIX.

    dipende...non e detto affatto...anche perche dopo l'istallazione perdi un sacco di tempo a "ripulire" uindows...
    non+autenticato
  • Giusto, ma io intendevo bug, etc. a parte.
    D'altronde quello è il prezzo per aver maggiore facilità e velocità in installazione e configurazione. Per cui l'azienda, il sistemista, il tecnico, il cliente, l'utente; deve metterlo in conto.
    non+autenticato
  • ......
    -nn funziona il sistema di compatibilità con le altre versioni....se hai un gioco(tipo half life) nn t gira neanke se piangi in cinese ed è inutile scaricarsi l'aggiornamento dal sito.....nn gira
    neanke cn quello!!!!
    -se utilizzi l'aggiornamento dinamico nell'installazione t installa anke file corrotti ke nn ti permettono di continuare con l'installazione...ho dovuto formattare xkè nn si riesce a trovare la cartella in cui scarica questi aggiornamenti...!!!

    Pensavo fosse un sistema op. bellissimo ed invece mi ha fregato....

    cmq spero ke aggiornino in continuo i driver...o se no siamo fregati!!!!

    Ciao a tutti

    non+autenticato
  • certo che se compri uma merda poi non puoi che ritrovarti una merda...
    e dopo che hai formattato? come hai fatto visto che non ti danno il cd col SO?

    continuiamo così, facciamoci del male....
    non+autenticato
  • Una nuova tecnologia è davvero tale quando è per tutti: perchè la MS non cambia totalmente la sua politica e distribuisce gratis il suo Windows ? Allora si che sarebbe un altro mondo questo, ma pensate, quanti miliardi di dollari hanno speso solo per il lancio pubblicitario di XP ? Se lo avessero distribuito gratis non sarebbe occorsa quella ingente spesa, che poi cade nelle tasche di chi compra Windows.
    Secondo me la MS, nonostate la sua grande struttura spreca-soldi, potrebbe vivere ugualmente anche distribuendo Windows gratis, ciò potrebbe attirare tutti quegli utenti che sono passati a Linux, eviterebbe di creare quello stupido lucchetto dell'attivazione, mentre i soldi potrebbe farli dai servizi e programmi che vende, senza contare che deterrebbe comunque il controllo del SO. Con i soldi che risparmiano nelle promozioni e quelli in più che potrebbero entrare con i servizi aggiunti (intendasi .NET), potrebbe assicurarsi comunque una discreta tranquillità, e continuare a vivere senza quella macchia di azienda ingordigia di soldi qual oggi è.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 30 discussioni)